BANNER-ALTO2
A+ A A-

inci 01Ignote le ragioni dell'incidente L'auto condotta da una giovane signora Amanteana è sbandata andando a sbattere sulla parete della galleria dal lato opposto al senso di marcia. Sul posto il collaboratore Luca Guzzo. Si diceva immediati i soccorsi. Tra essi i.vigili del fuoco per estrarre dall'auto la giovane infortunata, il 118 e l'ANAS. Da pochi minuti sul posto anche la eliambulanza. Totalmente bloccato il traffico nord,-,sud. Seguono aggiornamenti

Pubblicato in Belmonte Calabro

La lite è avvenuta intorno alle 1330 di oggi 28 ottobre.

I colpi sarebbero partiti da una pistola ed avrebbero centrato alle gambe un commerciante ambulante di origine campana , C.M. trentaduenne , che risiede a Tortora.

Il ferito è stato portato con l’elisoccorso nell’ospedale di Cosenza.

 

 

 

 

Non è in pericolo di vita

Ad esplodere i colpi di arma da fuoco, una persona già nota alle forze dell'ordine, anch'essa di origini campane e residente a Scalea.

I carabinieri della compagnia di Scalea, coordinati dal capitano Andrea Massari, stanno svolgendo le indagini per capire le ragioni della lite.

I colpi hanno allarmato non solo i presenti ma l’intera Scalea

Pubblicato in Alto Tirreno

118Erano da poco passate le 19:00 quando a Paola, sulla strada statale 18, difronte Marcelli Revisioni, l’elisoccorso é dovuto atterrare per soccorrere un giovane ragazzo, insieme alla consueta ambulanza del 118.

Non sono chiare dinamiche e cause che hanno reso necessario l’intervento del soccorso aereo, ma sarebbe al momento, da escludere alcun tipo di incidente stradale. Potrebbe ipotizzarsi un malore, o un grave trauma, probabilmente riportato sul posto di lavoro.

Sul posto sono presenti gli agenti della Polizia di Stato. Traffico bloccato in entrambi i sensi.

Seguono aggiornamenti

Fonte notizia pillamaro.it

Pubblicato in Paola

All’Annunziata è stato sottoposto a intervento chirurgico.

La presenza del corpo estraneo minacciava di provocare lesioni alle vie respiratorie e digestive

Ingoia una monetina e rischia di soffocare.

 

L’incubo di ogni genitore si è materializzato nei giorni scorsi al Pronto soccorso dell’Ospedale Jazzolino di Vibo Valentia.

Protagonista della disavventura, fortunatamente a lieto fine, un bambino di 4 anni, italiano, figlio di una coppia straniera.

Ad accorgersi che qualcosa non andava, gli stessi genitori, allarmati dal comportamento del bambino che, improvvisamente, aveva smesso di parlare e indicava insistentemente la gola (per come riportato stamane anche sul Quotidiano del sud).

Dopo una prima visita da parte del medico di turno Vincenzo Ruffa, il bimbo è stato condotto in Pediatria dal primario Salvatore Braghò.

A fugare ogni dubbio,l’analisi radiologica la quale ha evidenziato la presenza di una moneta nel tratto superiore dell’esofago.

Il corpo estraneo minacciava di provocare lesioni alle vie respiratorie e digestive.

Per questo, una volta trasferito all’ospedale “Annunziata” di Cosenza in elisoccorso, è stato sottoposto ad intervento chirurgico sotto la guida della dottoressa Aceti.

Al termine dell'intervento, il bambino è stato dichiarato fuori pericolo.

Pubblicato in Vibo Valentia

Molte cose vanno male , ma alcune, al contrario, sono straordinariamente positive.

Parliamo, per esempio, della anziana signora di Via Vittorio Emanuele che stamattina è caduta in casa battendo la testa.

 

 

Immediati i soccorsi del 118 che avendo riscontrato che la signora non rinveniva ha chiamato l’elisoccorso per l’accompagnamento della infortunata presso il nosocomio di Cosenza.

Nel mentre l’autoambulanza ha portato la signora caduta presso il locale campo sportivo in attesa dell’elisoccorso che è prontamente intervenuto.

Ad assistere l’atterraggio e la ripartenza in piena sicurezza dell’elicottero i Carabinieri di Amantea insieme ad una pattuglia dei locali Vigili urbani .

Quando professionalità ed amore per il lavoro si sposano ( soccorsi medici e forze dell’ordine) i risultati sono facilmente avvertiti dalla comunità.

Nella foto, l’autoambulanza del 118, appena partito l’elisoccorso, si appresta a ritornare nella vicina sede del poliambulatorio.

Catanzaro - Quattro misure cautelari sono state eseguite nei confronti di un dirigente dell’Asp di Catanzaro, un dirigente della Regione Calabria e due manager di una società operante nel settore dell’elisoccorso, tutti indagati per concorso in turbata libertà del procedimento di scelta del contraente.

Il provvedimento è stato eseguito dai militari del nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza di Catanzaro, coordinati e diretti dalla Procura della Repubblica di Catanzaro. Inoltre, sono state effettuate perquisizioni in Calabria, Lombardia e Veneto.

I particolari dell’operazione saranno illustrati dal procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri, dal procuratore aggiunto Vincenzo Capomolla e dal comandante regionale Calabria gen. d. Fabio Contini alle 11 presso la sede del comando provinciale della guardia di finanza di Catanzaro.

W la sanità calabrese e w la regione Calabria!

Pubblicato in Basso Tirreno

Stamattina la piccola Via Baldacchini si è riempita di grida.

I congiunti di Franco B. hanno così segnalato la loro disperazione alla vista del sangue che aveva coperto il corpo dell’amato parente.

 

Ma Franco era amato da tutti coloro che lo conoscevamo, per la sua mitezza, per la sua dolcezza e perfino per la sua serenità, quando non era pervaso dal dolore, negli ultimi tempi, spesso lancinante.

Un giovane sfortunato che era stato già operato per ridurre il male che lo aveva colpito alla testa.

E sembrava che tutto fosse risolto.

Ma non era così!

Il “male” era ritornato potente, irrefrenabile.

I dolori erano tornati forti, lancinanti.

Lui era appena tornato dall’ospedale.

Non conosciamo intimamente le ragioni del suo terribile gesto, probabilmente la mancanza di speranza di guarigione.

Forse il dolore.

Certo è che Franco pur fortemente affezionato alla sua famiglia, ai suoi cari, ha deciso di lasciare questo mondo per lui così ingrato.

Da qui il tentativo di tagliarsi la gola.

Ma la immediata reazione dei congiunti ha permesso immediati soccorsi.

Prima l’autoambulanza e poi l’elisoccorso atterrato davanti all’ex ASL e che lo ha trasportato nel vicino ospedale di Cosenza per le cure del caso.

Dalle ultime notizie pervenuteci sembra che non sia in pericolo di vita.

Auguri Franco.

Da parte di tutta Amantea che ti è vicina in questo brutto momento.

NdRIl cognome è cancellato a richiesta della famiglia

Salva

 Incidente-26.04.2017

E’ il primo pomeriggio, sono da poco passate le 15:00, un gruppo di ragazzi a bordo di una Lancia viaggia sulla ss18 in direzione nord.

L’auto è condotta da Francesco Caputo studente del Liceo Scorza.

 

 

Sono diretti ad un ristorante amanteano per festeggiare i 100 giorni mancanti agli esami di stato.

Stando alle informazioni raccolte tra i numerosi astanti dell’incidente sembra che all’improvviso, davanti alla Q8, una Panda che si trovava nello slargo di fronte alla benzina, si sia immessa sulla ss18 , così tagliando loro la strada.

Una manovra vietata dalla striscia continua esistente sulla statale.

La panda è guidata dal sig Mannarino Mario di 74 anni

 

La Lancia prova a frenare ed infatti si notano i segni della frenata ma sbanda leggermente verso sinistra.

L’impatto è inevitabile.

La panda viene ribaltata e resta con le ruote in aria.

Immediati i soccorsi.

 

Il VIDEO

 

Arrivano i carabinieri di Amantea guidati dal maresciallo Enrico Caporaso, recentemente encomiato dalla commissaria Colosimo, ma, insieme, anche i vigili urbani di Amantea guidati al capitano Emilio Caruso

E poi il 118 ed i vigili del fuoco.

Il conducente della panda sembra grave e viene anche chiesto l’intervento dell’elisoccorso

Ma poi la notizia della gravità del suo stato e di quello dell’altro passeggero si ridimensiona.

L’autombulanza raggiunge il vicino nosocomio di Paola.

Incidente-Campora-26.04.2017 

Nessun problema, invece, per i liceali della lancia che vengono immediatamente raggiunti dai loro compagni e da alcuni docenti.

Mentre i Vigili Urbani controllano l’intenso traffico, i carabinieri conducono gli accertamenti.

Poi arriva il carro attrezzi che porta via la Panda.

Incidente-Campora2-26.04.2017

I vigili del Fuoco non sono più necessari e raggiungono la loro caserma.

Si resta in attesa del mezzo dell’Anas che deve provvedere a pulire la scena da quanto su essa presente ed in particolare dall’olio versato dalla Panda.

Un ennesimo incidente sulla SS18. Troppi. E non è ,almeno sempre, un problema di velocità.

 Incidente SS18: Ad Amantea vicino la Q8. Coinvolti liceali, interviene l'Elisoccorso

 Incidente-Campora3-26.04.2017

Pubblicato in Campora San Giovanni

 Il tratto della SS18 tra Acquicella e Belmonte Calabro sembra come si dice da noi “avere una bestemmia“.
 

Gli incidenti si susseguono uno all’altro.

L’ultimo stamattina ed ha coinvolto due autovetture condotte da due persone anziane.

Pronto l’intervento di due autoambulanze, una proveniente da Amantea e l’altra da Paola.

 

Ma uno dei due infortunati sembrava grave e così viene chiamato l’elisoccorso che avrebbe dovuto provvedere a trasportarlo presso il nosocomio di Cosenza; si temeva una grave ferita alla testa.

Per fortuna, invece, si trattava di un falso allarme e così i due anziani sono stati trasportati nel vicino nosocomio dalle autoambulanze intervenute.

Immediato l’intervento anche della Polizia stradale che ha provveduto ai rilievi.

 

Sul posto anche i carabinieri di Amantea intervenuti con una pattuglia, oltre ai vigili di Amantea e Belmonte Calabro.

Sul posto anche l’Anas.

Ad essere coinvolte una Panda ed una Punto che viaggiavano in direzione nord, verso Belmonte Calabro.

Le abbiamo trovate una a destra, la Panda, ferma dopo aver travolto il guardrail( vedi foto piccola) ed una più avanti a sinistra, la Punto, anche essa poggiata sul guardrail.(vedi seconda foto)

 

Secondo le ricostruzioni avanzate dai presenti sembra che la Punto abbia tentato il sorpasso della Punto e poi costretta, forse, a rientrare per la presenza di un’auto proveniente da nord abbia urtato la fiancata destra della Punto facendola sbattere contro il Guardrail.

I maggiori danni li ha subito la Punto, come mostrano le foto, che dopo l’urto sulla fiancata ha fortemente urtato con la parte anteriore destra tanto che la ruota risultava piegata di 90 °.

Ovviamente la ricostruzione finale sarà definita in sede giudiziaria .

Certo che nella zona dell’incidente c’è una striscia continua anche per la esistenza di uno svincolo.

La seconda auto

Il guardrail travolto( fortuna che ha retto!)

Il luogo dell'incidente

Pubblicato in Belmonte Calabro

Paola 19 aprile 2016.

Si tratta di M.F., un diciassettenne di Paola.

Il giovane era alla guida di una Vespa 50

Per cause in corso di accertamento il vespista nel pomeriggio di ieri si è scontrato con una Citroen C1, alla cui guida era il signor A.V., anch'egli di Paola.

Il giovane vespista è finito contro il muro di Largo Dogana battendo violentemente il capo.

Immediati i soccorsi

Oltre alla autoambulanza del 118 anche l’elisoccorso che ha provveduto al trasporto del giovane vespista all'ospedale dell'Annunziata di Cosenza dove il giovane è attualmente ricoverato in prognosi riservata nell'ospedale cosentino.

Stando alle informazioni avute i medici hanno riscontrato un grave trauma cranico e toracico.

I rilievi dell’incidente sono stati compiuti dalla Polizia del Commissariato di Paola.

Pubblicato in Paola
Pagina 1 di 2
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy