BANNER-ALTO2
A+ A A-

Nel pomeriggio di ieri, alle ore 16.30 circa, a Paola, il personale della Polizia di Stato ha proceduto all’arresto dell'allevatore, resosi responsabile del reato di lesioni gravi nei confronti del confinante del suo terreno di 90 anni, entrambi residenti nel territorio di Paola.

 

L’arrestato M.M.. di 34 anni, allevatore, è stato posto ai domiciliari a Paola dove è residente con l’accusa di avere aggredito il proprietario novantenne di un terreno confinante col suo, G.E., con il quale aveva da tempo contrasti per motivi di vicinato.

 

Secondo la ricostruzione del Commissariato di polizia di Paola, l’allevatore avrebbe affrontato G.E. perché avrebbe verificato la mancanza di alcune parti della recinzione del suo terreno attribuendone la colpa al suo confinante.

 

Ne è scaturita una violenta aggressione da parte dell’arrestato nei confronti dell’anziana vittima conclusasi soltanto quando quest’ultima, gravemente ferita, non riusciva più a rialzarsi da terra.

Il motivo dell’aggressione è da attribuire ad atavici contrasti scaturiti da problematiche che interessavano i rapporti di “vicinato” dei due proprietari di terreni e dalle lamentele inascoltate sulle continue “invasioni” di capi di bestiame al pascolo nelle terre di proprietà di G.E.

La vittima, in pericolo di vita, è stata soccorsa ed accompagnata presso il locale Ospedale dove gli sono stati riscontrati: trauma cranico commotivo, trauma facciale con ecchimosi al volto, trauma toracico con frattura della VI costola sinistra, giudicato guaribile in 45 giorni.

Il 34enne, ha numerosi precedenti di Polizia.

L’Autorità giudiziaria ha disposto la misura degli arresti domiciliari, in attesa del giudizio per direttissima.

Paola. Domenica 26 Marzo 2017

Pubblicato in Paola

Della serie #sembraincredibilemaèvero.

Il comune di Paola con ordinanza sindacale n 42/2012 e 44/2012 affida la gestione del servizio idrico integrato alla società LAO POOL srl con sede in Scalea.

 

Sempre il sindaco di Paola con ordinanza n 02 del 22/01/2013 ha disposto la prosecuzione nelle more delle procedure di selezione di un operatore a mezzo di gara di appalto.

Poi la giunta con delibera n 73 del 18.05.2016 affida alla Unical l’incarico di supporto tecnico per la redazione di un bando di gara europeo.

 

Poi il 3 ottobre 2016 l’’incarico viene prorogato fino al 31.05.2017 nelle more di definizione delle procedure di gara.

Ma la Prefettura di Cosenza Area 1 Ordine e Sicurezza Pubblica invia al sindaco la nota 0022122 in data 21.03.2017 i sensi dell’art 84 comma 04 e 91 del dlgs 159/2011

E nello stesso giorno il sindaco emana la ordinanza n 09 con la quale rescinde il servizio alla Lao Pools srl ed affida per due mesi il servizio alla Società Ecologia Oggi S.P.A , società specializzata nella raccolta rifiuti che ora gestirà anche il servizio idrico della città di San Francesco.

 

Si tratta di una informativa antimafia che viene emessa ai sensi degli artt. 84, comma 4, e 91, comma 6, del d. lgs. n. 159/2011, quando esistono «concreti elementi da cui risulti che l'attività d'impresa possa, anche in modo indiretto, agevolare le attività criminose o esserne in qualche modo condizionata».

Due mesi. Poi ci saranno le elezioni e se la vedrà il nuovo sindaco.

Pubblicato in Paola

I lavori per il risanamento idrogeologico della collina dell'ospedale San Francesco di Paola, inizieranno a giugno

Sarà messa in sicurezza la intera collina.

Parliamo di una spesa ipotizzata di 2.095.366 euro

salvo imprevisti.

Ne ha dato notizia il Sindaco Basilio Ferrari nel corso di una specifica conferenza stampa svoltasi nell'Auditorium di Sant'Agostino.

Oltre al Primo Cittadino erano presenti il geologo T.A. Battaglia Capogruppo RTP progettista, il dirigente UTC e RUP Ufficio del Commissario Fabio Pavove, il responsabile della protezione civile provinciale Antonio Foriglio, il Segretario Generale dell'Autorità di Bacino Regionale S. Siviglia e G. Abate della Direzione Generale ASP di Cosenza.

Nel corso dell'intervento Ferrari ha colto l'occasione per ricostruire tutti gli step procedurali che hanno scandito l'iter relativo all'intervento, sottolineando l'importante e proficua sinergia intercorsa tra la Protezione Civile regionale, la Prefettura di Cosenza e l'Azienda Sanitaria Provinciale (ASP). Il sindaco ha detto che “Nonostante le note difficoltà economiche ereditate ed i conseguenti limiti imposti ad ulteriori iniziative istituzionali in merito siamo intervenuti senza ritardi e senza toccare le proprietà private, preoccupandoci anzi tutto della messa in sicurezza della zona a rischio per rendere agibile e fruibile l'Ospedale, l'accesso al Pronto Soccorso e, quindi, della viabilità sottostante”.

Il Primo Cittadino ha inoltre annunciato la prossima inaugurazione a Paola del Centro Operativo Misto (COM) di Protezione Civile, strumento di primaria importanza per il coordinamento territoriale della prevenzione e degli interventi di emergenza.

Gli interventi di risanamento idrogeologico previsti e – ha spiegato il dirigente UTC Pavone – che prevedono altresì il monitoraggio costante della frana e del sito) agiranno su quattro ambiti differenti: opera di monte, opera di valle, sistemazione del versante e opere idrauliche.

L'opera di monte sarà costituita da una paratia in pali di grande diametro, tracciata in corrispondenza del perimetro dell'area di parcheggio.

É sormontata da un muro avente altezza utile al raggiungimento della quota del piazzale. Tale opera avrà la funzione di sostenere il peso del corpo di frana (nel tratto immediatamente a monte della paratia stessa) ed assicurare la stabilità del piazzale nel lungo termine.

Quella di Valle è costituita da una paratia berlinese ubicata al piede del versante, finalizzata al ripristino della funzionalità di Via Telesio, attualmente interrotta per il sovrascorrimento del materiale di riporto della frana.

Tale opera sarà inoltre dotata di dreni profondi per consentire il controllo e l'abbattimento del livello di falda del versante. La paratia sarà provvista lungo il suo sviluppo di una camera per il controllo ed il mantenimento dell'efficienza dei dreni. –

Per la sistemazione del versante è prevista la riprofilatura di quest'ultimo, la pulizia e la ricollocazione dei gabbioni che hanno subito un dislocamento rispetto alla loro posizione originale e l'inerbimento mediante piante erbacee a radicazione profonda contro l'erosione del versante. –

Per le Opere Idrauliche è prevista, infine, la realizzazione di una rete di opere idrauliche per il convogliamento delle acque superficiali e l'allaccio delle stesse all'interno della rete esistente.

Pubblicato in Paola

Non hanno avuto remore neanche a vessare una persona diversamente abile, alla quale hanno estorto la pensione di invalidità.

 

Per questo la polizia ha arrestato, a Paola, nel Cosentino, due persone, accusate di estorsione ad un disabile e al suo tutore.

Gli arrestati sono Mirko Zimbaro, 39 anni, e Antonio Chianello, 32 anni, entrambi già noti alle forze dell'ordine.

La vicenda ha inizio alcune settimane fa, quando la persona con disabilità ha iniziato a percepire una pensione di invalidità, riconosciuta al 100%.

I due hanno avvicinato la vittima, iniziando a minacciarla e a fare pressanti richieste estorsive, che si sono protratte nel tempo.

La vittima e' stata costretta a prosciugare il suo conto corrente, e quando non e' stata più in grado di fronteggiare le continue richieste di denaro, ha manifestato anche un evidente stato di disagio tale da aggravare le sue condizioni fisiche.

Non potendo più ottenere denaro dal disabile, i due arrestati hanno iniziato a perseguitare il fratello, che e' anche tutore del diversamente abile. Anche lui e' stato minacciato, per estorcergli denaro.

A seguito delle minacce subite, il fratello, però, ha denunciato tutto al commissariato di polizia.

Le successive indagini hanno portato all'arresto dei due estorsori in flagranza di reato. (AGI)

Pubblicato in Paola

Era una notizia già vecchia, atteso che questo trasferimento era stato votato all’unanimità dalla V commissione del Consiglio superiore della Magistratura.

 

Ed a giorni Bruno Giordano succederà a Mario Spagnuolo recentemente trasferito a Cosenza Ora l’ultimo passaggio costituito dalla votazione del Plenum del Csm.

Giordano ha prevalso su tutti gli altri candidati superando altri magistrati tra cui Vincenzo Capomolla, Michele Sirgiovanni ed altre figure del panorama regionale e non solo.

Giordano prima di diventare nel 2008 procuratore capo a Paola, era stato procuratore aggiunto di Palmi ed in precedenza pm alla Dda di Reggio Calabria.

Il neo procuratore si è presentato nel capoluogo per una sua prima visita, ancora informale, per conoscere da vicino quanti lo affiancheranno nell'attività che si appresta a condurre nella delicata Procura calabrese.

 

Sul suo tavolo, il magistrato troverà infatti diversi fascicoli d'inchiesta molto delicati.

Tra cui quello sulla presunta lupara bianca a Spadola dove nei giorni scorsi è svanito nel nulla il 52enne Bruno Lacaria, commercialista con studio a Chiaravalle. Come anche l'inchiesta sulle morti sull'A2 e diversi casi irrisolti nel Vibonese.

Dalla sua il procuratore si porta dietro la lunga esperienza maturata nel settore ambientale a Paola ma soprattutto nel contrasto alla 'ndrangheta quando è stato procuratore aggiunto a Palmi e pm alla Dda di Reggio Calabria.

Giordano ha tenuto a dichiarare che “ Anche a Vibo sarò un procuratore con la porta aperta “.

Giordano lascia Paola senza rimpianti. «Qui a Paola abbiamo fatto tanto specie sul piano della tutela dell'ambiente. So che a Vibo Valentia si soffre per problemi analoghi».

«Ovviamente poniamo la legalità, il rispetto delle regole, al primo posto, ma dobbiamo farlo con buonsenso e, soprattutto, dimostrando nei fatti che siamo disposti ad ascoltare, accorciando le distanze tra cittadini e istituzioni».

 

Alla domanda su quale sia il suo rapporto con Nicola Gratteri, ebbe a rispondere « Un rapporto splendido. È un caro ragazzo. Dico ragazzo perché è più giovane di me. Lo seguo da sempre. Ha una energia e delle capacità straordinarie, quello che serve per una Direzione distrettuale antimafia che assorbe gran parte dell'impegno investigativo necessario su certi territori».

Ora aspettiamo il nuovo Procuratore di Paola.

Pubblicato in Paola

L’accordo tra Graziano Di Natale e Roberto Perrotta è come il matrimonio più celebre della letteratura Italiana: Nun s'ha da fà.

 

Lo dice Luigi Guglielmelli il segretario provinciale del partito democratico che con una nota stampa ha sconfessato l’azione dell’ex presidente della provincia che ha voluto sostenere il socialista Perrotta piuttosto che il tesserato PD Pino Falbo sostenuto tra gli altri anche da buona parte della sezione locale dei democrat.

 

Guglielmelli, in buona sostanza ha richiamato il partito all’unità.

Ma in sostanza ha fatto come il bravo quando all'orecchio, ma in tono solenne di comando, disse adon Abbondio “Or bene, questo matrimonio non s'ha da fare, né domani, né mai”.

“Il PD ha il dovere di guidare la coalizione anche a #Paola. Le elezioni comunali della città di Paola rappresentano per il Partito Democratico una sfida importante e l’occasione per ridare a quel comune, centrale per l’intero Tirreno cosentino, un governo autorevole e competente.

Paola rappresenta per noi uno degli appuntamenti elettorali più importanti della prossima tornata elettorale e dobbiamo avere l’autorevolezza e la forza come PD di rivendicare la guida della coalizione di centrosinistra e civica.

Siamo il partito che governa l’Italia e la Calabria e non possiamo non avere anche a Paola l’ambizione di guidare un processo politico importante per il futuro del partito e del comune di Paola.

Per questo è nostro dovere chiedere a tutti i nostri alleati di costruire un percorso ampio di partecipazione e che la guida di tale processo sia affidata al Partito Democratico”

Se il PD si spacca anche in periferia è la sua fine.

Per questo le elezioni comunali a Paola e ad Amantea sono un appuntamento politico da non fallire per il PD.

Pubblicato in Paola

Il sale fa male, alza la pressione,e la pressione alta può essere pericolosa se non letale. E’ il leit motiv dei macrobiotici.

 

Ma non è sempre vero.

Ne sanno qualcosa gli automobilisti che stamattina presto si sono trovati sulla crocetta, alle prese con le lastre di ghiaccio della galleria prima di San Fili

 

E’ stata una mera fortuna se non ci sono stati incidenti gravi o mortali.

Ed occorre dire grazie anche alla Polizia Stradale che appena chiamata è giunta immediatamente sul posto ed ha fatto intervenire l’Anas con il mezzo spargisale.

Per fortuna gli automezzi, a quanto ci dice chi ci ha chiamato, erano tutti dotati di copertoni appositi per la neve e solo grazie al rispetto della legge non ci sono stati tamponamenti a catena ma al massimo qualche mezzo finito di traverso sulla strada.

 

Se la sono cavati con qualche paura e qualche attesa di troppo.

Ma la domanda che si pongono tutti è “Non si poteva spargere il sale preventivamente od appena viste le lastre di ghiaccio? “

Ed ancora “ E se non ci fosse stata la Stradale ed il suo tempestivo soccorso saremmo stati ancora lì?”

Domande destinate a restare senza risposta.

Pubblicato in Paola

«Nessuna scuola è rimasta al gelo in questi giorni di emergenza freddo in tutta la Calabria. Gli impianti di riscaldamento hanno funzionato perfettamente.

 

Non solo. A differenza di quanto verificatosi nella maggior parte dei comuni della provincia di Cosenza, le scuole cittadine sono rimaste aperte.

Non vi è stato alcun disservizio né disagi particolari o addirittura diffusi.

In un solo edificio scolastico una caldaia ha fatto registrare una disfunzione immediatamente risolta».

È quanto ha detto il sindaco Basilio Ferrari denunciando quella che egli definisce una sistematica campagna denigratoria, mistificatoria, e diffamatoria portata avanti dalla minoranza consiliare per tentare in tutti i modi di disinformare e di danneggiare l'immagine dell'Amministrazione Comunale.

 

Poi aggiunge:

«Si è fatta passare una brevissima interruzione dell’energia elettrica su Corso Roma, sulla quale la società competente è subito intervenuta senza neppure avvisare gli uffici comunali, come chissà quale gravissimo duraturo blackout in Città e sul quale costruire autonomamente, come accade ormai quotidianamente, una strumentale polemica politica contro l’Esecutivo.

Purtroppo si continua a diffondere notizie false costruite ad arte, destituite di ogni fondamento, prive di riscontro e di contraddittorio e destinate, da una parte, a creare disagio nell’utenza ed a buttare discredito sulla Giunta e, dall'altra, ad alimentare un vergognoso, irresponsabile e pericoloso clima di odio sociale nei confronti degli amministratori.

 

Infine, aggiunge:

”Nel tentativo di attaccare strumentalmente su tutto sindaco e assessori viene trasformata in notizia qualsiasi cosa diffusa senza riscontro sui social, spesso attraverso profili chiaramente falsi o anonimi, con il risultato finale di offrire, soprattutto all’esterno, un’immagine totalmente fuorviante della Città, danneggiando in ultima analisi l’intera comunità.

Agli uffici comunali, ad esempio – precisa il sindaco Ferrari - non è mai pervenuta, circostanza che avrebbe consentito di intervenire e risolvere eventuali improvvisi disagi, alcuna segnalazione ufficiale relativa a problemi nell’erogazione idrica in alcune zone della Città, così come invece è stato scritto nei giorni scorsi in modo ancora una volta roboante e sempre attraverso un’ennesima polemica politica all’indirizzo dell’Esecutivo.

Abbiamo addirittura assistito nei giorni scorsi – prosegue – al tentativo di trasformare in notizia soltanto velenoso discredito nel quale si è pensato di trascinare amministratori e consiglieri comunali di maggioranza, la cui sfera privata è stata messa immotivatamente alla berlina. Siamo purtroppo – conclude Ferrari – di fronte ad una poderosa macchina mediatica del fango».

Pubblicato in Paola

Animi accesi al ritorno a scuola dalle vacanze natalizie.

Sembra incredibile questo episodio di violenza tra i corridoi dell’Istituto professionale di Paola, ma è vero!

 

Protagonisti, questa volta, non gli studenti ma i docenti.

Una docente dell’istituto “Pisani” si è recato nella classe della propria collega per esortarla a controllare meglio i propri allievi più scalmanati del solito.

 

Ma quest’ultima non l’ha presa proprio bene.

Ne è scaturito un confronto abbastanza vivace.

I toni sono subito degenerati.

E dalle parole le due prof. sono passati ai fatti.

Insieme agli stracci, volavano improvvisamente calci, schiaffi e qualche pugno.

I ragazzi esterrefatti.

 

La scuola per qualche minuto è diventata una bolgia.

Addirittura una delle due insegnanti doveva ricorrere alle cure del medico del Pronto soccorso. 5 giorni la prognosi.

 

Della vicenda, la dirigente scolastica ha chiesto spiegazioni per iscritto ad entrambe le insegnanti.

Non si escludono denunce e provvedimenti disciplinari.

Pubblicato in Paola

La provincia entra a gamba tesa nella vicenda della conservazione della tenenza della Guardia di Finanza di Amantea?

 

Beh. Potrebbe anche essere.

Se la Guardia di Finanza riceve in dono una nuova ed ampia sede in quel di Paola e ad Amantea, invece, è costretta a pagare il fitto, va da se che…..’

Queste le nostre considerazioni.

 

Questa invece la notizia:

“Nell'ala dell'istituto commerciale "Pizzini" sorgerà la nuova caserma delle fiamme gialle

 

“La Provincia di Cosenza guidata da Graziano di Natale, ha deciso di donare al Demanio un'ala dell'istituto tecnico commerciale G. P. "Pizzini" di Paola per la realizzazione della nuova caserma della Guardia di finanza». È quanto si legge in una nota della Provincia di Cosenza.

«Si tratta di una porzione di istituto in disuso e in fase di ristrutturazione - prosegue la nota - che, tramite la nuova destinazione, andrà ad assolvere una funzione importantissima all'interno della Città di Paola e dell'intero comprensorio.

Infatti la realizzazione di una caserma più ampia e più consona alle esigenze del territorio consentirà alla Compagnia della Guardia di finanza di Paola un miglior controllo della legalità».

«Il nostro intento - ha spiegato il presidente Di Natale - è quello di venire incontro alle esigenze della Guardia di finanza e più in generale di soddisfare le esigenze di legalità di un intero territorio, il tirreno cosentino, che vedrà così accrescere i livelli di sicurezza e di controllo».

 

NdR: Ecco che cosa significa non avere rappresentatività nemmeno nell’ente Provincia!!!

Insomma Paola dismette per altri usi locali realizzati dalla provincia, Amantea aspetta ancora la realizzazione delle strutture scolastiche !!!

Pubblicato in Paola
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy