BANNER-ALTO2
A+ A A-

giardinoGiorno 1 luglio a partire dalle ore19:00, a Longobardi (centro storico) all'interno di una dimora Storica (appartenuta al Garibaldino Luigi Miceli...già Ministro dell'Agricoltura) sarà inaugurato : Il GIARDINO DI SAN NICOLA. Un giardino di 1200 metri quadri con Forno Comunitario ( o Turnario ) ,  Orto Comunale De.Co.  e raccolta di Alberi da Frutto Storici. All' interno del Palazzo...piccolo Museo dell' Arte Contadina e non solo. Prevista la partecipazione dell 'Oste Giorgione de il Gambero Rosso Chanel e di Maurizio Pescari docente di Marketing Turistico e giornalista del Corriere della Sera. Prevista la presenza di Sindaci del comprensorio, rappresentanti Regionali e Provinciali.

Pubblicato in Longobardi

parco aventuraE’ di qualche giorno addietro la pubblicazione del parere, ai sensi dell’articolo 6, comma 3, del decreto del presidente del Consiglio dei Ministri 31 ottobre 2018, sulla graduatoria relativa al Bando “Sport e Periferie” pubblicato il 15 novembre 2018. (PRESIDENZA 

CONSIGLIO DEI MINISTRI-SPORT)

Il provvedimento riguarda la graduatoria relativa al Bando “Sport e Periferie” pubblicato il 15 novembre 2018 e finalizzato alla selezione di richieste di intervento da finanziare nell’ambito 

del Fondo Sport e Periferie per l’anno 2019.

Anche in questo caso le nostre progettualità vengono premiate, infatti con un finanziamento di € 235.328,00 per la realizzazione di un “PARCO AVVENTURA MONTANO” la commissione ministeriale ha valutato il nostro progetto primo in Calabria e tra i primi 20 in Italia. 

Il comune di Longobardi ha proposto la realizzazione di un “Parco Avventura”. Il progetto prevede la realizzazione di un percorso acrobatico in altezza, percorsi su corde alte e percorsi vita sospesi con strutture composte da percorsi aerei, tirolesi, ponti tibetani ed altri elementi, realizzati in legno, corda e cavi d’acciaio. Pertanto vorremmo offrire ai visitatori la possibilità di testare le proprie capacità e l’attitudine agli sport di montagna, in modo divertente e sicuro. Il parco sarà dotato di area sosta, reception e zona breakfast. 

La storia dei parchi avventura è certamente riferibile ai percorsi all’aperto usati già nell’ antica Grecia per addestramento militare. Dal 1960 negli Stati Uniti e dal 1980 in Europa questo tipo di attività a carattere sportivo si è coniugata con una offerta che potesse coinvolgere un pubblico più vasto: sono stati dunque realizzati sofisticati sistemi di sicurezza, per rendere questa attività del tutto sicura e rivolta pertanto a tutti coloro che abbiano un minimo di fisicità. Negli Stati Uniti i parchi avventura sono oltre 15.000, mentre in Europa sono alcune centinaia, oltre 500 delle quali in Francia – con oltre 10 milioni di utenti – ed oltre 150 in Italia.

La struttura si realizzerà in un'area boschiva comunale, per favorire il contatto con la natura, elemento importante in questo tipo di realizzazioni.

L’amministrazione comunale di Longobardi 

Pubblicato in Longobardi

long finIn questi giorni sono state pubblicate le graduatorie provvisorie del “fondo per lo sviluppo e la coesione” promosso dal dipartimento urbanistica e beni culturali della Regione. 

Nell’elenco dei “progetti di valorizzazione dei borghi della Calabria” ammessi al “fondo per lo sviluppo e la coesione (Fsc) 2000/2006 promosso dal dipartimento urbanistica e beni culturali della Regione figura anche il Comune di Longobardi. Il bando prevede l’erogazione di un importo complessivo di circa 100 milioni di Euro. Un sostanzioso investimento che mira a preservare l’identità e la storia di dei borghi della Calabria. Longobardi propone il “Borgo di San Nicola Saggio” un progetto integrato di ricettività turistica. 

Oltre che alla preservazione delle strutture, la misura mira anche ad un rilancio del territorio calabrese in termini di turismo. Ancora una volta i nostri tecnici progettano in modo coerente con quanto bandito dalla Regione. Oggi i bilanci degli enti locali soffrono la mancanza di trasferimenti ordinari, pertanto diventa fondamentale utilizzare al meglio i fondi europei. Noi ci siamo sempre, cerchiamo di non farci mai cogliere impreparati. L’esperienza di tanti anni di governo spesso diventa un valore aggiunto. Un doveroso plauso va all’amministrazione regionale che da attenzione alle piccole realtà locali.

Pubblicato in Longobardi

LONGLongobardi– "Rimaniamo basiti e sorridiamo per la stizzita reazione della maggioranza, guidata dal sindaco Giacinto Mannarino, in materia di mancata manutenzione del territorio. Sicuramente è la riprova che svolgiamo appieno il nostro ruolo di opposizione, ma anche la conferma che i nostri amministratori, proprio, non ci riescono a confrontarsi, in modo civile, purtroppo, sul piano politico". E' quanto affermano i consiglieri di minoranza Francesco Cicerelli e Nicola Bruno. "Ormai -continua il capogruppo di minoranza Nicola Bruno- toni e comportamenti di questa maggioranza ci fanno capire che non solo non hanno più nulla da dirci ma che la scelta non è più solo tra due progetti di paese: è una scelta, si badi bene, anche, tra due stili completamente opposti. D'altronde, noi, ci sforziamo di fare politica nell'interesse dei cittadini, loro, non avendo argomentazioni, la buttano sul piano personale. In questi anni, hanno cercato di deviare l'attenzione dai problemi reali, usando i soliti toni. Noi, reputo, con educazione, siamo rimasti concentrati sui problemi della collettività ed abbiamo contribuito alla loro risoluzione. Abbiamo segnalato e continueremo a segnalare le criticità di quel "mondo parallelo", di cui parla la maggioranza e che è palesemente sotto gli occhi di tutti, perchè a noi preme la sicurezza del territorio e l'incolumità della popolazione. Per carità, conosciamo lo stato delle casse comunali e capiamo bene che le nostre continue sollecitazioni possono dare fastidio, ma è un fatto che questa amministrazione rimane silente rispetto all'interrogazione del 15 novembre 2017, sul programma di priorità degli interventi, in materia di manutenzione del territorio. Così come è un fatto che, ancora, oggi, questa amministrazione continua a fare orecchie da mercante e anzichè investire in prevenzione, preferisce, com'è già avvenuto la fine di agosto di quest'anno, quando è straripato il torrente sulle strada parallela, in marina, agire in urgenza, con notevoli costi per la collettività. Eppure, ancora, una volta, avevamo, puntualmente, segnalato il problema, persino attraverso la nostra pagina facebook". Il "nostro invito -conclude Bruno- agli amministratori è quello di cercare di risolvere i problemi reali di questo "mondo parallelo" che, forse, dalle stanze del comune non si vedono!"

Pubblicato in Longobardi

telA Longobardi, nelle scuole, ancora, oggi, non squilla il telefono. Duro l'attacco del gruppo consiliare "Progetto Longobardi": "La scuola materna e quella elementare del plesso Marina nonchè le nuove strutture individuate per l'anno in corso, in attesa che venga ristrutturato il plesso del centro, erano, ancora, ieri mattina 18 ottobre, senza telefono e, quindi, senza rete internet, come constatato dal responsabile dell'area amministrativa". E’ quanto affermano i consiglieri di opposizione del comune di Longobardi, Francesco Cicerelli e Nicola Bruno. "Le scuole di Longobardi ancora, oggi, a distanza di poco più di un mese dall'inizio del nuovo anno scolastico -prosegue il capogruppo di minoranza Nicola Bruno- sono senza telefono, con la conseguenza che insegnanti ed operatori scolastici, qualora fosse necessario, non possono, in alcun modo, comunicare con le famiglie. Eppure il nostro comune ha versato, nel 2017, come avviene, ormai, da anni, circa 22.000 euro, alla compagnia telefonica!" Con interrogazione protocollata ieri "abbiamo sollecitato -conclude il consigliere Bruno- il sindaco a ripristinare immediatamente il servizio, perchè non è tollerabile che a farne le spese, siano sempre i bambini: ieri i riscaldamenti o la delibera con cui si vieta il trasporto scolastico ai bambini "morosi", oggi il problema della mancanza di linea telefonica e, quindi, di internet. Non è tollerabile che questa maggioranza si vanti di garantire innumerevoli servizi o di regalare il maialino nero e poi tagli sul telefono delle scuole ahimè caduto sotto la scure della spending review. E' questione di priorità, di scelte politiche e noi non condividiamo affatto le scelte di questa maggioranza". Nel frattempo, gli insegnanti potranno contare solo sui telefoni cellulari personali!

Pubblicato in Longobardi

soldiUn modo  semplice e coinvolgente per raggiungere un grande obiettivo. La prospettiva è: "Rifiuti Zero”. Una serie di buone pratiche che partono dal compostaggio domestico (galline e maialino) passando dalla classica compostiera per finire al "negozio dei rifiuti". I cittadini scopriranno come sarà conveniente differenziare la spazzatura. Infatti basterà differenziare correttamente i rifiuti e portarli ad un centro di raccolta comunale. Un operatore peserà la spazzatura differenziata conferita e rilascerà una ricevuta al cittadino. Per ogni kg il comune rilascerà uno scontrino, con pesa e valore, quando si arriverà a 10€ di conferimento gli scontrini diventeranno buoni spesa. I cittadini potranno utilizzarli esclusivamente nei negozi locali convenzionati. Domenica 7 OTTOBRE c/o l’hotel Gaudio oltre a spiegare il progetto distribuiremo la modulistica per aderire all’iniziativa. 

Zero Waste in fondo non è solo un’utopia.
 
Pubblicato in Longobardi

Lo Specchio della memoria , il volume di Salvatore Nocella, è sicuramente il testo più rappresentativo della storia della società di Longobardi.

La prova, se di prova ci fosse bisogno, sta nel numero dei testi venduti.

Specchio della memoria è , sostanzialmente, una raccolta di 1900 foto che rappresentano la società longobardese del ventesimo secolo.

E domani domenica 5 Agosto, con inizio alle ore 19.00, il Circolo culturale San Nicola Saggio presso la sala dell’Hotel Gaudio ripropone il pregevole testo di storia locale.

Interverranno:

Padre Antonio Casciaro

Giacinto Mannarino

Roberta Pellegrini

Maria Teresa Aiello

Franco Gaudio

Salvatore Nocella.

Pubblicato in Longobardi

Offerte-Lavoro-3Il Comune di Longobardi risulta beneficiario per l’utilizzo di 15 unità lavorative riservata ai percettori di mobilità in deroga per 12 mesi e per un importo totale pari a euro 90000,00.

Il progetto riguarda la manutenzione della viabilità, il decoro urbano e il supporto amministrativo. Ancora una volta la Regione premia la nostra attenzione e la voglia di progettare. L'impegno di queste risorse rappresenta una boccata d'ossigeno per tante famiglie longobardesi e un sicuro beneficio per il nostro territorio. 

Date retta ai gesti, mai alle parole. I gesti dimostrano, le parole illudono.

Il Sindaco e l'amministrazione comunale

Pubblicato in Longobardi

fallimento-680x360Longobardi – La maggioranza ha approvato il conto del bilancio 2017, con il voto contrario del gruppo consiliare "Progetto Longobardi" e l'astensione del consigliere Donatella Attanasio. Si è tenuto, infatti, nei giorni scorsi, alle 9.30, presso la casa municipale di Longobardi, il consiglio comunale, in prima convocazione, avente, tra l'altro, all'ordine del giorno, l'approvazione del conto del bilancio 2017. "Snocciolando numeri e dati negativi del rendiconto della gestione per l'esercizio 2017, è emersa la totale fallimentare gestione del comune sul fronte della spesa". E' quanto affermano i consiglieri di minoranza Francesco Cicerelli e Nicola Bruno. "Permangono, ahinoi, i costi elevati e le gravi criticità del servizio idrico integrato e della raccolta differenziata. Il conto del bilancio evidenzia un timido risanamento, a totale scapito dei cittadini, con tasse al massimo, zero investimenti e zero servizi, svendite patrimoniali, sprechi ed una spesa abnorme. L'indebitamento, pari ad € 5.544.366,64, rimane ancora elevato, con un'incidenza degli interessi passivi e del rimborso dei prestiti in conto capitale, sempre per l'anno 2017, di € 427.663,24. Inoltre, rispetto al conto del bilancio 2016, gli incassi sono diminuiti drasticamente, pur a fronte di maggiori accertamenti. Non a caso l'organo di revisione raccomanda un'azione costante ed incisiva nella riscossione dei tributi propri e di contrasto all'evasione". Ancora: "l'organo di revisione precisa, senza mezzi termini, -continua il consigliere Nicola Bruno- che un'eventuale mancata approvazione del piano di riequilibrio finanziario pluriennale -si legge nella relazione- da parte della corte dei conti, non consentirà il pagamento dei debiti con fondi di bilancio e potrà compromettere l'equilibrio economico e finanziario dell'Ente". In altre parole "se la corte dei conti -conclude Bruno- dovesse approvare il c.d. predissesto, il comune rimarrebbe impantanato, in tasse al massimo, zero servizi e zero investimenti, per 15 anni, visto che la maggioranza, nella seduta consiliare del 6 marzo scorso, con nonchalance, ha allungato il predissesto di altri 5 anni; se viceversa, dovesse deliberare di non approvare il suddetto piano, andrebbe in dissesto".

Pubblicato in Longobardi

Ecco cosa scrive la minoranza.

"A seguito della legge di bilancio per il 2018, che ha modificato l'art. 243-bis del Tuel, la maggioranza ha deciso di prolungare l'agonia del predissesto fino al 2028!".

E’ quanto affermano i consiglieri di opposizione del comune di Longobardi, Franco Cicerelli e Nicola Bruno.

 

"Infatti, nell'ultima assise consiliare, tenutasi nei giorni scorsi, la maggioranza, guidata dal sindaco Giacinto Mannarino, ha approvato -commenta il capogruppo di minoranza Nicola Bruno- la rimodulazione del predissesto, prolungando la condizione di difficoltà del nostro ente di altri 5 anni, mentre 10 anni erano un tempo sufficiente per mettere a posto i conti.

Il predissesto che, come è noto, è volto a scongiurare la situazione di dissesto, di cui è responsabile questa giunta, veniva approvato dalla maggioranza, per una durata decennale, con deliberazione consiliare n° 7 del 18/03/2013, rigettato, poi, dalla corte dei conti che, con provvedimento del 31/07/2014, deliberava di "non approvare il piano di riequilibrio finanziario pluriennale...valutando lo stesso non congruo ai fini del riequilibrio finanziario dell'ente".

Il 2 settembre 2014, con deliberazione consiliare n° 11, la maggioranza, targata Mannarino, riproponeva il piano di riequilibrio.

Da allora, il predissesto, introdotto nell'ordinamento nel 2012, ha registrato frequenti modifiche e integrazioni (D.L. 35/2013, convertito nella legge 64/2013; D.L. 69/2013, convertito nella legge 98/2013; D.L. 16/2014, convertito nella legge 68/2014), l'ultima delle quali, intervenuta a cura della legge di bilancio per il 2018, ha consentito ai comuni -continua il consigliere Nicola Bruno- in predissesto di rimodulare o riformulare il proprio piano di riequilibrio finanziario pluriennale e la maggioranza, anzichè cercare di uscire il prima possibile dal predissesto, con nonchalance, ha allungato a 15 esercizi la durata dell'agonia".

Ora "le misure negative del piano -conclude Bruno- peseranno non solo sui nostri figli ma anche sui nostri nipoti, con la stiratura a 15 anni!

Non erano forse sufficienti 10 anni di sacrifici da parte dei cittadini, già, oltremodo, "vessati"?

Perchè l'amministrazione ha chiesto dei tempi supplementari, visto che predissesto vuol dire tasse al massimo, zero servizi e zero investimenti?".

Pubblicato in Longobardi
Pagina 1 di 7
BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Longobardi

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy