loading...
A+ A A-

È allarme droga, trend in crescita tra i giovanissimi : gli effetti sul cervello

Vota questo articolo
(1 Vota)

Il consumo di droga negli ultimi anni tra i minorenni aumenta in modo esponenziale.

Fenomeno «in aumento crescente», quasi esponenziale negli ultimi anni,

Sono coinvolti in modo allarmante sempre più ragazzi molto giovani e anche under 14 in una criticità della quale, purtroppo, da un po’ di tempo «si parla poco».

Arriva a svegliare le coscienze l’“Allarme droghe” portato alla luce in occasione della Giornata internazionale contro il narcotraffico dalla presentazione del Nono “Libro bianco sulle droghe”. Ricerca condotta da Forum Droghe, associazioni, sindacati e comunità attive sul contrasto alle sostanze.

I dati sul consumo sono da capogiro, secondo quanto reso noto dall’autorevole strumento di ricerca, per quanto riguarda la diffusione delle droghe tra i minorenni, sui rilevamenti dei casi segnalati in Italia alle prefetture si è passati dai 27.718 del 2015 a 38.613 del 2017, ovvero +39% in soli due anni.

Consumo quadruplicato.

Le sostanze: nell’80% dei casi l’assunzione è di cannabinoidi, a seguire di cocaina (14%) ed eroina (5%).

L’Italia risulta essere il terzo Paese in Europa per consumo di cannabis: si stima che il 33,1% della popolazione l’abbia usata almeno una volta nella sua vita, una percentuale inferiore solo a Francia (41,4%) e Danimarca (38,4%).

E, se si considera la sola fascia d’età dai 15 ai 34 anni, l’Italia è al secondo posto, le percentuali si attestano sul 20,7%.

Un problema quello delle sostanze e droghe che si sta ingigantendo.

«Si avvicinano al consumo - ancora la volontaria - ragazzi minorenni, davvero piccoli e tra l’altro per loro quando si ritrovano con problemi di dipendenze non ci sono strutture adeguate, una famiglia rimane allo sbaraglio. Sta tornando l’eroina, sia in vena sia fumata, e viene tagliata con sostanze molto, molto pericolose, sta tornando anche l’Lsd, un allucinogeno molto pericoloso che agisce sul cervello e fa danni irreparabili e si rileva un consumo di metanfetamina»

Ma quali sono gli effetti sul cervello di alcool e droghe?

Premettiamo che l'uso di alcol e droghe danneggia sempre il cervello: ecco come e quanto.

Normalmente la maturazione del cervello ha luogo sempre, ma i particolare tra i 5 e i 25 anni di età.

Il delicato processo di maturazione è decisivo per lo sviluppo cognitivo, soprattutto durante la fase che va dai 12 ai 16 anni (adolescenza).

L'erosione del cervello a opera delle droghe

L'introduzione di droghe nell'organismo interferisce gravemente con la maturazione, portando ad una strutturazione anomala permanente del cervello, con gravi disfunzioni cognitive e comportamentali.

Nell'immagine un esempio di come si può ridurre un cervello dopo assunzione di cocaina: l'area scura rappresenta il risultato di un infarto cerebrale conseguente all'assunzione di cocaina.

A causa della lesione il paziente è morto.

Potrebbe essere utile qualche corso di educazione ai pericoli dell’uso dell’alcol e delle droghe da farsi nelle scuole?

A chi spetta proporlo?

Alla scuola con la collaborazione dell’Asp e l’impulso del comune?

Sicuramente !

Chi se no?

Redazione TirrenoNews

Dal 2005 la Redazione di TirrenoNews.Info cerca di informare in modo indipendente e veloce.

 

LogoTirrenoNews

Sito web: www.trn-news.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove è consentito

Follow us on Facebook!

I Racconti

Amazon - Sedia

Amazon - Casa delle Bambole

Meteo - Amantea

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy