BANNER-ALTO2
A+ A A-

TRIBUNALESi è svolta oggi la prima udienza del processo Apa multiservizi per il quale si è costituito il comune di amantea. Il processo ha interessato tutti gli inquisiti tranne pileggi per ragione del suo precario stato di salute. In sostanza il suo processo è stato rinviato a maggio. A maggio anche la trattazione del processo per gli altri  inquisiti. Essi sono Emma pati, ex assessore comunale, Gianluca Cannara, ex assessore della giunta sabatino, linda morelli, ex presidente del consiglio della. Giunta Sabatino, Emilio caruso, ex comandante dei vigili, Giacomo bazzarelli, istruttore dei vigili.Mario aloe ex vicesegretario del comune di ąmantea, Concetta trafficante ex dirigente del comune di amantea. Fabrizio Ruggiero ex presidente della apa multiservizi da cui il processo ha preso il nome., ex presidente della cooperativa che gestiva il porto di amantea, Claudio Sama', Angelino Romeo, pino furfaro, Marcello Bruno Gregorio, Nicola raso, pasquale lo cane,

Pubblicato in Politica

Carissime concittadine e carissimi concittadini,

dopo una lunga estate d’inerzia politica riteniamo sia arrivato il momento di svegliare le coscienze di tanti amanteani ubriacati da foto di tombini, di cumuli di erbacce tagliate, di mezzi comunali che fanno lo stesso lavoro da anni( ma magicamente qualcuno se ne accorge solo ora) e newsletter della medesima utilità del conteggio delle pecore in caso d’insonnia.

Ci sorge da tempo un pensiero incalzante: o l’amministrazione Pizzino ha risolto tutti i problemi della città o ha fornito massicce dosi di bromuro a tutte quelle paladine della giustizia che urlavano allo scandalo ogni 33 secondi accusando continuamente la precedente amministrazione di inefficienza e incompetenza (nel migliore dei casi!).

I più cattivi potrebbero pensare che i continui attacchi fossero dettati dalla forte invidia e dall’eccessiva smania di protagonismo , potrebbero, addirittura, pensare che tutto quell’accanimento avesse alla base una questione personale e non politica, ma noi no….. sicuramente il motivo di questo assordante silenzio delle opposizioni è la grande efficienza dimostrata dall’esecutivo in carica che non dà la possibilità di trovare pecche nel proprio operato!!!

Come gruppo abbiamo deciso di tacere, di proposito, per dare il tempo alla nuova amministrazione di organizzarsi, di prendere le “misure” con le problematiche dell’ente nella consapevolezza della loro complessità e delle difficoltà che si incontrano quotidianamente anche per le cose più banali….

Siamo stati in silenzio anche perché la città doveva essere proiettata all’accoglienza verso i turisti nella stagione dell’anno più importante.

Siamo stati in silenzio, anche quando c’era da urlare per la sporcizia delle strade, per i cumuli d’immondizia, per la perdita di un finanziamento di più di 500.000 euro per le strade interpoderali, per una notte bianca penosa, dove la gente camminava alla ricerca di qualcosa e non trovava nulla!

Siamo stati in silenzio di fronte all’inerzia nella quale si sono impantanati i componenti dell’amministrazione che accendono animate discussioni con il solo fine di accaparrarsi qualche delega per avere maggiore visibilità invece di affrontare i problemi della città.

A circa tre mesi dall’insediamento non hanno individuato nemmeno i responsabili di settore!

Ora c’è una questione importante però sulla quale non possiamo più tacere: la scuola.

Non entriamo nel merito della soluzione presa, perché può anche essere condivisibile, ma sul metodo è necessario fare chiarezza anche per informare i cittadini su come sono andati i fatti.

Il 10 agosto 2017 la dirigente scolastica Prof.ssa Bozzo ha convocato una riunione dei docenti delle scuole medie per comunicargli che il comune aveva deciso di spostare solo 5 classi alla Manzoni e il restante sarebbe rimasto al Campus.

In base a questa decisione la dirigente aveva mostrato ai docenti quale sarebbe stata l’organizzazione didattica dell’anno scolastico che inevitabilmente, con classi ubicate in plessi diverse, avrebbe avuto un’altro assetto .

Di fronte alle perplessità dei docenti per l’inadeguatezza del Campus, soprattutto per il caldo soffocante patito nell’ultimo scorcio dell’anno scolastico passato, la dirigente ha chiamato il sindaco che l’ha incontrata nel pomeriggio insieme ad una rappresentanza di insegnanti.

Nel corso della riunione il sindaco aveva detto che quella era l’unica soluzione e che si sarebbero organizzati per rendere il più vivibile possibile i locali del Campus.

La dirigente insieme ai docenti hanno accettato la soluzione, nonostante i dubbi e le perplessità.

Dopo circa due settimane una conferenza dei capigruppo cambia la decisione, ad una settimana dell’inizio dell’anno scolastico, rimettendo in discussione tutta l’organizzazione della scuola.

La dirigente si è vista costretta a convocare il consiglio d’istituto per decidere il da farsi e, giustamente, il Consiglio ha deciso di spostare gli uffici a Lago dove si può immediatamente lavorare, essendo praticamente iniziato l’anno scolastico.

La ricostruzione che la stessa dirigente fa dei vari passaggi intercorsi tra la scuola e l’Ente all’interno della relazione che presenta il problema al Consiglio d’Istituto(che vi invitiamo a leggere sul sito della scuola) lascia non poche perplessità.

Probabilmente, se si fosse affrontato per tempo il problema, con la dovuta fermezza, tutti questi disagi non ci sarebbero stati e ci sarebbe stato il tempo di attrezzare i locali del Campus per adibirli ad uffici(anche se i problemi con le bollette Telecom e i conseguenti tagli dei telefoni,avrebbero comunque rallentato l’iter) .

La scuola è una cosa seria, non si può giocare sulle spalle dell’agenzia formativa più importante che abbiamo. La politica nazionale ha negli anni operato una serie di tagli importanti nelle scuole e molti comuni hanno perso l’autonomia scolastica, i sindaci si sono battuti con tutte le loro forze per salvare i loro uffici scolastici.

Proprio per l’autonomia scolastica c’è stato un duro scontro politico tra Amantea e Campora negli anni passati(e parlavamo degli uffici all’interno dello stesso comune!).

Oggi che abbiamo uno dei plessi più importanti del territorio   non possiamo permettere che la segreteria e la presidenza vadano in un altro comune.

Non possiamo permetterlo non solo per una questione di disagio per l’utenza che dovrà spostarsi ma anche perché la presenza di questa istituzione scolastica all’interno della nostra città significa radici, appartenenza, storia!

Non possiamo perdere tutto questo per inefficienza politica, facciamo appello all’amministrazione comunale affinché eviti a qualunque costo lo spostamento della scuola, la nostra scuola!

Monica Sabatino

Linda Morelli

Adelmo Mannarino

David Viola

Gianluca Cannata

Antonio Rubino

Pubblicato in Politica

La presidente del consiglio Linda Morelli il giorno prima della Befana ha convocato il consiglio comunale in sessione straordinaria per il giorno 17 gennaio2017 , alle ore 15.00.

Un solo punto all’ordine del giorno:

“La soppressione della tenenza della Guardia di Finanza nel complessivo tema della tenuta della legalità.

 

Dell’ordine pubblico e della sicurezza nel nostro territorio”

Si parlerà di come possa essere possibile conservare ad Amantea la tenenza della guardia di Finanza per garantire legalità e sicurezza e garantire l’ordine pubblico.

Sembra un compito impossibile dopo le giustificazioni portate dal comandante provinciale.

Non viene indicata né la presenza on consiglio del Prefetto, nella qualità di responsabile provinciale dell’ordine pubblico, dei quadri superiori della Guardia di Finanza e, tantomeno, dei politici del PD ai quali ci si è rivolti finora, tra cui la Bruno Bossio ed il Ministro Minniti.

Sterile, ove vera, la voce relatva alla inesistenza della agibilità della scuola Pizzini di Paola offerta gratuitamente dall’ente provincia quale sede della Guardia di Finanza di Paola dove confluirebbero gran parte delle unità ora in servizio ad Amantea.

E’ noto infatti che i comuni superano facilmente queste difficoltà che il “popolino” presume siano davvero ostative.

Ecco che cosa scrive Francesca Menichino sul suo profilo facebook:

“ È finito un' ora fa il Consiglio Comunale.

Tante cose sono successe, una più grave dell' altra.

Ma l' ultima le supera tutte.

La sindaca in una violenta lite con l' ex-assessore Tempo lo ha ammesso:

" Tempo lo dice in giro ed è vero.....quando ero presidente del consiglio gli assessori mi dovevano retrocedere ognuno una quota delle loro indennità.

E la stessa cosa facciamo adesso noi con la presidente Ermelinda Morelli."

E l' ha detto come se fosse una cosa normale, un calcolo di ragioneria.....

Non aggiungo commenti.

Tutto lo schifo che ho provato e che provo è emerso nel mio intervento, pubblicamente.

Questa è la politica di servizio del primo cittadino di Amantea e della sua amministrazione.

È iniziato male ma è finito peggio il Consiglio Comunale della nostra sventurata città”.

Invece sul profilo facebook della presidente del consiglio comunale Linda Morelli troviamo il seguente comunicato:

“Leggo sbigottita alcuni commenti per quanto riguarda la mia figura politica, tangenti estorsioni soldi a nero?

Ridimensionatevi perché la mia condotta è immacolata la vostra non so e per quanto mi riguarda prossimamente vi querelo in massa.

Populisti di basso rango e senza ritegno.”

E non finisce qua, sembra.

Ormai come si dice ad Amantea “A vacca è jiuta intr’i favi…” e non si salva più niente.

Nella foto le fave prima della vacca!

Pubblicato in Politica

Questo il comunicato di Sergio Ruggiero sulla metafora “Cade dalle nuvole”.

 

“La Segretaria d.ssa Mercuri, che è anche Responsabile dell’Ufficio di ragioneria, cade dalle nuvole”, ho detto tra le altre cose durante l’ultimo Consiglio comunale, quando è emerso l’ormai famoso buco di bilancio.

 

Naturalmente con quella metafora intendevo significare la sorpresa della Responsabile, serissima persona, come noi altri consiglieri giustamente sorpresa di fronte alle rivelazioni dell’Assessore Tempo.

Ma la presidente del Consiglio Morelli ha avuto da ridire, sottolineando una mia recidività nell’uso di un linguaggio irrituale, circa l’impiego “disdicevole” della metafora, forse perché pronunciata in dialetto: “cade d’i negli”.

Mi soffermo un momento sul suo significato.

Nell’armamentario mistico cristiano, tra le nuvole risiedono sia i santi che gli angeli i quali, cadendo improvvisamente sulla terra gravida di peccato, esprimono amaro stupore di fronte a quello che succede. A quanto pare è questa la matrice della metafora in questione.

 

Mi viene in mente il Gesù Cristo senza braccia della buonanima di Fortunato d’a Chianura, che di queste cose s’intendeva assai.

Certo i santi e gli angeli non sono di questo mondo, ma volendo trasporre la gerarchia celeste nella secolare realtà del nostro Comune, tra gli angeli increduli non potrei non collocare la Segretaria comunale Responsabile dell’Ufficio di ragioneria, nel suo duplice ruolo forse la figura maggiormente deputata a mantenere dritta la barra della Trasparenza.

Gli angeli, rammento, secondo l’iconografia dello Pseudo Dionigi che tanto scrisse su di loro, sono composti di materia incorruttibile, pura e trasparente.

 

A questo punto sfido chiunque, non esclusa l’amica Morelli, a qualificare disdicevole l’utilizzo della metafora in questione.

E sfido chiunque a non rilevare l’abisso di confusione che regna ormai sovrana tra gli scranni del Consiglio, una confusione che induce a stigmatizzare come disdicevole la pronuncia di una metafora dal significato chiaro, ampiamente usata nel lessico corrente, irridente solo all’apparenza, e non semmai a riflettere debitamente prima di votare bilanci e variazione di bilanci che, anche alla luce degli ultimi eventi (ma lo abbiamo sempre rilevato), dovrebbero essere oggetto di qualche ulteriore riflessione, e che, proprio per non essere irrituale, ho già qualificato “improbabili” per non utilizzare qualche aggettivo molto più brutale.

Notifico infine alla gentile Presidente Morelli che ancora sono in attesa di risposte alle interrogazioni riguardanti l’entità del debito del Comune di Amantea.

09.10.2016                                         Sergio Ruggiero         Gruppo “La nuova Primavera”

Pubblicato in Cronaca

cuore camUn defibrillatore è stato donato alla scuola dell’infanzia di Campora San Giovanni dall’associazione “Emilio Bruno”. Alla cerimonia organizzata per la consegna del defibrillatore, avvenuta nella mattinata di martedì 27 settembre, erano presenti, oltre agli alunni ed ai loro genitori, la dirigente scolastica Caterina Policicchio, il sindaco Monica Sabatino, gli assessori Emma Pati (istruzione), Gianluca Cannata, e la presidente del consiglio Linda Morelli. L’utilissimo defibrillatore è stato donato dall’associazione di volontariato, “Emilio Bruno”. Due sorelle, Enza e Emanuela Bruno, sono le artefici di questa donazione. L’associazione, nata in memoria del giovane prematuramente scomparso e che porta il suo nome, si adopera per realizzare iniziative e progetti che siano di aiuto alla collettività. E la donazione del defibrillatore è esattamente un esempio di questa attività di utilità sociale.

L’accordo con il Comune di Amantea ha reso possibile la donazione che è anche un momento utile a creare sinergie tra mondo dell’associazionismo e istituzioni.

Adesso la scuola dell’infanzia di Campora San Giovanni è dotata di un defibrillatore che potrà essere utilizzato in tutti i casi di necessità che dovessero presentarsi.

Il comune di Amantea ora si adopererà per trovare fondi indispensabili a formare le persone che dovranno utilizzare il defibrillatore.

Pubblicato in Campora San Giovanni

La presidente del Consiglio comunale Ermelinda Morelli ha indetto il consiglio comunale per il giorno 28 luglio ore 15.30, in prima convocazione,e per il successivo29 luglio, ore 16.30, in seconda convocazione, per la trattazione dl seguente ordine dl giorno.

 

 

 

 

 

 

 

 

  1. Approvazione verbali seduta precedente;
  2. Presa d’atto equilibri di bilancio 2016-2018. Salvaguardia equilibri di bilancio art 193 dlgs 267 del 2000;
  3. Ratifica delibera n 134 del 7 luglio 2016 “Variazione di bilancio ai sensi del dlgs 267 del 2000;
  4. Assestamento generale del bilancio di previsione 2016/2018;
  5. Istituzione mercatino estivo sul lungomare;
  6. Modifica delibera di consiglio comunale n 03 del 27.2.2016;
  7. Adesione del comune di Amantea al GAL Savuto
  8. Scioglimento convenzione comune di Cleto-Amantea-Falerna;
  9. Convenzione fra i comuni di Amantea e Falerna per la gestione associata del servizio di segreteria comunale

Ricordiamo che la delibera consiliare n 3 del 2016 riguarda la Convenzione ex art.35 l. 865/1971 s.m.i. – Monetizzazione vincoli prezzo massimo di cessione e canone di locazione e trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà piena – Approvazione criteri.

Forte sorpresa per la proposta di adesione al GAL Savuto di cui fanno parte dal 2011 i comuni di Aprigliano, Altilia, Belsito, Bianchi, Carpanzano, Colosimi, Figline Vegliaturo, Grimaldi, Mangone, Marzi, Panettieri, Parenti, Paterno Calabro, Pedivigliano, Rogliano, S.Stefano di Rogliano, Carolei,Comunità Montana del Savuto, un territorio, cioè, a estraneo al nostro, ai nostri valori, usi, costumi, interessi.

Prendiamo atto, invece, del superamento delle problematiche connesse con l’uso del lungomare, seppur al fine del mercatino estivo, ma se è così resta una buona notizia per il mercato domenicale che al momento soffre tantissimo e la cui delocalizzazione sul lungomare potrebbe essere un toccasana.

Pubblicato in Politica

babbo natale disneyTutto pronto per inaugurare le festività natalizie.

L’esecutivo guidato dal sindaco Monica Sabatino ha organizzato una serie di eventi che, a partire da sabato 12 dicembre e fino all’Epifania, allieterà il soggiorno di turisti, residenti e vacanzieri. Si tratta nello specifico di alcune iniziative che avranno luogo nei fine settimana e che si rivolgono soprattutto ai bambini, con l’obiettivo di far comprendere loro quello che deve essere lo spirito che anima questo particolare periodo dell’anno.

 

«Abbiamo già scaldato i motori – spiegano all'unisono la delegata alla comunicazione Giusi Osso, il Presidente del consiglio Linda Morelli e l'assessore all' istruzione Emma Pati – affinché questo fine settimana tutto sia perfetto e magico.

Nella giornata di sabato, a partire dalle ore 17, su corso Vittorio Emanuele verrà inaugurata la casa di Babbo Natale che consentirà ai più piccoli di consegnare le letterine con le richieste dei regali, ma soprattutto di ricevere tanti calorosi abbracci e poter scattare una foto - ricordo.

Non mancheranno gli appuntamenti che si legano in maniera ancora più forte e radicata alla nostra tradizione e che consentiranno di vivere le feste tutti insieme, con il solo scopo di dare e ricevere un sorriso».

 

«La casa di Babbo Natale – evidenziano i tre consiglieri comunali – è stata resa possibile grazie alla consolidata sinergia tra il settore pubblico e quello privato. Alla realizzazione di questo particolare calendario di attività dedicate ai bambini hanno collaborato diverse aziende locali: “Erre Delizia”, “Studio 29”, Fratelli Motolese e figli”, “Fichi Marano”, “Grafiche Calabria”, “Mediterraneo Palace Hotel”, “Carlino”, "Merceria Feroleto", "Pub St.Patrick's di William Guido" e "Ferramenta colorificio Rocco Bruni". Ognuno di loro ha donato un fondamentale contributo, sulla base delle singole specificità imprenditoriali, e ha mostrato elevata disponibilità nonostante il periodo lavorativo sia affaccendato.

Grazie anche a Salvatore Malito che ha concesso gratuitamente gli spazi che accoglieranno la costruzione della casa. L' auspicio è di poter istituzionalizzare tale evento nel prossimo futuro, trasformandolo in una attrazione turistica non solo per la città di Amantea, ma anche per l’intero comprensorio. L’augurio è che la dimora di Babbo Natale possa trasmettere la giusta magia a tutti noi, facendoci ricordare quale deve essere l’atmosfera dell’avvento, senza cadere nel consumismo, ma aprendo il cuore».

La Presidente del Consiglio Linda Morelli ha firmato l’avviso di convocazione del prossimo Consiglio Comunale.

 

All’ordine del giorno i seguenti punti.

 

Approvazione verbali sedute precedenti;

 

Rimodulazione dei prestiti concessi dalla Cassa DDPP a carico di Enti Locali. Circolare n 1285 del 4.11.2015.

Richiesta alla Cassa DD PP anticipazione ai sensi dell’art 8 del D.L. 19 giugno 2015 n 78.

 

Individuazione cassa DDPP quale istituto mutuante e richiesta formale impegno finanziamento OOPP.

Ratifica delibera di giunta n 217 dell’8.10.2015 all’oggetto “Bilancio di esercizio 2015 - variazione e storno fondi".

 

Corre voce che il consiglio servirà per creare le necessarie nuove disponibilità finanziarie atte a garantire il pagamento di debiti arretrati nonché gli stipendi del personale dipendente.

Pubblicato in Cronaca

Vale il caso di ricordare l’ aneddoto che Francis Bacon racconta nella sua opera intitolata “Saggi”:

 

“Muhammad convinse il popolo che avrebbe saputo far venire presso di sé una montagna, per salirci sopra a pregare. La gente si radunò;

Muhammad ordinò alla montagna di presentarsi più e più volte; e poiché la montagna restava ferma, per nulla imbarazzato disse: “Se la montagna non è venuta a Muhammad, Muhammad andrà alla montagna”.

 

Lo riportiamo per ricordare che l’amministrazione comunale sta chiedendo ai “referenti” dell’ACD Amantea calcio 1927 di costituire il consiglio di Amministrazione della squadra e nominare il presidente.

 

Ad oggi, sembra una richiesta che non sarà presa in considerazione.

 

Da qui visto che la “montagna” sta ferma, sarà necessario fare il contrario e cioè nominare un commissario.

Non è, infatti, a tutti noto che il termine per la nomina del CdA e del Presidente e per la comunicazione alla Lega calcio è scaduto il 21 agosto e che la prossima settimana inizierà il campionato.

 

Peraltro, già nel 2011 l’allora sindaco Franco Tonnara dovette conferire tale incarico e scelse il consigliere Gianfranco Suriano.

Una nomina perfettamente regolare e sulla quale la Lega non ebbe ad eccepire (perché mai avrebbe dovuto farlo, poi?)

Una nomina, quindi, ripetibile.

Non nel senso del reincarico a Gianfranco Suriano, ovviamente, ma in quello che è facile per il sindaco trovare un consigliere da nominare per questo importante incarico.

D’altro canto dopo quanto fatto dall’amministrazione comunale sinora ( e quanto da fare, ancora) è indispensabile che la giunta non lasci Amantea senza squadra ed assuma direttamente tale onere.

 

Ma chi?

Se si escludono gli assessori che già hanno i notevoli impegni derivanti dalle loro cariche ( GB Morelli, Sergio Tempo, Antonio Rubino, Pati Emma, Cannata Gianluca) restano solo i consiglieri comunali ( Ermelinda Morelli, Ciccia Caterina, Elena Arone, Giusi Osso, Mannarino Adelmo) .

La proposta è stata avanzata, sembra , in primis, come abbiamo detto, a Caterina Ciccia per il suo passato di sportiva , ma sembra che Caterina abbia detto della sua impossibilità ad accettare un incarico così gravoso.

 

Ora sarebbe il turno di un’altra donna e si fa insistentemente il nome di Ermelinda Morelli, ma non si sa ancora se accetterà o meno.

In alternativa alla presidente del consiglio comunale resterebbero Elena Arone, Giusi Osso, tra le donne e Mannarino Adelmo tra gli uomini.

Pagina 1 di 2
BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Amantea

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy