BANNER-ALTO2
A+ A A-

Disgrazia in famiglia: donna partorisce una femmina

Vota questo articolo
(0 Voti)

partorisce-femmina-muore-1280x720Donna partorisce una femmina, il marito si uccide e lei dopo pochi giorni muore di crepacuore. La nascita di un figlio di sesso femminile è ritenuta una disgrazia. Amici, oggi sono costretto a raccontarvi una triste storia realmente accaduta. Mi conforta un poco sapere che la storia non si è verificata in Italia ma nella lontana India, lontana non solo geograficamente ma anche culturalmente, moralmente, civilmente, politicamente. Ma anche in Italia in passato si sono verificate delle tristi avventure. Essere donna non sempre è una fortuna. Alcuni anni fa nel centro storico di Arco un marito quarantenne ha picchiato la moglie incinta di 4 mesi di un figlio di sesso femminile. L’ha ritenuta incapace di dargli un figlio maschio. Siamo venuti poi a sapere che il marito era originario dell’India e questo mi ha consolato un poco. In quel paese, purtroppo, ancora oggi nascere femmina è una vera disgrazia per sé e per la propria famiglia. Ma davvero è così nell’anno del Signore 2020? Purtroppo la risposta è sì. A Nuova Dehli una donna partorisce una femmina e il marito si uccide. La donna, dopo pochi giorni, muore dal dolore. Una storia al limite dell’assurdo. Si è poi saputo che la madre dell’uomo avrebbe insultato il proprio figlio, accusandolo di disonore, incapace di dare alla famiglia un figlio maschio. Ancora oggi in molti paesi dell’Estremo Oriente quando nasce una bambina non si fa festa. Scoppiano litigi tra i coniugi e tra i familiari, violenze fisiche e psicologiche. E la donna quando apprende di aspettare un figlio di sesso femminile per evitare guai non solo col marito ma specialmente con la suocera sceglie di abortire.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove è consentito

BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy