BANNER-ALTO2
A+ A A-

Il professor Maurizio Cannatà insieme ai volontari del Gruppo Alybas continua a condurre i microscavi tra i ruderi delle antichissime abitazioni scoperte per caso nell’abitato di Campora San Giovanni.( vedi foto)

A sorpresa- piacevole sorpresa, in verità- stamattina, il sindaco Monica Sabatino, accompagnata dall’ex assessore Michele Vadacchino, ha fatto visita al cantiere per informarsi sul progresso delle indagini archeologiche.

Michele Vadacchino, lo ricordiamo è stato forse il primo assessore all’urbanistica di un comune , segno palese della attenzione che l’amministrazione ha dato-in passato, in verità- alla sua storia, alla sua cultura, all’arte.

Oggi- a quanto è dato sapere- non esiste più un assessore all’archeologia.

Ma la visita del sindaco forse può preludere al rinnovo dell’attenzione dell’ente a tale vitale settore della nostra storia , anche per i suoi palesi effetti e valenze turistici.

La foto mostra anche la totale emersione delle mura di quelle che sono considerabili tra le prime abitazioni di Temese.

Siamo probabilmente nella Temesa successiva “alla necropoli di Chiane, databile tra il VII ed il VI sec. a.C.”, in quei “ contesti di abitato da Cozzo Piano Grande, riferibili a resti di capanna,ma, lentamente, comincia ad interessare anche le aree che degradano verso il mare” Da Agostino-Mollo. 2007-2009 .

E siamo quasi un secolo prima del famoso 580 a.C. , data alla quale il professore G.F. La Torre fa risalire la nascita, del santuario scavato sui terrazzi collinari di Imbelli”

Si chiude così un cerchio storico che rende vivamente la idea della Temesa Ausonia e greca fino a giungere a quella romana ed alla famosa ed ancora inesplorata villa di località Principessa

Una scoperta quindi quella attuale che impone all’amministrazione comunale di valutare con serietà due opportunità che lanciamo da questo sito.

La prima è quella di convocare un primo in contro valutativo al quale far partecipare tra gli altri quanti hanno concorso e concorrono a tali importantissime scoperte. Parliamo della De Sesti Sensito, del prof G.F. La Torre, del prof Fabrizio Mollo, di Rossella Agostino, di Gregorio Aversa, del prof Maurizio Cannatà.

La seconda è quella di trovare i fondi per un altro convegno successivo a quello organizzato dal comune di Amantea ( Marchese, Tonnara, Vadacchino) il 15 e 16 settembre 2007 grazie alla collaborazione di Demetrio Metallo e della sua Principessa

Pubblicato in Cronaca

Messaggio augurale per l’Inizio della Stagione Agonistica del campionato di Promozione anno 2014-2015

“In questi giorni di pre-campionato dilettantistico di promozione 2014 - 2015, il senso di responsabilità, l’amore per la squadra, ma soprattutto l’orgoglio di essere cittadini di Amantea, ci hanno accompagnati a vari incontri per individuare soluzioni probabili alle ormai già note problematiche, che annualmente si ripresentano e che ci impediscono di iniziare in tempo l’organizzazione e la preparazione al campionato stesso.

I risultati di questi incontri hanno confermato, in particolar modo, la validità dell’idea progettuale denominata: “Una piccola AZIONE per un sicuro e grande FUTURO della tua Squadra” e trovato tutti d’accordo per attuare da subito tale iniziativa.

Infatti questo progetto, studiato sulle potenzialità della città di Amantea, prevede l’erogazione di un minimo contributo, fiscalmente totalmente detraibile per i titolari di partite I.V.A. che rappresenterà quella base economica-finanziaria continuativa nel tempo, la quale, a nostro avviso, potrà assicurare un saggio futuro alla squadra calcio e la partecipazione alla competizione di categorie più appropriate.

Convinti di ciò eccoci tutti pronti ad affrontare questa nuova avventura calcistica.

Tuttavia è doveroso da parte del sottoscritto sottolineare che ciò non sarebbe stato possibile se non avessi avuto la grande fortuna di avere al mio fianco persone come Giovanni Berardone, Rocco Alfano, Pino Trotta, Mario Pellegrino, Vittorio Suriano, Salvino Amato, Gianfranco Suriano, Peppino Gelsomino, Franco Rega, che mi onoro di rappresentare, nonché gli attuali rinforzi di quest’ultimi giorni nelle persone del vice Sindaco del comune di Longobardi Aurelio Garritano e di Vincenzo Lazzaroli che vogliono sostenere direttamente tale iniziativa sociale.

Il senso di responsabilità e, quindi, la grande motivazione di tutti noi hanno consentito di strappare la squadra calcio al pericolo dell’esclusione dal campionato di promozione e di pianificare il futuro della medesima condividendo, unitamente, l’anzidetta idea progettuale.

Il messaggio che voglio rivolgere è il seguente:

-alle Istituzioni voglio riaffermare che lo sport è “Un diritto per i cittadini, un dovere per le istituzioni”, e che le medesime debbono impegnarsi a dotare la città delle necessarie ed idonee strutture per l’espletamento di tale attività.

A tal proposito la mia riconoscenza e della società tutta va al Sindaco della città Monica Sabatino ed all’assessore allo Sport Giovanbattista Morelli i quali, dopo diversi confronti, in cui abbiamo affrontato le criticità sotto tutti gli aspetti, hanno dimostrato la volontà per la soluzione dei problemi riguardanti l’esistenti strutture sportive e, soprattutto, condiviso l’anzidetta idea progettuale, assicurando di sostenerla, riconoscendo in essa la soluzione a molte delle già note difficoltà.

-Ai tifosi vorrei ricordare che loro rappresentano la storia e la forza di una società.

La squadra va sostenuta, in particolar modo, nei momenti di crisi e solo in quelle difficili occasioni che si può dimostrare l’amore per la medesima.

Noi come dirigenti siamo sempre lì cercando di assolvere diligentemente ad ogni compito e di soddisfare in pieno le aspettative degli altri, spesso dimenticandoci delle nostre cose, mettendoci tutte le nostre energie, tuttavia abbiamo bisogno di essere certi che voi ci siete.

-A tutti i cittadini mi permetto di raccomandare di non sottovalutare il ruolo importante dello sport nella vita dei giovani, sia sotto l’aspetto formativo che educativo. Abbiamo un grande patrimonio di ragazzi, un grande futuro e vi assicuro che è meraviglioso vederli impegnati in queste attività a rappresentare degnamente la nostra città, quindi sosteniamoli.

L’augurio desiderato è che i nostri giovani possano essere degni rappresentanti della città di Amantea e che nel più breve tempo possibile si possa concretizzare il sogno per la nostra squadra di competere in quelle categorie di campionati più confacenti alle potenzialità della nostra città.

Amantea 20/09/2014 "FORZA AMANTEA" -  Il Presidente -  Gianfranco NESI

cloaca miniAbbiamo avuto già modo, e ripetutamente, di segnalare il fiume di “qualcosa: acqua sporca, escrementi liquidi, non è dato sapere” che ogni tanto spurga a nord del lungomare di Amantea

E lo abbiamo fatto SEMPRE perché avvertiti da parte dei cittadini di tali fuoriuscite che abbiamo visto e fotografato.

Una storia vecchia come il “cucco”

Una storia che pare utile ricordare.

C’era un canalone in via Baldacchini ( è sempre il punto più basso della piana di Amantea) , canalone che raccoglieva le acque piovane di Via Nazionale, Via Mirabelli, Via V Emanuele , via Dogana sud ed aree collegate e le scaricava naturalmente sulla spiaggia .

Poi le acque del canalone vennero raccolte da una grande vasca e potenti pompe le scaricavano alla fine sud del lungomare , nel vecchio alveo del torrente Santa Maria.

Un altro canalone scaricava naturalmente le acque di Via Lava Gaenza . Oggi è chiuso e le acque sono immesse non si sa dove.

Un altro canalone ancora scaricava naturalmente le acque di via Margherita . Oggi non sappiamo se funziona e quante acque scarichi.

Un altro canalone infine scaricava naturalmente le acque di via Garibaldi. Oggi non sappiamo se funziona e quante acque scarichi.

L’unica cosa che si sa è che a nord del lungomare c’è il canalone e che potenti pompe scaricano le cosiddette “acque bianche” .

Un canalone che raccoglie tutte o quasi le acque della piana di Amantea.

In realtà da tempo le acque non sono più bianche e come denunciano i cittadini puzzano insopportabilmente.

L’ultima denuncia è avvenuta il 15 luglio scorso.

In quel caso intervennero sia il comune che la Guardia Costiera.

Ed il comune ha preso impegno di avviare una auspicata ed attesa campagna di monitoraggio per accertare cosa succede sottoterra

Anche ieri 14 settembre le acque bianche sono giunte fino al mare.

Succede quando piove e le acque non riescono ad essere avviate “altrove”.

Siamo stati chiamati a documentare e siamo andati.

C’erano alcuni cittadini infuriati. Tanto infuriati che non hanno voluto sentire nemmeno le proposte di possibile soluzione del problema( ispezione, vasca di laminazione, eccetera).

Ed ecco cosa hanno scritto al sindaco , al comandante Caruso ed all’assessore Rubino

“Salve a tutti, ieri mattina domenica 14 settembre, alcune decine di metri dopo la fine del lungomare lato nord, un fiumiciattolo di cacca liquida (le cose vanno chiamate con il loro nome) fuoriusciva da una fogna a cielo aperto e terminava il suo breve corso nel mare.

Potete immaginare il lezzo insopportabile in tutta la zona.

Io ed un'amica avvocato abbiamo prima telefonato ai vigili senza ricevere risposta, abbiamo poi telefonato al 1530, ci hanno ascoltato ma non si sono fatti vivi.

Gli unici che sono venuti a vedere sono stati 2 amici che ci leggono in copia.

La stessa cosa accadde a inizio luglio, vennero allora l'ing. Pileggi e 2 addetti della Capitaneria di Porto, ma direi che - scartoffie a parte -  nulla è cambiato.

Cacca era, cacca è rimasta!

Allego 3 foto chiarificatrici. Per Vostra fortuna non emanano odori.

Auguri per un proficuo lavoro.

Con i migliori saluti, Alfonso Frangione”

Pubblicato in Politica

A giorni la inaugurazione del ponte voluto dall’ex assessore Sante Mazzei sul torrente Santa Maria e che collegherà le due sponde del quasi sempre asciutto torrentello.

Ieri 9 settembre la ditta costruttrice Emmedue sas si è presentata di buon mattino con gli automezzi speciali e le maestranze specializzate per stendere il manto bituminoso sulla rampa di accesso al ponte ( vedi foto)

Successivamente è toccato al ponte vero e proprio

Ed infine le opere di rifinitura che sono state effettuate per modulare in modo ottimale le pendenze e gli innesti con le vie correlate.

Abbiamo avuto occasione di notare anche la speciale parete metallica che chiude a ovest la rampa di accesso.

Doppia la funzione.

Da un lato la tutela dal rumore prodotto dalle auto che si accingono alla salita che collega via Etna con il ponte.

Dall’altro la tutela della privacy della famiglia che abita proprio a fianco al ponte stesso e che diversamente sarebbe stata esposta alla visione da parte degli utilizzatori della nuova viabilità e lesa nella sua intimità.

La apertura del ponte permetterà di ridurre l’uso della SS18 sia per l’accesso nella via Staccia che nella uscita dalla medesima e quindi una maggiore sicurezza per gli automobilisti e per i pedoni

A giorni la inaugurazione.

Non sappiamo se il taglio del nastro sarà fatto dal sindaco Monica Sabatino o dall’assessore ai lavori pubblici

La sola certezza al momento è che sarà presente l’ex assessore ai LLPP Sante Mazzei.

Pubblicato in Cronaca

Pochi giorni fa, esattamente il 1 settembre 2014, Carmelo Zucco è andato in pensione.

Come noto Zucco ricopriva le funzioni di responsabile del settore tributi.

A tal punto, e tempestivamente, il sindaco ha firmato un decreto di sostituzione del funzionario in pensione.

La prima stranezza è la affermazione che “ si rende necessaria la sua sostituzione per garantire la continuità degli adempimenti d’ufficio e in special modo l’assunzione della responsabilità gestionale” .

Si tratta, cioè, di un ufficio vitale per l’ente.

Se non entrano soldi, non ne possono certamente uscire.

La seconda cosa strana è che il decreto afferma “che non è presente nel settore una figura con contenuto professionale idoneo d assicurare la sostituzione”.

Possibile ci chiediamo?

Possibile che un funzionario “unico” sia stato posto in pensione senza nemmeno bandire il relativo concorso?

Possibile che non si sia trovato come in altri casi un funzionario esterno all’ente, magari part time?

La terza cosa strana è la attribuzione del settore tributi alla segretaria Maria Luisa Mercuri.

Ma come, ci chiediamo, è possibile che in 15 ore a settimana la segretaria possa adempiere non solo ai gravosi adempimenti di competenza del segretario, ma anche a quelli di responsabile dell’ufficio tributi.

Chi parlerà con il pubblico?

La segretaria?

Francamente ci sembra impossibile

Ma la stranezza finale è quella che discende dalla lettura che il decreto ha decorrenza dal 1 settembre e fino alla riorganizzazione del settore.

Che significa che allora esiste nell’organico un soggetto qualificato che a seguito di riorganizzazione del settore potrà adempiere a tale competenze? Di chi stiamo parlando? Di un dipendente esterno all’ente? Ma allora perché non in caricarlo subito! Di un dipendente già nell’ organico? Ma se esiste ( e si è detto che non esiste) perché incaricare la segretaria? O forse si tratta di dipendente che dovrà seguire un corso di formazione con esame finale che garantisca la qualità professionale.

Sono i dubbi che politici locali ci hanno esternato e che saranno esternati al competente ministero delle Finanze al quale stando a quanto ci viene detto sarà posto quesito relativo.

Dal 18 al 25 agosto 2014, l’artista e maestro del vetro Silvio Vigliaturo esporrà una collezione di circa 30 opere, tra dipinti e sculture in vetro, nella suggestiva cornice del quattrocentesco Chiostro del Conventuale di San Bernardino da Siena, ad Amantea.

La mostra, intitolata Segno Pittura Scultura, offre un efficace sunto della produzione artistica più recente di Vigliaturo, spaziando all’interno di essa, sia in ambito scultoreo che pittorico, e presentando degli esempi di opere delle dimensioni più varie.

Le sculture in vetro, che hanno reso famoso l’artista a livello internazionale, vanno dai 60 centimetri agli oltre 2 metri di altezza, ma tutte, indistintamente, portano in esse gli inconfondibili tratti sinuosi ed eleganti che fanno da cornice a una vera e propria esplosione di colori vibranti.

La mostra è stata inaugurata dal sindaco Monica Sabatino presente anche la consigliera comunale Elena Arone ieri 18 agosto proprio in occasione della Notte Bianca.

Visti Il dr Arone e signora, il dr Sabatino Giuseppe e signora, il prof Vincenzo Segreti, Il giornalista Pastore della GdS.

Dopo la inaugurazione un rinfresco per gli ospiti.

Le opere di Silvio Vigliaturo fanno parte di numerose collezioni pubbliche e private a livello internazionale.

Nel 2006, il MACA (Museo Arte Contemporanea Acri) dedica 11 delle sue 30 sale a una collezione permanente di oltre 200 sue opere, tra dipinti, sculture e disegni.

Nel 2011 è invitato a partecipa al Padiglione Italia della 54° Biennale di Venezia.

Nel 2013 ha preso parte alla mostra celebrativa dei 50 anni del movimento Studio Glass tenutasi all’Orlando Museum of Art, in Florida, che annovera i più importanti esponenti mondiali della scultura in vetro contemporanea.

Con queste opere Silvio Vigliaturo, è libero di esprimere la sua creatività e di garantire al vetro piena dignità nel ruolo di mezzo espressivo per l'arte.

Questo ruolo l'aveva intuito contemporaneamente ad altri pionieri dello Studio Glass contemporaneo e prima di molti altri, che solo in seguito l'hanno compreso e fatto proprio. Senza nessuna predeterminata logica di scuola o di corrente, egli appartiene a pieno titolo al movimento Studio Glass perché ne ha vissuto ed applicato i principi, contribuendo al radicale rinnovamento dell'arte del vetro.

La mostra resterà aperta fino al 25 agosto

L’ingresso è libero

Pubblicato in Cronaca

Gentili commercianti, desideriamo esprimervi tutto il nostro apprezzamento per l’importante opera sociale che svolgete in favore della città. Le vostre attività non devono essere inquadrate soltanto dal punto di vista economico, ma devono essere considerate come una delle attrattive principali del comprensorio, soprattutto nel periodo estivo, quando turisti e vacanzieri affollano le vie del centro ben sapendo che nelle vostre botteghe troveranno qualità, convenienza e cortesia.

Riceviamo e pubblichiamo

 

Il prossimo 18 agosto Amantea celebrerà la sua ottava Notte Bianca. Si tratta di uno degli eventi più importanti del programma estivo, quanto meno dal punto di vista numerico e dall’interesse che la manifestazione suscita nell’immaginario collettivo. Nel corso degli anni, infatti, la Notte Bianca ha saputo aggregare e coinvolgere, facendo in modo di attirare un numero di presenze sempre maggiore. E sarà così anche quest’anno, considerando gli ospiti che si esibiranno come la vincitrice di Amici, il talent show di Canale 5, Debora Iurato. L’amministrazione comunale, nell’intento di dare all’evento il valore aggiunto che merita, ha affidato la direzione artistica della kermesse all’associazione “Notte Bianca” che organizzò le prime quattro edizioni. L’affidamento è avvenuto dopo aver preso visione dell’articolato programma presentato e averne discusso, in diversi incontri, con il direttivo dell’associazione che ha mostrato competenze e dato ampie rassicurazioni su come portare avanti l’innovativo e ambizioso progetto. Al centro del progetto c’è naturalmente la città di Amantea da mostrare in tutte le sue peculiarità: aperta di notte, con i suoi artisti all’opera, con la storia ed i suoi monumenti, le tradizioni della marineria e della pesca, il divertimento, la gastronomia con i tanti piatti tipici. Novità anche per quello che riguarda l’accoglienza, l’informazione, la promozione e la sicurezza. Ed ancora: il coinvolgimento del borgo antico e dell’area del Mercato Nuovo, la mappa-guida che farà da Cicerone, le aree associate ad un tema e contrassegnate da un colore, con lo staff che sarà punto di riferimento costante di coordinamento e collegamento con le forze dell’ordine. Per fare in modo che tutto proceda nel migliore modo è necessario che ogni singolo esercente faccia la sua parte, lasciando aperte le porte del suo negozio fino alla conclusione dell’evento, accogliendo in tal senso le richieste del comitato organizzatore che saprà coinvolgervi al meglio, avviando ogni forma di collaborazione possibile. Amantea dovrà mostrarsi come una “città aperta”, ordinata, pulita e ben organizzata. L’attuazione del programma consentirà di garantire al massimo l’operatività di voi negozianti, riducendo drasticamente la presenza degli ambulanti e di altre attrattive non inserite nel progetto che tendono a trasformare la manifestazione da evento culturale e sociale qual è ad una riproposizione del mercato domenicale o alla più note fiere di paese. Questo è ciò che vogliamo evitare con tutte le nostre forze!

Tra le cose da non perdere la mostra del maestro Silvio Vigliaturo, denominato l’artista del vetro che esporrà nel chiostro di San Bernardino. La sua tecnica è da sempre volta alla ricerca e alla sperimentazione. Dalle prime esposizioni, nel 1977, passando per la partecipazione al Padiglione Italia della 54. Biennale di Venezia, sino alla personale nel giugno 2012 al Museo regionale di Scienze Naturali di Torino, il percorso artistico di Vigliaturo è in costante evoluzione. Un cammino graduale e tenace che ha portato l’artista ad affrontare una grande varietà di tematiche e stili e che lo ha condotto agli esiti attuali del suo lavoro. Assolutamente da non perdere.

Il sindaco – dott.ssa Monica Sabatino L’assessore al turismo – dr. Giovanni Battista MorelliIl presidente dell’associazione Notte Bianca – Gennaro Perri

Pubblicato in Primo Piano

Ecco la XIV edizione de gli “Incontri del Sedile

 

Presso il Chiostro del Convento San Bernardino

Mercoledì 13 Agosto 2014 ore 20:30

Presentazione del testo “ Nel ventre della luce” di Ippolita Sicoli

 

Introduce:

GREGORIO CARRATELLI - Priore Arciconfraternita SS Immacolata

 

Saluti: 

MONICA SABATINO - Sindaco comune di Amantea

Padre FRANCESCO CELESTINO - Convento di San Bernardino

 

Modera:

ANTONELLO SAVAGLIO (Storico) - Responsabile culturale degli “Incontri del Sedile”

IPPOLITA SICOLI - Autrice del libro “Nel ventre della luce”

Mons. EMILIO ASPROMONTE - Responsabile diocesi di Cosenza per le Confraternite

SEDILE MEDIO

«Fortunatamente per la città di Amantea – spiega il primo cittadino – gli elettori hanno dato forza e sostanza alla lista Rosa arcobaleno e andremo avanti nella nostra azione di rinnovamento, nonostante l’atteggiamento negativo di chi non riesce a guardare avanti».

 

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa del sindaco Monica Sabatino

Amantea (Cs) – “Uno scontro frutto di un inasprimento dei toni che contraddistingue da sempre il modo di fare politica del Movimento 5 Stelle, finalizzato al nulla e alla gloria personale”.

Il sindaco Monica Sabatino, nell’immediatezza dell’aggressione verbale che ha avuto luogo nel palazzo comunale e che ha visto coinvolto da un lato il padre Giuseppe, funzionario del settore ragioneria, e dall’altro il consigliere comunale pentastellato Francesca Menichino e l’attivista Carlo Diana, prende le distanze dall’accaduto, definendolo un atto “figlio del clima di tensione e disfattismo che già prima delle elezioni i grillini hanno generato, nella consapevolezza che questa potesse essere l’unica strada per accrescere il consenso”.

«Fortunatamente per la città di Amantea – spiega il primo cittadino – gli elettori hanno dato forza e sostanza alla lista Rosa arcobaleno e andremo avanti nella nostra azione di rinnovamento, nonostante l’atteggiamento negativo di chi non riesce a guardare avanti».

La discussione è nata per le ripetute richieste inoltrate al dirigente Giuseppe Sabatino da parte di Carlo Diana che attualmente – è bene ricordarlo – non svolge alcun incarico politico in seno al civico consesso.

Per il padre del primo cittadino si è reso necessario il trasferimento presso il vicino nosocomio di Paola dove i medici hanno riscontrato un preoccupante aumento del battito cardiaco, disponendo l’immediato ricovero.

«La mia storia politica, seppur breve – ha sottolineato il sindaco – ha evidenziato sempre una predisposizione al dialogo e alla costruzione, nella convinzione che è dall’ascolto e dal rispetto che le opportunità prendono forma. L’inasprimento dei toni e gli attacchi personali sono lontani anni luce dal mio modo di essere e nonostante quanto accaduto dal punto di vista politico sono pronta al confronto e al dialogo.

Mi auguro che l’evento che ha visto protagonista mio padre, tirato in ballo ripetutamente quasi fosse un martire da crocifiggere, possa rappresentare la fine di un percorso mirato non alla realizzazione di un’Amantea migliore, a misura d’uomo e capace di creare occupazione e sviluppo, ma alla vana ricerca di un protagonismo esasperato che trascende dall’impegno civile e democratico con il solo obiettivo di farsi conoscere e riconoscere, comportamento caro al Movimento 5 Stelle che opera nella nostra città».

 

Pubblicato in Politica

Scuola via baldacchiniIl Progetto, fortemente voluto dall'assessore ai lavori pubblici della precedente giunta Sante Mazzei, potrà adesso prendere il via grazie ai 152.000 euro messi a disposizione
Soddisfatta il Sindaco Sabatino


Ecco una buona notizia.

Il progetto di messa in sicurezza della palestra della Scuola elementare di Via Baldacchini è stato finanziato.

L’importo assentito è stato di 152 mila euro

Ora l’amministrazione comunale può bandire l’appalto

Soddisfatta l’amministrazione comunale di Monica Sabatino

Ha espresso soddisfazione anche l’assessore i lavori pubblici della precedente giunta Sante Mazzei che aveva voluto il progetto e richiesto il relativo finanziamento

Pagina 11 di 13
BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Amantea

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy