BANNER-ALTO2
A+ A A-

Covid 19: Paziente ed infermiere si tolgono la vita

Vota questo articolo
(1 Vota)

suicidio2020Amici, vi dovrò dare due brutte notizie. Mai avrei voluto darvele. Un paziente ricoverato all’ospedale di Cremona perché positivo al corona virus si è suicidato, lanciandosi nottetempo da una finestra del nosocomio. Il suo corpo è stato ritrovato la mattinata in uno dei cortili interni. E’ una triste notizia che mi ha completamente sconvolto e turbato. Colpa senz’altro del maledetto virus che ha incominciato a fare molti danni a chi è più fragile. All’origine del gesto si presume che il paziente abbia compiuto questo gesto estremo perché aveva il timore di aver infettato i suoi familiari. Si è sentito in colpa. Non ha resistito e si è tolta la vita. Non è il primo caso che purtroppo si è verificato. Anche l’altro giorno una infermiera in servizio nel reparto di terapia intensiva presso l’ospedale di Monza si è tolta la vita buttandosi da una finestra dell’ospedale. Ha compiuto questo grave ed insensato gesto perché molto stressata e stanca causa il lavoro massacrante nel reparto. Essendo stata dichiarata positiva al corona virus, preoccupata di aver contagiato o di poter contagiare altre colleghe e altri pazienti, si è così tolta la vita. Troppa tensione, amici. Troppo stress. Medici ed infermieri stanno lavorando notte e giorno da diverse settimane senza pausa, alcuni di loro la notte neppure ritornano nelle loro case per paura di contagiare i loro cari. E molti di loro non reggono allo stress. Sono stanchi e quindi alcuni di loro decidono di togliersi la vita. Dovrebbero riposarsi un po’ ma purtroppo il ricambio non c’è. Anche loro avrebbero bisogno di un po’ di riposo. Queste due tristi notizie dovrebbero farci riflettere a lungo. Ma poi siamo costretti a leggere alcune notizie che ci hanno fatto indignare. Trecento dipendenti dell’Asp di Crotone tra i quali 33 medici si sono messi in malattia per sfuggire all’epidemia di corona virus. Mentre quasi ottomila camici bianchi si sono dichiarati pronti e disponibili ad aiutare i loro colleghi che da settimane sono impegnati negli ospedali del Veneto, della Lombardia e dell’Emilia Romagna, a Crotone, una delle nostre provincie calabresi, alcuni medici se la svignano. E la causa sembra proprio il Covid 19. Non sono stati contagiati. Non vogliono correre alcun rischio. E per salvare la loro pelle se ne stanno a casa.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove è consentito

BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy