BANNER-ALTO2
A+ A A-

soldiE’ una delle prassi in crescita esponenziale da anni ormai la richiesta continua di prestiti e di cessioni del quinto.

Si calcola che in Italia, secondo uno studio, le richieste siano in media più di 15 mila euro.

Tante le opportunità e le possibilità ormai presenti di accendere un prestito e le motivazioni sono le più svariate, dal consolidamento dei debiti, dall’ottenimento di liquidità, sino alla ristrutturazione della casa. 

Ecco perché aumentano dell’11,6% i finanziamenti di cessione del quinto, e da una prima analisi sembra che le richieste e le finalità diano come prima motivazione il consolidamento debiti (37,9%).
La seconda più indicata è l’ottenimento di liquidità (33,9%) mentre al terzo posto si posiziona la ristrutturazione della casa (8,9%).

Il prestito: Come e perchè
Quando si parla in generale di prestiti ci si riferisce sempre al prestito personale: il finanziamento di una somma di denaro, da parte di una banca o di un istituto apposito, ad un tasso d'interesse solitamente fisso, che il debitore deve restituire secondo un piano rateale costante.


Prestito per protestati o cattivi pagatori: vi aiuta il sito ilprestitoperme.com
Spesso e volentieri ottenere Prestiti veloci per cattivi pagatori può essere un po’ difficile, ma non impossibile, perché oggi il mercato prende in considerazione queste situazioni.
Tante sono infatti le offerte interessanti anche per coloro che non sono praticamente in linea con i pagamenti o sfortunatamente protestati precedentemente.
Spesso e volentieri trovare un prestito per cattivi pagatori costringe a doversi accontentare di condizioni contrattuali anche pessime.

Cosa sono e come si ottengono?
I prestiti a protestati sono finanziamenti che vengono erogati alle persone che hanno subito un protesto, quindi un atto pubblico con il quale si attesta che Tizio non ha pagato un assegno o una cambiale.
Se si subisce un protesto si viene iscritti nelle banche dati ed i creditori potranno sempre sapere, prima di concederti un prestito, che sei una persona che non ha onorato i suoi debiti.
Proprio per questo il protestato difficilmente potrà ottenere un prestito personale, cosa che può essere concesso ai cattivi pagatori oppure ai protestati è la cessione del quinto.

Prestiti con cessione del quinto
La cessione del quinto dello stipendio o della pensione consiste in un tipo di prestito che permette la restituzione delle rate mensili con trattenuta su busta paga o pensione effettuata non dal debitore, bensì direttamente dal datore di lavoro.
E’ qui che il datore di lavoro quindi trattiene la somma destinata alla banca o alla finanziaria ogni mese. Questo trasmette sicurezza all’istituto che eroga il credito che si sente in mani sicure: sa che il debitore non potrà essere inadempiente né dimenticarsi di pagare perché la somma viene trattenuta alla fonte, direttamente dal datore di lavoro.
Per questo la cessione del quinto è un prestito che viene erogato spesso e volentieri senza difficoltà anche a cattivi pagatori e protestati, purché abbiano, ovviamente, una busta paga o purché abbiano una pensione.
Inoltre, il team di prestitoperme.com informa che la quota della busta paga, da cedere con la cessione del quinto, non può essere superiore al 20% sulla busta paga netta. Perciò mensilmente, il datore di lavoro tratterrà la rata quando eroga la pensione e la gira alla banca o alla finanziaria che hanno erogato il prestito.
Concludendo, la cessione del quinto consiste in un finanziamento che viene erogato in pochissimi giorni, se non bisogna fare ulteriori accertamenti, e quindi è un finanziamento veloce per cattivi pagatori al quale sempre più persone fanno riferimento, non aspettare altro tempo, se hai bisogno di ottenere un prestito e vuoi farlo velocemente collegati su ilprestitoperme.com

Pubblicato in Economia e Finanza
BANNER-ALTO2

Follow us on Facebook!

Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Amantea

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy