BANNER-ALTO2
A+ A A-

Aveva ragione Paolo Orofino che ieri mattina davanti al classico aperitivo ci aveva anticipato il suo pensiero sull’esito delle elezioni di Nocera Terinese.

Il nuovo per il vecchio!

Ed infatti.

 

 

 

Sostanziale debacle dei due ex primi cittadini Fernanda Gigliotti e Rino Rocca

Vittoria inattesa di Massimo Pandolfo

Questi i voti:

La Lista civica Unità Popolare nocerese con candidato a sindaco il professore Massimo Pandolfo ottiene 1387 voti, pari al 43.61%

La Lista civica Il paese che vogliamo con candidato a sindaco Fernanda Gigliotti ottiene 956 voti, pari al 30.06%

La Lista civica Siamo Nocera con candidato a sindaco Rocca Gaspare detto Rino ottiene 837 voti, pari al 26,32%

Elettori: 4.932

Votanti: 3.251 (65,91%)

Schede non valide: 71 ( di cui bianche: 12 )

Schede contestate: 0

Leggi tutto... 0

Riceviamo e pubblichiamo:

Nocera Terinese (CZ). Quello che fu' il lungomare di Nocera Terinese approda su Striscia la Notizia.

L'inviato dei perché Luca Galtieri, con la giornalista Piera Dastoli, si è recato sulla costa nocerese per costatare realmente la situazione del lungomare ormai quasi completamente distrutto.

Terminato di costruire nel 2010, per poco tempo è rimasto fruibile, infatti, il maltempo negli anni lo ha devastato, ma soprattutto colpito dalle mareggiate che lo hanno reso ad oggi inagibile.

In ultima, il 21 marzo scorso, la forte mareggiata che aveva interessato tutta la costa tirrenica e allagato anche Nocera Terinese ha fatto aggravare notevolmente la situazione.

Diverse le domande che si è posto ed ha posto l'inviato del tg satirico di canale 5, ad iniziare dalla corretta localizzazione in cui è stata realizzata l'opera, a l'uso dei materiali fino alla messa in sicurezza di quel che è rimasto.

Infatti, come visto nel servizio, dalla sabbia fuoriescono speroni di ferro e cemento, pericolosi per gli avventori.

Massimo Mercuri

Ndr. E’ interessante il fatto che coloro che sono stati intervistati hanno segnalato, tutti, senza eccezione, che si è trattato di un progetto che sarebbe dovuto essere realizzato più lontano dalla battigia e che quindi il mare ha fatto soltanto il suo lavoro.

Quello che ci pare inaccettabile è che ci si sia completamente dimenticati di trattare le responsabilità politiche e soprattutto tecniche.

Ma si sa. In calabria la colpa è sempre del fato!

Leggi tutto... 0

Riceviamo e pubblichiamo:

“Si sono conclusi gli incontri con i candidati a sindaco del comune di Nocera Terinese, chiesti da Giuseppe Ruperto in qualità di dirigente della Coldiretti e di Presidente della cooperativa agricola Le Macchie di Nocera.

Massimo Pandolfo, Rino Rocca e Fernanda Gigliotti hanno convenuto sull'urgenza di affrontare i problemi che ostacolano la normale attività delle aziende agricole e della cooperativa stessa, e hanno assunto l'impegno ad avviare a soluzione le seguenti tematiche:

-pulizia e manutenzione dei fossi,

-valorizzazione dei prodotti agricoli,

-organizzare fiere e sagre,

-manutenzione del verde pubblico,

-mettere in campo politiche che favoriscono e creano occupazione per dare risposte ai tanti cittadini costretti ad emigrare.

Inoltre sono stati presentati altri problemi e avanzate richieste in merito a: installazione telecamere in punti strategici per evitare furti, prevenire inquinamento e incendi, affrontare erosione costiera.

Ruperto ha apprezzato la disponibilità dei candidati a sindaco e si è riservato di tornare sull'argomento non appena si insedia la nuova Giunta comunale.

Rino Rocca

Su invito del sig.r Giuseppe Ruperto nella sua qualità di Presidente della cooperativa “Le Macchie, il candidato a Sindaco della Lista n. 2 Rocca Gaspare accompagnato da un nutrito numero di candidati al prossimo Consiglio Comunale hanno incontrato i rappresentanti della Cooperativa stessa.

Il presidente, signor Ruperto Giuseppe, dopo proficuo sopralluogo nei terreni della cooperativa che si è prolungato fino alla battigia, ha evidenziato le tematiche che la Cooperativa dovrà affrontare nei prossimi mesi e tra questa la più importante: deflusso delle acque piovane lungo i fossi non manutenzionati ed i sottopassi ormai ostruiti che procurano allagamenti e l’inevitabile perdita dei raccolti, cosi come verificatesi nell’inverno scorso.

Il candidato a Sindaco ha rimandato la discussione ad un tavolo tecnico, da costituirsi subito dopo le elezioni, dove si effettuerà un cronoprogramma, ad iniziare dalla mappatura del deflusso fluviale, per un ripristino con opportuni interventi già dal mese di settembre 2018.

Il Candidato Rocca si è dimostrato sensibile a tutte le problematiche esposte ed in particolare alla occupazione lavorativa di cittadini noceresi nell’ambito della manutenzione del verde pubblico, nonché all’aumento nel capitolo di spesa di ulteriori fondi, fino a 30-40.000,00 €, per dare un significativo intervento manutentivo ai 46 chilometri quadrati di territorio.

Tema importante è stato la valorizzazione dei prodotti agricoli, prodotti dalla cooperativa, per un consumo locale a km zero ed a una eventuale commercializzazione fuori regione.

Si è anche parlato delle misure deterrenti da intraprendere per il controllo del territorio, videosorveglianza, atto a scoraggiare l’utilizzo degli incendi come mezzo di smaltimento di sterpaglie e residui delle lavorazioni nei terreni limitrofi a quelli della cooperativa.

Fernanda Gigliotti

“Il giorno 3 del mese di giugno dell’anno 2018 il candidato a sindaco Avv. Fernanda Gigliotti insieme ad alcuni candidati della sua lista e ad una delegazione di rappresentanti del suo gruppo politico (“Il paese che vogliamo”) hanno incontrato La cooperativa agricola “Le macchie” per discutere le principali problematiche che affliggono la zona in cui ha sede la suddetta cooperativa e, soprattutto, per proporre iniziative e azioni concrete a difesa del territorio in questione, della tutela dei finissimi prodotti agricoli e della valorizzazione delle risorse umane noceresi che da anni lavorano le terre delle Cooperativa.

Nello specifico, il candidato a sindaco – nell’ambito del confronto con il presidente della Cooperativa Giuseppe Ruperto e con i soci presenti all’incontro – ha pubblicamente affermato che la priorità essenziale cui la nuova amministrazione si dovrà fare carico è rappresentata dall’obbligo di agire – in forza del vigente obbligo di legge - sulla pulizia dei canali di scolo e dei fossi di drenaggio comunali, in cui confluiscono ammassi di fogliame e di detriti di vario genere e natura che ostruiscono il normale fluire dell’acqua. Oltre alla pulizia e alla manutenzione dei canali di scolo è necessario favorire lo sbocco di questi canali a mare, al fine di evitare così straripamenti dell’acqua nei terreni coltivati.

Fatta la premessa di questa priorità (che rappresenta l’azione fondamentale per garantire l’agibilità del territorio in questione), si elencano i punti discussi e gli impegni presi:

Impegno a valorizzare i prodotti agricoli del nostro territorio con la creazione e l’implementazione delle DE.CO. (cioè il Marchio comunale che certifica la provenienza di un prodotto specifico avente caratteristiche peculiari) e con l’avvio di tutte le azioni per favorire la coltivazione di prodotti BIO (in alcune aree) al fine di promuovere e rilanciare i nostri prodotti agricoli (oltre alla cipolla rossa, si pensi alle patate di Istia, ai “fasuali ciuati ianchi”, ai “fasuali monachiaddi”, al “vusciularu”).

Valorizzazione e impegno per favorire e privilegiare (nelle attività di supporto alla comunità) i lavoratori noceresi per la manutenzione del verde pubblico e privato;

Impegno a difesa dell’erosione costiera con ogni mezzo e azione (intercettando a tal proposito finanziamenti regionali, nazionali ed europei) al fine di scongiurare e prevenire eventi disastrosi come l’ultima mareggiata (che, come tutti sappiamo, ha provocato ingenti danni ai campi, alle abitazioni e ai veicoli) e di limitare al massimo i danni;

Impegno – al fine di prevenire atti vandalici, incendi, inquinamento, furti o altre incursioni – a progettare un sistema condiviso di videosorveglianza nelle aree di pertinenza della Cooperativa Le Macchie per la difesa del territorio;

Impegno alla difesa del territorio tramite il divieto di utilizzo di diserbanti all’interno della nostra area;

Favorire l’apertura di punti vendita dei prodotti agricoli (in luoghi che saranno individuati insieme alla Cooperativa); promuovere sagre e mercatini settimanali dei prodotti locali, incrementare collaborazioni tra Cooperativa e ristoratori e filiere alimentari.

Inoltre, proprio come ha dimostrato questo incontro, il candidato a sindaco Fernanda Gigliotti sottolinea l’importanza del confronto e dell’ascolto delle persone e dei cittadini al fine di individuare le reali problematiche del territorio e della comunità per pensare insieme alle soluzioni e ai progetti più efficaci. A tal proposito si ritiene, dunque, fondamentale favorire, in virtù di un processo di partecipazione democratica alla vita sociale del nostro paese, incontri e campagne di ascolto con i soci della cooperativa ma anche con i cittadini, le imprese, i privati, gli artigiani, gli artisti, gli agricoltori e gli allevatori di Nocera Terinese.

Massimo Pandolfo

Il gruppo politico "Unità Popolare Nocerese", rappresentato dal candidato a sindaco Massimo Pandolfo, il 2 giugno ha incontrato alcuni soci della cooperativa agricola "Le Macchie", guidata dal presidente Giuseppe Ruperto. Nel corso dell'incontro, sono stati affrontati alcune tematiche poste dal Presidente Ruperto. In particolare si è parlato della pulizia dei fossi di proprietà comunale, che durante l'inverno, con le piogge, provocano, se non puliti, gravi danni alle culture. Inoltre si è parlato di valorizzare i prodotti agricoli locali, di sagre e fiere, si è affrontato il problema dell'erosione costiera, del verde pubblico e della possibilità di creare lavoro. Su queste tematiche, il candidato a Sindaco, Massimo Pandolfo ha dato la sua piena disponibilità ad affrontare, in caso di vittoria, unitamente ai rappresentanti della cooperativa tali problematiche.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy