BANNER-ALTO2
A+ A A-

Aveva accumulato in casa oltre due tonnellate di corrispondenza che avrebbe dovuto consegnare. Un postino C.G. 34enne originario di una regione del nord Italia e residente a Santa Severina( Crotone) e' stato scoperto dai carabinieri e denunciato. L'uomo deve rispondere di peculato, interruzione di pubblico servizio, Violazione, sottrazione e soppressione di corrispondenza commessa da persona addetta al servizio delle Poste e Sostituzione di persona. L’incredibile scoperta è stata fatta dai Carabinieri della Stazione di Santa Severina, nel crotonese. Durante una perquisizione nel suo domicilio e’ stata rinvenuta l’abnorme quantita’ di corrispondenza mai recapitata. Da diverso tempo il Comandante della Stazione, maresciallo capo Cefalo, registrava le lamentele dei cittadini che segnalavano ritardi inspiegabili nella ricezione della corrispondenza o di non vedersi recapitare da mesi alcuna lettera. E’ iniziata quindi un’indagine, con l’acquisizione di informazioni e monitoraggio del sistema di smistamento e consegna della corrispondenza. Tutto sembrava essere in regola, dallo smistamento nell’Ufficio zonale della vicina Rocca di Neto fino a quello di Santa Severina ed Altilia. L’attenzione degli investigatori si e’ soffermata quindi sull’ultimo anello della catena di smistamento della posta, ovvero il portalettere del paese. Giovane, nato al Nord ma residente in paese, doveva essere lui presumibilmente il fattore discriminante della questione. I Carabinieri cosi’ hanno cominciato ad osservarne gli spostamenti nell’arco della sua giornata lavorativa, notando che l’uomo, dopo aver prelevato ingenti quantita’ di posta dall’ufficio di Rocca di Neto, tornava a casa dove rimaneva per lunghe ore, per poi uscirvi senza i plichi postali. Da qui la decisione di effettuare una perquisizione domiciliare alla prime luci dell’alba. Nell’appartamento c’erano alcuni cestelli delle Poste Italiane, con dentro numerose lettere datate anche da settimane. A quel punto il portalettere ha addotto come motivo un’ indisposizione di salute che negli ultimi giorni gli avrebbe impedito la regolare consegna delle lettere. Tuttavia quando i Carabinieri hanno preteso di perquisire anche il box-cantina dove e’ stata rinvenuta una quantita’ indescrivibile di corrispondenza accatastata. A quel punto l’uomo ha ammesso le sue colpe. Ma non era ancora finita. Il comandante di Stazione ha controllato anche il garage dell’abitazione materna dell’uomo, dove c’era un carrello da traino stradale stracolmo di posta, oltre ad altri ulteriori scatoloni con dentro la piu’ svariata corrispondenza.
Leggi tutto... 0

Non mi piace questo mondo nel quale la società civile le cui istituzioni parlano e si muovono solo dopo che sono state accertate violenze su minori tanto gravi da necessitare dell’arresto degli autori. Non mi piace tanto più quando si tratta di bambini piccolissimi da 3 a 5 anni come quelli degli asili nido. Si anche questa volta a Cirò Marina sono state arrestate due maestre della scuola dell'Infanzia Artino, accusate di aver maltrattato sistematicamente i loro piccoli alunni. Serve poco la riprovazione generale. Ancora meno la incredulità degli amministratori che si affidano con fiducia all’operato della Magistratura. Per fortuna che una bambina ha confidato alla mamma di essere stata picchiata dalla maestra “Anna”, la quale intuito che la mamma avrebbe sporto denuncia ha tentato di farla desistere. Meno male che ci sono queste mamme che invece denunciano il tutto così che gli investigatori possono collocare microcamere che poi danno il senso compiuto delle violenze fisiche e psicologiche. Immagini terribili come quelle di bambini che tentano di nascondersi per sfuggire alle violenze. A chi competeva esercitare i minimi controlli? Alla dirigente ? Non vogliamo colpevolizzare nessuno. Forse la dirigente era inconsapevole di quanto accadeva. Forse non aveva mai acceduto a sorpresa per sentire le grida dei bambini maltrattati. Forse come tutti i dirigenti hanno un migliaio di alunni ed un migliaio di problemi. Veri o similveri. Ma ci sembra che “SOLO” questi siano i problemi veri e che solo verso questi ( e non parliamo dei soli bambini da 3 a 5 anni) si debba la massima attenzione sostanziale e preventiva. Tutto il resto delle istituzioni e della società sembra siano inutili.
Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Crotone

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy