BANNER-ALTO2
A+ A A-

Ci è stato detto che la Polizia Municipale ha accertato allacci abusivi all’acquedotto civico.

Si tratta di accertamenti indotti dalle numerose segnalazioni di dispersione idrica effettuate da abitanti del Comune di Amantea.

 

 

Nessun comunicato in proposito è stato emanato dal comune e nessuna risposta formale ci è stata data quando abbiamo chiesto maggiori lumi.

Volevamo sapere se sia stati accertati usi illegittimi di acqua potabile per riempire le tante piscine esistenti nella città.

Volevamo sapere quanti allacci abusivi sono stati staccati e quanta acqua è stata recuperata e re- immessa nell’acquedotto civico

Volevamo anche sapere se gli allacciatori abusivi sono stati denunciati alla competente procura della Repubblica.

O se invece sono state omesse le obbligatorie denunce , magari in cambio di attenzioni politiche nei confronti dei politici locali.

E’ facile capire che se qualcuno potrebbe essersi vantato di aver accertato allacci abusivi all’acquedotto civico

Lo sapremo dalle voci che circoleranno quando gli allaccia tori abusivi dovranno cercare un avvocato per difendersi in Tribunale e dalle delibere comunali di incarico della difesa dell’ente comune.

Ed allora se non ci saranno incarichi a legali da parte del comune potremo affermare che non solo i politici che si sono vantati degli accertamenti hanno detto il falso , ma che il comune non ha condotto i dovuti accertamenti.

Pubblicato in Primo Piano

Sono stati individuati diversi allacci abusivi alla rete idrica.

Non si tratta certamente della soluzione definitiva al problema dell’acqua, ma è pur sempre un primo deciso passo nella direzione giusta.

 

 

Sempre che ,come avvenuto in passato, quando gli accertamenti vennero compiuti dalle locali forze dell’ordine, si giunga alle obbligate denunce penali per furto.

Ove succeda   questo riteniamo sia necessario che l’amministrazione comunale faccia stampare decine e decine di manifesti per invitare la comunità a far immediatamente installare i contatori per ogni allaccio, sia di abitazioni, che di uffici, che di attività commerciali.

Come si comprende bene non si tratta di fare cassa facendo pagare agli abusivi i 5 anni precedenti, ma di educare la gente al rispetto della legge.

Non c’è giustizia a recuperare qualche lira ( euro ), c’è giustizia quando tutti sono obbligati a rispettare la legge.

Non ci sembra corretto che i fessi debbano pagare l’acqua dei furbi.

Peraltro la mancanza di contatori induce a consumi abnormi.

Ci viene detto che qualche amministratore del comune di Amantea abbia intenzione di denunciare anche gli artigiani che hanno eseguito l’allaccio abusivo.

Pubblicato in Cronaca
BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Amantea

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy