BANNER-ALTO2
A+ A A-

Scrive Enzo Giacco:

Quando stasera sono arrivato nella Chiesa di San Bernardino non ho potuto nascondere la sorpresa nell'aver trovato il chiostro strapieno di persone in attesa dell'inizio della Rassegna di poesia dialettale.

Una piacevolissima sorpresa per la II Edizione di un evento che - grazie al lavoro di tanti volontari - sta diventando una realtà importante.

14 poesie, poeti e poetesse provenienti da tutta la regione ed il vincitore Paolo Lacava dalla provincia di Ancona.

Suggestivi momenti musicali a cura dei musicisti della banda musicale "Francesco Curcio" - e di ciò ringrazio infinitamente il mio amico Vittorio Politano - Chiara Giampá (clarinetto), Samuela Guido (Oboe) e Daniel Ibarra (tromba).

Due presentatori di eccezione: Eugenio Bruni e Maria Cuzzilla.

Una giuria di altissimo livello: i Proff. Francesco Besaldo - per me un onore che abbia Presieduto i lavori - Alfonso Lorelli e Francesco Politano.

Poesia per ingentilire i cuori e il vernacolo come legame indissolubile, attraverso le espressioni, al miglior retaggio di principi e di valori della nostra terra. Quegli stessi che hanno caratterizzato la vita di Mario Pasquino, a cui la rassegna è dedicata.

Un ringraziamento sentito e affettuoso a tutta la famiglia Pasquino. Una famiglia speciale. La famiglia di Mario.

Grazie a tutti coloro i quali ci hanno onorato con la loro presenza.

Complimenti anche alla seconda classificata Franca Aloe ed alla terza Ida Ermetica Poetessa.

Un forte abbraccio al Maestro Michele Sconza Testa insignito dalla giuria con uno speciale riconoscimento alla carriera.

Leggi tutto... 0

Riceviamo e pubblichiamo:

Cosenza, 2 agosto 2019 - Anch’io stamattina ho partecipato davanti alla Prefettura di Cosenza al presidio dei sindacati Cgil, Cisl e Uil sull’emergenza sanitaria calabrese.

Un sit-in di protesta organizzato davanti alle Prefetture della Calabria per chiedere “un confronto risolutivo dei problemi del Servizio sanitario regionale con il governo”.

Una manifestazione che assume un significato maggiore il giorno dopo la bocciatura al tavolo interministeriale Adduce che si è tenuto a Roma.

I tecnici dei ministeri dell’Economia e della Salute hanno sottolineato l’ennesimo esito negativo di questi incontri a dimostrazione della grave inefficienza in cui è costretta ad operare il Dipartimento Salute della Regione che ad oggi non è in grado di fornire tutti gli elementi utili e gli atti necessari per valutare lo stato reale della situazione sanitaria calabrese ai due Ministeri.

Nulla di fatto, dunque, sullo sblocco del turn over, sulla garanzia dei Livelli essenziali di assistenza.

Anzi si è registrato un peggioramento della situazione finanziaria, con conti sempre più in rosso.

Ma la cosa più grave è che ancora non sono stati nominati i direttori generali di importanti aziende sanitarie e ospedaliere, tra cui quelli dell’Asp di Cosenza.

Quest’ultima è tra le più grandi d’Italia per estensione territoriale e complessità orografica con oltre 750mila abitanti e un bilancio di oltre un miliardo che serve a gestire la sanità territoriale, tre ospedali Spoke con quasi seimila dipendenti con un’età media di circa 55 anni.

È da mesi che l’Asp di Cosenza è senza una guida e con un reggente che garantisce a malapena l’ordinaria amministrazione.

È ora di voltare pagina per evitare che la situazione si aggravi ancora di più producendo danni devastanti per tutti i cittadini con il rischio di veder messa a repentaglio la propria salute.

Carlo Guccione Consigliere regionale.

Leggi tutto... 0

Il sindaco ha emanato la ordinanza n 82 del 27 luglio 2019 diretta alla Omnia Baby di Massali Giovanni & c , proprietaria al 50% dell’edificio pericolante sito in Via Margherita denominato Palazzo Florio, ed alla Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati, proprietaria del restante 50%, oltre che alla G.E.F.A di Abbate & c sas( proprietario del solo sub 10).

La ragione della ordinanza poggia sulla relazione della squadra dei VV.FF del 18 luglio scorso, dalla quale emerge la necessità di:

-Mettere in sicurezza;

-Ripristinare la agibilità dei luoghi;

-Compiere idoneo transenna mento fisso;

-Fare eseguire le opere d’assicurazione alle fabbriche pericolanti;

-Realizzare tettoie di protezione.

Il sindaco ricorda che il fabbricato è stato già interessato da transennamento fisso lungo via Margherita atteso(??) la pericolosità per la pubblica e privata incolumità derivante dal cattivo stato di deterioramento(????????) di detto immobile, oltre che (per) dare decoro alla via principale della città.

Proprio per dare decoro il transennamento è stato inutilmente pitturato( una vera e propria pinacoteca), ma anche con tale accortezza l’ immobile è rimasto egualmente pericoloso.

Ma pur tuttavia il sindaco ha ordinato ai suddetti di eseguire le opere definitive ,da farsi entro 10 giorni dalla data di notifica della ordinanza ,alfine di evitare crolli e distacco di materiale vario e, nelle more, la presentazione di un progetto per il risanamento conservativo dell’edificio di che trattasi.

Il sindaco inoltre ha disposto che la mancata esecuzione della ordinanza comporterà oltre che la applicazione dell’art 650 del codice penale anche la esecuzione d’ufficio a spese dei proprietari intimati.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy