BANNER-ALTO2
A+ A A-

Arrestato avvocato. Spese gonfiate e maltrattamenti.

Il capo di gabinetto della prefettura di Torino, Alessandra Lazzari, è indagata dalla procura di Imperia per abuso d’ufficio nell'ambito dell’inchiesta della guardia di finanza sulla gestione di alcuni centri di accoglienza per migranti affidati alla cooperativa sociale piemontese Caribù.

Quattro persone, tra cui l'avvocato di torinese Guido Tabasso, 67 anni, sono state arrestate ieri, mercoledì 17 luglio 2019, su ordine del giudice Paolo Luppi con l’accusa a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e autoriciclaggio in concorso e frode in forniture pubbliche.

L'accusa è di avere comunicato alla prefettura un numero di migranti presenti nei centri di Sanremo e Vallecrosia doppio rispetto a quello reale di avere così gonfiato i costi.

E nello stesso tempo c'è anche l'accusa di avere maltrattato gli stessi migranti, con botte e umiliazioni.

Prima di trasferirsi a Torino, Lazzari lavorava per la prefettura di Imperia.

Leggi tutto... 0

Ma davvero il MoVimento 5 Stelle voterà la proposta?

"In attesa di fare una vera e propria riforma della Rai e del mercato pubblicitario, a partire dagli Ott, vogliamo aiutare le famiglie italiane abolendo il canone.

 

 

 

 

 

Ovviamente, questo comporta l'inevitabile scelta di eliminare anche il tetto pubblicitario dando il via a una vera e propria concorrenza, che oggi non c'è, tra il servizio pubblico, Mediaset, La7 e tutti gli attori privati del mercato radiotelevisivo.

Questo è lo spirito del disegno di legge che ho presentato in Senato".

Lo annuncia, in una nota, il capogruppo del MoVimento 5 Stelle in Vigilanza Rai, Gianluigi Paragone.

Davvero il M5s saprà staccarsi dal PD?

Vedremo!

Leggi tutto... 0

La sentenza della Corte di Cassazione sul ricorso contro l'assoluzione per Umberto e Renzo Bossi nel processo sull'appropriazione indebita dei fondi della Lega non arriverà prima di settembre.

La II Sezione penale della Suprema Corte ha deciso di rinviare tutto all'11 settembre a seguito dell’istanza di ricusazione dell'intero collegio da parte dell’ex tesoriere della Lega Francesco Belsito, imputato insieme ai due Bossi nel processo sull’uso a fini personali dei fondi della Lega.

La Procura generale di Milano ha impugnato la sentenza della Corte d'Appello, che a gennaio scorso ha assolto per improcedibilità Umberto e Renzo Bossi, 'salvati' dalla mancata querela del segretario del Carroccio Matteo Salvini.

Secondo la procura milanese la querela presentata dal leader della Lega solo nei confronti dell’ex tesoriere del partito Francesco Belsito (condannato a 1 anno e 8 mesi e 750 euro di multa) va estesa anche ai due Bossi, in quanto la condotta descritta nel capo di imputazione è unica, come unico è il disegno criminoso che accomuna tutti gli imputati.

Confermare il proscioglimento dei Bossi e confermare la condanna dell’ex tesoriere Belsito, questa la richiesta del sostituto pg Assunta Cocomello, che chiede di rigettare il ricorso presentato dalla Procura generale di Milano.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy