BANNER-ALTO2
A+ A A-

Mario Oliverio trova un nuovo impiego per l’esercito di Calabria Verde

Vota questo articolo
(0 Voti)

Quando si ha un esercito occorre usarlo, quantomeno per fare esercitazioni.

L’alternativa è che o l’esercito , se possibile, diventi debosciato o inizi contestazioni, occupazioni con sventolio di bandiere, se non mini rivoluzioni.

 

In Calabria per taluni esiste il diritto al lavoro e Calabria Verde è tra questi.

Ed allora ecco la trovata, la boutade della politica.

Il personale di Calabria Verde passa dai boschi, nientemeno che alla archeologia.

Ed il passaggio è garantito da un protocollo di intesa ( che parola nobile) tra la Regione e la Direzione generale per i Beni culturali e paesaggistici.

Ovviamente il violento sistema protettivo dei potenti calabresi, che nel caso di Oliverio diventa incredibilmente intenso, ricorda che :

  1. «Il patrimonio culturale costituisce per tutti noi un'importante eredità che non dobbiamo disperdere».
  2. «La Regione e la Direzione Generale per i beni culturali e paesaggistici si muoveranno di concerto esaltando quel principio di sussidiarietà dinamica richiamato dal codice dei beni culturali e del paesaggio. Meraviglioso il termine di “sussidiarietà dinamica!”
  3. La Regione per raggiungere l'obiettivo, opererà attraverso l'ente strumentale Calabria Verde che nelle passate settimane, dando attuazione ad accordi con la Protezione Civile Regionale, l'assessorato all'Ambiente e l'Ente Parco della Sila, ha già fornito il proprio contributo nella pulitura delle spiagge di alcuni comuni della Locride, sulle quale annualmente nidifica la tartaruga marina Caretta-Caretta. Si impone la domanda: ma la Caretta caretta non nidifica nelle spiagge migliori e più pulite e prossime al mare più pulito? Ed allora?
  4. Calabria Verde che nelle passate settimane, ha già fornito il proprio contributo, nel recupero di rifiuti solidi urbani e speciali abbandonati nel Parco della Sila, che vogliamo far rientrare tra i beni paesaggistici ed ambientali dell'Unesco. Già; per rientrare deve essere pulito
  5. L'introduzione di questo nuovo meccanismo concertativo e la collaborazione tra i soggetti pubblici dovrà esaltare la primaria funzione della valorizzazione dei beni culturali: contribuire allo sviluppo locale.
  6. Il patrimonio culturale, infatti, in quanto luoghi della memoria del nostro passato, costituisce per tutti noi un'importante eredità che non dobbiamo disperdere. Costituisce la testimonianza delle nostre origini. Costituisce un insieme di valori storici, artistici ed ambientali da conservare per non disperdere le tracce della nostra identità culturale». Ma allora il presidente Oliverio manderà il suo esercito di forestali a pulire i nostri centri storici sporchi ed abbandonati?

E non basta!

Oliverio assicura che «Nei prossimi mesi si cercheranno con la Direzione Generale per i beni culturali e paesaggistici, in un contesto programmatico coordinato, altre attive forme di collaborazione, volte sempre a valorizzare e fruire il patrimonio culturale, compreso quello religioso, attribuendogli un più incisivo ruolo nei processi di organizzazione del territorio». In sostanza il patrimonio culturale calabrese non è fruibile se non con la presenza dei forestali, la caretta, caretta non nidificherà senza i forestali,la Sila non rientrerà tra i beni paesaggistici ed ambientali dell'Unesco, se non dopo la bonifica da farsi a cura dei forestali

Ed allora grazie alle falci ed ai decespugliatori del personale di Calabria verde potremo visitare i circa 50 siti d'interesse archeologico ed artistico calabresi per liberarli dall'aggressione della vegetazione spontanea esistente sia all'interno che nelle zone di avvicinamento ed accesso.

Ovviamente anche in questo caso “Il tutto avverrà alla presenza di personale della stessa Direzione Generale per i beni culturali e paesaggistici per garantire la correttezza degli interventi”.

Cosa sarebbe la Calabria senza i Forestali e senza Oliverio ?

Redazione TirrenoNews

Dal 2005 la Redazione di TirrenoNews.Info cerca di informare in modo indipendente e veloce.

 

LogoTirrenoNews

Sito web: www.trn-news.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove è consentito

BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy