BANNER-ALTO2
A+ A A-

oggiooLe tensioni sono aumentate nel quartiere a maggioranza palestinese di Sheikh Jarrah a Gerusalemme Est, poiché il governo israeliano ha ordinato a un certo numero di famiglie palestinesi di lasciare le proprie case, dopo che una sentenza del tribunale israeliano ha stabilito che le famiglie ebree detengono una rivendicazione storica suqueste proprietà. La legge israeliana consente agli ebrei di reclamare le proprietà perse nella guerra del 1948, ma impedisce ai palestinesi (compresi i cittadini palestinesi di Israele) di recuperare le proprietà perse nella stessa guerra.

La decisione altamente controversa ha scatenato giorni di protesta da parte dei palestinesi che vivono a Gerusalemme est. Inevitabili sono stati gli scontri con la polizia israeliana in assetto di guerra contro le fionde dei palestinesi. Ventisette giorni prima che il primo razzo venisse lanciato da Gaza, una squadra di agenti di polizia israeliani entrava nella moschea di Aqsa a Gerusalemme, spazzando via i palestinesi dalla spianata delle moschee. Poi hanno tagliato i cavi degli altoparlanti che trasmettevano preghiere ai fedeli da quattro minareti medievali.

Di tutti gli aspetti dell'occupazione e dell'espropriazione del popolo palestinese, la difficile situazione dei bambini - siano essi uccisi o mutilati nella Striscia di Gaza o le migliaia detenuti ogni anno nelle carceri israeliane - mi hanno costretto a scrivere della mia vergogna.

Sull'estorsione di confessioni dei bambini palestinesi qualcuno ha scritto: “Qualcosa di molto simile succedeva nell'apartheid in Sud Africa, la salvaguardia dell'innocenza è solitamente punita peggio delle confessioni, siano esse vere o false, e quindi non c'è alcun incentivo a resistere. Ciò che è ancora più disumanizzante è la richiesta dei funzionari israeliani che questi adolescenti palestinesi accusino i loro amici e vicini ".

Come per molte persone appartenenti alla generazione dei giovani della fine degli anni sessanta, incluso Noam Chomsky, la guerra del Vietnam ha svolto un ruolo importante nell'educazione politica di quella generazione. "Due visite trasformative al‘nemico’, il Vietnam del Nord, hanno portato la maggior parte di noi a comprendere la guerra dalla prospettiva di una società a bassa tecnologia completamente vulnerabile alla guerra ad alta tecnologia, e ha cambiato il nostro impegno dall'opposizione a una guerra imprudente al rifiuto di un genocidio ingiusto e immorale che si sta consumando in Palestina e che sia i nostri politici che i mass-media chiamano bugiardamente guerra.

Gigino A Pellegrini & G elTarik

Leggi tutto... 0

inc5-min

 

Ad avere la peggio due ragazzi sul mezzo a due ruote, il passeggero della moto trasportata all’ospedale di Paola, probabile frattura ad un arto.

 

Scontro frontale sulla strada statale tirrenica inferiore, ex ss18, nei pressi della galleria di Coreca, tra una moto, di grossa cilindrata, ed una Panda dei Carabinieri di Amantea, il tutto è accaduto oggi intorno alle ore 17.00.

 

 

La causa dell’incidente è stata presumibilmente una manovra azzardata ad U della locale pattuglia cittadina dei Carabinieri che, stando alle prime ricostruzioni al vaglio di minuziose misurazioni, voleva invertire il proprio senso di marcia.

 

Dal tentativo, probabilmente imprudente, di inversione si è verificato il grave incidente che ha visto coinvolto una moto con a bordo due persone.

 

Eppure la manovra di inversione ad U costituisce una violazione del codice della strada e implica una sanzione amministrativa.

Il Codice della strada è chiaro, all’articolo 176 vieta l’inversione di marcia solo sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali. 

Fare inversione a U in strada costituisce reato nel caso in cui comporti lesioni ad altri utenti della strada, fino ad arrivare all’omicidio stradale.

 

La strada tirrenica inferiore è tristemente nota per le troppe volte che è stata teatro di incidenti stradali, presumibilmente l’imprudenza, in questo caso della pattuglia dei carabinieri, in esecuzione della loro preziosa attività lavorativa, non si riesce a contenere.

 

Anche questa volta, putroppo, lo scontro potrebbe aver avuto una forte dose di imprudenza come causa scatenante.

Ad avere la peggio, pare, il passeggiero del mezzo a due ruote, che è stato portato all’ospedale di Paola con probabile rottura di un arto.

Non è in pericolo di vita ma l’urto con l’autovettura è stato importante.

 

 

Nessuna conseguenza fisica per i carabinieri sull’autopattuglia.

I rilievi dell'incidente sono stati effettuati dal Vigili Urbani di Amantea.

Per l'invio delle foto la redazione ringrazia due amici, Luca Guzzo ed Ornella

Leggi tutto... 0

amantea carabinieri
Sempre costante l’azione di controllo al traffico di sostanze stupefacenti da parte dei Carabinieri della Stazione di Amantea, alla guida del Maresciallo Roberto Munafò.

 

Grazie anche ad una costante capillare azione di controllo, si pone fra i principali obbiettivi il contrasto al fenomeno dilagante dello spaccio delle sostanze stupefacenti e dei proventi illeciti che ne derivano.

 

In tale quadro, nei giorni scorsi, Venerdi mattina nello specifico, nell’ambito di mirati servizi di controllo di persone segnalate, in seguito ad una diecina di perquisizione di case ed attività commerciali, hanno arrestato, in flagranza per possesso di sostanza stupefacenti, ai fini di spaccio C.S.T., 59enne, residente ad Amantea, incensurato ed a quanto pare insospettabile.

 

Nello specifico, i Carabinieri della Stazione di Amantea, a seguito di perquisizione domiciliare presso l’abitazione del poi arrestato, hanno rinvenuto in garage, ben nascosta all’interno di una scatola, oltre 200 grammi di sostanza stupefacenti definita ad un primo esame “pura”, ed, a quanto pare, pronta per essere lavorata e distribuita.

 

Lo stupefacente, è stato sequestrato per essere sottoposto alle successive analisi tossicologiche presso il RIS di Messina, mentre l’indagato è stato posto agli arresti domiciliari in attesa dell’esito dell’udienza di convalida dell’arresto.

 

Assistiamo, ancora una volta, ad un contesto che rientra tra le più ampie e diffuse azioni di prevenzione e contrasto poste in essere dai carabinieri di Amantea per arginare i reati in materia di sostanze stupefacenti, specie nella vendita al dettaglio, che costituisce primaria fonte di arricchimento della criminalità organizzata.

 

 

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy