BANNER-ALTO2
A+ A A-

Giuseppe Marchese

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ecco i risultati della indagine de Il Quotidiano sulla più bella della Calabria.

 

Confermiamo tutte le nostre critiche a partire dal titolo che giudica del futuro( cioè non quale è stata).

E poi di seguito, dopo la lettura dei risultati ottenuti, alcune riflessioni.

 

La prima fase ha visto:

19% Trebisacce - Cosenza (1518 voti)

10% Capo Vaticano - Ricadi - Vibo Valentia (811 voti)

9% Cetraro - Cosenza (705 voti)

8% Tropea - Vibo Valentia (630 voti)

8% La spiaggia della Tonnara di Palmi - Reggio Calabria (593 voti)

7% Roseto Capo Spulico - Cosenza (549 voti)

5% Pizzo - Vibo Valentia (386 voti)

5% Punta Alice a Cirò Marina - Crotone (358 voti)

4% Bagnara - Reggio Calabria (334 voti)

4% Scalea - Cosenza (316 voti)

3% Caminia - Catanzaro (204 voti)

3% Arcomagno San Nicola Arcella - Cosenza (203 voti)

2% Le Cannella Isola Capo Rizzuto - Crotone (147 voti)

2% Michelino - Parghelia - Vibo Valentia (150 voti)

2% Sant'Andrea dello Ionio - Catanzaro (149 voti)

2% Crucoli Torretta - Crotone (168 voti)

2% Rossano - Cosenza (130 voti)

2% La Marina Grande di Scilla - Reggio Calabria (145 voti)

1% Rocca del Capo S. Giovanni d’Avalos a Bova Marina - Reggio Calabria (53 voti)

1% Capo Bruzzano - Reggio Calabria (72 voti)

1% Roccella - Reggio Calabria (41 voti)

1% La spiaggia di Scifo a Capocolonna - Crotone (62 voti)

0% Sellia Marina - Catanzaro (37 voti)

0% Paola - Cosenza (26 voti)

0% Gizzeria - Catanzaro (11 voti)

0% Nocera Terinese - Catanzaro (11 voti)

 

Amantea non era in lista (la lista era stata scelta senza alcun criterio conosciuto dal quotidiano).

Non sappiamo, quindi, quanti voti avrebbe avuto Amantea ed altri bei posti regionali, se fossero stati negli elenchi.

Dal web rileviamo che uno sarebbe stato sicuramente certo (l’amico V.A., assuntore delle meraviglie della nostra spiaggia e del nostro mare).
(nella foto la spiaggia di Catocastro oggi!)

 

Nella seconda fase questi i risultati finali:

Vince Trebisacce che era prima anche nella fase iniziale 30% Trebisacce - Cosenza (1996 voti)

Seconda Roseto capo Spulico che passa nientemeno dal 7% al 25%

25% Roseto Capo Spulico - Cosenza (1644 voti) , ottenendo, prima, 549 voti e successivamente 1644( ben 1095 preferenze in più!)

9% Scalea - Cosenza (580 voti)

Terza Scalea che passa dalla ultima posizione della prima fase (era decima) addirittura alle medaglia di bronzo della ultima fase!!!

 

8% Palmi - Reggio Calabria (558 voti)

7% Punta Alice Cirò Marina - Crotone (444 voti)

5% Cetraro - Cosenza (324 voti)

5% Bagnara - Reggio Calabria (312 voti)

4% Capo Vaticano Ricadi - Vibo Valentia (287 voti)

4% Tropea - Vibo Valentia (290 voti)

3% Pizzo - Vibo Valentia (205 voti)

 

L’altra cosa strana è che Cetraro, Bagnara, Capo vaticano, Tropea, Pizzo, perdono tantissimi fans ed alcuni crollano nelle preferenze!?!?!?!?

 

Confermiamo che Amantea avrebbe almeno confermato il suo fan!!!

Scherziamo , ovviamente. Ma penso che si fosse capito!

 

Ma per avere riprova di quanto detto aspettiamo la edizione (?) del 2018!!!

Sempre che l’anno prossimo ci siano ancora le nostre spiagge!

Non è una affermazione fatta a cuor leggero.

 

 

Per niente.

Anzi, è una sottolineatura di un aspetto sociale che segnala sempre più la inciviltà che mostrano alcuni amanteani o, come noi supponiamo, presenti- residenti ad Amantea.

 

Continueremo con carattere di ripetitività a segnalare i comportamenti incivili che si presentano nella nostra cittadina e che ci paiono figli dell’abusivismo e dell’evasione tributaria.

Erano le 21 di ieri sera in via Generale Della Chiesa quando una macchina scarica in mezzo alla via 10 buste di spazzatura.

Sul posto un amanteano che ama la giustizia e che odia i comportamenti contrari alle leggi ed ai regolamenti.

Non ci sta. Non vuole che sporchino la “sua” città.

 

Non è il solo. Un altro “onorevole” cittadino sposta le buste ad un lato per evitare che vengano calpestate dalle auto e si spargano per terra alle mercè di cani, gatti, topi.

E così questo amanteano civile chiama tutti: i vigili, qualche assessore, qualche consigliere comunale.

Ed infine chiama me.

 

Dopo un po’ arrivo e gli chiedo notizie.

“ Vigili non ce ne sono”.E poi aggiunge “Ma mi ha detto ……..che sono state attivate le telecamere e che domani ………”. Infine me la indica “ Ecco è quella là”

Degli effetti delle telecamere mi fido e non mi fido.

“Quali sono le buste? Queste?”

“Si” E la risposta e così mi avvicino

Cerco prove della appartenenza: una lettera, un bollettino postale, una fattura dell’ Enel, eccetera.

Mentre guardo delicatamente e buste, un amico fa “ Buste con soldi?” riferendosi ad un nostro articolo scherzoso.

 

E’ un carabiniere che fa due passi con la sua signora.

“NO. Buste con medicine e perfino siringhe di insulina. Medicine scadute. Chi ha buttato queste buste è un pezzo di mxxxx! E soprattutto come è evidente non è iscritto nei ruoli del servizio RSU”

Ecco perché dico che si tratta di una guerra e non di una battaglia .

Una attenta e forte lotta alla evasione tributaria eviterebbe od almeno ridurrebbe questi fatti.

 

Che senso avrebbe infatti una economicamente dolorosa contravvenzione se potesse usare il servizio della differenziata?

La lotta alla evasione tributaria, quindi, è un dovere da parte della pubblica amministrazione.

Nei prossimi giorni vi mostreremo altri comportamenti che impongono questa lotta, un lotta forte e continua.

Sarebbe necessario, infine, che l’ente mettesse sul proprio sito i nomi dei contravventori.

Che poi sia lui a portare l’ente in Tribunale, se ne ha il coraggio. Noi vi anticipiamo che seguiremmo tutte le udienze pubblicizzandole!

 

Aspettiamo che il comando di Polizia Municipale ci dica almeno se ha elevato la contravvenzione.

Una città che dimentica la sua storia è una città persa.

 

Una città che non ricorda è una città senza futuro

Abbiamo detto che le belle immagini di ceramica di Pedro Bonavita che rappresentavano i due eroi Falcone e Borsellino erano miseramente cadute ed i pezzi con il tempo erano stati raccolti dalle mani pietose di un amanteano.

 

Inutilmente sollecitavamo la riproposizione proprio nella piazza a loro titolata.

Il 2017 si sono compiuti i 25 dalle loro morti per mano della mafia che avevano combattuto in nome e per conto della Giustizia, dell’Italia e degli Italiani.

A paura.

Uomini che vivevano con la paura della morte, una paura che non impediva di fare il proprio dovere.

Dimenticarli oggi è una vergogna

Poco prima della celebrazione del 25° anno della strage di Capaci chiesi al commissario se avessero intenzione di celebrare l’avvenimento e nel caso contrario di farmi apporre una stampa dei due eroi sulla locandina di Via Dogana.

Venni autorizzato e lo feci.

 

Da solo, o meglio insieme con un amico che ha scattato questa foto.

Nei prossimi giorni, il 19 luglio, è il 25° anniversario della strage di via Mariano D’Amelio a Palermo , nella quale persero la vita il magistrato italiano Paolo Borsellino e i cinque agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi (prima donna a far parte di una scorta), Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.( L'unico sopravvissuto fu l'agente Antonino Vullo, risvegliatosi in ospedale dopo l'esplosione, in gravi condizioni)

Oggi Fiumefreddo Bruzio celebra paolo Borsellino con un evento.

 

Ed Amantea?

Vorremmo sapere se la politica amanteana (ora che non c’è il commissario) intende celebrare questo eroe anche semplicemente ponendo , ALMENO, un mazzo di fuori sotto la sua immagine.

Diversamente lo faremo noi giorno 19 luglio alle 16.58 insieme a chiunque altro lo voglia( è un appuntamento)

Vorremmo anche sapere se ad Amantea continuiamo ad essere in 3 a ricordare Borsellino, io, il mio amico e vicino di casa Riccardo Clemente, ed un meraviglioso ragazzino di Campora San Giovanni che lo ha eletto a “SUO EROE” e me come suo amico.

PS Amantea ingrata non dimentica “solo” Borselino, ma anche molti altri che fanno od hanno fatto il loro dovere !

BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy