BANNER-ALTO2
A+ A A-

La Guarimba è un'associazione culturale che si occupa principalmente di cinema ed illustrazione e usa la cultura come un veicolo per promuovere valori di democrazia partecipativa, integrazione e accessibilità.

 

 

La Guarimba è stata fondata da Giulio Vita, calabro-venezuelano, Sara Fratini, illustratrice venezuelana laureata in Belle Arti tra Madrid e Nancy e El Tornillo De Klaus.

 

Guarimba è una parola che per gli indios venezuelani significa “posto sicuro”.

La Guarimba ha come obiettivo quello di "riportare il cinema alla gente e la gente al cinema". Questa motivazione la ha portato a riparare la vecchia arena Sicoli da 938 posti

 

Quest’anno il festival internazionale del cortometraggio giunge alla sua V edizione.

La rassegna di quest'anno, che si svolgerà dal 7 all'11 Agosto, approfondirà come tema principale la propaganda durante la guerra fredda, con particolare attenzione nei confronti delle conseguenze che si riflettono nel mondo odierno.

Il lavoro di selezione è stato duro vista la grande qualità degli 898 cortometraggi iscritti da tutto il mondo, ma con grande soddisfazione possiamo affermare che quest'anno tutti i continenti saranno presenti in competizione e sono tanti i film che avranno la première italiana in Calabria, per un appuntamento che esplora tutti i generi cinematografici senza alcuna barriera di sorta.

 

La squadra ufficiale di selezionatori è stata composta da Pablo Cristóbal (Spagna), Alicia V. Palacios Thomas (Spagna), Jacinta Agten (Belgio), Sara Fratini (Venezuela), Giulio Vita (Italia) e Alex Spagnolo (Italia).

I selezionatori invitati per la categoria videoclip sono stati il regista calabrese Giacomo Triglia e il produttore musicale Fritz Da Cat.

 

I 20 finalisti per la categoria Fiction sono:

"Bêlons" di El Mehdi Azzam (Marocco),

"Tapette" di Satya Dusaugey (Francia),

"Oh what a wonderful feeling" di François Jaros (Canada),

"Clan" di Stefanie Kolk (Paesi Bassi),

"Madre" di Simón Mesa Soto (Colombia),

"Import" di Ena Sendijarević (Bosnia),

"Limbo" di Konstantina Kotzamani (Grecia),

"A Casa Mia" di Mario Piredda (Italia),

"The Troubled Troubadour" di Forest Ian Etsler & Sébastien Simon (Corea del Sud),

"Apocalypse" di Justyna Mytnik (Polonia),

"Food For Thought" di Davide Gentile (UK),

"Fefe limbe" di Jilien Silloray (Guadalupa),

"Guillaume Drifting" di Sylvain Dieuaide (Francia),

"Forest of Echoes" di Luz Olivares Capelle (Austria),

"Changing gears" di Benjamin Vornehm (Germania),

"Whack" di Syni Pappa (Grecia),

"Perfect darkness" di Maaike Neuville (Belgio),

"Tarikat" di Jasmijn Schrofer (Turchia),

"One seat in the plane" di Khadidiatou Sow (Senegal)

"Home" di Daniel Mulloy (Kosovo).

I 20 finalisti per la categoria Animazione sono:

"The Full Story" di Daisy Jacobs & Chris Wilder (UK),

"Pussy" di Renata Gasiorowska (Polonia),

"Ivan's need" di Manuela Leuenberger, Veronica L. Montaño & Lukas Sute (Svizzera),

"Superbia" di Luca Tóth (Ungheria),

"The Empty" di Dahee Jeong (Corea del Sud),

"Way of Giants" di Alois Di Leo (Brasile),

"The wrong end of the stick" di Terri Matthews (UK),

"Lupus" di Carlos Gomez Salamanca (Colombia),

"Tough" di Jennifer Zheng (Cina),

"To build a fire" di Fx Goby (Francia),

"Pokey Pokey" di Junjie Zhang (Cina),

"Winter Love" di Isabel Herguera (Spagna),

"Go to City Ele" di Wenyu Li (Cina),

"Wednesday with Goddard" di Nicolas Ménard (UK),

"Scent of Geranium" di Naghmeh Farzaneh (Iran),

"White Tunnel" di Chien lan-chi (Taiwan),

"Fired on Mars" di Nick Vokey & Nate Sherman (USA),

"Borrowed Time" di Lou Hamou-Lhadj & Andrew Coats (USA),

"The Absence of Eddy Table" di Rune Spaans (Norvegia)

"Broken" di Volker Schlecht & Alexander Lahl (Germania).

I 10 finalisti per la categoria Documentario sono:

"TAR" di Kenny Ozier-Lafontaine (Belgio),

"Paul & Werther" di Stefan Pavlovic (USA),

"Irregulars" di Fabio Palmieri (Italia),

"Moriom" di Mark Olexa & Francesca Scalisi (India),

"Commodity City" di Jessica Kingdon (Cina),

"Homeland" di Sam Peeters (Belgio),

"Something About Life" di Nebojša Slijepčević (Croazia),

"In the woods" di Thomas Horat & Corina Schwingruber Ilić (Svizzera),

"Bikini Words" di Nils Clauss (Corea del Sud),

"Atlante 1783" di Maria Giovanna Cicciari (Calabria, Italia)

I 5 finalisti per la categoria Videoclip sono:

"Money Man / Put That On My Set" di Dexter Navy (UK) per A$AP Mob Crew

"Ghost" di Zuzanna Plisz (Polonia) per Mrozu

"Second Hand Lovers" di Oren Lavie (Israele) per Oren Lavie

"Dawn" di Simon Gesrel & Arnaud Viémont per Yeti Lane

"World Of Our Love" di Mike Greaney & Aaron McDonald (Australia) per Client Liaison

 

Per la categoria "La grotta dei piccoli" - in partnership con Unicef Italia - sono stati selezionati 40 cortometraggi di animazione.

È la seconda edizione di questo spazio dove i protagonisti sono i bambini, con una programmazione internazionale curata da Alex Spagnolo.

L'elenco completo dei finalisti è consultabile sul sito: laguarimba.com/selection2017.

…Tutto era terminato con l’immagine di un cavaliere che sguainando la sua spada con l’ausilio dei suoi paladini…salvava l’Arena Sicoli….in una notte costellata dai desideri espressi con le stelle cadenti…! Giulio Vita ha fatto proprio questo, ha salvato e ridato vita ad un luogo abbandonato da tempo, dando la possibilità a moltissimi giovani di “credere” ancora nei loro sogni, lo definirei l’ ἔμβλημα di “Tenacia della Speranza”. Questo ragazzo per metà andino, ha dato dimostrazione, nonostante la sua giovanissima età, che credere nei sogni, ma soprattutto realizzarli, non è impossibile se si ci crede fermamente ma, ad una condizione, tutto deve essere guidato dall’AMORE, a mio avviso, principio generatore e ruota motrice di tutte le cose che rappresentano la vita, l’esistenza. La Guarimba Film Festival è stato un evento che ha riscosso moltissimo successo, sia per la singolarità che lo ha caratterizzato, sia per l’aspetto “insolito” speciale, particolare. Purtroppo il corso degli eventi non mi ha permesso di essere spettatrice attiva, ma non ho perso nulla di ciò che Giulio pubblicava. Leggendo i vari post, dopo l’evento, mi ha colpito questo suo scritto: “La lotta dell'amore è vincente”, io in primis decantatrice dell’amore, in tutte le sue manifestazioni, credo fortemente in questa frase;  credo che l’autenticità di questo sentimento, che deve avere, però, una peculiarità, la veridicità, può apportare radicali cambiamenti. La forza dell’amore vince su tutto come sosteneva il nostro Publio Virgilio Marone: “Omnia vincit amor et nos cedamus amori” , frase celeberrima oltre che veritiera e sempre eterna. Amantea in quei giorni di agosto ha visto una miriade di giovani, arrivati da vari luoghi, e come sappiamo i giovani sono il “sale della terra…” (ricordo questa frase con la gioia nel cuore) e una delle funzioni primarie del sale, come ben si sa, è quella di condire, di dare gusto … i giovani sono la “luce del mondo… il sole”…sinonimo di “vita”, e voglio riportare brevemente una frase, di un aneddoto a me raccontato, che mi ha dato l’idea di come la luce è fonte di vita: “nei fondali marini dove i raggi del sole non arrivano non esiste la flora, ma solo l’oscurità”, perciò bisogna dare spazio alla luce, ai giovani, alle menti aperte, agli ingegni per poter dare loro la possibilità di esprimere al meglio le  capacità, come ha fatto Giulio con la sua tenacia.
Giulio VitaE’ riuscito, con l’aiuto dei suoi “guarimberos” ha realizzare un qualcosa di meraviglioso, senza abbattersi mai, ricordando ogni giorno gli orari degli incontri, lavorando sodo, sudando sotto il sole cocente, senza pretesa alcuna dai “potenti”. Una caratteristica che mi ha, da sempre, colpita di lui, sono stati i suoi occhi oltre al suo sorriso, occhi che ho incontrato una mattina di luglio davanti ad un thè freddo al Bar Caruso;  gli occhi non mentono mai, perché racchiudono il mondo interiore di ognuno di noi e i suoi mi hanno parlata, hanno espresso al meglio tutto ciò che aveva in mente di fare Giulio, con una sincerità, autenticità e semplicità disarmante. Credo che questo rappresenti solo l’inizio di un qualcosa di eccezionale per lui… per questo “Direttore Artistico” speciale che merita di spiccare il volo solo per il fatto che ci ha creduto e ci “crede” … e non demorde, non lascia cadere giù i suoi sogni, non li lascia frantumare; è facile scegliere la strada meno tortuosa, quella semplice, quella dell’abbandono, quella della fuga, quella della vigliaccheria; ma, a mio avviso, per un sogno colmo di “vero Amore” è necessario lottare, scegliere le vie tortuose, quelle che fanno sudare, quelle difficili, quelle che procurano fatica, bisogna scalarle le montagne per arrivare alla vetta, e poi, il panorama è spettacolare, ti toglie il fiato, perché lì, vedi realizzato il tuo sogno, hai raggiunto il tuo traguardo ambito, come ha fatto Giulio Vita, che deve essere un esempio per tutti i giovani. Per me lo sei!! AD MAIORA SEMPER GIULIO!!!

 

Pubblicato in Primo Piano
BANNER-ALTO2

Follow us on Facebook!

Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Amantea

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy