BANNER-ALTO2
A+ A A-

Riceviamo e pubblichiamo:

“La gravissima situazione di degrado in cui versano le strade della nostra Costa degli Dei impone una riflessione profonda a tutti i livelli della società e dell’ amministrazione pubblica.

 

Qui non si tratta più di un problema circoscritto legato ad un’inefficienza amministrativa piuttosto che ad un mancato servizio da parte della Ditta incaricata della raccolta rifiuti; qui si parla della concezione che le nostre comunità hanno della natura, dell’atteggiamento che dobbiamo adottare, volto totalmente alla tutela di questo territorio stupendo che ci è stato regalato e che con tanta foga stiamo tentando di distruggere!

È ora di prendere coscienza delle nostre colpe, a tutti i livelli; è ora di abbandonare vecchi ed inutili rancori; è giunto il momento di acquisire il senso civico che dovrebbe contraddistinguere ogni cittadino ed è arrivato il tempo che ognuno di noi si prenda le proprie responsabilità e cominci ad agire di conseguenza!

La Federalberghi Vibo Valentia, guidata da Marie Christine Born, si muove attraverso un’incisiva campagna di sensibilizzazione contro l’abbandono dei rifiuti.

Una campagna rivolta a tutta la società: dalle istituzioni, alla cittadinanza fino alla scuola. Agire in rete, con le istituzioni, attuando un piano strutturale, e con le associazioni operanti sul territorio, “costringendo” i cittadini a conferire rifiuti ingombranti o tossici tramite le ditte competenti, oppure di utilizzare il servizio di raccolta domiciliare effettuato dall'azienda(e) dei Comuni costieri, senza ricorrere, come spesso accade, all'abbandono indiscriminato degli scarti in mezzo ai campi, alle strade, ai marciapiedi.

“La cultura del rispetto ambientale - fa sapere Federalberghi - parte dal piccolo, dalla famiglia, da casa propria ma anche dalla scuola.

È importante collaborare insieme, con i diversi settori della nostra società, per ripristinare il buon senso civico, impartire l’educazione alla bellezza.

Vogliamo coinvolgere in particolar modo le istituzioni e il mondo della scuola, con tavole rotonde, convegni, incontri e dibattiti, per trovare una soluzione definitiva al problema annoso e degradante per la nostra meravigliosa terra, a vocazione turistica da sempre”.

Tutti i Comuni che fanno parte della Costa degli Dei costituiscono un territorio che accoglie per la maggior parte dell’anno numerosi ospiti provenienti da tutta Italia e dall’estero.

“Dal centro dell’esperienza turistica di una persona, che si reca a visitare i nostri invidiabili luoghi, si crea un indotto e un utile non riservato esclusivamente alle strutture ricettive bensì a tutti gli operatori, ai piccoli e grandi commercianti del posto.

Insomma, il turismo è di tutti così come l’ambiente che ci circonda.

Dobbiamo tutti prendercene cura, avere rispetto.

Siamo tutti responsabili del suo stato”.

L’associazione degli albergatori, dunque, richiama all’appello tutti i livelli della società per uno sviluppo possibile della concezione dualistica “turismo - ambiente”, in quanto “è inscindibile, a nostro avviso, il concetto di ambiente pulito, bello e sano da quello di offerta turistica.

L’ambiente, deve essere considerato un elemento strategico nello sviluppo turistico. Auspichiamo un lavoro di gruppo quindi, a partire dalla scuola.

Vivere e lavorare in un ambiente pulito, è un bene per tutti.

Educhiamo al bello, civilizziamoci, manteniamo questa terra, la cui bellezza naturale ci dà lavoro, pulita”.

CAPO VATICANO 25 AGOSTO 2018

Pubblicato in Vibo Valentia

I politici hanno scoperto come salvare la Calabria. Basterà sfruttare la nostra miniera d’oro!

“Abbiamo una miniera d’oro tra le mani che aspetta solo di essere adeguatamente utilizzata e sfruttata”. Sono le parole di Mario Oliverio.

A quest’oro anche i danni che dovrà pagare l’Anas per i danni , soprattutto nel settore turistico, che sta arrecando alla Calabria quale conseguenza del crollo del viadotto Italia.

Un conto molto salato. Ed Oliverio ha detto che la Regione andrà fino in fondo nella richiesta di risarcimento danni nei confronti dell’Anas.

Dell’oro della Calabria Oliverio ha parlato all’Assemblea di Federalberghi che si è tenuta a Villa San Giovanni.

Si riferiva, ovviamente, al Turismo.

Basterà creare un sistema turistico qualificato.

Basterà risolvere il problema dei rifiuti.

Basterà depurare i reflui ( non solo fognari)e tenere pulito il mare

Basterà rivoluzionare la sanità

Basterà lottare la ‘ndrangheta e la criminalità, organizzata e non.

Basterà qualificare la nostra enogastronomia , la nostra agricoltura, la nostra pesca, il nostro artigianato.

Basterà conoscere e mettere in mostra il nostro patrimonio archeologico, storico, culturale ( in questa ottica Orlandino Greco e Franco Sergio del gruppo Oliverio presidente, sono andati a sollecitare il rientro del teschio di Villella !)

Basterà migliorare il parco viario regionale. Basterà togliere autovelox e photored che arricchiscono i comuni ma fanno maledire la venuta dei turisti in Calabria.

Basterà avere aeroporti che non siano erogatori di stipendi ai manager e che si mantengano in opiedi con soldi pubblici.

Basterà un sistema di collegamenti ( treno-pullman) tra gli aeroporti e le aree turistiche.

Insomma basterà cambiare la Calabria e la Calabria potrà cambiare

In fondo non ci vuole granchè!

Basterà accantonare definitivamente i piccoli interessi, smetterla il vittimismo e la rassegnazione, fare ognuno il proprio dovere fino in fondo, recuperare gli storici ritardi accumulati negli anni, operare insieme, come un popolo!

Pubblicato in Calabria
BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Vibo Valentia

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy