BANNER-ALTO2
A+ A A-

Il segnale di divieto di accesso anticipato di 120 m è sicuramente l’unico in Italia se non nel mondo.

E per fortuna è anticipato solo di 120 metri.

Ma nessuno esclude che un qualche giorno possa essere apposto un segnale di divieto di accesso anticipato di 300 metri, o 600 metri o di uno o più km!.

E tutto per una strettoia che esiste da centinaia di anni e per oltre 50 anni ha funzionato garantendo il suo uso alternato.

La cosa simpatica è che su questa strada viene garantita la sosta su ambo i lati.

Allora la gente si chiede come potrà tornare indietro un’auto od addirittura un camion quando arriverà alla strettoia ivi trovando il divieto di accesso.

Basterebbe un semaforo per regolare lo scarso traffico che insiste su tale vicoletto e che ora andrà ad insistere su via della Libertà.

Un traffico tale da aver imposto il divieto di sosta sul lato sinistro creando forti difficoltà alla sosta nei pressi della locale farmacia.

Le stesse difficoltà che ci saranno in Via Genova e che alla fine imporranno la costante presenza di vigili che purtroppo mancano.

Pubblicato in Cronaca

Preite-768x576Autoservizi Preite annuncia che è attivo il nuovo collegamento Lago – Belmonte – Amantea – Germaneto – Catanzaro. Ecco tutti gli orari. 
Recentemente, l’azienda calabrese Preite ha implementato anche il comodo servizio “localizza corsa” che permette di vedere, tramite smartphone o tablet, l’orario di arrivo del bus, evitando così inutili attese alle fermate.

Autoservizi Preite nasce nell’immediato dopo guerra grazie al fondatore Guerino Preite e da allora è un’azienda in un continua espansione che attualmente collega Cosenza e l’Università della Calabria con la maggior parte dei comuni dell’hinterland e con tutti i comuni del tirreno cosentino e dell’ entroterra costiero. Al momento i confini dei collegamenti pubblici si spingono fino in Basilicata nei paesi di Maratea, Lauria e Lagonegro e a sud fino all’aeroporto internazionale di Lamezia Terme.

Ad oggi autoservizi Preite è alla terza generazione, dal 2009 ha il certificato di QUALITA’ iso 9001:2008 ed ha sempre uno sguardo rivolto al futuro ed alle nuove tecnologie per garantire un servizio migliore e più sicuro all’utenza. Dal 2005 tutti gli autobus sono dotati di localizzatore GPS real time, sistemi di pagamento magnetici, borsellini ricaricabili e indicatori di percorso con vocalizzatore per i non udenti ed i non vedenti e grazie all’aggiornamento costante del parco autobus vanta il 50% dei mezzi dotati di sollevatore elettronico o manuale per disabili in carrozzina. Un occhio di riguardo è dedicato all’inquinamento ed alla salvaguardia dell’ambiente sia nei depositi che sui veicoli ed è per questo che si è optato di acquistare autobus a metano per le tratte di breve percorrenza.

Da gennaio 2016 è stato sostituito completamente il sistema informativo e consente ai nostri viaggiatori di pagare i titoli di viaggio oltre che con i metodi tradizionali anche con abbonamenti o tessere ricaricabili contact-less e con smartphone dotati della tecnologia NFC solo avvicinandoli al lettore di bordo.

Fonte notizia

Pubblicato in Primo Piano

ideeNon solo eventi, la Rete turistica propone un piano di rigenerazione della Città antica

CORIGLIANO-ROSSANO – Sabato11Maggio 2019 – In prossimità della stagione estiva 2019, la Rete Turistica Corigliano-Rossano, annuncia il suo calendario degli eventi. Quest’anno ad aprire il cartellone sarà un video spot che sarà lanciato in concomitanza con la conferenza stampa di presentazione del cartellone artistico. Un pacchetto di iniziative che non si limiteràalle sole manifestazioni che si svolgeranno nella nostra città ma le stesse saranno volte a dare valore ad un processo di promozioneintegrale del territorio. È quanto fa sapere Francesco Marino Scarcella, presidente della Rete turistica Corigliano-Rossano.

«Lavoriamo costantemente – dice Scarcella - tra mille difficoltà burocratiche, affinché si possa garantire ai cittadini, ma anche e soprattutto alle tante famiglie che ogni anno vengono a visitare il nostro magnifico territorio, momenti di puro divertimento e spensieratezza, con la consapevolezza di voler realizzare un brand di notevole caratura turistica. Ci sono tutte le condizioni ed i presupposti per poter raggiungere i nostri obiettivi e siamo certi che, sulla strada dell’unione, ci siano tutti gli ingredienti per un’offerta turistica degna di questo nome. Questa, tra l’altro, è l’unica via da poter perseguire, tenendo in considerazione che deve necessariamente esserci un forte anello di congiunzione tra noi e la futura amministrazione comunale».

«Un viaggio artistico-culturale – aggiunge - che si ramifica tra la storia, la cultura e le tradizioni. Dalla montagna, al mare, alla pianura, senza escludere le contrade. Ma in tutto questo percorso ci sarà certamente un occhio di riguardo verso i centri storici della nostra città. In particolare quello di Corigliano – precisa con n certo ottimismo il presidente della Rete turistica – che potrà essere interessato da una concreta ripresa. È molto più semplice di quanto si possa credere. Con alcune delle nostre associazioni aderenti alla rete, ci si potrà rapportare per far sì che riaprano, lungo tutto il corso di via Roma, tanti locali storici. Quella via che era il centro commerciale quasi all’aperto, il cuore pulsante dell’economia del centro antico, potrebbe ritornare a vivere. Tante piccole attività di souvenir e questo solo per il primo anno. In futuro l’idea è quella di sottoscrivere un protocollo d’intesa con importanti attività commerciali, chiedendo loro la disponibilità ad aprire proprio lungo Via Roma ed incentivandoli attraverso una detassazione dei tributi comunali».

«La rete turistica, inoltre, - precisa Scarcella - durante alcuni incontri ha sollecitato i candidati a sindaco, proponendogli alcune opere che potrebbero stravolgere in meglio la vita del Centro antico. Tutti quegli edifici di proprietà comunale e quelle strutture non utilizzate appieno, non possono essere lasciate nell’incuria, rischiando l’abbandono totale. Da qui l’idea di allocare dei poli distaccati di facoltà universitarie o della formazione, centri culturali e di servizi. Non è un’utopia, tutto questo potrebbe diventare realtà. Immaginate il Castello Ducale o palazzo Bianchi oppure i palazzi della zona del Pendino e tutto il cuore del centro storico funzionante con uffici e servizi. Immaginate turisti, studiosi e semplici visitatori, provenienti da ogni angolo d’Italia, girare per le vie del nostro centro. Il borgo antico nuovamente abitato e pieno di attività. Basta agire e far sì che questa si trasformi veramente nella terza città più grande della Calabria. Tanti sono i progetti in cantiere – conclude - , idee lungimiranti e proposte atte a tutelare il paesaggio, a valorizzare i rapporti umani, a custodire le tradizioni della nuova città di Corigliano-Rossano, ricca di centri storici che hanno risorse preziose da promuovere e far rivivere». ©CMPAGENCY

Pubblicato in Calabria

fiumefreddo-bruzioAffacciato sul Mar Tirreno, Fiumefreddo Bruzio è un borgo medievale annoverato tra i Borghi più Belli d'Italia

Nel Basso Tirreno Cosentino, in provincia di Cosenza, Fiumefreddo Bruzio è un’importante meta turistica della Calabria ed è annoverato – sin dal 2005 – tra i Borghi più Belli d’Italia.

È una meraviglia paesaggistica e culturale, Fiumefreddo Bruzio. Si innalza su di un promontorio roccioso, affacciato sul Mar Tirreno, su di una propaggine di quel Monte Cucuzzo che della catena costiera dell’Appennino Paolano è la vetta più alta.

La sua è una conformazione morfologica molto particolare che, dal mare, sale sino a sfiorare i 1500 metri. Il suo nome deriva dal Flumen Frigidum, il fiume d’acqua potabile che sgorga dalla roccia a pochi chilometri dal mare. E il suo centro abitato – che è attualmente in fase di recupero, e che ha il volto della Calabria che intende riscattarsi e guardare avanti – ha origini medievali. Vi si accede tramite la porta merlata che si apre su Piazza del Popolo, che lascia intravvedere i vicoli ciottolati in pietra viva, segnati da tre monumenti.

Cosa vedere a Fiumefreddo Bruzio? Sicuramente la Chiesa Matrice di San Michele Arcangelo, datata 1540 e sulla cui facciata sono poi stati eseguiti diversi interventi; al suo interno sono conservate splendide tele di Francesco Solimena e di Giuseppe Pascaletti, autore anche della pala d’altare. E poi i ruderi del Castello, che è noto come “Palazzo della Valle” ed è costruito sulla parte alta del borgo, sugli strapiombi del vallone.

In realtà, Fiumefreddo Brozio è tutto un susseguirsi di chiese antiche e di palazzi storici, che mostrano i segni del tempo e che – proprio per questo – hanno un fascino immenso: palazzo del Barone del Bianco, palazzo Gaudiosi, palazzo Zupi col suo meraviglioso portone, palazzo Pignatelli. E poi l’antichissima chiesa dell’Addolorata (risalente all’XI secolo), o la chiesa di Santa Domenica col suo affaccio sul mare.

Ma è anche, questo, un borgo perfetto per chi è in cerca di specialità gastromomiche. Qui si possono assaggiare i formaggi lavorati secondo i metodi tradizionali, con latte delle mucche libere di pascolare sui crinali. E poi piatti tipici come la filiciata, a base di formaggio fresco su foglie di felce, o come la frittata di patate, una torta rustica preparata con le patate che arrivano dai campi dei dintorni e che, a dispetto del nome, non impiega le uova.

Fonte notizia siviaggia.it

Pubblicato in Alto Tirreno

luigi

Il sindacato di Cosenza e probabile candidato regionale del centrodestra comincia il suo tour elettorale? Sembra di si. Ad amantea  tra l'altro ha incontrato luigi rubino presidente della associazione l'incontro e concordato un incontro con tutti gli associati. Il presidente rubino si è impegnato a riferire sugli esiti del futuro incontro. Vi faremo sapere l

Pubblicato in Politica
43635147-EAED-4561-87D2-C51E99259B22 2Per la residenza cinematografica Kino Guarimba sono confermati 51 partecipanti. Professionisti del cinema che verranno ad Amantea dal Canada, Stati Uniti, Australia, Egitto, Romania, Spagna, Cina, Russia, Inghilterra, Israele, Scozia, Irlanda, Germania, Polonia, Francia, Cipro, Costa Rica.
 
Una Residenza Cinematografica che dal 10 al 21 Giugno saranno in Calabria per ideare, girare, montare e proiettare cortometraggi che abbiano come sfondo i paesi del tirreno. 
In questo periodo in cui Amantea ancora è in dissesto economico, questo progetto è particolarmente importante per promuovere il turismo internazionale e l'economia locale, provando ad allungare la stagione estiva. 
 
La Guarimba è una associazione che investe sul territorio durante tutto l'anno. 
"Invio un messaggio al sindaco del mio paese, che continua ad escluderci e ancora non ci ha dato il permesso per realizzare la settima edizione del festival di cinema internazionale La Guarimba al Parco La Grotta: le parole non servono a nulla se non vengono accompagnate con i fatti. Noi stiamo facendo per questo paese e lo dimostriamo con ogni nostra azione. Non vogliamo altro che un permesso per fare il nostro lavoro, non vogliamo altro che attenzione su quello che stiamo facendo. Insomma, se riusciamo a portare persone da più di 9000KM sarebbe bello che il sindaco si faccia vivo"
 
Kino Guarimba è parte di Cinemambulante, un festival di integrazione in Calabria organizzato da La Guarimba. La quarta edizione si svolgerà ad Amantea (Cs) dal 10 al 21 giugno 2019 tra cinema, incontri, musica calafricana e street art.
Il progetto diffonde valori calabresi come l’importanza della comunità e le tradizioni attraverso concerti multiculturali e pranzi sociali tra registi invitati, squadra organizzativa e gente locale di origine italiana e straniera.
 

--

Giulio Vita
Director of La Guarimba
Cultural Manage
Pubblicato in Primo Piano

rotturaDopo le sollecitazioni da parte degli uffici comunali , sono giunte rassicurazioni da parte dei responsabili della Sorical per un controllo certosino della tubatura vetusta, caratterizzata da continue perdite, del prezioso liquido, specialmente per l'imminente arrivo della bella stagione che sarà caratterizzata, secondo le previsioni degli esperti, da forte siccità.

La Sorical, inoltre, é stata messa a conoscenza che un grosso tubo di adduzione a ridosso del ponte Calcato è rotto e da diverso tempo presenta una copiosa perdita di acqua che mette a serio rischio anche la staticità del ponte stesso. Dopo aver programmato ed effettuato un sopralluogo di concerto con l'ufficio tecnico dell'Ente locale, il Responsabile Sorical zonale ha organizzato il particolare tipo di intervento per il prossimo lunedi 6 maggio , in quanto vi é la necessità di attrezzature specifiche.
La parola d'ordine deve essere "programmazione e condivisione degli interventi e mappatura di tutta la rete", per evitare rubinetti dal flusso esiguo, se non a secco, specialmente nelle periferie dove la rete presenta maggiore criticità. 
Non è più tempo di soluzioni tampone e rubinetti a secco.
Stamattina vi è stato il controllo del sistema di pompaggio per la zona Tuvolo e San Procopio e la riparazione di una condotta per la completa rottura del tubo in località Augurato con svuotamento dei serbatoi e quindi mancanza di acqua anche in altre località come Fravitte. Tempestivo, nonostante la giornata festiva, è stato l'intervento degli operai della ditta incaricata, ai quali va riconosciuta l'abnegazione e lo spirito di sacrificio per l'attaccamento ad una nobile causa per il lavoro svolto per la risoluzione della problematica.
Pubblicato in Primo Piano

Mario-Pizzino-sindaco-di-Amantea-minAmantea ne ha le caratteristiche e le peculiarità. 

Unendo le forze si possono raggiungere traguardi ed obiettivi inaspettati.

Riteniamo infatti, che la creazione di luoghi e momenti di aggregazione sia particolarmente importante in una realtà - come la nostra - che vuole far conoscere le proprie bellezze e che vuole investire sul turismo, anche destagionalizzato.

Siamo, altresì, consapevoli del fatto che la creazione di momenti di incontro ad Amantea stimoli i giovani a trovare in città sani momenti di aggregazione, senza doversi recare altrove. 

Tutti elementi che aiutano la vivacità turistica, commerciale e sociale dell’intero Comprensorio.

Per questo l’Amministrazione comunale ha creduto nella Festa di Primavera e nella Love Easter Monday Park ed ha lavorato, insieme agli organizzatori, per la loro riuscita.

L'Ente locale -Assessorato al Turismo- intende continuare a promuovere, con il determinante ausilio delle associazioni regolarmente riconosciute, eventi che consentano non solo di attrarre visitatori nella nostra città, valorizzandone il territorio, ma soprattutto offrire ai giovani ed alle famiglie della nostra città, l'opportunità di vivere giornate di festa all'interno del proprio territorio.

Con tale auspicio si sta procedendo a programmare e quindi approvare altre manifestazioni, alcune derivanti da richieste specifiche da parte del mondo dell'associazionismo locale, costituito da giovani e forze produttive del territorio, programmate presso il lungomare cittadino, presso la maestosa Piazza San Francesco o l'incantevole e straordinario parco comunale della Grotta e del Centro Storico cittadino, che vedrà il concretizzarsi dell'incontro di giovani e famiglie all'insegna della tradizione e del folklore.

Gli eventi prevedono la realizzazione di spettacoli musicali, esibizioni di artisti e scuole di ballo, oltre che degustazioni enogastronomiche dimostrative.

Iniziative di soggetti di promozione senza dubbio meritevoli di considerazione, stante lo stato di dissesto finanziario dell'ente, che per le sue condizioni non può garantire, con i propri mezzi autonomamente, eventi similari che vengano incontro alle esigenze dei giovani ma anche delle loro famiglie, allorquando tali richieste siano improntate all' assolvimento di uno scopo rilevante, come nei casi proposti, sia dal punto di vista sociale, sia dal punto di vista della sicurezza che da quello della promozione del territorio.

Naturalmente il tutto nel pieno rispetto dei regolamenti comunali e delle norme sulla safety e security.

Per le manifestazioni appena conclusesi, il ringraziamento particolare va alle Associazioni "Centro giovane Andrea Guido" e "al Comitato Lungomare", organizzatori dei due eventi ed incubatori di una rete di forze produttive e associative rappresentative e fiore all'occhiello del nostro territorio.

Un ringraziamento speciale agli Assessori Luca Ferraro, Concetta Veltri e Caterina Ciccia lungimiranti nel volere questi eventi e che, ognuno con riferimento alle proprie competenze assessorili, hanno dato il meglio perché le due manifestazioni si svolgessero in un contesto grazioso e ordinato.

Un grazie di cuore alla Polizia Municipale ed a tutte le Forze dell’Ordine per aver garantito che tutto si svolgesse in condizioni di sicurezza, nonché ai funzionari e agli operai delle ditte ef a quelli del Comune che hanno lavorato anche in giorni festivi.

Sono sempre più convinto che il giorno in cui il potere dell'amore supererà l'amore per il potere, la nostra realtà locale conoscerà un enorme sviluppo sociale ed economico.

 

Pubblicato in Primo Piano

consiglio-comunale-aperto-sulla-legalitaUna comunità per costruire futuro necessita di quella fiducia che si alimenta attraverso il dialogo, il confronto civile, i sani processi democratici.

Leggendo i social, i siti, la stampa, appare chiaro che qualcosa non va!

Non è il dissenso che ci preoccupa, ma le strumentalizzazioni, le menzogne, la continua ricerca dello scontro!

E non per il destino della nostra Amministrazione, che ha le spalle larghe e sa come andare avanti, ma perché così non si fa comunità.

Il Presidente del Consiglio Enzo Giacco è persona perbene e leale, chi ha avuto l’opportunità di lavorare con lui conosce bene le sue qualità, le sue competenze e la sua sensibilità. Ha forse dalla sua il “torto” di dire ciò che pensa.

Proprio per questo troviamo ingenerose, volgari e gravi le dichiarazioni del Consigliere Aloisio a lui rivolte.

In democrazia si possono fortunatamente avere idee differenti, proprio come avvenuto sulla Proloco. Ma senza che ciò comporti la mancanza di reciproca lealtà. D’altronde, la proposta del Consigliere Giacco di indire una pubblica assemblea quale metodo da seguire per costituire una Proloco ampiamente rappresentativa non è fuori contesto e, certamente, non rappresenta la difesa di “interessi personali”, come maldestramente ha scritto il Consigliere Aloisio.

Allo stesso modo valutiamo davvero bizzarra la polemica del Signor Giulio Vita in merito al mancato invito personale alla manifestazione del 25 aprile; polemica che continua ancora in queste ore sui social. Da una parte, perché l’iniziativa è stata ampiamente pubblicizzata invitando tutta la cittadinanza a partecipare; dall’altra, perché il funzionario Eugenio Mannarino - al quale va la nostra solidarietà - aveva già chiarito pubblicamente l’arcano! Una provocazione, quella del Signor Vita, sgradevole e inopportuna fatta nel giorno in cui si festeggiava la Liberazione!

Troviamo davvero singolare come il Presidente del Consiglio Enzo Giacco venga, da troppo tempo, sistematicamente e strumentalmente attaccato senza motivo. A Giacco va la nostra solidarietà, la nostra stima e l’indiscussa fiducia.

A chi pensa di utilizzare la polemica per fare breccia nell’Amministrazione, chiariamo che la Maggioranza è unita, compatta e dialoga per migliorare la sua azione. A chi, infine, vive di conflitto dobbiamo ricordare che in tal modo si finisce solo per ferire il senso comunitario, dividendo e disorientando la nostra collettività.

L’Amministrazione Comunale ha, invece, il compito di lavorare per avvicinare i cittadini e non di allontanarli. E per questo sarà sempre in antitesi rispetto a chi persegue obiettivi differenti.

L’Amministrazione Comunale

Pubblicato in Politica

pizzino mario amantea 2017Una resistenza civica, per combattere il degrado e per riaffermare l’identità di un territorio che necessita di cure e di attenzione. Non hanno avuto un attimo di esitazione: i soci del circolo Auser di Amantea non potevano celebrare il 25 aprile in un contesto che non fosse idoneo a ricordare chi ha combattuto per la libertà. E siccome la quotidianità è fatta soprattutto di piccoli gesti, armati di pale, rastrelli e sementi hanno sistemato le aiuole della piazza dedicata alla memoria di questo evento che ha segnato il passato, incidendo in maniera indelebile il futuro.
L’Auser, con il suo agire, ha dimostrato quanto si possa fare per la propria città, semplicemente mettendo in campo quel senso civico che sembra essersi ormai smarrito. Troppi attendono che siano le istituzioni ad attivarsi per ogni cosa, dimenticando che il cittadino è un componente fondamentale del sistema, che può attivarsi nel rispetto delle regole per fare qualcosa di buono nei confronti degli altri e del territorio in cui vive. Un insegnamento che farà certamente proseliti.
A dire il vero l’Auser non è nuovo a questi gesti. In passato ha assunto la manutenzione di alcune aiuole situate sul lungomare dedicato al capitano di corvetta Natale De Grazia, fornendo anche in questo caso un esempio di abnegazione e di impegno. E sempre l’Auser è stato in prima linea nel favorire l’integrazione con gli esuli africani presenti in città, calendarizzando corsi di lingua e di informatica, senza chiedere mai nulla in cambio.

Pubblicato in Politica
Pagina 3 di 161
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy