BANNER-ALTO2
A+ A A-

Colpo in stile anni '70 dal bottino enorme quello messo a segno da un gruppo di malviventi, sembrerebbe almeno cinque, sulla strada provinciale che da San Procopio conduce a Melicuccà in provincia di Reggio Calabria.

 

 

 

Secondo una prima stima, infatti, i rapinatori hanno messo a segno un colpo da ben 700 mila euro. Il commando, i cui componenti erano armati e con il volto travisato, ha bloccato e svaligiato un portavalori di una società di trasporto valori.

I rapinatori, secondo quanto si è appreso, a bordo di una Fiat Punto, dopo avere speronato il furgone hanno sparato anche alcuni colpi di arma da fuoco per costringere i vigilantes a fermarsi e a consegnare le somme che stavano trasportando.

Il mezzo si stava dirigendo verso alcuni uffici postali della zona.

Dopo avere immobilizzato i vigilantes i malviventi sono riusciti ad appropriarsi del denaro. Subito dopo si sono allontanati dileguandosi a bordo della loro auto.

Sul luogo della rapina sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Palmi che si sono subito messi sulle tracce dei rapinatori.

In questo momento, quindi, è caccia, nella zona della Piana di Gioia Tauro e nella provincia di Reggio Calabria. Appena è scattato l’allarme, infatti, sono state avviate massicce battute dai carabinieri che vedono impegnati gli specialisti dei Cacciatori di Calabria e personale dei reparti territoriali dell’Arma.

In volo si è alzato anche un elicottero che sta perlustrando tutta la zona.

La foto dell'articolo non è relativa all'evento delittuoso, ma è semplicemente tratta dal web. Essa non ha pertanto alcun riferimento alla rapina.

 

Leggi tutto... 0

E’ stato il sindaco Vincenzo Maesano a rendere noto l’atto di vandalismo compiuto da ignoti a danno della scuola Bosco Sant’Ippolito-Bovalino.

 

 

 

 

 

 

REGGIO CALABRIA – Lo ha definito un atto ignobile Antonio Marziale, Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria che dopo aver ricevuto le foto dal sindaco ha dichiarato: “non posso non esprimere tutto il mio sdegno per la furia devastatrice che ha violato il santuario per eccellenza dell’educazione dei fanciulli.

Un atto ignobile di gente ancor più ignobile”.

“Muri imbrattati, arredi divelti, materiale didattico reso inservibile, telefoni e modem distrutti: è questo il quadro che si è presentato davanti agli operatori – continua il Garante – che hanno goduto dell’immediata solidarietà genitoriale, della chiesa locale e dell’amministrazione comunale.

Dal canto mio – dice Marziale – assicuro un contributo economico, sia pur modesto e rapportato alle mie esigue risorse di bilancio, ma che vuole essere un segno di vicinanza alla comunità bovalinese, soprattutto ai bambini, che devono vedere sempre nella scuola l’approdo sicuro per la loro formazione e per la tutela dei loro diritti”.

“Chi oltraggia così sprezzantemente una scuola si assume la responsabilità di violentare il futuro della comunità, pertanto deve essere individuato come incivile e indegno, non ci sono mezzi termini.

Chiunque abbia commesso questo vile oltraggio – conclude Marziale – è destinatario dello stigma più sentito e dell’invito a ravvedersi, per mostrare a sé stesso di valere qualcosa”.

Leggi tutto... 0

flora sculcoREGGIO CALABRIA - Non è passata in Consiglio regionale la proposta di legge sulla doppia preferenza di genere.

Il provvedimento, infatti, non ha ottenuto la maggioranza qualificata richiesta.

I votanti per i quattro articoli della pdl sono stati 29.

Quindici i voti favorevoli e 13 astenuti, un voto contrario.

Il voto ha fatto emergere in maniera chiara la distanza tra maggioranza e minoranza.

La consigliera Flora Sculco, che aveva proposto la legge, nell’esprimere delusione ed amarezza, ha parlato di «pagina buia per la Calabria e per il regionalismo calabrese, perché ci si è nascosti dietro un voto di astensione».

Ora forse occorre accendere la luce?

Sulla vicenda è intervenuto il presidente Mario Oliverio: «Credo che oggi si stia scrivendo una pagina negativa per il Consiglio regionale.

Negativa, perché si rappresenta la Calabria per quello che non è, ovvero una regione arretrata non al passo con i cambiamenti».

Oliverio ma davvero il vero problema della Calabria è questo? e lo scopri solo adesso?ma perché nella tua lista non ha messo solo donne?

Dello stesso avviso il presidente del Consiglio regionale, Nicola Irto: «Oggi si è persa un’occasione per rendere migliore la nostra democrazia.

Sono stato fermamente a favore della doppia preferenza in tutti questi mesi continuo a esserlo e lo sarò fino in fondo.

E’ una battaglia di civiltà, ci ho creduto fino a oggi e continuerò a spendermi perché la parità di genere in politica è un dovere a cui la Calabria non può e non deve sottrarsi».

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy