BANNER-ALTO2
A+ A A-
sede-pd-2 
Direttivo PD Amantea Circolo "Moro-Berlinguer" scrive alla Commissione Straordinaria di Amantea ben due volte.

 

Troppi silenzi dinnanzi alle istanze poste nell’interesse della collettività. Cosa succede in città?

 

Cosa succede, cosa succede in città?! 

Non e' soltanto la frase della nota canzone di Vasco, ma piuttosto  l’interrogativo che in molti da mesi si pongono ad Amantea.

Già, perché ad alcuni soggetti pubblici  (partiti, comitati) e' drammaticamente precluso di  interloquire con alcuni dirigenti e con i commissari di una impenetrabile Casa comunale.

 

Al danno si è unita la beffa! Perché all’ingiusto commissariamento si è aggiunto un colpevole impoverimento del processo democratico. Nei fatti, ci viene negata la possibilità di rappresentare le istanze che provengono dal tessuto socio-economico cittadino per concorrere a trovare soluzioni ai problemi ed alle criticità che affliggono il territorio.

 

Antipatia? Menefreghismo? Pregiudizio? O cos’altro?

La realtà è che dinnanzi alle tante sollecitazioni che riguardano la comunità  spesso si preferisce non dare risposta.

Solo a taluni - che svolgono il ruolo di comunicatori della “bontà” delle (poche) decisioni assunte - vengono fornite informazioni e risposte. Ed a ciò aggiungiamo l’anomalia del silenzio di coloro i quali fino a ieri si indignavano per una virgola usata male ed oggi tacciono dinnanzi a disservizi, affidamenti diretti e discutibili soluzioni sul collocamento delle aule scolastiche!

 

E allora la domanda è lecita: cosa succede in città?! E che ne sarà della qualità della democrazia e del futuro della nostra comunità se dovesse continuare a vigere la regola del “facciamo finta che tutto va ben?!”

 
Avvalersi delle anticipazioni di liquidità previste dal Decreto Rilancio per pagare i debiti commerciali esigibili alla data del 31.12.2019
 
Chiediamo ai Commissari comunali ed al Responsabile del settore economico-finanziario se è intenzione dell’Ente avvalersi delle anticipazioni di liquidità previste dal decreto "Rilancio”. L’articolo 115 del dl n. 34 del 2020, infatti, ha istituito un fondo con una dotazione pari a 12 miliardi per assicurare la liquidità per i pagamenti dei debiti commerciali certi, liquidi ed esigibili maturati dagli enti territoriali al 31 dicembre 2019. Le risorse possono essere usate dalle regioni e dagli enti locali nella misura, rispettivamente, di 1,5 miliardi e 6,5 miliardi, nonché dagli enti del servizio sanitario nazionale nella misura di 4 miliardi.
 
In particolare, le regole di funzionamento delle anticipazioni di liquidità per i Conuni e le città metropolitane sono fissate dall’articolo 116: in tal senso, l’amministrazione interessata, previa deliberazione della Giunta, dovrà chiedere l’anticipazione nel periodo che va dal 15 giugno al 7 luglio 2020 secondo le modalità previste dalla Convenzione sottoscritta dal MEF e dalla Cassa depositi e prestiti SpA (cfr. Comunicato MEF n. 116/2020). La Convenzione MEF-Cassa prevede che la domanda sia compilata, a pena di inammissibilità, utilizzando il modello “Domanda di Anticipazione A” e che sia presentata alla Cassa, sottoscritta dal rappresentante legale dell’ente e corredata dall’attestazione di copertura finanziaria delle spese concernenti il rimborso delle rate di ammortamento, verificata dall'organo di controllo di regolarità amministrativa e contabile.
 
Tali anticipazioni sono destinate, secondo quanto l’ente ha dichiarato nella Domanda di Anticipazione, al pagamento di debiti commerciali esigibili alla data del 31 dicembre 2019 e/o all’estinzione delle anticipazioni di liquidità ex legge di bilancio 2020. 
Pertanto, riteniamo utile sapere se è intenzione dell’Ente cogliere questa possibilità che potrebbe dare ristoro a tanti debiti comunali, quali quelli di cui soffre la nostra città.
Leggi tutto... 0

pd amanteaSe ci sono gli strumenti per assumere almeno una decina di persone in capo all'Ente comunale allora che ciò diventi una priorità.
Come abbiamo avuto più volte modo di ribadire, il sottodimensionamento in termini di risorse umane del Comune di Amantea rappresenta una delle principali criticità riguardo alla possibilità di poter porre in essere azioni efficaci in favore della popolazione e del tessuto economico-sociale cittadino.
Molti dei ritardi e dei disservizi, infatti, sono riconducibili ad un sovraccarico di lavoro dei dipendenti comunali soffocati da scadenze e ordinaria burocrazia. Una situazione, come abbiamo già detto, che crea forte stress e confusione organizzativa.
Un quadro assai penalizzante che non consente di definire un organigramma davvero funzionale con prospettive di efficienza. Troppi settori sono oggi accorpati e i responsabili di questi si trovano a dover organizzare il lavoro senza personale assegnato. Per non parlare del settore che abbraccia i lavori, lo spazzamento e il manutentivo con il quadro dei dipendenti comunali ridotto all'osso ed una cronica dipendenza dall'appalto per poter svolgere servizi essenziali.
Per tali ragioni, riteniamo doveroso che vengano istruite le pratiche necessarie alla pubblicazione delle procedure ad evidenza pubblica per la selezione dell’addizionale personale qualificato in forza all'Ente.
Allo stesso modo, chiediamo che vengano attivate le procedure per consentire ai beneficiari del Reddito di Cittadinanza di offrire, nell'ambito del Patto per il lavoro o del Patto per l'inclusione sociale, la propria disponibilità per la partecipazione ai Progetti Utili alla Collettività.
Direttivo PD Amantea

Leggi tutto... 0

 vin2424Ho da poco terminato un incontro con il responsabile dell’ufficio Tecnico del comune di Amantea, nella sede provvisoria del Campus Temesa, che ospiterà gli uffici comunali sin quando non verranno completati i lavori di ristrutturazione della sede storica del municipio cittadino.
L’incontro è stato proficuo e certamente molto utile per documentarmi su una serie di questioni che preoccupano in questo periodo i cittadini di Amantea.
Sul blocco del conferimento dei rifiuti presso Calabra Maceri, mi è stato confermato che oggi i cancelli dell’impianto di Stoccaggio di Rende, a seguito del mancato rinnovo del contratto con ATO Cosenza, sono chiusi. Questo significa che se i cancelli dell’impianto di trattamento di Rende resteranno ancora chiusi, avremo dei disaggi nel conferimento della frazione organica e di quella indifferenziata già da questo venerdì.
Ho chiesto al responsabile dell’ufficio competente, di ufficializzare alla cittadinanza in tempi brevissimi con apposita ordinanza sul sito istituzionale del comune, il blocco della raccolta sul territorio di Amantea fino a nuova comunicazione.
Altro tema caldo su cui mi sono soffermato è sull’utilizzo del personale impegnato per la manutenzione nel territorio comunale. A breve dovrebbero essere impegnate nuove forze lavoro attraverso l’ausilio dei lavoratori socialmente utili, che verranno affiancati alle cooperative già in forte affanno in questo periodo, per una serie di rotture continue sulla rete idrica, oramai obsoleta e inadeguata alle esigenze del territorio.
Sulla rete idrica e su quella fognaria, si è convenuto che dovrà essere una delle priorità su cui bisognerà investire tempo e risorse, per svecchiare e rendere moderno e funzionale il nostro sistema di distribuzione e di smaltimento delle acque.
Ad ogni modo, ho ribadito la necessità applicare una più attenta visione del territorio e di gestire con la massima rapida la presa in carico degli interventi; e su questo sono stato rassicurato.
Sullo spostamento della scuola Elementare di Via Baldacchini, è confermato che stanno partendo i lavori di completamento presso il Campus, per la costruzione delle aule che ospiteranno gli alunni, con tutti gli adeguamenti necessari per rendere la sede scolastica sicura e funzionale.
Per avere consapevolezza di quanto mi è stato anticipato, insieme ai tecnici, mi è stata data la possibilità di vedere come avverrà la dislocazione delle aule presso la struttura polifunzionale.
A fine incontro, ho annunciato che ci aggiorneremo nella prossima settimana per avanzare altre istanze dal territorio.
Amantea ha bisogno di una svolta radicale e NON di un finto cambiamento riproposto in salsa moderna; meditiamo e lavoriamo per una vera nuova stagione politica amministrativa per Amantea.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Amantea

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy