BANNER-ALTO2
A+ A A-

Comprare azioni Amazon e' davvero un buon investimento?

Vota questo articolo
(0 Voti)

amazonSono tantissimi i trader che, ogni giorno, decidono di comprare azioni Amazon e di puntare su un colosso tech che non conosce rivali. Se stai pensando di fare questa scelta anche tu, i consigli che abbiamo preparato possono aiutarti a orientarti con maggior consapevolezza.

Sono tantissimi i trader che, ogni giorno, decidono di comprare azioni Amazon e di puntare su un colosso tech che non conosce rivali. Se stai pensando di fare questa scelta anche tu, i consigli che abbiamo preparato possono aiutarti a orientarti con maggior consapevolezza.

Perché comprare azioni Amazon?

La creatura made in USA si è ritagliata un ruolo sempre più importante, continuando a conquistare settore su settore, per quanto riguarda l'ecommerce, e aprendo svariati scenari per le azioni di Amazon.

Cos’è Amazon

Conosciuto come il rivenditore digitale leader al mondo; stiamo parlando del fantastico Amazon.com, it, ES e così via. Fondato a Seattle, Washington e descritto come una società ossessionata dai suoi clienti, l’ecommerce americano è considerato una delle più grandi storie di successo nel mondo. Ha “la più grande selezione della Terra” di prodotti, con categorie che vanno dall’elettronica, alla musica e agli articoli per la casa per l’arredamento, la cura della persona e gli articoli sportivi. Amazon è cresciuto fino a raggiungere una base di clienti di oltre 30 milioni di persone dal lancio nel 1994 e ha guadagnato un enorme fatturato di 135,98 miliardi di dollari nel 2016, diventando la più grande compagnia di Internet al mondo per fatturato.

Amazon e il suo andamento in Borsa

Amazon ha avuto un interessante andamento in Borsa e, probabilmente, uno dei migliori degli ultimi due decenni borsistici USA. Dopo aver avuto ben tre scissioni di azioni, le azioni di Amazon sono passate da 1,50 dollari nel maggio 1997 agli oltre 1.700 dollari oggi. Tuttavia è importante continuare a consigliare di non investire più di quanto ci si può permettere di perdere, in quanto non è sicuro che una simile progressione sia mantenuta anche in futuro, anche se tutto lascia presagire che i presupposti siano utili per conquistare altre posizioni nella straordinaria crescita della capitalizzazione societaria.

Dove comprare azioni Amazon

Amazon è uno dei titoli più noti del Nasdaq e, ovviamente, è possibile acquistare le azioni anche dall’Italia in maniera molto semplice. Se vuoi comprare i titoli hai fondamentalmente due possibilità:

Banca tradizionale: se devi investire cifre importanti, superiori ai 3-4 mila euro, il conto corrente è tendenzialmente migliore perché ti permette di avere tutto sotto controllo insieme alle altre spese. Se, invece, devi investire cifre inferiori non ti conviene comprare in banca perché paghi commissioni elevatissime per comprare: spendere 10-15€ ad operazione allo sportello o 8-10€ per operazioni online se devi investire cifre inferiori a 1000-2000 euro non ti conviene perché le spese superano i potenziali guadagni che puoi ottenere. Inoltre in banca hanno poca voglia di venderti le azioni perché puntano a vendere i loro prodotti finanziari su cui guadagnano di più (a discapito del cliente);

Piattaforma online: esistono diverse piattaforme online che ti permettono di acquistare azioni, il problema è che non tutte sono adatte a principianti o persone con budget medio-basso. In linea generale, però, alcune di queste piattaforme sono da preferire se vuoi investire pochi soldi ed hai iniziato ad investire da poco.

Ultima modifica il Giovedì, 25 Luglio 2019 23:44

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove è consentito

BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy