A+ A A-

amanteaSono tante le cose di cui Amantea ha bisogno e che si spera la Befana abbia lasciato nella calza o , meglio, nelle calze. In primis la casa della salute. Quella che la gente di Amantea, Aiello, cleto, serra , San Pietro, Lago, Belmonte e longobardi attendono inutilmente da anni. Da anni ed in silenzio. Già , ma perché questo silenzio? Perché i sindaci stanno zitti? Non hanno compreso la utilità della casa della salute? Hanno paura di osare lamentarsi? E soprattutto perché la comunità dell'ex distretto amanteano non grida contro chi la lascia con una sanità formale e la costringe ad impossibili tempi di attesa ed a forti spese per recarsi fuori territorio per curarsi? Queste elezioni regionali davvero cambieranno le cose? Ed Amantea capirà di dover votare chi se ne è curata e se ne curerà? Qualcuno dei candidati e dei rappresentanti politici assumerà impegni per dare al territorio la casa della salute? Amantea deve saper votare chi le vuole bene!

Pubblicato in Politica

grotta4Crolla in più parti la volta della grotta della villa comunale sottostante il centro storico. Non sarebbe male da un lato controllare il divieto di accesso , ma nel contempo con le dovute garanzie espletare una attenta manutenzione, rimuovendo i tratti di volta che sono in precaria stabilità. Ricordiamo a chi vuole ricordarlo che si tratta di un bene culturale di valore che è stato visitato per centinaia di anni da decine di migliaia di persone e che sarebbe bene ridare in uso culturale magari con accesso controllato.

Pubblicato in Primo Piano

rifiuti indispenzAvviso alla cittadinanza

Domani si raccoglie un quantitativo limitato di indifferenziata prediligendo le aree mercatali , le scuole , le strutture sanitarie e i luoghi dove si sono creati situazioni di precarie condizioni igieniche sanitarie .

Gli operatori della Lamezia Multiservizi SpA non riusciranno a raccogliere tutti i rifiuti accumulati in varie zone della Città nelle ultime 3 settimane.

Poiche' il contingentamento dello sversamento dei rifiuti obbliga i comuni a garantire solo lo svuotamento di un unico camion giornaliero, si rende necessario modulare, pertanto, la raccolta dell'indifferenziata, ed alcune località o strade di Amantea rimarranno scoperte.

Si confida nella consueta collaborazione dei cittadini nel continuare a limitare tale emergenza, incentivando sempre più la raccolta differenziata limitando al minimo il secco non riciclabile.

Pubblicato in Politica

giulio vita 1Cara Concetta Veltri Assessore al Turismo della Città di Amantea,

Ho letto la tua dichiarazione dopo che i commercianti di Amantea hanno alzato la voce davanti le condizioni terribili in cui versa Amantea, motivati dalla mancanza delle luci natalizie a carico del Comune (come promesso l’anno scorso).

A questa maggioranza piace troppo il melodramma e non capisce la differenza tra la persona e l’incarico. Tu non sei l’eccezione e tra le cose che argomenti, mi ha sorpreso la teoria secondo la quale gli amanteani ti vorrebbero fuori perché sei di Campora, una frazione di Amantea. Forse così volevi strizzare l’occhio all’elettorato più campanilista che ancora crede di vivere in due città diverse e non si rende conto dell’immensità del mondo e l’importanza della unione. Questo è un vizio in gran parte motivato per il nostro Sindaco, che ha paura di riferirsi a Campora come parte di Amantea. Io, che non sono un ipocrita né un vigliacco, preferisco dire le cose in modo chiaro.

Come tante volte che mi sono confrontato con te, vorrei capirti e ti concedo che nessuno è felice di sentirsi screditato dal proprio ruolo. Però ti invito a riflettere un po’ più approfonditamente sul tuo operato, e parlerò solo di cose che hanno a che fare con il tuo ruolo:

1.-La tassa di soggiorno non è stata usata per il decoro urbano né per il cartellone estivo, come avevi promesso

2.-Quest’anno il famoso Carnevale di Amantea non si è realizzato

3.-Il cartellone estivo è uscito in ritardo, disorganizzato, senza fondi e per niente diffuso in giro

4.-A giugno hai speso 18.000 euro per il concerto di Fabio Concato che non ha portato Turismo

5.-Non hai progettato o vinto nessun bando per il Turismo

6.-Quest’anno ha chiuso l’Ufficio del Turismo di Amantea

7.-Si sono spesi quasi 5.000 euro per pagare programmi regionali con zero impatto e alcuni sono andati a fare trasmissioni promuovendo il negozio di amministratori attualmente nella maggioranza

8.-La Fiera è stata un disastro organizzativo

9.-Non c’è un piano per il Natale

Invece di trovare colpevoli per ciascuno di questi punti, dovresti accettare le sconfitte e capire perché hai sbagliato in modo di migliorare. Ma purtroppo tu ti chiudi nelle tue verità e non ascolti, rendendo impossibile l’eccellenza.

Ogni punto di questa lista, l’avete venduto nei giornali come l’opposto, senza basarvi su numeri né report di affluenza o impatto mediatico. Ed è qui che ti parlo come gestore culturale: i numeri li puoi inventare fino ad un certo punto. Soprattutto oggi con Google e i diversi social media è difficile ingannare la realtà. E voi non avete fatto nulla che abbia migliorato l’affluenza del Turismo. Semmai, tutto il contrario.

Io non ti conosco se non come Assessore e non ho niente contro la tua persona. Lo stesso con il Sindaco e con gli altri tuoi colleghi della maggioranza. Sono certo che non siete all’altezza dell’incarico e che questa lista non ha un progetto di città perché è nata da un giorno all’altro, unendo diverse famiglie che portano voti, e questa forma di fare politica è perfetta per fallire.

È arrivato il momento di assumersi le proprie responsabilità.

--

Giulio Vita

Director of La Guarimba

Cultural Manager

Pubblicato in Primo Piano

Visto che manca una “vera” opposizione eccovi la “Lista Primavera”

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Biagio Miraglia, Pasquale Ruggiero, Gianfranco Suriano e

Michele Vadacchino

“In un comunicato di qualche settimana fa il Sindaco Pizzino ha dichiarato, tra l’altro, che “conosce bene i problemi ereditati da ex Amministratori come noi”.

 

 

Anche noi, però, conosciamo le condizioni in cui versava il Comune di Amantea nell’anno 2005.

Ora ci scuseranno i nostri concittadini se ritorniamo indietro nel tempo per ricordare ai componenti dell’attuale Lista Azzurra (Lista Azzurra n. 3) alcune trascorse vicende amministrative, ma in presenza di tanta incoerenza, sfacciataggine e falsità non possiamo tacere.    

E’ a tutti noto il fatto che il Sindaco Pizzino e altri Assessori, oggi in carica, sono stati esponenti delle Liste Azzurre (Lista Azzurra n. 1 e 2) che hanno governato Amantea dal 1999 al 2006 (per intenderci le Amministrazioni che hanno anche deciso, peraltro, l’ubicazione attuale del Polo scolastico, “condannando”, per chi sa quanti decenni ancora, i nostri giovani, le loro famiglie e il personale delle Scuole al disagio che tutti sanno).  

Che cosa abbiamo trovato noi quando siamo stati chiamati ad amministrare Amantea con la Lista Primavera nel giugno del 2006?

Il primo regalo è stato quello relativo alla mancata riscossione di tributi per diversi anni, la cui conseguenza è stata la crescita “spaventosa” dei residui attivi.

Si sa, erano “anni duri”, di continue elezioni, perché riscotere i tributi e turbare “la quiete elettorale”?

A solo titolo esemplificativo si pensi che nel 2006 (anno di primo governo della Lista Primavera) dovevano ancora essere riscossi i ruoli comunali relativi alle 5 annualità precedenti.

Infatti, negli ultimi mesi dell’anno 2006 siamo stati costretti a notificare velocemente 9.000 (novemila!) atti relativi a tributi comunali mai inviati ai contribuenti, in pratica crediti per svariati milioni di euro che altrimenti sarebbero andati prescritti con conseguente gravissimo danno erariale per il nostro Comune (vedi, ad esempio, delibera di Giunta n. 291 del 25/11/2006). FATTI NON CHIACCHIERE!

Il comportamento finanziario “libertino” delle Liste Azzurre, che al tempo pareva essere un “condiviso modo di operare” esprimeva tutta la sua “maestosità” anche nello sproporzionato uso dei “debiti fuori bilancio” per centinaia di migliaia di euro annui, quasi come se fosse pratica amministrativa corrente.

Questo modus operandi è stato utilizzato anche nei rapporti tra l’Appennino Paolano SpA (su cui torneremo prossimamente) e il Comune di Amantea, con danni che ancora oggi paghiamo.

Al 31/12/2005 il bilancio del Comune di Amantea evidenziava circa 32.000.000 di euro di residui attivi (per la stragrande maggioranza frutto della mancata riscossione dei tributi) che, guarda caso, sono molto vicini ai 35.000.000 di euro di prestito richiesti (almeno per quanto si sa a oggi) dall’Organo Straordinario di Liquidazione per ripianare i debiti del Comune.

Le “follie” di bilancio perpetrate negli “anni d’oro” (1999-2006) – dimenticate dal Sindaco Pizzino e dai suoi amici della Lista Azzurra n. 1, 2 e 3 (la n. 3, ricordiamo, in carica da giugno 2017) – sono chiaramente richiamate nella delibera n. 82 della Corte dei Conti sezione regionale della Calabria del 14/06/2012 che riporta tra l’altro: “la gestione dei residui del Comune è critica in particolare per quanto riguarda i residui costituiti prima del 2006”.

FATTI NON CHIACCHIERE!

Il costante e difficile lavoro portato avanti dalla Lista Primavera, seppur in presenza di un bilancio “disastrato”, ha invece consentito al nostro Comune di evitare il dissesto nell’anno 2012, tanto che sempre la Corte dei Conti con la delibera n. 311 del 21 dicembre 2012 dichiarava la non completa sussistenza delle condizioni di dissesto per l’Ente.

FATTI NON CHIACCHIERE!

Diciamola tutta cari Amministratori della Lista Azzurra n.1, 2 e 3, il nostro è un paese dove è facile passare da “carnefici” a “vittime”!

Oggi basta un post, un selfie, qualche mi piace e via!

Amantea, 7 dicembre 2019                                                                           Biagio Miraglia

                                                                                                                      Pasquale Ruggiero

                                                                                                                      Gianfranco Suriano

                                                                                                                      Michele Vadacchino

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota dell’amministra zione comunale

“Non abbiamo potuto fare a meno di leggere alcune discutibili deduzioni apparse sulle pagine dei blog locali!

 

 

 

 

Riteniamo che, quando ci si riferisce ad aspetti delicati che riguardano il Comune e che hanno riflessi importanti sulla vita collettiva, bisognerebbe quantomeno essere informati.

Approfittiamo però dell’occasione per far conoscere alla città alcune questioni rilevanti.

Proprio recentemente, infatti, l’Organismo Straordinario di Liquidazione - che opera in Comune per via del dissesto - ha avanzato all’Amministrazione, interessando il Ministero dell'Interno, una richiesta di anticipazione pari a 35 milioni di euro, per coprire i debiti maturati in passato dall’Ente.

Ed il rischio è quello di non trovare i fondi per restituire l’anticipazione che dovrà essere estinta in 20 anni!

Ne stiamo già valutando la sostenibilità.

A tal riguardo, è forse utile ribadire che proprio al fine di ovviare ad un ulteriore aggravio per il contribuente nel futuro abbiamo, checche' se ne dica, preso di petto la situazione.

E qui le chiacchiere stanno a zero. Perché a parlare sono i fatti.

Nel rispetto delle leggi e seguendo le indicazioni del competente Ministero, infatti, abbiamo messo ordine ai conti ed alle dinamiche finanziarie del Comune, con particolare riferimento alla gestione delle entrate e delle uscite.

E siamo consapevoli del fatto che tenere la barra dritta abbia creato malumori.

Ma la responsabilità nei confronti di tutta la collettività questo prevede.

Responsabilità che ci prendiamo pienamente.

Oggi, infatti, stiamo lavorando per chiudere il consuntivo dell'anno 2016, con la serietà di chi si è assunto un compito gravoso.

Potremmo nominare un Commissario ad acta, dopo aver interloquito con Ministero dell'Interno, Prefettura e Corte dei Conti e lavarcene le mani.

Ma siamo convinti che la politica non può assumere posizioni "ponziopilatesche".

A breve consegneremo con apposito provvedimento giuntale i residui attivi e passivi, ossia i debiti e crediti alla data del 31.12.2016, alla Commissione Straordinaria di Liquidazione.

Non ultimo stiamo per approvare il Regolamento che recepisce la legge nazionale per contrastare l'evasione dei tributi comunali per le attività commerciali, già in parte esaminato dall'apposita Commissione Consiliare permanente.

Questi i fatti.

Le responsabilità sul passato saranno individuate dagli organi competenti.

Noi continuiamo a lavorare con serietà e nel rispetto degli organi che hanno sotto analisi l'Ente.

Mario Pizzino Sindaco di Amantea

Rocco Giusta Assessore al Bilancio

Amministrazione Comunale

meniLa posizione del M5s Amantea è univoca chiara e cristallina, e ci tocca ripeterla ancora una volta.

Lo facciamo volentieri non a beneficio della stampa che cerca lo scandalo senza nessun elemento, ma per i cittadini, i tantissimi cittadini onesti che hanno creduto nel nostro progetto alle comunali del 2017 e prima ancora nel 2014 e ai quali, di fronte a ricostruzioni incredibilmente rocambolesche, fantasiose e faziose, è dovuta la massima chiarezza dalla nostra viva voce.

In qualità di capogruppo e a nome del gruppo M5s Amantea posso ribadire che l’amministrazione Pizzino non gode in nessun modo della nostra fiducia ed è assolutamente incapace di interpretare il ruolo di guida che un’amministrazione deve avere in una comunità, guida, esempio virtuoso e gestione efficiente.

L’amministrazione Pizzino non è nulla di tutto questo e lo abbiamo affermato con coraggio sin dall’inizio, dal primo consiglio comunale dove abbiamo votato contro la convalida degli eletti (le uniche in Consiglio) continuando a ricercare quella chiarezza che Amantea merita con ogni denuncia fino ad ottenere il massimo controllo antimafia in Comune.

Di fronte alla situazione che tutti conosciamo che ha portato al governo della città la lista Azzurra, con a capo un funzionario della prefettura e uno scellerato e impresentabile PD che hanno dato spazio a personaggi politici condannati in via definitiva dalla giustizia penale per voto di scambio politico mafioso, potevamo solo chiedere un accertamento e il lavoro della Commissione d’accesso durato 6 mesi si è concluso un mese fa ed oggi ne attendiamo gli esiti dagli organi competenti.

Sia chiara questa posizione politica una volta per tutte così come sia chiaro che quando l’8 settembre scorso siamo stati chiamati da una minoranza consiliare che aveva dialogato con una esponente della maggioranza per raccogliere le firme per le dimissioni, non abbiamo nemmeno partecipato a questi contatti, nè abbiamo visto le firme che di fatto per quello che ci risulta non sono mai state raccolte, e se qualcuno afferma il contrario è un millantatore.

Noi non prestiamo il fianco a nessuno, nemmeno alle forze di minoranza che seguono i loro giochini politici ai quali non ci adeguiamo in nessun modo. Tra l’altro chiediamo ai consiglieri di maggioranza che qualora vogliano prendere le distanze da questa amministrazione abbiano il coraggio di farlo pubblicamente in Consiglio comunale, nel dibattito pubblico.

Questa è stata ed è la nostra posizione riferita nelle sedi opportune in Prefettura e che comunichiamo in tutta trasparenza ai cittadini.

Il resto sono fantasie a tratti passibili di denuncia.

Infine con riferimento alla situazione di Temesa e al dialogo intercorso tra l’amministrazione e la nostra portavoce al Senato Margherita Corrado che da archeologa e componente della Commissione Beni Culturali si è interessata alla situazione di Temesa, siamo orgogliosi di potere utilizzare la rappresentanza parlamentare che oggi è anche forza di governo per fare (speriamo!) qualcosa di buono per la comunità!

E se questo è un inciucio, magari ce ne fossero “inciuci” finalizzati al bene della comunità!

Pubblicato in Politica

Annunciamo con ufficialità l’inizio dei servizi mensa e trasporto scolastico per lunedì 25 novembre.

Finalmente, infatti, si è conclusa la prima fase della procedura relativa all’avvio dei due servizi.

Scusandoci per i ritardi, vogliamo comunicare che l’iter posto in essere prevede un orizzonte temporale triennale.

 

 

 

Di conseguenza, per i prossimi tre anni i due servizi, mensa e trasporto, saranno disponibili sin dal primo giorno di scuola.

Una buona notizia che scongiura il rischio di disagi per il futuro.

Il Sindaco Mario Pizzino

L’Assessore all’Istruzione Caterina Ciccia

Pubblicato in Cronaca

sindaco pizzinoIl Sindaco Mario Pizzino, la Giunta e l’Amministrazione comunale di Amantea tutta esprimono solidarietà e vicinanza al Sindaco di Saracena - Renzo Russo - per la grave aggressione di cui è stato vittima.
Oggi fare l’amministratore pubblico è diventato ancora più complesso perché la stagione dei populismi ha generato una incontrollabile rabbia sociale che spesso trova il suo bersaglio proprio nei rappresentanti del popolo.
Riteniamo necessaria un’opera di riconciliazione sostenuta dalla responsabilità di tutte le forze politiche e sociali per ricondurre nella giusta dimensione i rapporti tra cittadini e amministratori.
Ci sentiamo vicini al Sindaco Renzo Russo. Nel condannare quanto avvenuto lo esortiamo ad andare avanti con serenità e determinazione per il bene della sua comunità.

Il Sindaco Mario Pizzino
La Giunta
L’Amministrazione comunale

Pubblicato in Politica

menichinoSi è tenuta nella mattinata di stamani un’importante adunanza della Commissione consiliare n. 1 presieduta dall’Arch. Giuseppe Maria Vairo, durante la quale si è discussa una proposta di riorganizzazione dei sensi di marcia che regolano il traffico cittadino realizzata dal dott. Vittorio Aloe.
La presentazione del progetto - che in sintesi suddivide il centro cittadino in due grandi macro aree circolatorie - ha stimolato un interessante confronto tra i membri della Commissione.
Unanime è stato il plauso al dott. Vittorio Aloe per il progetto elaborato.
Il Sindaco Mario Pizzino, nel fare i complimenti al dott. Aloe, ha voluto sottolineare la necessità di coinvolgere le forze produttive e i cittadini tutti nella definizione di un nuovo assetto che dovrà rendere il traffico cittadino più fluido e ordinato, anche in coerenza con le esigenze di sicurezza richieste dalle grandi manifestazioni ospitate durante il corso dell’anno dalla nostra città. La strategia urbanistica complessiva dovrà tenere conto del fatto che priorità dell'Amministrazione comunale sono il lungomare e la centralità del corso che dovrà assumere le connotazioni di centro commerciale all'aperto.
Con tale mandato l’Arch. Vairo insieme al dott. Aloe metteranno mano alla proposta da discutere nella prossima adunanza. La Commissione, infatti, tornerà a riunirsi a breve sul tema - alla presenza di un tecnico esperto, come richiesto dalla Consigliera Francesca Menichino - anche al fine di promuovere dei confronti aperti a tutti per raccogliere ulteriori indicazioni e suggerimenti. Già stasera l’Arch. Vairo incontrerà alcuni docenti dell’Unical - Dipartimento di Ingegneria dei Trasporti - con l’obiettivo di definire un protocollo d’intesa dedito a studiare la mobilità nel centro storico e, più complessivamente, in città.

Pubblicato in Politica
Evidenzia HTML

I Racconti

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy