BANNER-ALTO2
A+ A A-

giggino pellRiceviamo e pubblichiamo.

Una delle ultime novità dell’Amministrazione Comunale, manco a dirlo, e di aver assunto. a costo zero, un robottino, di nome Sparaballe, portavoce della Giunta. La specialità di Sparaballe è inventare bugie a raffica, sempre più iperboliche e incredibili a coprire tutte le ambiguità e i lati oscuri del governo del paese.

 

Castelli di carte, delibere artefatte, sono fonte di guai e di ulteriori bugie, sempre più inverosimili.

I guai si moltiplicano quando, Sparaballe, guardando le stelle cadenti da un ponte che non c’è e non ci sarà, formula un desiderio. Un ponte che supererà la bellezza e utilità del Brooklyn di New York.

Dal giorno dopo le sue iperboliche balle, in un crescendo di colpi di scena, calano sul nostro disgraziato paese, giganti campioni di karatè, struzzi dai piedi umani, alieni verdi e supercriceti molto bellicosi.

Non vi dico come il nostro eroe riuscirà ad uscirne fuori. Il meccanismo narrativo, velocissimo, ruota sulle situazioni classiche che un robottino vive concretamente: gli amici, i bulli, l’acciaiosa amica del cuore che forse diventerà qualcosa di più. Sparaballe non è un robottino qualunque che ha trovato un modo stravagante per cavarsi dai normalissimi guai che si vivono. solo che un'interrogazione parlamentare può diventare un vero dramma per i suoi mandanti e quindi ogni mezzo è lecito per depistare l’attenzione, degli ignari cittadini, dalle eventuali malefatte della Giunta eletta.... .

Ma se è vero che dopo tanti anni, le intenzioni filosofiche, le implicazioni sociali e le ragioni estetiche, hanno ceduto il passo al dramma rusticano, è anche vero che s' è dovuto aspettare il 2014 per vedere Sparaballe recitare la parte di un ingegnere civile. Quello sguardo dal ponte che non c’è,  non è solo l’ultima delle balle di questa Amministrazione ma anche di qualche fantomatico ingegnere che riuscirebbe a costruire il ponte delle meraviglie sul fiume Colongi spendendo un solo  milione e qualche spicciolo, per la realizzazione dell’ottava meraviglia del mondo che i posteri non avranno nessun problema nel valutarlo al di sopra del Colosseo.

In contrapposizione,  un ingegnere civile della Capitale afferma che con quella cifra si riuscirà , forse, ad ottenere  un studio di fattibilità. Il milione stornato dall’ampliamento e ristrutturazione del lungomare che avrebbe portato benefici a tutta la comunità, si è sciolto come neve al sole di agosto. Sparaballe, ovviamente non perde tempo ad inventarsene una nuova. Un nuovo Istituto di Ragioneria che verrà costruito, non si sa quando,  al di là del ponte delle meraviglie che, sempre da parte dell’ingegnere romano,  costerebbe fra i 5 e 6 milioni per realizzarlo in economia.

A Sparaballe, nel suo ruolo istituzionale, divulga le balle dei suoi facendole passare per vere e buone supercazzole.  Si tratta di uno status – quello della menzogna – in un certo senso connaturato alla dimensione del vivere umano; dal momento in cui nasciamo ci troviamo immersi in un sistema di regole, leggi e convenzioni già date e a cui aderiamo “come se” le avessimo scelte noi stessi, in prima persona. Questo “come se” è già indizio di una finzione che ci troviamo ad avallare ogni giorno, come una sorta di rituale dovuto. Tuttavia, il problema della menzogna in politica è una questione diversa, che intacca le fondamenta  stesse  del potere, ovvero l’obbligo politico, un vincolo basato sulla fiducia reciproca tra i governati, e tra questi ultimi e i governanti. È proprio questo vincolo morale – non giuridico formale –  ad essere in crisi oggi, laddove la menzogna sembra aver compromesso quella dimensione culturale, ossia etica, propria degli esseri umani, e la loro politicità, ovvero la capacità di vivere con i propri simili. Questo spiega la presenza a costo zero del portavoce per antonomasia Sparaballe!

Gigino Adriano Pellegrini & G el Tarik

 

VOTA - ELEZIONI CALABRIA

Calabria Maran 5 Years ago
Elezione Calabria 2014: Andrai a votare? Se SI per chi?

Nella nostra regione si va al voto per le Elezioni Regionali.
Una buona occasione per fare una riflessione e votare per la tua terra.
Tra i politici, partiti e movimenti chi ti rappresenta di più in questo momento.
(Risultati OnLine solo a sfoglio aperto)

1
17

Voti

Voto
Cono Cantelmi - MoVimento 5 Stelle

5 Years ago

2
11

Voti

Voto
Mario Oliverio - Partito Democratico

5 Years ago

3
8

Voti

Voto
NON ANDRO' A VOTARE

5 Years ago

4
7

Voti

Voto
Wanda Ferro - Forza Italia

5 Years ago

5
3

Voti

Voto
Domenico Gattuso - L’Altra Calabria

5 Years ago

1 Voti rimanenti

jVoteSystem developed and designed by www.joomess.de.

Pubblicato in Primo Piano

PioggiaCamoli1Gli abitanti di Camoli protestano per l’abbandono della loro unica strada.
La denuncia su Facebook della giovane Francesca Linza.

 

“Questo è quanto succede a Camoli con un po’ di pioggia”- scrive Francesca Linza, giovane amanteana, nata a Paola e residente a Forlì.
“Sicuramente –poi continua- molti diranno “ è colpa di chi ha i terreni e non li cura”.”

Poi continua “Ma da che mondo è mondo la strada, ed i canali di scolo ai propri lati, dovrebbe essere di competenza comunale tutto l’anno, salvo i casi di proprietà privata”.
Infine la amara constatazione “Ma questa strada diventa comunale solo in casi di elezioni e poi tanti saluti”.


Notiamo dalle foto che non si tratta nemmeno di una strada. Non scorgiamo, infatti, le cunette che dovrebbero raccogliere l’acqua piovana.

Ci sembra piuttosto una pista.

Incomprensibile, poi, che la strada sia stata tracciata in modo da non poter sversare le acque piovane sui terreni laterali e quindi nei fossi che da sempre nelle nostre campagne  hanno raccolto le acque per portarle nei fiume più prossimo od al mare. E sempre posto che i proprietari dei terreni laterali li puliscano.


Posto che sia una strada pubblica viene da chiedersi chi mai l’abbia progettata, chi l’abbia realizzata e, soprattutto, chi l’abbia collaudata.

Ma tanto vale anche se fosse una strada privata che deve comunque essere autorizzata.


Forse a noi calabresi occorre “prima” salire nel nord Italia, dove probabilmente le cose vanno meglio per denunciare tutte le cose che non vanno nella nostra terra che già frana di suo ma che in tal modo non viene certo aiutata.

PioggiaCamoli2

 

Pubblicato in Cronaca

Una lettura veloce quella fatta dal sindaco Sabatino in presenza di espresso e perdurante divieto di registrazione e di omessa apposizione dei decreti sul sito comunale.
Da qui la approssimazione della registrazione manuale. Pur tuttavia evidenziamo quanto precariamente registrato e pronti a correggere ed integrare appena possibile.

Giovambattista Morelli VICE SINDACO Turismo, sport,spettacolo, servizi sociali e……

Sergio Tempo: Lavori Pubblici,contenzioso, Bilancio, partecipate,…

Antonio Rubino :Ambiente, fondi comunitari, pesca, e…..

Gianluca Cannata: Urbanistica, Porto, Pip e ……

Emma Pati : Pubblica istruzione, igiene e sanità e……..

 

A latere e completamento deleghe speciali per tutti

Elena Arone : Decentramento e centro storico

Morelli : Mensa e trasporti scolastici

Franco Chilelli : Efficientamento energetico, servizi cimiteriali, quartieri e……..

Caterina Ciccia: Commercio, Fiere, mercati, associazioni e campus

Giusi Osso :Educazione alla legalità e…..

Alessandro Salvatore: politiche giovanili ed agricoltura

Pubblicato in Politica

Convocato il consiglio comunale per il 10 giugno, ore 1830, in prima convocazione e per il giorno 11 giugno, ore 19.30, in seconda convocazione.

Ecco i punti all’ODG:

Esame delle condizioni di eleggibilità e di compatibilità degli eletti per il mandato amministrativo 2014-2019.

Giuramento del sindaco

Elezione del presidente del consiglio comunale

Comunicazione da pare del sindaco delle avvenute nomine dei componenti della giunta del Vicesindaco

Nomina della commissione elettorale comunale

Si preannuncia battaglia.

I primi problemi discendono dall’Art. 63 il quale dispone che “non può ricoprire la carica di sindaco o consigliere comunale, che, avendo un debito liquido ed esigibile, verso il comune è stato legalmente messo in mora ovvero, avendo un debito liquido ed esigibile per imposte, tasse e tributi nei riguardi di detti enti, abbia ricevuto invano notificazione dell'avviso di cui all'articolo 46 del d.P.R. 29 settembre 1973, n. 602, od anche chi, nel corso del mandato, viene a trovarsi in una condizione di ineleggibilità prevista nei precedenti articoli”.

Potrebbe non rinvenirsi alcun politico debitore del comune legalmente in mora, ma non si può escludere che direttamente od indirettamente possano esservi quali “semplici” debitori verso l’ente comune con emergente possibile discredito personale.

Ma si tratta di una mera valutazione sociale non incidente sullo status di sindaco o consigliere.

A tutti i consiglieri comunque verrà richiesto di prestare apposita dichiarazione di responsabilità

Di tutt’altro spessore, invece, la vicenda, già emersa come la precedente durante la campagna elettorale, relativa alla ineleggibilità del sindaco per quanto all’art 61 del Tuel laddove dispone che non può essere eletto alla carica di sindaco chi ha ascendenti o discendenti ovvero parenti o affini fino al secondo grado che coprano nelle rispettive amministrazioni il posto di segretario comunale,e tanto ancor più con relazione all’art 107 ed alle funzioni e responsabilità della dirigenza che si fonda sul principio per cui i poteri di indirizzo e di controllo politico- amministrativo spettano agli organi di governo, mentre la gestione amministrativa, finanziaria e tecnica è attribuita ai dirigenti mediante autonomi poteri di spesa, di organizzazione delle risorse umane, strumentali e di controllo.

La vicenda, in buona sostanza, è relativa alla presenza del padre del sindaco che al momento è non solo responsabile del settore finanziario comunale ma anche vicesegretario.

Due probabilmente le posizioni in campo.

La prima orientata verso la totale insussistenza di condizioni di ineleggibilità del sindaco Sabatino atteso che si tratta della posizione di VICE segretario e non di segretario.

Al contrario la seconda è sostenuta da quanto all’art 75 dello Statuto il cui secondo comma stabilisce la stretta ed automatica collaborazione del Vicesegretario Generale con il Segretario Generale nello svolgimento delle sue funzioni organizzative e la automatica e diretta sostituzione in ogni caso di assenza o impedimento.

Questa seconda parte sosterrà pertanto che le funzioni parziali da parte della dottoressa Mercuri comportano l’automatico subentro nelle competenze segretariali del genitore del sindaco.

Probabile l’emersione di due contrastanti pareri che potranno dar luogo e due voti , l’uno favorevole e l’altro contrario, con vittoria del primo ( sostenuto dalla maggioranza) sul secondo(sostenuto dalla minoranza) e successivo ricorso al parere dei Giudici.

Nelle more od in subordine alla pronuncia giudiziale, sembra sia intenzione della minoranza sollecitare l’intervento del Prefetto e tramite questi del Ministero

Un intervento che potrebbe portare una parola di chiarezza ed essere solutivo di una querelle solo apparentemente locale.

Pubblicato in Politica

Belmonte Calabro MunicipioAncora una volta il Dr. Giancarlo Pellegrino lascia i lavori in aula durante il Consiglio Comunale sul Bilancio di Belmonte Calabro

In merito al Consiglio Comunale tenutosi a Belmonte Calabro Domenica  04.05.2014 ,è necessario chiarire ,ai belmontesi tutti, il perché  ho abbandonato i lavori in aula, per la seconda volta.

Al Sottoscritto gli atti, peraltro più volte richiesti, sono stati consegnati in ritardo e per giunta incompleti. La Relazione del Revisore dei Conti,collegata al Bilancio di previsione come legge prevede, mi è stata consegnata,udite udite, alle ore 19.30 di sabato 03/05/2014. Una prassi!!

A nulla sono valse le mie rimostranze ,costringendomi,per l’approvazione del Conto Consuntivo nel precedente Consiglio,al clamoroso abbandono  dell’Aula.

Alla faccia dei belmontesi, ignari di tante irregolarità e di tanta sicumera amministrativa.

Il Sindaco si giustifica arrampicandosi sugli specchi e adducendo motivazioni poco credibili e sterili

Chiedo pertanto all’illustre Sig. Sindaco: il Consiglio Comunale del 04.05.2014 è stato convocato per la ratifica del Bilancio di previsione 2014? Se si, perché gli atti non sono stati messi a disposizione dei Consiglieri, me compreso, con il termine che la legge stabilisce?

Il ritardo è dovuto ad inadempienze della Giunta ? dell’Assessore al Bilancio ? del Segretario Comunale? Degli impiegati dell’Ufficio Economico e contabile del Comune di Belmonte Calabro ? del Revisore dei Conti ? Oppure è necessario fare tutto in fretta per nascondere qualcosa, convinti che la previsione di bilancio contiene nelle sue pieghe qualche magagna da non portare allo scoperto ?Eppure il termine di approvazione del documento contabile di previsione è stato differito e/o prorogato al 31 luglio p.v.!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!.

Perché la Maggioranza Consiliare mortifica il ruolo del Consigliere Comunale ?

Perché  la Maggioranza Consiliare non ha voluto rinviare il punto all’ordine del giorno?

Perché la Maggioranza Consiliare costringe il sottoscritto a ricorrere ad azioni fuori da ogni logica politica,chiedendo l’intervento di S.E. il Prefetto e sollecitando l’azione di controllo dell’On.le Magistratura Contabile (leggasi Corte dei Conti)? Perché si insiste ostinatamente nel negare al Consigliere Comunale di Minoranza, nel tempo che la legge stabilisce, gli atti completi e propedeutici al punto in discussione nel Consiglio Comunale?

Chiedo infine al Sig. Sindaco se, tanto premesso, sussistano ancora i criteri per ritenere validamente convocato ed approvato il Consiglio Comunale, essendo palese, per la seconda volta consecutiva, la violazione del richiamato articolo 227 – comma 2- del T.U.E.L e dell’art.37-comma 5- del regolamento Comunale.

La cittadinanza belmontese tutta, per la SECONDA VOLTA CONSECUTIVA, legge le medesime contestazioni; è proprio il caso di osservare che  non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. Purtroppo il non ascolto da parte del Sindaco espone la medesima cittadinanza a rischi derivanti dalla mancata approvazione dei documenti contabili. Chi ha orecchie per intendere…….

A  S.E. il Prefetto di Cosenza, cui la presente viene contestualmente inviata per opportuna conoscenza, ogni competente azione volta al ripristino della legalità violata.

 

Pubblicato in Belmonte Calabro

Al lavoro mattina, pomeriggio, sera fino a tarda notte tra saldatrici, carta da giornali e balletti, Amantea si prepara al prossimo evento cittadino, quello del Carnevale, non mancano i ricordi delle edizioni precedenti e la speranza per quella imminente.

Si avvicinano i giorni previsti per l’evento del Carnevale amanteano, una manifestazione che quest’anno pretende di tornare alla ribalta degli eventi calabresi.
Sia ben chiaro, siamo ben lontani, dalle edizioni straordinarie che hanno richiamato in città migliaia di spettatori da tanta parte della Calabria, ma quest’anno i carristi, una decina di gruppi, a quanto sembra (di Amantea, Campora San Giovanni, Belmonte Calabro ed i paesi limitrofi), ce la stanno mettendo tutta per la buona riuscita dell’evento, ed anche il Comitato sembra aver trovato la chiave di lettura giusta.

I carristi sono, chi da un mese, chi da poco più alle prese con gli schizzi, con i tondini di ferro, con le travi di legno, il carrello, le saldature, tutti ad inseguire un progetto, un sogno, una visione, quella del loro miglior Carro Allegorico e della vittoria finale.

Non mancano le prove coreografiche ed i balletti, realizzate da vere insegnanti di ballo nelle apposite scuole presenti nel comprensorio, ma anche da appassionate di ballo, ragazze giovani ed meno giovani che armate di pazienza, fantasia ed intraprendenza realizzano nei garage di genitori od amici carristi, vere coreografie “casarecce”, che poi risultano piccole opere d’arte.

Secondo quanto riportatoci da alcuni giovanissimi carristi, il vero problema è quello economico.
Da sempre la difficoltà nel reperire fondi per la costruzione dei carri allegorici è il problema reale, ma almeno quest’anno la macchina organizzativa coadiuvata da Amministrazione e Comitato sembra stia supportando i carristi, al meglio delle proprie possibilità.

Sembra, inoltre, ma aspettiamo una smentita qualora la notizia non abbiamo alcun fondamento, che quest’anno l’Amministrazione, insieme al Comitato ed a tutti i gruppi di carristi, vogliano reperire fondi da destinare alla realizzazione dei carri, direttamente tra le attività commerciali di Amantea, un modo per coinvolgere la cittadinanza, le strutture ed gli imprenditori in modo maggiormente attivo nella riuscita dell’Evento Carnevalesco.

LE FOTO DELLA SCORSA EDIZIONE

 

Pubblicato in Primo Piano

Ci segnalano scelte e decisioni dal sapore più o meno preelettorali

In particolare una delibera di manutenzione di una strada; una delibera di indirizzo al dirigente del settore manutentivo.

Probabilmente la nostra fonte è rimasta sorpresa dal fatto che non si è mai vista una delibera di indirizzo per un adempimento ordinario di manutenzione

Ne dovremmo trovare migliaia ogni mese e non è così

D’altro canto perché mai un dirigente dovrebbe pretendere un atto di indirizzo trasferendo in tal modo la responsabilità alla politica?

L’unica possibilità è che potrebbe trattarsi di opere manutentive non dovute come nel caso( è solo una mera ipotesi)che si tratti di una strada privata e non di una strada pubblica

Ma se fosse così saremmo nel campo di interesse della procura, quantomeno di quella contabile.

Il che francamente ci sembra incredibile

Peraltro la delibera afferma che si tratta di una stradella comunale.

Ma se è una strada comunale perché mail la delibera?

 

Nota stampa dell’associazione “L’Incontro – Insieme per crescere

Le prime piogge, pure intense, le spiagge senza vita, i lidi senza ombrelloni, il lungomare vuoto; non vedi nemmeno spazzatura. Al più qualche curioso ad andare a vedere i due fiumi di Santa Maria. Nemmeno studenti in giro, i pochi ospiti degli alberghi a giocare a canasta o tressette!
Altro che prolungamento della stagione estiva!
Davvero sembra che ormai l’estate sia finita. O quasi.
Certo con il tempo non c’è da scherzare. Basta il giorno seguente ed il mare si calmerà, e potremo avere di nuovo il sole, un sole caldo od almeno tiepido che inviterà ad andare a rifare i bagni.

Diversa sembra la situazione di Amantea.
Per Amantea ormai il maltempo è costante. Anzi nuvole sempre più scure si apprestano all’orizzonte, anzi, forse, con esso sono, ormai, sempre un tutt’uno, una costante, al punto da non renderlo più distinguibile.
Una economia sempre meno vitale; il commercio che langue, un commercio al quale si risponde con i photored e le strisce blu ( ma chi viene più ad Amantea, ormai?); la disoccupazione che schizza velocemente verso l’alto, come le tasse comunali; il lavoro che manca od è per pochi, e sempre gli stessi; molti giovani senza speranza, per lo più ( per fortuna non tutti) incapaci di sacrifici ai quali non sono più stati abituati dai genitori e dalla società, nemmeno quella della emigrazione; i prezzi che salgono; il turismo morto, ancora giovane, nel bel mezzo della breve, ed un tempo vitale, esistenza; le strade piene di buche; il campus che non campeggia; i servizi sanitari vergognosamente insufficienti; gli uffici pubblici ormai scomparsi; vecchi muri scrostati , rughe della mancata manutenzione, insegne illeggibili dalla ruggine come certi segnali stradali.
E potremmo continuare a lungo.
La realtà, amara, è che insieme all’estate e più dell’estate sembra che anche Amantea sia finita, non abbia più speranza di avviarsi verso un futuro roseo, vitale.
Temiamo che quel poco di commercio che finora ha qualificato la città sia destinato definitivamente a collassare sotto i colpi di un governo nazionale, regionale, provinciale e comunale che sopravvive a se stesso ma senza tutelare né la economia, né gli abitanti.
Noi speriamo che non sarà così, ma lo temiamo fortemente . E peraltro non vediamo una classe politica che abbia il coraggio di osare, se necessario il tutto per tutto.
Anzi stiamo aspettando nuovi e vecchi zombie.

Pubblicato in Cronaca

Un successone di presenze e divertimento, che riporta alla memoria il periodo d’oro per il Carnevale ad Amantea.
Le strade cittadine sono state letteralmente invase da migliaia e migliaia di cittadini dell’hinterland amanteano accorsi per vedere le opere dei carristi che, finalmente, grazie ad una splendida giornata di sole hanno potuto vedere gli apprezzamenti del pubblico per le loro creazioni dopo intere nottate ed interi mesi di lavoro.
Alla fine ad aggiudicarsi il Primo Premio sono “I Giovinotti” ed il loro “La crisi…..dei valori”, carro attualissimo che ripropone i faccioni in cartapesta degli uomini politici dell’ultimo anno.
Ed inoltre:
Migliore Realizzazione: La crisi…dei valori

Migliore Coreografia: GnamGnam Style;

Migliori Costumi: Titty e Silvestro

Premio Musica (Rocco Politano): Gioco il Jolly

Premio Colore (Fabio Coscarella): Braccio di Ferro

Premio Speciale: Scuola Don Giulio Spada.

Ma come sottolineato anche sul palco, allestito come di consueto in Piazza Cappuccini, il Premio più importante va a tutti i ragazzi, tutti i carristi, tutte le famiglie dei carristi che direttamente o indirettamente hanno contribuito alla realizzazione di uno dei Carnevali più partecipati, sentiti e di successo degli ultimi anni. 
Allora possiamo dire che è stata una fortuna che l’Amministrazione Comunale ed Comitato Brusco abbiano alla fine trovato un accordo per la realizzazione del Carnevale di Amantea – edizione 2013, una edizione nata con non pochi problemi ma che alla fine si è mostrata un successo. 
La speranza è che finalmente si mettano da parte tutti i problemi e le vecchie ruggini e che da quest’anno si possa collaborare al meglio per rendere merito ai tanti carristi che ogni anno realizzano vere e proprie opere d'arte mettendoci tutto ciò che possono e che riescono ed riponendo nelle proprie creazione tutte le aspettative che un poeta mette nelle sue poesie, uno scultore nelle proprie statue, un letterato nei propri scritti. 

Un GRAZIE da parte della Redazione di TirrenoNews all'amico Riccardo Clemente per l'aiuto profuso nella realizzazione dell'articolo.

 

GALLERIA FOTOGRAFICA:

 

 

RISULTATI SONDAGGIO

Amantea Maran 7 Years ago
Carnevale di Amantea 2013

Carnevale di Amantea - Edizione 2013: Quali sono secondo te i carri da premiare nelle prime tre posizioni? Si possono esprimere 3 voti (anche tutti ad un singolo carro)

Il sondaggio è chiuso da giorno Domenica, 17.Febbraio 2013 (21:00)!

jVoteSystem developed and designed by www.joomess.de.

Pubblicato in Primo Piano
Pagina 3 di 3
BANNER-ALTO2

Follow us on Facebook!

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy