BANNER-ALTO2
A+ A A-

Francoforte. Eritreo spinge sotto il treno un bimbo di 8 anni e la madre.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Alla stazione centrale di Francoforte un uomo eritreo spinge un bambino di otto anni e la sua mamma quarantenne sotto un treno ad alta velocità.

Il bimbo muore, mentre la mamma riesce fortunosamente a salvarsi, pur restando ferita.

 

La Germania è sotto shock per la tragedia accaduta in quello che, con mezzo milione di passeggeri al giorno, è lo scalo ferroviario più affollato del Paese.

E nessuno riesce a capire perché quest'uomo, di cui nessuno sa altro se non che ha quarant'anni, abbia commesso un gesto così terribile.

Anche perché, secondo il racconto di alcuni dei viaggiatori che hanno assistito alla scena e che non è stato confermato dagli inquirenti, avrebbe tentato di buttare sui binari non solo la mamma ed il figlioletto ma pure una terza persona. È stato poi accertato che tra l'uomo e le sue vittime non vi erano rapporti di alcun tipo. Tutto è successo in pochi secondi nella tarda mattinata. L'Ice in arrivo da Colonia entrava nella stazione ferroviaria di Francoforte quando l'uomo ha spinto sui binari madre e figlio che erano in attesa sulla banchina.

Per il bimbo non c'è stato niente da fare: è finito stritolato sulle rotaie. La mamma, pur ferita, è riuscita a cavarsela ed ora è in ospedale in stato di shock. Nel frattempo, l'uomo ha provato a darsi alla fuga, ma è stato immediatamente rincorso da decine di persone che avevano assistito alla scena e che lo hanno bloccato insieme all'uscita della stazione: è stato preso in consegna dalla Polizia, che lo interroga da ore per capire il movente del suo gesto. Il ministro degli Interni dell'Assia, per il quale ci sono «elementi non chiari nel passato dell'assassino», ha lodato i cittadini, il cui intervento è stato fondamentale perché l'uomo venisse subito assicurato alla Giustizia.

Immediate e severe le conseguenze per il traffico ferroviario: Francoforte è un punto di snodo importantissimo per la circolazione dei treni in Germania, che è andata in tilt, con fortissimi ritardi in tutto il Paese. Un caso analogo si era verificato poco più di una settimana fa a Voerde, nel Nord Reno-Westfalia: un uomo aveva spinto sotto un treno che passava una donna che si trovava sulla banchina. L'assassino era stato stato trovato positivo alla cocaina. Tutte improntate allo sgomento le reazioni della politica tedesca. Mentre il ministro dell'Interno Horst Seehofer ha deciso di rientrare dalle vacanze per confrontarsi sul fatto con gli investigatori, i commenti sono stati tutti di condanna.

«Che azione orribile, strappare alla vita un bambino innocente», ha detto il capogruppo dei Verdi al Bundestag Katrin Goering-Eckardt. E mentre le indagini proseguono nel massimo riserbo e sui binari ancora sotto sequestro siano stati deposti tanti mazzi di fiori, la nazionalità dell'assassino ha dato la stura ai commenti dell'Afd. «È ora di dire basta ai nostri confini aperti a tutti. Questa vicenda deve indurci a pensare a difendere la nostra terra», tuona la co-leader del partito populista di destra Alice Weidel

Il Messaggero Mondo Lunedì 29 Luglio 2019

Redazione TirrenoNews

Dal 2005 la Redazione di TirrenoNews.Info cerca di informare in modo indipendente e veloce.

 

LogoTirrenoNews

Sito web: www.trn-news.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove è consentito

BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy