BANNER-ALTO2
A+ A A-

…..a libretta…….

Vota questo articolo
(2 Voti)

Dopo la tessera annonaria del periodo della seconda guerra mondiale che fu l’unico modo per assicurarsi un minimo di alimentazione ( insufficiente in verità), si ebbe la tessera dei poveri( quella che ad Amantea si aveva se si era iscritti nella cd “lingua di poveri”). Anche questa assicurava ai meno abbienti un minino di assistenza. Poi negli anni cinquanta e sessanta si diffuse il credito alimentare, cioè quella forma che garantiva l’acquisto di pochissimi prodotti come il pane, la pasta, la “conserva”, e pochi altri alimenti. E gli acquisti venivano registrati giornalmente su di un quadernino chiamato “ a libretta”.

Le trascrizioni erano fatte sui due libretti del quale uno restava al creditore ed uno al debitore. E quando il credito diventava eccessivo non era certo raro che il commerciante “ u putigaru” sbottasse e talvolta rifiutasse ulteriore credito.

Ma poi, od iniziava il cantiere di lavoro del Piano Marshall, o cominciavano i lavori del raddoppio ferroviario, o quelli della Statale 18, o quelli dell’Ente Sila, o si emigrava( in Italia ed all’estero) o l’Inps erogava gli assegni familiari e si riusciva a spegnere il debito o quantomeno ad abbassarlo.

Ci vollero gli anni settanta quando cominciarono ad arrivare le rimesse degli emigranti dalla Francia , dalla Germania, dal Venezuela( soprattutto) ed iniziò un fortissimo processo costruttivo che diede lavoro a chi era rimasto ad Amantea , perché le “librette” sparissero del tutto.

Il welfare, poi, fece il resto. Il turismo ci mise una grossa mano. Il Papa Giovanni, il comune e l’Asl il resto.

Ora si rivedono. Oh, non più come libretti veri e propri, come negli anni 50-60, ma se guardate nei cassetti di molti commercianti troverete mazzi di foglietti con trascritto di tutto.

Ne ho visti alcuni con scritto la data , il nome, e poi la quantità ed il prezzo del prodotto somministrato e non pagato.

E non parlo del vestiti del matrimonio ma della carne, della frutta, dei prodotti alimentari

Più o meno come negli anni 50-60.

Solo che al tempo la gente si faceva punto di pagare i debiti ora non più.

Salvo emigrare!

Redazione TirrenoNews

Dal 2005 la Redazione di TirrenoNews.Info cerca di informare in modo indipendente e veloce.

 

LogoTirrenoNews

Sito web: www.trn-news.it

Articoli correlati (da tag)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove è consentito

BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Amantea

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy