BANNER-ALTO2
A+ A A-

Cosenza: Sequestrata Piazza Bilotti

Vota questo articolo
(0 Voti)

Sequestrata-piazza-Bilotti-a-Cosenza-1000x600Fino a pochi anni fa si diceva che era sempre la mafia, la ’ndrangheta e la camorra che procedevano al sequestro di persone. Ora, grazie anche al coronavirus le cose si sono capovolte. Non sono più le organizzazioni mafiose che sequestrano cose o persone ma è addirittura lo Stato. Questa mattina la città di Cosenza ha dovuto assistere sgomenta ad un blitz della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale. Evidentemente su ordine proveniente dall’alto hanno proceduto intorno alle 9 di mattina al sequestro della celebre, della più grande, bella e rimodernata Piazza Bilotti, ex Piazza Fera, spazio urbano ubicato nel centro della città. I sigilli sono stati anche opposti al Museo Multimediale, al McDonald’s e al parcheggio sotterraneo. I proprietari delle macchine parcheggiate sono stati invitati a spostarle. Mentre scrivo l’area è tutta transennata e guadata a vista dai finanzieri. Il provvedimento è stato disposto su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro. Dai capannelli che si sono formati intorno alla Piazza circolava la voce che l’inchiesta era partita da molto tempo e che il Giudice Gratteri era stato invitato ad intervenire al più presto. Oltre al sequestro della Piazza ci sono 13 avvisi di garanzia e c’è pure il Sindaco Mario Occhiuto. Le ipotesi di reato per amministratori, imprenditori, professionisti e dirigenti, sono: falsità materiale e ideologica in atti pubblici, rivelazione e utilizzazione di segreti d’ufficio, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, mancanza certificato di collaudo e per uno degli indagati dell’aggravante di avere commesso il fatto per agevolare le attività della cosca “Muto” di Cetraro. Il sequestro della Piazza, la totale recinzione e lo svuotamento dei veicoli si sono resi necessari al fine di scongiurare pericoli per la pubblica incolumità. C’è da ricordare, però, che molti spettacoli pubblici si sono svolti nella Piazza sin dal giorno della sua inaugurazione con la benedizione dell’Arcivescovo di Cosenza-Bisignano Mons. Nolè. Solo lo scorso 31 dicembre, notte di San Silvestro, il palco per lo spettacolo musicale di fine anno è stato spostato a Cosenza vecchia in Piazza XXV Marzo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove è consentito

BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Cosenza

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy