BANNER-ALTO2
A+ A A-

Manifesto blasfemo contro Gesù di Francesco Gagliardi

Vota questo articolo
(1 Vota)

Amici, oggi, purtroppo dovrò darvi notizia di un vergognoso episodio avvenuto a Roma, la capitale del Cristianesimo, dove all’esterno del MACRO, Museo di arte contemporanea, fa bella mostra un grande manifesto raffigurante Nostro Signore Gesù Cristo che con la mano sinistra accarezza la testa di un bambino inginocchiato davanti a lui e in evidente stato di eccitazione.

Gesù pedofilo. Vergogna!

 

 

Ecco cosa siamo costretti a vedere e scrivere a pochi giorni dal Santo Natale.

A poco a poco vogliono distruggere le nostre tradizioni, la nostra fede, il nostro credo religioso.

Vogliono togliere il Crocifisso dalle aule scolastiche e dagli uffici pubblici; vogliono abolire la costruzione del presepe nelle piazze, nelle scuole, nelle case; niente canzoncine di Natale nelle recite scolastiche per non offendere la sensibilità dei ragazzi musulmani che frequentano le nostre scuole; ora in un museo della città di Roma frequentato anche da famiglie un manifesto blasfemo, indegno e offensivo di tutti i veri cristiani sparsi nel mondo.

Ho scritto veri cristiani, evidentemente a Roma i veri cristiani sono scomparsi da tempo.

Non ci sono e se ci sono non si fanno sentire.

Stanno zitti, hanno paura e forse si sono rinchiusi nelle catacombe.

Dov’è quel Cardinale, l’ elemosiniere del Papa, che, alcuni mesi fa osò attaccare i fili delle corrente che la società elettrica aveva staccato perché quelle famiglie che occupano abusivamente quel palazzo non pagano la luce come tutti gli altri utenti italiani da diversi mesi?

Ha protestato? E’ andato a strappare il manifesto?

Nulla di tutto questo. Anche lui come del resto tutti gli altri alti prelati vaticani considerano quel manifesto un’opera d’arte.

Ecce Homo Erectus, ecco il nome del manifesto, non è una novità.

Non è la prima volta che compaiono a Roma manifesti blasfemi su Gesù. Il primo luglio del 2017 sono apparsi in forma clandestina sulla pensilina dell’ATAC che ritraggono Gesù pedofilo con tanto di erezione.

La vicenda del manifesto del MACRO ha fatto molto discutere, ha scatenato fortissime polemiche e poi, meno male, è stato rimosso.

La foto è apparsa sui social network e ha scatenato le proteste dei followers.

Ma io mi chiedo:- Come mai qualcuno ha autorizzato di esporre in un Museo pubblico, gestito con i nostri soldi,un simile scempio?- Come siamo caduti così in basso!

Sono sicuro che Caravaggio, Michelangelo, Raffaello si stiano rivoltando nelle tombe.

Le tele e i disegni di questi grandi artisti erano e sono davvero opere d’arte. Capaci di coniugare bellezza e riflessioni.

Quelle degli pseudo artisti di oggi fanno soltanto schifo, fanno solo discutere.

Una banana (vera) attaccata al muro con dello spesso scotch grigio, opera dell’artista italiano Maurizio Catellan,è una opera d’arte ed è stata acquistata da un cittadino per centinaia di migliaia di dollari durante la prestigiosa fiera d’arte moderna e contemporanea Art Basel Miami.

Abbiamo davvero toccato il fondo.

Redazione TirrenoNews

Dal 2005 la Redazione di TirrenoNews.Info cerca di informare in modo indipendente e veloce.

 

LogoTirrenoNews

Sito web: www.trn-news.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove è consentito

BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Belmonte Calabro

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy