BANNER-ALTO2
A+ A A-

Lamezia Terme - Dalle prime luci dell'alba i Carabinieri di Catanzaro e di Lamezia Terme sono impegnati in un’operazione contro la 'ndrangheta della piana lametina.

Gli uomini dell'Arma stanno eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 28 persone, tra affiliati e contigui della cosca Cerra-Torcasio-Gualtieri,

 

 

gruppo criminale operante nel traffico di stupefacenti nonché già responsabile, tra l'altro, di una aggressiva e violenta attività estorsiva nei confronti di commercianti e imprenditori di Lamezia Terme.

Il provvedimento cautelare é stato emesso su richiesta della Procura del capoluogo calabrese, diretta dal Procuratore Nicola Gratteri, che ha coordinato le indagini dei Carabinieri.

I dettagli dell'operazione saranno illustrati nel corso della conferenza stampa che si terrà oggi 13 settembre alle 11 presso la Procura di Catanzaro.

Dall'operazione Crisalide nel 2017 allo scioglimento del consiglio comunale

Nel maggio del 2017 i carabinieri avevano dato esecuzione ad un decreto di fermo emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia nei confronti di 52 persone ritenute affiliate alla cosca 'ndranghetista "Cerra – Torcasio - Gualtieri". Associazione di tipo mafioso, traffico illecito di sostanze stupefacenti, possesso illegale di armi ed esplosivi, estorsione, danneggiamento aggravato, rapina.

Questi i reati contestati nell'operazione, denominata "Crisalide" che aveva permesso di documentare l’operatività della cosca dedita ad un controllo asfissiante del territorio mediante attività estorsive e danneggiamenti ai danni di imprenditori e commercianti ed allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Lo scorso anno la Procura distrettuale aveva infatti chiuso le indagini per 64 persone, tra le quali c’erano anche i nomi degli ex consiglieri comunali Pasqualino Ruberto e Giuseppe Paladino, nonché il padre di quest’ultimo, Giovanni.

Processo, in abbreviato che si concluse con 43 condanne e nove assoluzioni. Il processo con rito ordinario è ancora in corso a Lamezia.

Per i giudici di Catanzaro non ha retto l’ipotesi di concorso esterno che la Dda aveva contestato all’ex consigliere Ruberto e a Giovanni Paladino, padre di Giuseppe, ex presidente del Consiglio comunale (a processo con rito ordinario).

I due, sono stati assolti “perché il fatto non sussiste” (per entrambi il pm aveva invece chiesto 8 anni e 8 mesi).

Proprio il loro coinvolgimento nell’inchiesta aveva portato la Prefettura di Catanzaro a inviare la commissione d’accesso al Comune lametino la cui relazione finale aveva poi portato allo scioglimento dell’amministrazione guidata dal sindaco Paolo Mascaro.

Leggi tutto... 0

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota della minoranza del comune di Lago

“QUELLO CHE I CITTADINI DEVONO SAPERE

UN’ AMMINISTRAZIONE CHE IMMETTE NEI SERBATOI COMUNALI ACQUA DI DUBBIA PROVENIENZA E DI SCARSISSIMA QUALITA’ E SI VANTA DI AVERE RISOLTO IL PROBLEMA IDRICO A LAGO.

 

In data 31/agosto il Sindaco comunicava attraverso i social, di avere risolto definitivamente il problema dell’acqua a Lago, lavorando ,rischiando(a danno dei cittadini) investendo ed attraverso varie ricerche riuscito ad immettere nei serbatoi circa 9 litri di acqua al secondo, dimenticando oppure non informato in maniera adeguata che tale acqua ( sorgente in località Petraro) è stata oggetto di studio da tutte le Amministrazioni del passato e che tali studi hanno impedito loro di utilizzarla a causa della scarsa qualità .

Nella storia Amministrativa del comune di Lago non si è mai verificato un totale inquinamento della rete idrica comunale. Nell’ordinanza n.17 del 6/9/2019 il Sindaco vieta l’uso dell’acqua proveniente dai serbatoi di San Lorenzo, Paragieri e Cozzo Vutami che alimentano le localita’ di :

LAGO,PANTANO,PISCOPIE,GRECI,VASCI,PALOMANDRO,PIGNANESE,FONTANELLA, FELLITO,PADOSA E ANCHE LA FONTANA DELL’ACQUA MIRACOLOSA DEL COSI’ DETTO MULINO.

Cari concittadini se l’azienda sanitaria provinciale ASP, non avesse predisposto, autonomamente i prelievi e la verifica della potabilità delle predette sorgenti, chissà per quanto tempo ancora avremmo consumato acqua inquinata.

Non tralasciando il fatto che non si è a conoscenza da quanto tempo l’acqua inquinata è stata utilizzata a danno della salute pubblica.

Nonostante questo enorme danno,il sindaco non ha avvisato la cittadinanza in modo adeguato. Ha utilizzato facebook e un piccolo manifesto formato A4 che si confonde con i manifesti delle persone decedute.

Ad oggi non tutti i cittadini sono informati di questo danno ambientale, perchè non tutti utilizzano i social, e continuano a consumare acqua in modo particolare le persone anziane.

La cosa più strana ed assurda,è quella che il Sindaco, in data 31/agosto, pubblica i risultati raggiunti nell’erogazione del servizio idrico ed a distanza di una settimana, cioè il 6 settembre comunica l’inquinamento di tutta la rete idrica comunale.

Roba che non si verifica neanche nei paesi più sottosviluppati .

Concittadini, a giorni vi daremo ulteriori informazioni , sul tipo di inquinamento e da quando effettivamente in atto ,dai dati che emergeranno dalla documentazione da noi richiesta presso l’Ente

                                                           IL GRUPPO DI MINORANZA CONSILIARE

Leggi tutto... 0

E’ avvenuto nel comune di Nocera Terinese nei pressi del Villaggio del Golfo intorno alle 2 di questa notte.

Tre le auto che si sono scontrate: una Smart, una Panda ed una Ford Focus.

L’impatto ha provocato il ferimento grave di tre persone.

Altre due persone sono rimaste ferite in modo lieve tra cui una ragazza in gravidanza.

Sul posto carabinieri, vigili del fuoco e sanitari del 118.

L’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Lamezia Terme e del distaccamento volontario di Martirano Lombardo è valso inoltre alla messa in sicurezza delle vetture in attesa del soccorso stradale.

Sul posto sono intervenute tre ambulanze ed i carabinieri per gli accertamenti di competenza circa la dinamica del sinistro.

Disagi sulla SS18 chiusa al transito in ambedue sensi di marcia sino al termine delle operazioni di soccorso.

Nocera T 2 settembre 2019

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy