BANNER-ALTO2
A+ A A-

giardinoGiorno 1 luglio a partire dalle ore19:00, a Longobardi (centro storico) all'interno di una dimora Storica (appartenuta al Garibaldino Luigi Miceli...già Ministro dell'Agricoltura) sarà inaugurato : Il GIARDINO DI SAN NICOLA. Un giardino di 1200 metri quadri con Forno Comunitario ( o Turnario ) ,  Orto Comunale De.Co.  e raccolta di Alberi da Frutto Storici. All' interno del Palazzo...piccolo Museo dell' Arte Contadina e non solo. Prevista la partecipazione dell 'Oste Giorgione de il Gambero Rosso Chanel e di Maurizio Pescari docente di Marketing Turistico e giornalista del Corriere della Sera. Prevista la presenza di Sindaci del comprensorio, rappresentanti Regionali e Provinciali.

Leggi tutto... 0

Partecipi ad una manifestazione e non sei ripreso dalla televisione di Stato?

E’ un fatto gravissimo.

Così i parlamentari del Movimento 5 Stelle in Commissione Vigilanza RAI.

 

 

 

Il Vice Presidente del Consiglio On. Di Maio era accanto all’altro Vice Presidente Sen. Salvini ma è stato preso solo da lontano.

Così si sono lamentati gli stellini ed hanno sonoramente protestato.

Adesso non si protesta più per l’aumento dell’IVA, per la TAV, per la disoccupazione dilagante, per l’aumento indiscriminato delle tasse e della luce elettrica, per la chiusura di qualche stabilimento, per il caos che regna nei pronto soccorsi degli ospedali, per gli appalti truccati, per i concorsi truccati nelle Università.

No, questi per i nostri parlamentari grillini sono fatti marginali.

Chi se ne frega se i lavoratori dell’ILVA di Taranto e della Whirpool di Napoli hanno perso il posto di lavoro perché le fabbriche chiudono o si trasferiscono altrove.

Non si protesta perché è crollato il Ponte Morandi di Genova.

No, oggi si protesta perché il Movimento 5 Stelle non ha avuto abbastanza visibilità durante la diretta della RAI per la demolizione del Ponte dopo un anno dal crollo di alcuni pilastri.

Fatto gravissimo.

Il Vice Premier non è stato inquadrato a dovere.

E’ stata, secondo i grillini, una scelta discriminatoria. Come si sono permessi quelli della Rai a non dare visibilità a Di Maio!

Con tanti problemi che ha l’Italia in questo momento incominciando con la Sea Watch 3 che sta causando gravi danni alla immagine italiana i Parlamentari grillini trovano il tempo per discutere di un fatto marginale, insignificante, che non interessa a nessuno e accusano i responsabili di Viale Mazzini di avere oscurato scientemente Luigi Di Maio.

Di Maio Chi? Un redivivo Alcide de Gasperi che ha salvato l’Italia dal comunismo? Un Piccioni, un Pella, un Fanfani, un Moro, un Andreotti, un Togliatti, un Nenni, un Bettino Craxi?

No, un personaggio senza arte né parte, che da semplice steward dello Stadio San Paolo di Napoli si trova senza alcun merito a reggere le sorti del Governo Italiano.

Ma i parlamentari pentastellati lo ritengono evidentemente un personaggio di primo piano e dunque hanno protestato perché il loro leader politico durante la diretta RAI è stato oscurato. Invece le telecamere sono state per tutto il tempo su Salvini, Toti e Bucci.

E’ un fatto inaccettabile.

Aspettano spiegazioni.

Dio come siamo caduti così in basso! Non ci resta che piangere.

Leggi tutto... 0

E’ patetico il Ministro Matteo Salvini.

Vuole fare il duro, minaccia gli alleati di far saltare il Governo giallo verde.

Bisogna abbassare le tasse, ripete come un mantra. Altrimenti? Altrimenti ci arrabbiamo dicevano Bud Spencer e Terence Hill.

 

 

 

A parole dice che è disposto a lasciare. A parole, a parole, ma nei fatti continua imperterrito a collaborare con Di Maio e con il Premier Conte perché lui non ha nessuna intenzione di lasciare la comoda poltrona che occupa da un anno al Viminale.

Sa benissimo che oggi le tasse non potranno essere abbassate, perché il Governo ha urgente bisogno di soldi per garantire alle categorie più deboli i servizi sociali necessari e che l’Unione Europea e il Parlamento Italiano sono contrari.

Caro Salvini, se davvero volevi abbassare le tasse, se davvero volevi la flat tax perché allora hai buttato i soldi in quota 100 e sul reddito di cittadinanza?

Non sei più credibile.

Adesso ti stai comportando come i bambini capricciosi. Datemi la marmellata, la cioccolata, le caramelle altrimenti mi metto a piangere, a strillare, a battere i pugni, non andrò più a scuola. E da un anno che ripeti sempre le stesse cose come un mantra e sei sempre lì incollato alla poltrona con la pece dei falegnami.

Troppi proclami hai lanciato in un anno e cosa hai realizzato? Nulla.

Ti è rimasto il decreto sicurezza, ma questo non porta benessere o posti di lavoro. Assomigli a quel cane che abbaia continuamente ad ogni stormir di foglie, ma poi quando arriva davvero il ladro se ne sta zitto, non abbaia e non morde.

E se poi il ladro gli butta un osso, lo ringrazia scodinzolando e quatto quatto si nasconde nella cuccia. Proclami e minacce, minacce e proclami e tutto resta come prima. E anche i migranti continuano a sbarcare nelle nostre coste calabresi.

Lo conosci, caro Salvini, questo proverbio? Chi troppo vuole nulla stringe. Se non lo conosci fattelo spiegare da qualche donna anziana, da una casalinga magari, loro sanno darti il vero significato di questo antico proverbio popolare.

Accontentati, caro Salvini, di quello che Conte, Di Battista, Fico, Di Maio ti concedono, perché il Movimento 5 Stelle in questo Parlamento ha la maggioranza e tu sei in minoranza.

Perciò, se pretendi troppo, finisci per restare a mani vuote. Ti consiglio, On. Ministro, di andarti a leggere una favoletta di Esopo:-La gallina dalle uova d’oro-. Non ti sono bastate le vittorie nelle elezioni regionali del Friuli, Abruzzo, Molise, Basilicata, Sardegna, Piemonte e nelle elezioni comunali di Ferrara e di Forlì.

Stai diventando insaziabile.

Ti stai comportando come quel contadino che, preso dalla cupidigia, non gli è bastato più un uovo d’oro al giorno e squartò la gallina per prendere tutte le uova che aveva all’interno.

Ne uscirono migliaia di minuscole uova che erano in attesa di diventare grandi e che non si erano ancora tramutate in oro. Cosa ha fatto? L’ha combinata davvero grossa.

Si è pentito, ma ormai era troppo tardi. Attento Salvini, il vento potrebbe cambiare da un momento all’altro direzione e tu resteresti con un bel pugno di mosche in mano.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Longobardi

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy