BANNER-ALTO2
A+ A A-

Alici-imbottite-al-forno-28-w400Le alici imbottite al forno sono un secondo piatto davvero favoloso. La crosticina croccante che si forma grazie alla panatura e il ripieno morbido, fanno di questo pesce un piccolo bocconcino ricco di gusto e sapore. La ricetta  davvero semplice e può essere presentata anche come sfizioso antipasto. Le alici poi essendo pesce azzurro fanno anche benissimo alla salute, il loro costo e contenuto e la cottura al forno le rende leggere. Ecco allora perché è un piatto ideale per tutta la famiglia! Provatele appena possibile e fateci sapere se vi sono piaciute! Se amate poi il pesce al forno vi proponiamo anche un'altra ricetta: filetti di orara panati al forno, davvero eccezionali!

  • Alici o Acciughe 600 gr
  • Prezzemolo 1 ciuffo
  • Pomodori secchi 150 gr
  • Pane grattugiato q.b.
  • Spicchio di aglio 1
  • Pecorino grattugiato 100 gr
  • Pane raffermo 3 fette
  • Olio extravergine d'oliva
  • Sale in granelli -

Preparazione

1

Per preparare le alici imbottite al forno: prendete le alici apritele a libro passatele sotto l'acqua corrente, eliminate la testa e la lisca centrale, lasciate invece la parte della coda.

2

Una volta che avrete pulito tutte le alici, preparate un trito di prezzemolo fresco, tagliate finemente anche uno spicchio d'aglio e raccogliete il tutto in una ciotola con il pangrattato, mescolate in modo tale da far insaporire bene il tutto.

3

Preparate a questo punto la farcia delle alici: tritate i pomodori secchi e raccoglieteli in un recipiente, poi fate un trito di prezzemolo e aggiungete anch'esso nel recipiente con i pomodori secchi sminuzzti, ed anche del pecorino grattuagiato.

4

Eliminate la crosta dalle fette di pane raffermo, cubettate con un coltello la mollica e raccoglietela in una ciotola, ammolate la mollica con dell'acqua, poi strizzate quest'ultima e aggiungetela nel recipiente con gli altri ingredienti per la farcia. Ammorbidite il composto con olio extravergine d'oliva, poco alla volta, in modo tale da darle la giusta consistenza. Amalgamate bene tuttti gli ingredienti.

5

Versate in una ciotolina dell'olio extravergine d'oliva, ricoprite una teglia con della carta oforno e ungetela con un filo d'olio.

6

Prendete la metà dei filetti di alici, spennellate la parte del filetto "con la pelle" con l'olio e passatelo nel pangrattato profumato con l'aglio e il prezzemolo. E' importante fare questa operazione solo dal lato della pelle dell'alice; poi posizionate i filetti passati nel pangrattato sulla teglia da forno.

7

Distribute sopra ogni filetto, con l'aiuto di un cucchiaino, la farcia preparata in precedenza. Una volta che avrete farcito tutti i filetti, copriteli con l'altra metà dei filetti di alice, naturalmente con la pelle rivolta verso l'alto.

8

Spennellate con l'olio e impanate anche questa parte dell'alice. Pressate leggermente le alici imbottite, in modo tale da far aderire bene la panatura ed infine passate sopra ogni filetto un filo d'olio. Trasferite in forno preriscaldato ventilato per 5 minuti a 200°C, poi per altri 5 minuti con il grill alla massima potenza.

9

Sfornate e servite le alici imbottite al forno aggiungendo qualche granello di sale. 

Pubblicato in Calabria

Bimbi-al-mare-incontro-UbikNon tutte le spiagge sono adatte ai bambini ma in Italia sono 142 quelle perfette per i piccoli, caratterizzate da acqua limpida e bassa vicino alla riva, sabbia per costruire torri e castelli, bagnini e scialuppe di salvataggio. Sono state appena rese note le spiagge insignite della Bandiera verde 2019.

Assegnata dai pediatri, questo riconoscimento ogni anno premia le località in cui oltre all'acqua bassa e alla sabbia, trovano spazio anche giochi, spazi dedicati al cambio pannolino e all'allattamento ma anche gelaterie, locali per l'aperitivo e ristoranti per i più grandi.

Sono i luoghi migliori in cui passare le vacanze in famiglia, con bambini piccoli. Un modo per garantire relax e divertimento per tutta la famiglia in luoghi puliti e dotati di tutti i servizi.

Questo riconoscimento viene assegnato dal 2008 grazie al contributo di 2.550 pediatri italiani ed europei. Anche quest'anno il primato della regione col maggior numero di bandiere verdi spetta alla Calabria, con 18 bandiere verdi, seguita da Sicilia e Sardegna a pari merito con 16. Al terzo posto, troviamo la Puglia con 13 località, una in più rispetto allo scorso anno (Margherita di Savoia). Al quarto posto, come nel 2018, si sono piazzate Marche e Toscana, entrambe con 11 bandiere verdi.

Anche se la cerimonia di consegna ai sindaci dei 142 Comuni della 'Bandiera verde' 2019 avrà luogo il 28 giugno presso il Comune di Praia a Mare (Cs), si conoscono già tutte le spiagge regione per regione.

Le nuove bandiere verdi 2019

Ferme restando le località già premiate nel 2018, sono 4 le new entry italiane:

Alba Adriatica (Teramo)

Margherita di Savoia (Barletta-Andria-Trani)

Lido dei Saraceni a Ortona (Chieti)

Terracina (Latina).

Tutte le Bandiere verdi 2019

Abruzzo

Giulianova (Teramo), Pescara, Pineto-Torre Cerrano (Teramo), Roseto degli Abruzzi (Teramo), Silvi Marina (Teramo), Tortoreto (Teramo), Montesilvano (Pescara), Vasto Marina (Chieti); NEW ENTRY: Alba Adriatica (Teramo) e Lido dei Saraceni a Ortona (Chieti).

Basilicata

Maratea (Potenza) e Marina di Pisticci (Matera);

Calabria

Bianco (Reggio Calabria), Bova Marina (Reggio Calabria), Bovalino (Reggio Calabria), Siderno (Reggio Calabria), Locri (Reggio Calabria), Palmi (Reggio Calabria), Roccella Jonica (Reggio Calabria), Capo Vaticano (Vibo Valentia), Cirò Marina-Punta Alice (Crotone), Isola di Capo Rizzuto (Crotone), Melissa-Torre Melissa (Crotone), Mirto Crosia-Pietrapaola (Cosenza), Nicotera (Vibo), Cariati (Cosenza), Praia a Mare (Cosenza), Santa Caterina dello Jonio Marina (Catanzaro), Soverato (Catanzaro), Squillace (Catanzaro).

Campania

Agropoli-Lungomare San Marco, Trentova (Salerno), Ascea (Salerno), Centola-Palinuro (Salerno), Marina di Camerota (Salerno), Pisciotta (Salerno), Pollica-Acciaroli, Pioppi (Salerno), Positano-Spiagge: Arienzo, Fornillo, Spiaggia Grande (Salerno), Santa Maria di Castellabate (Salerno), Sapri (Salerno); Ischia: Cartaroma Lido San Pietro (Napoli).

Emilia Romagna

Bellaria-Igea Marina (Rimini), Cattolica (Rimini), Misano Adriatico (Rimini), Rimini, Riccione (Rimini), Cervia-Milano Marittima-Pinarella (Ravenna), Ravenna-Lidi Ravennati, Cesenatico (Forlì Cesena), Gatteo-Gatteo Mare (Forlì-Cesena), San Mauro Pascoli-San Mauro Mare (Folrì-Cesena);

Friuli Venezia Giulia

Grado (Gorizia), Lignano Sabbiadoro (Udine).

Lazio

Anzio (Roma), Formia (Latina), Gaeta (Latina), Lido di Latina (Latina), Montalto di Castro (Viterbo), Sabaudia (Latina), San Felice Circeo (Latina), Sperlonga (Latina), Ventotene-Cala Nave (Latina). NEW ENTRY: Terracina (Latina).

Liguria

Finale Ligure (Savona), Noli (Savona), Lavagna (Genova), Lerici (La Spezia).

Marche

Civitanova Marche (Macerata), Porto Recanati (Macerata), Fano-Nord-Sassonia-Torrette/Marotta (Pesaro-Urbino), Gabicce Mare (Pesaro-Urbino), Pesaro (Pesaro-Urbino), Grottammare (Ascoli Piceno), Porto San Giorgio (Fermo), Numana Alta-Bassa Marcelli Nord (Ancona), Senigallia (Ancona) Sirolo (Ancona), San Benedetto del Tronto (Ascoli).

Molise

Termoli (Campobasso);

Puglia

Fasano (Brindisi), Ostuni (Brindisi), Ginosa - Marina di Ginosa (Taranto), Marina di Lizzano (Taranto), Gallipoli (Lecce), Marina di Pescoluse (Lecce), Porto Cesareo (Lecce), Melendugno (Lecce), Otranto (Lecce), Polignano a Mare - Cala Fetente - Cala Ripagnola - Cala San Giovanni (Bari), Rodi Garganico (Foggia), Vieste (Foggia). NEW ENTRY:Margherita di Savoia (Barletta-Andria-Trani).

Sardegna

Alghero (Sassari), Castelsardo-Ampurias (Sassari), Bari Sardo (Ogliastra), Tortolì - Lido di Orrì, Lido di Cea (Ogliastra), Cala Domestica (Carbonia-Iglesias), Carloforte-Isola di San Pietro: La Caletta - Punta Nera - Girin - Guidi (Carbonia-Iglesias), Is Aruttas-Mari Ermi (Oristano), Oristano - Torre Grande (Oristano), Santa Giusta (Oristano), La Maddalena-Punta Tegge-Spalmatore (Olbia Tempio), Capo Coda Cavallo (Olbia), Santa Teresa di Gallura (Olbia Tempio), Marina di Orosei-Berchida-Bidderosa (Nuoro), San Teodoro (Nuoro), Poetto (Cagliari), Quartu Sant'Elena (Cagliari),

Sicilia

Balestrate (Palermo), Mondello (Palermo), Cefalù (Palermo), Marsala - Signorino (Trapani), Campobello di Mazara - Tre Fontane - Torretta Granitola (Trapani), San Vito Lo Capo (Trapani), Marina di Lipari-Acquacalda-Canneto (Messina), Giardini Naxos (Messina), Ispica-Santa Maria del Focallo (Ragusa), Casuzze-Punta secca-Caucana (Ragusa), Marina di Ragusa, Pozzallo - Pietre Nere, Raganzino (Ragusa), Scoglitti (Ragusa), Plaja (Catania), Porto Palo di Menfi (Agrigento), Vendicari (Siracusa).

Toscana

Bibbona (Livorno), San Vincenzo (Livorno), Forte dei Marmi (Lucca), Pietrasanta - Tonfano, Foccette (Lucca), Camaiore - Lido Arlecchino - Matteotti (Lucca), Viareggio (Lucca), Castiglione della Pescaia (Grosseto), Follonica (Grosseto), Marina di Grosseto (Grosseto), Monte Argentario - Cala Piccola - Porto Eercole (Le Viste), Porto Santo Stefano (Cantoniera - Moletto - Caletta) - Santa Liberata (Bagni Domiziano - Soda - Pozzarello) (Grosseto), Pisa - Marina di Pisa, Calambrone, Tirrenia (Pisa);

Veneto

Caorle (Venezia), Lido di Venezia, Cavallino Treporti (Venezia), Jesolo- Jesolo Pineta (Venezia), Chioggia-Sottomarina (Venezia), San Michele al Tagliamento-Bibbione (Venezia).

Fonte notizia greenme.it

Pubblicato in Italia

lungo amanteaMentre si fanno i salti mortali cercando di dar dignità e decoro alla città impiegando al meglio i nostri pochi operai a disposizione, tra mille difficoltà e tantissime esigenze a cui dare risposta, il vandalo di turno distrugge più della forza del mare.
Spero che la ragione possa prendere il sopravvento ed è per questo che chiedo l'aiuto dei cittadini perbene, che fortunatamente sono tantissimi.
Notevoli sono gli sforzi per dare un nuovo look al lungomare cittadino che l'Amministrazione Comunale, con l'assessorato al Manutentivo e le squadre dei lavoratori comunali, dei lavoratori in mobilità, della cooperativa e degli operatori del servizio civile guidati in modo impeccabile dall'assessora Caterina Ciccia, sta cercando di espletare.
È necessario diventare sentinelle per la legalità.
È molto più semplice ed economico non sporcare che pulire, è molto più saggio mantenere integri gli angoli dove i nostri figli insieme ai propri genitori possano giocare e godersi la bellezza del mare e della spiaggia senza i pericoli dei veicoli, che distruggere quello che con sacrificio si cerca di edificare.

Pubblicato in Politica

amantea-3Amantea, con una popolazione di 13.754 abitanti, è un comune della provincia di Cosenza. Dista circa 24 Km da Cosenza.

Dal punto di vista immobiliare le zone più importanti, in temini di numero di annunci pubblicati, sono le seguenti: Campora San Giovanni.
In assoluto la zona più presente negli annunci immobilari è Campora San Giovanni con oltre 41 annunci immobiliari complessivi tra affitto e vendita attualmente presenti.

Solamente circa l'1% di tutti gli annunci immobiliari della provincia sono relativi alla città.

In totale sono presenti in città 374 annunci immobiliari, di cui 341 in vendita e 33 in affitto, con un indice complessivo di 27 annunci per mille abitanti.

Secondo i dati dell' OMI, il prezzo degli appartamenti nelle diverse (3) zone ad Amantea è compreso in tutta la città tra 300 €/m² e 1.300 €/m² per la compravendita e tra 3,5 €/m² mese e 5,3 €/m² mese per quanto riguarda le locazioni.

Il prezzo medio degli appartamenti in vendita (750 €/m²) è di circa il 15% inferiore alla quotazione media regionale, pari a 900 €/m² ed è anche di circa il 12% inferiore alla quotazione media provinciale (900 €/m²).
La quotazione dei singoli appartamenti ad Amantea è estremamente disomogenea e nella maggioranza dei casi i prezzi sono molto lontani dai valori medi in città, risultando inferiori a 600 €/m² o superiori a 950 €/m².

Amantea ha un prezzo medio degli appartamenti in vendita di circa 750 €/m², quindi circa il 86% in meno rispetto ai prezzi medi a Alassio (SV) e circa il 104% in più rispetto ai prezzi medi a Bisignano (CS), che hanno, rispettivamente, i prezzi più alti e più bassi in Italia, tra le città con una popolazione compresa tra 10.000 e 50.000 abitanti.

Pubblicato in Cronaca

pizzino mario amantea 2017La città si interroga

Sarà approvato il bilancio? Continuerà la giunta il proprio lavoro? Arriverà a conclusione questa amministrazione? Domande alle quali è difficile dare una risposta univoca. E poi le risposte sono orientate dai personali interessi politici. E così c'è chi spera che pizzino resti e c'è chi spera di andare alle elezioni. E poco importa che la situazione dell'ente sia seria, molto seria. Ci fa credere ciò la quasi totale mancanza di una forte opposizione, di riflessioni sulla gravità della situazione. Quasi che lasciando sbagliare questa giunta domani i suoi componenti potranno far parte incontestati delle prossime liste elettorali. Ed a pagare saranno come sempre la città e la parte buona degli amanteani

Pubblicato in Primo Piano

comune-amantea-01La ragione ci aveva suggerito una non bocciatura del bilancio. Ed avevamo ragione. Eccome! Ed oggi la conferma. E ' arriva al comune la nota del ministero. La nota assegna al comune ulteriori 30 giorni per dare risposta alla solita domanda di chiarezza

Sembra che il ministero voglia avere risposte su alcune entrate. Una precauzione assolutamente giusta visto che Osl e commissari non riescono a capire molte cose

Una precauzione assolutamente giusta visto che il dissesto discende dalle troppe spese e dalle mancate o parziali entrate.

Pubblicato in Politica

centroOliverio investe 72 milioni   in beni culturali. Si tratta di finanziamenti di cui amantea ha disperato bisogno

È quindi una occasione importante ed imperdibile

Assolutamente da non perdere

10 o 100 i progetti. Piccoli medi o grandi. Su amantea o Campora sg non importa. Tra i più importanti il museo di temesa

Gli altri scavi dell'area della principessa, il recupero della torre omonima , il recupero della chiesa di San Nicola in catocastro, il recupero della torre civica, il recupero del vecchio mulino e della relativa area. E potremmo continuare a lungo....

Pubblicato in Politica

arresti

Cosenza - E' di 57 misure cautelari il bilancio di una maxi-operazione dei Carabinieri nel Cosentino che ha permesso di smantellare una rete criminale dedita al traffico di droga, all'estorsione, a furti e rapine e alla falsificazione di denaro. Il blitz con numerose perquisizioni è scattato prima dell'alba a Cosenza e in vari comuni della provincia. All'operazione, denominata Alarico, partecipano oltre 500 militari del Comando provinciale dei Carabinieri di Cosenza, supportati dai militari del 14° battaglione carabinieri “Calabria”, dello Squadrone eliportato Cacciatori di Calabria e del Nucleo cinofili di Tito, nel Potentino, con la copertura aerea del velivolo dell’8° Nucleo elicotteri di Vibo Valentia.Le 57 misure cautelari sono state emesse dai Gip presso il Tribunale di Cosenza ed il Tribunale per i minorenni di Catanzaro, nei confronti di persone ritenute responsabili, a vario titolo, di “detenzione e cessione di sostanze stupefacenti”, “estorsione continuata”, “detenzione illegale di armi da fuoco e munizioni”, “ricettazione”, “furto in abitazione”, “spendita ed introduzione nello stato di monete falsificate”, “detenzione e porto in luogo pubblico di arma clandestina”, “rapina aggravata” e “violazione degli obblighi della sorveglianza speciale di p.s. con obbligo di soggiorno”. Numerose le perquisizioni eseguite. I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso della conferenza stampa in programma alle ore 11.00, presso il comando provinciale dei carabinieri di Cosenza, alla presenza del Procuratore della Repubblica di Cosenza.

Coinvolti minorenni, decisive denunce mamme

"Sottolineiamo l'azione di diverse mamme-coraggio che hanno avuto la forza di denunciare e raccontare cosa facevano i loro figli". Lo ha detto all'AGI il colonnello Piero Sutera, comandante provinciale dei Carabinieri di Cosenza, in relazione all'operazione "Alarico" che ha portato all'esecuzione di 57 misure cautelari per spaccio di droga, fra cui eroina e cocaina, e altri reati. "Sono coinvolti anche molti minori - ha detto Sutera - utilizzati per lo spaccio e abbiamo sequestrato diverse armi, per cui dobbiamo indagare pure su eventuali collegamenti con altre organizzazioni criminali".

Pubblicato in Cosenza

cletol'Amministrazione comunale di Cleto, nella persona del sindaco Giuseppe Longo e dell'assessore Fedele Montuoro, ha partecipato all'incontro promosso dall'assessore Roberto Musmanno nella Cittadella regionale. Nell'incontro è stata evidenziata,per l'ennesima volta, l'importanza vitale di collegare Cleto ( paese dei due castelli) all'autostrada, mediante la costruzione di un ponte sul fiume Savuto, antistante lo svincolo di San Mango d'Aquino. La richiesta è stata accolta, inserendola nel più vasto progetto della Galasso. Sconfinata gratitudine e calorosi ringraziamenti vanno al Presidente della regione Calabria, on. Mario Oliverio per l'impegno preso all 'inaugurazione del Castello Angioino di Savuto e mantenuto dopo decenni di promesse  vane fatte dai suoi predecessori. Un grande ringraziamento va anche all'assessore Musmanno che con pazienza e dedizione mantenuta nelle innumerevoli riunioni ha concretizzato questo impegno. Il presidente Oliverio ha dato  così sostanza a un sogno   durato cinquanta anni e dato finalmente accoglienza alle innumerevoli "petizioni " puntualmente avanzate da tutti i sindaci che si sono alternati alla guida del Comune di Cleto e sistematicamente disattese.Possono rifiorire gli scambi e le frequentazioni che per secoli hanno reso saldi i rapporti tra l'estremo lembo della provincia di Cosenza e  i PAESI del catanzarese, recisi, per strana ironia, dalla costruzione di uno svincolo mutilato che serve solo la riva sinistra del fiume Savuto e ignora la gente, la storia e la florida agricoltura   dei territori della sponda destra del fiume in narrativa.

Pubblicato in Primo Piano

Mario-Pizzino-sindaco-di-Amantea-minLa notizia che il ministero abbia convocato a sorpresa le elezioni per il comune di Lamezia terme, porta a credere che a Roma qualcuno abbia deciso di voler bene ad amantea. E di soprassedere alla bocciatura del bilancio ed al conseguente scioglimento del consiglio ed indizione di elezioni. 

Si prende tempo e giustamente. Bocciare il bilancio oggi sarebbe stato inconcludente. E peraltro avrebbe imposto la nomina di una commissione in gran parte confliggente con lo stesso lavoro degli Ispettori. Un lavoro di cui non si sa nulla, di cui nessuno dice nulla, né la maggioranza, né la minoranza. Una sola certezza che è quella che per ora la giunta pizzino andrà avanti, affronterà la prossima estate e poi si vedrà. Anche se rumori ad oriente e ad occidente sembrano agitarsi

Pubblicato in Politica
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy