BANNER-ALTO2
A+ A A-

Grave un ragazzo di 23 anni ricoverato a Cosenza

Ancora non chiara la dinamica dell’incidente avvenuto ieri 10 luglio sulla SS 18.

I rilievi sono stati effettuati dalla polizia stradale

 

 

 

 

 

 

Belvedere Marittimo (CS) – Ancora poco chiara la dinamica dell’incidente che ha portato al ferimento di un giovane di 23 anni,..

L’incidente è avvenuto ieri sulla Statale 18 Tirrena inferiore, a Belvedere Marittimo.

Il giovane D.P. di Diamante ha riportato gravi ferite ed è stato trasportato dal 118 all’ospedale dell’Annunziata di Cosenza nel reparto chirurgia toracica e poi in rianimazione.

La prognosi è riservata

Leggi tutto... 0

Con poco più di 310 voti Ernesto Magorno è di nuovo Sindaco di Diamante.

Ha vinto con il 54% dei consensi contro il 45% del suo avversario (1% schede bianche).

 

 

 

 

 

 

 

Magorno ha avuto 1888 voti, con la lista “Uniti per te” contro i 1575 voti ottenuti dal candidato Marcello Pascale della lista “Cirella e Diamante #SiamoVoi”.

Il senatore dunque torna a fare il primo cittadino della sua Diamante dopo sei anni, dal 2013.

In consiglio comunale entrano per la maggioranza:

Francesca Amoroso (480 voti),

Costanza Sticozzi (407 voti);

Pino Pascale (353 voti);

Antonio Cauteruccio (333 voti);

Francesco Suriano (300 voti);

Ornella Perrone (280 voti);

Francesco Bartalotta (279 voti) e

Roberta Marra (255 voti).

In consiglio comunale entrano invece per l’opposizione:

Marcello Pascale,

Pierluigi Benvenuto,

Sandra Paglionico e

Daniela Marsiglia.

Le elezioni amministrative di maggio erano state rinviate al 7 luglio a causa del decesso di uno dei candidati Ernesto Caselli, 63 anni, già sindaco di Diamante stroncato da un infarto.

“Diamante ha deciso democraticamente di voltare pagina – ha dichiarato Magorno subito dopo la sua elezione – e con un risultato chiaro ed inequivocabile mi ha ridato la responsabilità e l’emozionante privilegio di essere sindaco di questa meravigliosa e amata città. Il mio primo pensiero va a Ernesto Caselli e a lui, assieme a tutti gli uomini e le donne della squadra di ‘Uniti per Te’, dedico questa vittoria e l’impegno di far tornare a brillare la stella di Diamante realizzando quel progetto che insieme avevamo sognato”.

“Ci sarà poco tempo per festeggiare – ha aggiunto il neo primo cittadino – da subito sarò al lavoro per affrontare i problemi e le emergenze che in una città turistica come la nostra si presentano con la stagione estiva già ampiamente avviata. Desidero però ringraziare di cuore tutti gli elettori che ci hanno dato fiducia e affermare con certezza che da oggi sarò il sindaco di tutti i cittadini di Diamante, di Cirella e delle contrade. E’ per questo che a tutta la comunità cittadina, in ogni sua componente, chiedo la massima collaborazione per affrontare con successo il lavoro che ci attende e per riportare in alto Diamante restituendole un futuro di fiducia e ricco di speranza per le nuove generazioni”

Leggi tutto... 0

SCALEA (CS) – A seguito di meticolose indagini iniziate dopo le rapine subite da alcuni commercianti della zona, i carabinieri hanno arrestato ieri due giovani, di 20 e 19 anni, rispettivamente S.D. di Scalea e M.S. 19enne di Santa Maria del Cedro.

 

I fatti risalgono al 23 gennaio scorso a seguito delle denunce di alcuni commercianti che avevano raccontato ai militari di essere rimasti vittime di alcune rapine.

Tre gli episodi contestati ai due malviventi e le accuse sono rapina e tentata rapina, aggravati dall’uso di arma da fuoco, ai danni di 3 esercizi commerciali della cittadina tirrenica di Scalea.

Da qui sono partite le indagini condotte dai militari di Scalea diretti dal procuratore di Paola, Pierpaolo Bruni ed in particolare dal sostituto procuratore, Maurizio de Franchis, e che hanno consentito di ricostruire il quadro indiziario a carico dei due soggetti i quali, secondo un preciso disegno criminoso, avrebbero messo a segno due rapine in due distinte zone di Scalea,a poca distanza di tempo l’una dall’altra, al fine di eludere l’intervento dei carabinieri.

Tre rapine in mezz’ora

Il 23 gennaio, il primo colpo, è stato compiuto alle 17.00. I due, dopo essersi incontrati alla stazione ferroviaria di Scalea hanno fatto irruzione, con il volto travisato da un passamontagna e con guanti alle mani, nel negozio “Singapore Moda” in via 1° Maggio. Qui hanno puntato la pistola alla tempia di una delle dipendenti e sotto la minaccia dell’arma si sono fatti consegnare il denaro contenuto nella cassa. Poi le urla della giovane commessa hanno messo in fuga i due rapinatori e sono stati costretti a fuggire senza bottino.

Ma non hanno perso tempo. Dopo 10 minuti erano già sul luogo del secondo colpo e con lo stesso modus operandi hanno preso di mira un negozio di informatica, il “Sinisky Computer & Co”, in via dello Stadio. Ancora una volta, sotto la minaccia dell’arma, uno dei due ha intimato al titolare dell’esercizio di consegnare l’incasso, mentre stavolta il complice ha atteso all’ingresso del negozio per fare da vedetta. Il tutto per un bottino di soli 15 euro.

Visto l’esiguo bottino racimolato nei due colpi, il 19enne e il 20enne hanno pensato di mettere a segno un terzo colpo.

Alle 17.20 circa, si sono recati in via Leonardo Da Vinci e sono entrati nel negozio di bomboniere “L’Oggetto“.

Ancora una volta, brandendo la pistola hanno minacciato il titolare per farsi consegnare l’incasso. Ma la vittima impaurita gli ha dato il suo portafogli contenente 160 euro.

Dopo il terzo colpo, i due, sono fuggiti facendo perdere le loro tracce.

Scattate le indagini, dopo sopralluoghi e rilievi tecnici, i carabinieri hanno capito che i due rapinatori avevano scelto appositamente i tre esercizi commerciali perchè privi dei sistemi di videosorveglianza.

Una scelta oculata e mirata atta a garantirgli di non essere riconosciuti.

Altro accorgimento quello dei guanti, per evitare di lasciare impronte. Ma i due non sono sfuggiti ai carabinieri che hanno avviato una serrata attività investigativa e una volta risaliti all’identità dei due giovani, si sono recati nelle rispettive abitazioni dove hanno trovato l’arma usata per compiere le rapine, di proprietà del genitore di M.S., degli indumenti indossati e del portafogli asportato al titolare del negozio di informatica.

Dopo essersi resi conto di essere in trappola, i ragazzi hanno ammesso le loro responsabilità e fornito agli inquirenti ulteriori dettagli.

Il 19enne, M.S. è stato sottoposto agli arresti domiciliari mentre S.D., ventenne, è stato rintracciato solo questa mattina, perchè resosi irreperibile in un comune del nord Italia ed è stato posto ai domiciliari nella sua abitazione a Scalea.

ByQuiCosenza 2.7.2019

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy