BANNER-ALTO2
A+ A A-

CBD ITALIA, COME VIENE DISCIPLINATA

Vota questo articolo
(1 Vota)

 cbd-usi-mediciCBD ITALIA: COSA E’ LEGALE

 DISCUSSIONI ANCORA ATTIVE SULLA LEGALITA’ DELLA CBD, ITALIA

L'Italia, come molte nazioni europee, ha una posizione legale abbastanza rilassata nei confronti della cannabis e dei suoi prodotti. Consente l'acquisto e la vendita di olio di cbd Italia online purché contenga meno dello 0,6% di THC, relativamente elevato rispetto ad altre nazioni europee. L'Italia consente anche la vendita di varietà di Cannabis ad alto contenuto di CBD e basse di THC, chiamate "Cannabis Light".Entrambi i prodotti sono prontamente disponibili presso i rivenditori online.

Come nel caso dell'online, l'Italia consente l'acquisto di olio di CBD dai negozi purché il contenuto di THC sia inferiore allo 0,6% di THC. Mentre alcuni dibattiti legali sullo stato di "Cannabis Light", una varietà alta di CBD a basso contenuto di THC di Cannabis sono ancora in corso, è legale acquistare Cannabis Light.

Nel 2016 il governo italiano ha deciso di rendere la coltivazione della canapa completamente legale. In effetti, la quantità di terra utilizzata per la coltivazione della canapa è aumentata del cento per cento. Questo è stato visto come un enorme successo, poiché le piante di canapa hanno contribuito a ripristinare terreni agricoli contaminati o sterili.

CBD ITALIA, VENDITA CONSENTITA

Come indicato sopra, l'Italia consente di vendere prodotti di cannabis con concentrazioni di THC fino allo 0,6% di THC. Tali prodotti sono prontamente e facilmente disponibili, inclusa la Cannabis Light precedentemente menzionata. 

Cbd Italia, sebbene l'industria medica della cannabis sia fortemente regolamentata, i prodotti superiori allo 0,6% sono disponibili tramite un medico. Gli atteggiamenti nei confronti della cannabis medica sono diversi tra le parti del nord e del sud dell'Italia, con la cannabis medica più comune nel nord, ma ancora non disponibile come in altri paesi.

L'acquisto di prodotti a base di cannabis con livelli di THC dello 0,2% è legale, purché rimanga al di sotto del limite precedentemente indicato dello 0,6% di THC. Proprio come il Canada prima della legalizzazione del 2018, l'uso di cannabis è depenalizzato in Italia, il che significa che possedere prodotti a base di cannabis con lo 0,6% di THC o superiore è prevista una piccola multa in quanto non un reato.

CBD ITALIA, DAGLI ANNI ’40 AD OGGI

Negli anni '40, si diceva che l'Italia fosse il secondo produttore mondiale di canapa industriale, ma dopo la seconda guerra mondiale, il paese adottò un approccio diverso alla coltivazione della canapa, vietandone completamente l'attività. Ma una direttiva del governo pubblicata il 14 gennaio 2017, sulla produzione e commercializzazione di marijuana legale, ha dimostrato un considerevole cambiamento di prospettiva politica e ideologica.

Non è richiesta alcuna autorizzazione per la coltivazione della canapa con un contenuto massimo di THC dello 0,2% con un livello di tolleranza fino allo 0,6%. Significa che non è più necessaria la comunicazione alla stazione di polizia più vicina - Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza - tramite un modulo di denuncia. Sebbene non sia più obbligatorio, l'orientamento è comunicarlo comunque per evitare qualsiasi problema. L'unico obbligo per il coltivatore è di conservare la fattura e i documenti tecnici delle sementi per un periodo non inferiore a dodici mesi. L'importazione di canapa industriale in Italia per la commercializzazione non deve solo rispettare le norme nazionali ma anche quelle europee.

La presente legge – per la regolamentazione cbd Italia - si applica alla coltivazione della canapa delle varietà accettate iscritte nel catalogo comune delle varietà delle specie di piante agricole, a norma dell'articolo 17 della direttiva 2002/53 / CE del Consiglio, del 13 giugno 2002.

Cbd Italia, una questione che risulta ancora controversa e causa di numerosi dibattiti. Dagli anni ’40 ad oggi la regolamentazione ha subito modifiche.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove è consentito

BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy