BANNER-ALTO2
A+ A A-

logo 5 stelleI portavoce del Movimento 5 Stelle, Massimo Misiti, Anna Laura Orrico, Elisa Scutellà, Laura Ferrara, Giuseppe Fabio Auddino, Alessandro Melicchio e Riccardo Tucci, in quella che è stata definita "l'ora più buia della storia d’Italia, dal dopoguerra a oggi", hanno ritenuto doveroso dare il proprio contributo potenziando la dotazione strumentale di chi oggi si ritrova a lottare in prima linea contro l'invisibile, e per questo letale, nemico comune rappresentato dal Covid-19.  Per questo motivo, gli stessi, a partire da oggi,metteranno a disposizione del Sistema Sanitario Regionale calabrese dei sanificatori ambientali che andranno ad arricchire le apparecchiature in dotazione al personale ospedaliero e territoriale.
I macchinari donati serviranno per molteplici scopi come igienizzare gli ambienti e le ambulanze, accorciare i tempi attuali di sanificazione, quindi a preservare e a garantire la salute degli operatori e dei pazienti.
Questa iniziativa, fanno sapere i sette parlamentari, fa il paio con quella di una settimana addietro, consistita nell'acquisto di macchinari per i reparti di terapia intensiva, per il tramite della Protezione civile e  destinati al Sistema Sanitario Nazionale. Operazione, quest’ultima, resa possibile grazie al fondo di 3 milioni di euro derivante dal taglio degli stipendi di tutti i parlamentari del Movimento 5 stelle.

--

Ufficio Stampa politico Elisa Scutellà - Portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati

Via degli Uffici del Vicario – 00186 ROMA | scrivimi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. t

Pubblicato in Calabria

corecaDecreti che si susseguono, limitazioni personali, professionali e collettive, isolamento forzato.

Tutto questo genera incertezza, impotenza, confusione, paura, perdita di controllo.

Saper distinguere fra paura, ansia da contagio, panico ed ipocondria.

La paura è un’emozione primaria, è fondamentale per la nostra difesa e sopravvivenza; se non la provassimo non riusciremmo a metterci in salvo dai rischi, ma la paura può diventare panico, ansia da contagio: un pericolo limitato e contenuto di contagio viene generalizzato, percependo ogni situazione come rischiosa.

Ne prova quello caduto oggi ad Amantea, nella bellissima e rinomata frazione di Coreca, dov'è una coppia, proprietaria di appartamento, è scesa pare da Roma, per motivazioni personali a noi sconosciute, gli abitanti del luogo, come hanno percepito e visto la presenza di persone al di fuori di quello che è la normalità della frazione, hanno immediatamente contattato la locale Caserma dei Carabinieri per formulare una denuncia.

Non conosciamo tutti i risvolti, né tantomeno se le forze dell'ordine hanno provveduto o meno a segnalare e/o verbalizzare l'accaduto, cercheremo di prendere informazioni e quindi di aggiornarvi.

Pubblicato in Campora San Giovanni

conad amanteaLa Proloco di Amantea, quegli splendidi ragazzi che possiamo chiamare "Angeli della città", in queste ultime settimane si sono tanto fatti notare in città, e non solo distruendo mascherine gratuite, fatte in casa da mani delicate di sarte dolci e tanto operose,  non solo in tutta la città ma anche presso i presidi ospedalieri di Paola, Cetraro e Cosenza, oltre che alla nostra ASL cittadina, al Comando Vigili Urbani, alla Stazione dei Carabinieri persino alla nostra Tenenza della Guardia di Finanza.

Inoltre hanno consegnato la spesa a tante persone impossibilitate ad uscire, anziani e malati, non solo derrate alimentari, ma anche farmaci.

In questi giorni si sono superati hanno, in collaborazione con la Protezione Civile di Amantea e la Commissione Straordinaria (sigh), già organizzato e portato a buone fine una raccolta alimentare su tutto il territorio di Amantea, presso i supermercati della città, per far fronte all’emergenza COVID – 19 che sta mettendo a dura prova le famiglie del territorio.

Il progetto si propone di soddisfare le esigenze alimentari primarie delle famiglie che versano in condizioni di difficoltà.

Stiamo vivendo un momento storico inedito che per la prima volta nella storia del nostro paese, che ci costringe a stare richiusi nelle nostre case per un lungo periodo.       

A questo enorme disagio causato dalla volontà di prevenire la diffusione del virus Covid-19, si unisce la decisione governativa di sospendere tutte le attività commerciali non essenziali per i cittadini. 

Queste decisioni così importanti, però, portano anche delle conseguenze economiche e sociali che bisogna mettere sotto i riflettori. 

La sospensione delle attività lavorative comporta un aumento di cittadini in seria difficoltà economica. 

A tal proposito i nostri "Angeli" della Proloco cittadina hanno dato vita ad una raccolta alimentare volta a supportare i cittadini in difficoltà.

La raccolta continuerà, finché i nostri cittadini doneranno un po' del loro per tutti coloro che ne hanno bisogno, almeno finché la burocrazia del nostro paese non darà sollievo economico in altra natura.

Aiuti alimentari coronavirusAVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER MISURE URGENTI DI SOLIDARIETÀ ALIMENTARE SI INFORMA LA CITTADINANZA

Che con Ordinanza della Protezione Civile n. 658 del 29 marzo 2020, al Comune di Amantea è stata assegnata la somma di euro 123.906,92 da destinare a misure urgenti di solidarietà alimentare e im-piegare, esclusivamente, per l’acquisizione di “buoni spesa utilizzabili per acquisto di generi ali-mentari” o direttamente “generi alimentari o prodotti di prima necessità”.

La corresponsione dei buoni spesa o dei prodotti avverrà in favore dei nuclei familiari più esposti agli effetti economici legati all’emergenza e di quelli in stato di bisogno, per le necessità più urgenti ed essenziali.

Hanno priorità per tale aiuto quei nuclei familiari che non risultano essere assegnatari di sostegno pubblico (esempio: Reddito di cittadinanza, REI, SIA, o altro contributo pubblico).

Detta somma deve essere utilizzata solo ed esclusivamente per soddisfare esigenze di solidarietà alimentare.

Non è prevista l'erogazione diretta di somme di denaro.

Si chiede alla cittadinanza, in questa fase iniziale, di non recarsi presso la sede del comune, onde evitare spostamenti inutili, e di non telefonare, attendendo pubblicazione e massima diffusione di apposito schema di domanda per l’erogazione del contributo finalizzato all’acquisizione di generi di prima necessità.

L’Amministrazione Comunale sarà tempestiva nel comunicare i tempi e le modalità per chiedere gli aiuti, comprendendo il momento di estrema difficoltà che molte famiglie stanno vivendo.

In caso di necessità, contattare dalle ore 09:00 alle ore 12:00 il n°098241129.

Amantea lì, 30 Marzo 2020

Il Centro Operativo Comunale

Pubblicato in Politica

ianniE’ morto il paziente amanteano affetto da Covid-19, Enrico Ianni.

Non ce l’ha fatta il nostro concittadino che, qualche settimana fa, era risultato positivo al Coronavirus. 

Siamo affranti, come tutti voi, è una notizia che ci riempie di grande tristezza. 

La redazione si stringe, a nome dell’intera comunità di Amantea, al dolore della famiglia.  

La città piange un suo figlio, un suo fratello che era emigrato per portare un pezzo di pane a casa, come tanti dei nostri fratelli e delle nostre sorelle. 

Possa riposare in pace, ci permettiamo di invitare ognuno di noi ad una riflessione attenta su quello che vediamo in tv, lo strazio che ci arriva dal nord Italia e non solo, la sofferenza di migliaia famiglie che oramai non è lontana da noi. 

Comportatevi responsabilmente e non dimentichiamo chi è solo, questo è il nostro messaggio che inviamo a tutta la popolazione, nello stare a casa, ricordiamoci dei nostri cari, amici, ma anche di chi conosciamo poco ma è solo: una telefonata, un messaggio. 

Stiamo in contatto, a distanza, per rafforzare il senso di comunità virtuale.

Pubblicato in Primo Piano

laz2020In un momento delicato come questo, la linea distributiva degli alimenti è di vitale importanza, nonostante ciò, ad Amantea si chiude uno dei pochissimi market presenti nel centro cittadino, il Carrefour, facilmente raggiungibile da tanti cittadini, facendo venire meno una realta' commerciale di indubbio valore.

La mia solidarietà va ai lavoratori e alle lavoratrici che, in questo momento di sconforto, si sentono senza certezze per la perdita del lavoro, per tale motivo siamo tutti vicini a queste 20 famiglie!!

Nelle prossime ore, cercherò di capire meglio quali sono le motivazioni di questa incresciosa situazione e le prospettive future.

Pubblicato in Politica

papaL'urlo quasi di terrore di Papa Francesco: 'Non lasciarci nella tempesta'

Sotto la pioggia, in un silenzio assordante, il Papa lancia il suo 'grido' in una piazza San Pietro vuota: "Non lasciarci in balia della tempesta". Francesco chiede a Dio di guardare alla "dolorosa condizione" in cui versa l'umanità a causa della pandemia.

"Ti imploriamo: 'Svegliati Signore!'", dice richiamando il passo del Vangelo in cui discepoli sono atterriti dalla tempesta e Gesù dorme. Chiede anche a tutti di cambiare "rotta" tornando a Dio e ai valori veri, primo tra tutti quello della solidarietà, perché pensavamo "di rimanere sempre sani in un mondo malato", afflitto da guerre e "ingiustizie planetarie".

Invita a confidare nel Signore perché "sappiamo, tu hai cura di noi". 

A sostenere la preghiera del Papa, che arriva nella piazza visibilmente commosso, ci sono sul sagrato della basilica le icone care ai romani, dal crocifisso 'miracoloso', che ha salvato Roma e l'Italia dalla peste, di San Marcello alla Salus Populi Romani. 

E nella invocazione di Francesco passano in rassegna tutte le persone in prima linea nella lotta al coronavirus, dai "medici stremati" ai politici che sono chiamati a sostenere il peso delle scelte. 

Il Papa parla e in sottofondo si sente solo la pioggia, i gabbiani, qualche ambulanza che passa.

"Da settimane - dice Francesco - sembra che sia scesa la sera. 

Fitte tenebre si sono addensate sulle nostre piazze, strade e città; si sono impadronite delle nostre vite riempiendo tutto di un silenzio assordante e di un vuoto desolante" e "ci siamo ritrovati impauriti e smarriti", "presi alla sprovvista da una tempesta inaspettata e furiosa". "Ci siamo resi conto di trovarci sulla stessa barca, tutti fragili e disorientati, ma nello stesso tempo importanti e necessari, tutti chiamati a remare insieme".

Il mondo è chiamato a dare "un significato" a questo tempo così difficile riscoprendo nuovi spazi per la solidarietà, osserva il Papa nella preghiera a piazza San Pietro. "Il Signore ci interpella e, in mezzo alla nostra tempesta, ci invita a risvegliare e attivare la solidarietà e la speranza capaci di dare solidità, sostegno e significato a queste ore in cui tutto sembra naufragare. Abbracciare la sua croce - sottolinea - significa trovare il coraggio di abbracciare tutte le contrarietà del tempo presente, abbandonando per un momento il nostro affanno di onnipotenza e di possesso per dare spazio alla creatività che solo lo Spirito è capace di suscitare. Significa trovare il coraggio di aprire spazi dove tutti possano sentirsi chiamati e permettere nuove forme di ospitalità, di fraternità e di solidarietà".

Il Papa ha pronunciato la sua preghiera in un silenzio assordante. La sua voce aveva come sottofondo solo il battere della pioggia e il verso dei gabbiani. Una situazione del tutto inedita.

Nella preghiera speciale a San Pietro il Papa "implora" Dio. "Ora, mentre stiamo in mare agitato, ti imploriamo: 'Svegliati Signore!'", "non lasciarci in balia della tempesta". "Da questo colonnato che abbraccia Roma e il mondo scenda su di voi, come un abbraccio consolante, la benedizione di Dio. 

Signore, benedici il mondo, dona salute ai corpi e conforto ai cuori. Ci chiedi di non avere paura. Ma la nostra fede è debole e siamo timorosi. Però Tu, Signore, non lasciarci in balia della tempesta".

Pubblicato in Mondo

carrifu amanteariceviamo e pubblichiamo un appello dei dipendenti.

Nel più assoluto silenzio si sta consumando ad Amantea una grave azione nei confronti di noi dipendenti del Carrefour market. Il supermercato sito a via della Libertà è stato definitivamente chiuso dai vigili urbani prima e dal gruppo Apulia adesso: il guaio è che nessuno ci dice le motivazioni, e intanto 15 persone da ieri praticamente non sapranno più che fine faranno.

La nuova proprietà l’unica cosa che ha comunicato è che da oggi dovremmo presentarci per svuotare il punto vendita, se non lo faremo ci saranno dei provvedimenti.

Ripetiamo: tutto questo nell’indifferenza più totale delle istituzioni locali, vista anche la situazione sanitaria non sappiamo neanche a chi rivolgerci

Come sicuramente ben sapete, ad Amantea l’amministrazione comunale è stata sciolta, abbiamo provato a chiamare il Comune ma non risponde nessuno, siamo disperati e non sappiamo cosa fare, tra l’altro oggi dovremo essere lì ad iniziare lo svuotamento del punto vendita senza sapere neanche se questo si può fare se non ci sono le necessarie misure di sicurezza… Aiutateci a far sapere a tutta la Calabria questa nostra situazione.

I dipendenti del supermercato

Per la cronaca Cetraro, un altro decesso senza virus a “Guantanamo”. E un’infermiera è positiva

tamponiAbbiamo ricevuto delle informazioni, dalla Protezione Civile locale, che nella giornata di ieri sono stati eseguiti 10 tamponi nel nostro territorio.

I tamponi eseguiti sono stati effettuati a soggetti nella sfera familiare e nella sfera personale legata ai tre casi positivi registrati nel nostro Comune, al momento, per fortuna, risulta essere l'unico caso presente in città.

Proseguono le indagini delle forze dell'ordine, per ricostruire i contatti ed i movimenti delle tre persone coinvolte nel nostro comune, atte a circoscrivere il contagio nella cittadina.

Abbiamo avuto ulteriori rassicurazioni sempre, dalla protezione civile locale, che le 10 persone a cui eri stato fatto il tampone, nella giornata di ieri, sono risultati negativi.

Sono stati richiesti ulteriori tamponi, a macchia d'olio, al fine di chiudere il cerchio sul contagio avvenuto in città, ma sembra dalle indiscrezioni trapelate dalle forze dell'ordine, che al momento la situazione sia sotto controllo e contenuta.

Ci sottolineano, le forze dell'ordine, che ancora presso i nostri supermercati risulta esserci una eccessiva frequenza di approvvigionamenti alimentari, si consiglia vivamente di effettuare spese una o massimo due volte a settimana, cercando di contenere, il più possibile, le uscite al di fuori della propria abitazione.

EnzaAmatoCENTRO OPERATIVO

COMUNALE

PROTEZIONE CIVILE

L'Amministrazione Comunale si unisce al cordoglio per la scomparsa nel bergamasco della

dott.ssa Vincenza Amato, illustre concittadina, deceduta sul campo di battaglia nella lotta contro il

Covid-19 ed esprime sincera vicinanza alla famiglia Caruso-Amato per la grave perdita.

Professionista di grande spessore morale ed etico, nonostante fosse nell'anno conclusivo

della sua brillante carriera di medico scolastico prima e di dirigente medico responsabile del

dipartimento di prevenzione poi, la dott.ssa Amato si è donata con tutta sé stessa nella stenua lotta

per salvare vite umane.

La grande risonanza che la scomparsa della dott.ssa Amato ha avuto non solo in Lombardia

ma in tutta Italia, rendono anora più evidenti i meriti acquisiti nel corso della sua vita lavorativa.

Il suo ricordo ed il suo esempio daranno lustro alla Città di Amantea che da oggi ha una

figlia in meno ma un EROE in più.

NON RENDIAMONE VANO IL SACRIFICIO

#RESTATEACASA

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 176
BANNER-ALTO2

Follow us on Facebook!

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy