BANNER-ALTO2
A+ A A-

Riccardo Clemente

Collaboratore dal 2009, da tempo ormai realizza insieme alla redazione articoli su Amantea, ma di fondamentale importanza è il ruolo di "informatore".
Splendidamente, infatti, raccoglie informazioni preziose su vicende locali ed in numerose  occasioni ha permesso la realizzazione di veri e propri scoop di cronaca locale realizzati dallo Staff del portale TirrenoNews.Info

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scorcio dalla TorrettaIeri mattina presso la sala conferenze di Confindustria Cosenza si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del festival della formazione e dell'apprendimento continuo "Maestri fuori Classe" che si terrà a Fiumefreddo Bruzio il prossimo weekend dal 31 agosto al 2 settembre. Trattasi del primo Festival a livello nazionale che sviluppa tematiche della formazione, promosso da CREO srl (società di consulenza e formazione aziendale) nella consapevolezza che il settore della formazione possa essere il vero volano di sviluppo e rilancio di un settore imprenditoriale oggi fortemente in crisi d'identità, oltre che di risorse e nuove idee.

Alla presenza di giornalisti e operatori del settore Francesco Marino amministratore di Creo srl, nonché ideatore del Festival, ha esposto i contenuti della manifestazione partendo da un principio ispiratore di fondo ossia la necessità di ripartire dalla formazione intesa non solo come acquisizione di specifiche competenze tecniche, bensì come acquisizione di un nuovo approccio e metodo socio-imprenditoriale che torni a valorizzare principi di cooperazione e collaborazione economica affinché la crescita del contesto in cui ognuno di noi opera favorisca la realizzazione dei singoli. Una nuova visione orizzontale della società che si preoccupi di più di chi sta al nostro fianco.

Il festival si sviluppa in tre giornate di incontri organizzate secondo un logico percorso di approfondimento, partendo in primis dall'analisi dei problemi che limitano le potenzialità di sviluppo imprenditoriale della Calabria, proseguendo poi con il confronto sulle possibili soluzioni e sulle opportunità che offre il nostro territorio, per poi concludersi valorizzando esperienze imprenditoriali di successo con evidenza su come, quando e perché qualcuno ce la fa. Nel corso delle tre giornate del Festival ci saranno incontri con vari professionisti del settore tra i quali spiccano Federico Fubini editorialista del Corriere della Sera, Cesare Moreno dell’Associazione Maestri di Strada, Luciano Canova economista e professore della Bocconi di Milano, Gian Maria Bianchi, executive coach, docente di Intelligenza Emotiva Università di Castellanza, il giovanissimo attore calabrese Alessio Praticò, giovani imprenditori calabresi quali Ivano Trombino, che ha vinto numerosi premi a livello intrenazionale con il suo amaro e Aldo Nereo Salerno general manager di CA.DIS.il cui marchio trainante è Ottimo Casidea. Arricchiscono, poi, il Festival una mostra fotografica di Francesco Arena, in esposizione nel castello di Fiumefreddo dal titolo "i punti di vista", e le sezioni workshop "orientamenti" durante le quali formatori e coach si confronteranno con i giovani per la ridefinizione delle proprie scelte.

"Abbiamo deciso di investire in Calabria - spiega Marino - perché crediamo che ancora oggi siano di gran lunga superiori le opportunità che questa terra offre rispetto alle difficoltà che ci costringe a superare, però per far sì che le potenzialità diventino vera occasione di sviluppo c'è bisogno di "recuperare e ricostruire Fiducia ".

Partner autorevoli dell'evento, i cui autori già preannunciano edizioni nei prossimi anni, sono il MIUR , Confindustria Cosenza, il Comune di Fiumefreddo Bruzio, la coop. Borgo di Fiume, la Pro Loco e tutta la comunità del borgo, che già mostra di accogliere l'evento con molto entusiasmo

creditiIl convegno intitolato “Banche e mercato del credito: tendenze e prospettive” organizzato presso l’Università di Palermo dal Dipartimento delle Scienze Economiche, ha posto l’attenzione sulla difficoltà che stanno riscontrando le piccole e medie imprese nel farsi riconoscere dei finanziamenti. Dai dati raccolti emerge come a febbraio 2018, i prestiti erogati alle aziende che annoverano meno di 20 addetti hanno registrato un decremento significativo del 3,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Situazione ancora più critica per quello che riguarda il settore dell’artigianato, dove il credito a tali imprese ha registrato una flessione del 9,3% su base annuale, una situazione davvero complessa che va risolta con un efficace intervento governativo che permetta alle piccole e medie imprese di accedere in modo più semplice al credito. A fare da contrappeso a questo immobilismo a livello Istituzionale c’è la discesa in campo di colossi del settore finanziario quali ING Direct, che fornisce un sostegno efficace alle PMI attraverso la messa a disposizione di prestiti veloci per aziende in grado di garantire un sostegno efficace per le ambizioni di sviluppo di queste aziende. Tra gli esempi di questo impegno è da annoverare sicuramente il Prestito Arancio Business, soluzione che permette di ottenere dai 3 ai 100 mila euro, rimborsabili in 12 mesi, con l’importo che viene erogato entro pochi giorni dalla richiesta previo l’espletamento delle opportune verifiche.

Velocità, digitalizzazione e assenza di burocrazia, queste sono le caratteristiche di tali nuove forme di prestito, in grado di garantire un’elevata flessibilità e un tasso personalizzato costruito in base alla storia creditizia dell’azienda. Una soluzione di estrema trasparenza, con commissioni applicate pari all’1% e senza nessun ulteriore aggravio specifico nel caso di rimborso totale e anticipato del prestito.

Soluzione come i prestiti veloci si stanno dimostrando come delle vere boccate di ossigeno per le piccole e medie imprese, esempi fattivi di aiuto per cercare di superare le difficoltà che tali aziende incontrano affrontando l’accesso al credito. L’importanza di tali iniziative è stata sottolineata anche dai relatori che hanno partecipato al convegno dell’Università di Palermo. Parliamo di fonti autorevoli come Francesco Faraci ed Enzo Scannella dell’Università di Palermo, Franco Tutino e Paolo Mottura dell’Università Bocconi di Milano, i quali sono tutti unanimi nel definire il prestito veloce un importante passo in avanti nell’erogare del credito alle imprese.

Queste iniziative devono essere sorrette da un’azione a livello strutturale governativo e istituzionale, che garantiscano un accesso facilitato al credito alle aziende, in modo da garantire alle stesse denaro liquido importante per la loro crescita e per mettere in campo investimenti e innovazione essenziali per garantire la loro permanenza nel settore. In questa direzione si deve muovere il nuovo Governo, che avrà l’importante compito di non abbandonare i provvedimenti fatti in precedenza, rinsaldando e al contempo sviluppando per garantire un supporto costante e solido alle piccole e medie imprese, una parte importante del nostro prodotto interno lordo e che deve rimanere tale anche nei futuri scenari dell’economia globale.

Dove comprare bitcoin

Giovedì, 17 Maggio 2018 12:29 Pubblicato in Economia e Finanza

bitIl bitcoin è ormai una realtà. Secondo alcuni andrà a sostituire la moneta reale, secondo altri è destinato a svanire nel nulla, come la qualunque moda. Qualunque sia la verità, è comunque un fatto che sono sempre di più gli italiani che si immergono in questo tipo di mercato. La domanda però è, dove comprare bitcoin senza rischiare di incappare in fregature di qualche tipo?

Un primo esempio sono gli ATM. Inserendo i contanti, è possibile ottenere che vengano accreditati tot bitcoin sul proprio wallet. Sebbene in America questi particolari “bancomat” per bitcoin siano molto diffusi, in Italia ve ne sono ancora pochi, e sono a Torino, Milano, Firenze, Rovereto, Trieste, Genova. Il primo utilizzo potrebbe risultare un po’ complicato, poiché prevede una autenticazione a quattro fattori, allo scopo di stabilire la sicurezza della transazione, ma ne vale la pena.

Exchange e quotazioni criptovalute

Non solo bancomat, comunque. È possibile comprare bitcoin anche online. Prima di tutto, luogo sicuro dove acquistare bitcoin online sono le piattaforme Exchange. Su questi siti è possibile convertire euro in bitcoin. È possibile fare lo stesso con diverse altre valute. La gran parte delle piattaforme di Exchange funziona anche come wallet. Una delle piattaforme di Exchange più conosciute è Coinbase, ma poi vi sono anche Coinmama, VirWox, Unichange, Paxful, Okchanger, LakeBTC e diversi altri ancora.

Per capire quanto costa, o meglio il cambio tra euro / Bitcoin, è possibile seguire l’andamento delle quotazioni criptovalute .

Trading

Con il trading CFD è anche possibile acquistare bitcoin, sebbene in una forma un po’ insolita. Detto in parole semplici, attraverso il trading puoi investire bitcoin pur senza effettivamente possederli. Cioè, è come se li comprassi, ma in realtà più semplicemente vi hai investito: attraverso il trading CFD, ovvero Contract For Difference, più che comprare bitcoin, scommetti sul valore che andranno ad acquisire in un tempo più o meno prossimo, ed è proprio da lì che deriverà il tuo guadagno.

BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Catanzaro

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy