BANNER-ALTO2
A+ A A-

Sale 2Anche nella nostra città sono incominciati i saldi invernali e le vetrine dei negozi sono tappezzate con scritte di vari colori: Sale! Sale! Super Sale! Mid Season Sale! E il pepe? Quello lo dobbiamo comprare a supermercati Conad, Sidis, Coop, etc. Ma troppo sale non fa male? Certo. E allora lasciamolo in cucina e usiamolo con parsimonia per condire le pietanze.

L’altro giorno, attratto dai cartelloni multicolori di una vetrina di un famoso negozio di Corso Mazzini in Cosenza, sono entrato dentro e una bellissima commessa si è avvicinata e mi ha detto :-Si accomodi, Signore. Alla cassa c’è un ulteriore sale del 10%-. Ma quanto sale. Sale dappertutto. Ma io non volevo sale, non sapevo cosa farmene, volevo un cappotto. – Ma certo, certo, per il cappotto andiamo di là – mi dice la commessa. Risposi: - Ho capito, di qua vendete il sale, di là roba di abbigliamento. Non mi raccapezzo più con tutte queste parole inglesi che oggi vanno molto di moda -.

Quando leggo la parola “Sale” sulla vetrina dei negozi quanti ricordi mi vengono alla mente, ricordi di tantissimi anni fa, quando ancora ragazzo e con i pantaloncini corti, alla fine della seconda guerra mondiale, sbarcai a New York con la motonave Vulcania insieme a mia madre Teodora. Ricordi lieti ripescati nei meandri della mia memoria che mi hanno riportato indietro nel tempo quando tutto mi sembrava felice.

Io sapevo leggere e scrivere perché avevo frequentato la prima media, mia madre, invece, avendo frequentato appena la seconda elementare, a stento riusciva a leggere qualche cosa. Andammo ad abitare in un paesino della Contea di Cambria, Colver, paese minerario della Pennsylvania dove nella miniera di carbone, The EbensburgCoal Mine Company, lavorava mio padre Salvatore. Ogni sabato andavamo a fare la spesa settimanale nei supermercati dei paesi vicini con la macchina di mio padre, una lunga De Soto, Mia madre, molto curiosa, osservava attentamente il paesaggio, molto diverso dal paesaggio calabrese, per coglierne ogni piccola sfumatura e si soffermava a leggere a modo suo i diversi cartelloni pubblicitari e i cartelli affissi ai muri delle case. Si meravigliava quando poi vedeva tutte quelle automobili con il solo autista che sfrecciavano lungo la Statale. Mi diceva – Guarda Frank – avevo cambiato il mio nome, non più Ciccio come in Calabria – quante macchine e solamente con l’autista-. In Calabria, invece, quelle macchine che ogni tanto si vedevano passare dalle nostre strade erano sempre piene zeppe, alcuni passeggeri stavano finanche sulle staffe. – Guarda, Frank – e mi indicava le scritte colorate sui muri delle case, sulle vetrine dei negozi, sui cartelloni pubblicitari, - quanto sale si vende qui in America. Sale dappertutto. Da noi il sale si vende solamente nelle tabaccherie ed è monopolio di Stato. In Calabria se volevi un Kg di sale dovevi andare per forza in un negozio di Sale e Tabacchi. In San Pietro in Amantea esclusivamente nel negozio di Nmienzuu Largu di Don Alfonso Policicchio-.

-Ma- rispondevo io sorridendo – Qui non vendono sale- E lei di rimando:- E se non vendono sale perché mettono tutti quei cartelli con la scritta sale?- .Ma, sale qui in America, vuol dire: vendita –

-Ohi, Ci, non ci capisco più niente. Ccacce su cose strane. Le macchine le chiamanu carri. Ma i carri dalle nostre parti sono tirati dai buoi. Le vie sono larghe e le chiamano “street”, a ttiaanucangiatupuru u nume, non sei più Ciccio ma Frank, pattritta era partito dall’Italia e si chiamava Salvatore e ora qui lo chiamano Sam, ed io che sono la moglie di Salvatore mi dicono che sono un suo guaio (Wife). Ma che lingua parlano, Ci? Iamunindeallu paesi nuostru. Non fa niente che non abbiamo u carru e il baccaus (Back House ) e lo sciacquone con la catinella, la coca cola, la 7up, l’icecream e le sciuse (shoes-Scarpe) pizzute. Avimu u dialettunuostru che è na ricchezza e gallinelle nell’orticiellu, a capretta, u purcelluzzu, e le ficupricessotte-.(Francesco Gagliardi)

Leggi tutto... 0

norvergiaNon solo fiordi, la Norvegia è una destinazione bellissima per trascorrere momenti di divertimento ed emozioni affrontando anche tutta una serie di attività che non ci si aspetta. Meravigliosa d'inverno, quando la neve ricopre i suoi paesaggi da fiaba, la Norvegia è un'ottima meta da considerare anche per l'anno 2022, magari da affrontare in compagnia di altri viaggiatori appassionati. Ecco che allora andare alla ricerca dei viaggi organizzati Norvegia può essere una bella esperienza da condividere, magari scegliendo una delle tante proposte offerte dalla travel company online Tramundi per vedere da vicino Tromsø, nella Lapponia norvegese, o provare a guidare una slitta con cani husky. I più avventurosi possono provare una gita in motoslitta alle isole Svalbard per esplorare la costa est di Spitsbergen, con una piccola sosta nella città russa di Barentsburg prima di ripartire verso il ghiacciaio Paulabree - e rimanere incantati di fronte al fiordo ghiacciato – e verso Spitsbergen cercando di avvistare gli orsi polari. La Norvegia è anche uno dei fortunati luoghi in cui si può ammirare il fenomeno naturale dell'aurora boreale. Per questo si può scegliere un tour alla ricerca di questo magico evento partendo da Tromsø, a nord del Circolo Polare Artico, per poi salire a bordo di una slitta trainata da cani husky e attraversare i boschi e la natura norvegese, per finire con il brindare con un drink in un ice bar, dove tutto è fatto di ghiaccio. L'avvistamento di balene è un'altra attività assolutamente da provare in Norvegia meglio ancora se, per farlo, si salpa a bordo di un'imbarcazione in legno tipica delle Vesterålen. Imperdibile, poi, un giro alla scoperta dei fiordi meglio ancora se fatto a bordo di un treno panoramico per ammirare dal finestrino gli spettacolari paesaggi nordici dell’altopiano di Hardangervidda, in cui la neve è perenne. Da qui si può poi arrivare alla montagna di Myrdal e salire sul trenino panoramico Flamsbana per ammirare dal treno cascate e altri paesaggi naturali di rara bellezza. Oltre alla natura, la Norvegia è ricca di città splendide e colorate, con quartieri vivaci tutti da scoprire come Bergen, con il suo affollato mercato del pesce, la bella Oslo, con il suo Frogner Park che ospita le sculture di Gustav Vigeland e Ålesund, una città-museo che fa parte di un collettivo di isole dedite alla tradizione peschereccia. Inoltre, sarà splendido scoprire la cultura norvegese attraverso uno dei popoli indigeni più antichi, i Sami, riconosciuti anche dall’Unione Europea. Le attività da fare, così come le cose da vedere, sono moltissime: basta solo scegliere quella più in linea con il proprio modo di viaggiare per portarsi a casa meravigliosi ricordi e non vedere l'ora di ripartire al più presto. Inoltre, scegliendo un viaggio organizzato si può partire in sicurezza, rispettando tutte le normative e le restrizioni che ogni Paese sta adottando per arginare la pandemia da Coronavirus.

Leggi tutto... 0

pesceDiffusi i primi risultati dell’attività svolta dalla Guardia Costiera, in concomitanza delle festività, a tutela del consumatore e dell’intera filiera ittica

Anche quest’anno resta alta la domanda di prodotti ittici, soprattutto con l’approssimarsi delle festività natalizie. Per questo motivo la Guardia Costiera, in linea con gli obiettivi del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, ha confermato il proprio impegno finalizzato, da un lato, a tutelare le scelte del consumatore finale, dall’altro, a contrastare il sovra sfruttamento illecito delle risorse marine.

L’operazione complessa “Atlantide” - dall’inizio di dicembre e fino al termine delle festività - vede ogni giorno impegnati 2mila donne e uomini della Guardia Costiera in una serie di mirati controlli lungo l’intera filiera ittica.

Il dispositivo operativo messo in campo per l’operazione, coordinato a livello nazionale dal Centro Nazionale di Controllo Pesca del Comando Generale della Guardia Costiera di Roma, e articolato a livello territoriale delle 15 Direzioni Marittime regionali tra le quali il Centro di Controllo Area Pesca di Reggio Calabria, ha permesso di registrare, ad oggi: 6862 verifiche che hanno portato a 385 sanzioni, 259 sequestri. Per un importo sanzioni di circa 600.000 euro e 170 tonnellate di prodotto ittico sequestrato.

I primi risultati sono stati condivisi nei giorni scorsi in una conferenza stampa tenutasi presso la Sala Cavour del Mipaaf, alla presenza del Sottosegretario di Stato con delega alla pesca marittima e all’acquacoltura, Sen. Francesco Battistoni e dell’Ammiraglio Ispettore Nunzio Martello, Capo Reparto Personale del Comando Generale.

Le attività si sono concentrate in mare, con controlli finalizzati al contrasto alla pesca illegale, ma anche a terra sulle grandi piattaforme logistiche di distribuzione e presso i punti di ingresso dello stesso nel territorio italiano come porti e aeroporti, a cui si sono aggiunti controlli su strada e lungo le autostrade. Attività, quest’ultime, incentrate a verificare la genuinità dei prodotti, la loro rispondenza ai requisiti di qualità e tracciabilità, in modo che siano garantite tutte le informazioni necessarie ad attestarne la provenienza lecita.

Questa operazione, che non a caso porta il nome “Atlantide” per sottolineare la necessità di prevenire, individuare e contrastare questi “mondi sommersi”, salvaguardando il cittadino, ha portato ad oggi nella regione Calabria all’elevazione di 36 sanzioni amministrative, per un importo complessivo di oltre € 76.000, ad una comunicazione di notizia di reato, nonché alla chiusura di un esercizio commerciale. Complessivamente sono stati posti sotto sequestro circa 4305 kg di prodotti ittici e varie attrezzature di pesca illegali.

Particolarmente rilevanti sono stati i sequestri effettuati presso il Circondario di Soverato ove, a seguito di un controllo effettuato presso un’attività di vendita all’ingrosso sono stati sottoposti a sequestro 3.752 tonnellate di prodotto ittico rinvenuto privo di tracciabilità ed in parte scaduto, ed il sequestro di 1500 kg di prodotto ittico commercializzato sotto la taglia minima prevista, rinvenuto a bordo di un veicolo ispezionato dai militari della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia marina.

Questi dai, destinati ad aumentare fino al 31 dicembre, data di termine dell’operazione, si inseriscono nello sforzo complessivo posto in essere dalla Guardia Costiera in materia di controllo pesca nel 2021, per un importo nazionale di circa 6 milioni di euro di sanzioni comminate, cui è scaturito il sequestro di oltre 378 tonnellate di prodotto irregolare che sarebbe potuto giungere sulle tavole degli italiani.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2

Follow us on Facebook!

I Racconti

Meteo - Amantea

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy