BANNER-ALTO2
A+ A A-

comune-amantea-01Quando alcuni sottolineano il fatto che gli “Amministratori” pubblici di Amantea sono dei “bravi ragazzi” (o ragazze), che “bisogna fidarsi di loro”, fin da subito enfatizzano la propria credibilità senza alcuna provocazione di alcun tipo, io suggerirei di diffidare di costoro! Gli abusatori amministrativi tendono a “risucchiare” nel loro vortice le vittime con dolci promesse, falso rimorso e parole vuote sulla loro intenzione di cambiare soltanto per abusare della loro vittima (una città intera) in modo ancora peggiore. Nella mente inferma dell’abusatore, questo testare i limiti è una punizione per aver reagito all’abuso. Quando un povero narcisista-amministrativo prova a schiacciare il bottone del “reset emotivo”, delimita con ulteriore forza i limiti dei propri concittadini piuttosto che farli retrocedere. Le persone tossiche ed abusive, nel vestire i panni amministrativi della cosa pubblica, amplificano nell’esaltare la propria capacità di essere gentili e compassionevoli dall’alto del loro “scranno”. Spesso chiedono ai cittadini di fidarsi delle loro capacità a prescindere, senza prima costruire una solida base di effettiva fiducia. Tutto questo è destinato a ripetersi alle prossime elezioni amministrativa di Amantea con l’assoluta complicità degli Amanteani. Come in passato, i futuri amministratori della cosa pubblica esibiranno un alto livello di empatia all’inizio del loro rapporto con i propri concittadini per prenderli per il culo, senza troppa difficoltà. Subito dopo la loro elezione, la falsa maschera verrà giù soltanto in un secondo momento. Nella fase di svalutazione del ciclo dell’abuso, quando la falsa maschera comincia pian piano a cadere, si scoprono come in realtà sono: terribilmente disumani, distaccati e arroganti.
Se si potessero misurare le attitudini delle classi dirigenti meridionali, ma anche degli innumerevoli studiosi, artisti, cantanti, giornalisti e scrittori che ne amplificano le lamentele, penso che troveremmo entrambi su valori estremi di “attribuzione esterna”. Un paese, il nostro, che sta senza ombra di dubbio peggio di altri paesi del Meridione. A questo aspetto oggettivo si innesca il consueto repertorio di interventi più o meno sdegnati che da decenni accompagnano le pseudo- analisi del Sud, con la altrettanto consueta richiesta di una “svolta” da parte di lor signori, che son sempre gli stessi a parte i loro visi incartapecoriti.
Gli Amanteani come sempre, invece di ribellarsi, come in passato preferiranno il “nomadismo con la valigia”, oppure l'accettare un "lavoro" per un paio di mesi.Tutto questo nell’indifferenza generale.

Gigino A Pellegrini
G el Tarik

Pubblicato in Primo Piano

Francesca Menichino scrive sul suo profilo Facebook

“Dopo la gaffe di ieri oggi il refuso.

E' incredibile.

 

La proclamazione del sindaco di Amantea è da rifare.

Hanno sbagliato nella compilazione dei verbali di una sezione e tutti i conteggi relativi sono da rifare.

 

Una consigliera va sostituita con un 'altra, a quanto pare: entrerebbe Eleonora Gagliardi invece di Rossella Ferraro.

Domani è bene andare a leggere attentamente i verbali”.

 

Intanto vi diamo atto di quella che se&o sarebbe la situazione reale della lista:

Alessandro Salvatore voti 439

Eleonora Gagliardi voti 418

Rossella Ferraro voti 403

Giuseppina Pellegrino voti 353

Pasquale Mazzuca voti 341

Alfonso Giugno voti 328

Simone Vairo voti 261

Giusi Osso voti 258

Elena Falsetti voti 250

Sharon Bruno voti 231

Gianluca Cannata voti 227

Maurizio Motolese voti 218

Marco Vetere 200

Mario Bruno voti 192

Pasquale Bonavita voti 182

Roseto Rosario voti 132

 

Praticamente entrano in consiglio Alessandro Salvatore ed Eleonora Gagliardi

A quanto sopra ci sembra giusto aggiungere che tutto il problema sarebbe nato da una errata trascrizione dei candidati su uno dei due verbali ( su uno mancava Sharon Brino) così che quello corretto sarebbe andato in prefettura e quello errato al comune

Nella fretta e nella stanchezza la cosa non sarebbe stata riportata al comune che ha pertanto trascritto i dato così come riportati.

Sembra anche che nella mattinata di lunedì Signorelli abbia tentato di riferire la questione al comune ma la sua informativa sarebbe state sottovalutata

Non solo ma alla cerimonia di proclamazione non erano presenti nemmeno gli eletti della lista di Tommaso Signorelli.

Pubblicato in Campora San Giovanni

Ci giunge notizia di un pasticciaccio che sarebbe avvenuto nella sezione n 11 della frazione Campora San Giovanni.

 

Sembra che tra l’altro ci sia stato uno scambio di preferenze tra due candidate della lista Una città nel Cuore con capolista Tommaso Signorelli.

Le candidate Rosella Ferraro ed Eleonora Gagliardi erano registrate una dopo l’altra.

Alla candidata Rosella Ferraro nella sezione n 11 sono state assegnate 83 preferenze invece di 65 .

18 preferenze in più

 

Alla candidata Eleonora Gagliardi nella sezione n 11 sono state assegnate 9 preferenze invece di 83

74 preferenze in meno.

Per una ragione incredibile da credere sembra che le preferenze assegnate sia state postate in una casella diversa così che in verità Rossella Ferraro avrebbe avuto 65 preferenze ed Eleonora Gagliardi 83.

 

Questo significa che nella sezione nessuna preferenza della lista Una città nel Cuore è corretto e di conseguenza nessun totale della stessa lista è corretto.

Sembra quindi che il primo eletto della lista sia Alessandro Salvatore e non Rossella Ferraro.

E sembra anche che il secondo eletto della lista sia Gagliardi Eleonora e non Alessandro Salvatore.

In sostanza gli eletti in consiglio sarebbero Alessandro Salvatore e Gagliardi Eleonora mentre Rossella Ferraro sarebbe la prima dei non eletti.

Ora è stato chiesto alla commissione prefettizia di correggere l’errore.

Gli uffici comunali non si son resi conto dell’errore perchè il totale delle preferenze era corretto.

E nemmeno i presidenti dei seggi nella riunione di ieri di proclamazione degli eletti si sono accorti dell’errore.

Quando vince la forma sulla sostanza.

Siamo certi che il M5s dopo aver contestato la mancata convocazione delle consigliere Menichino e Sicoli interverrà anche su questo pasticciaccio.

Pubblicato in Politica

La lista del Movimento 5 Stelle ha avuto 2084 preferenze.

Ecco l’elenco dei candidati per numero di voti e gli eletti in consiglio comunale.

 

Francesca Sicoli Voti 568

Francesco Provenzano voti 439

Nicola Defina voti 145

Anna La barbera voti 132

Giuseppe Munno voti 126

Gino Fascetti voti 124

Daniela Calvi voti 92

Camilla Ward Thompson voti 73

Carlo Russo voti 70

Massimo Scudiero voti 70

Giovanni Bernardo voti 62

Vanessa Groe voti 61

Gianni Pagliaro voti 51

Luigi Venerio voti 43

Vincenzo Ianni voti 28

 

Sono stati eletti in consiglio comunale

Francesca Menichino

Francesca Sicoli

La lista di Tommaso Signorelli ha avuto 4449 preferenze.

 

Ecco i voti ottenuti dai singoli candidati e dagli eletti:

Rossella Ferraro voti 421

Alessandro Salvatore voti 372

Giuseppina Pellegrino voti 354

Alfonso Giugno voti 345

Eleonora Gagliardi voti 344

Pasquale Mazzuca voti 323

Elena Falsetti voti 293

Sharon Bruno voti 279

Simone Vairo voti 276

Giusi Osso voti 255

Maurizio Motolese voti 215

Roseto Rosario voti 206

Gianluca Cannata voti 201

Mario Bruno voti 192

Marco Vetere 191

Pasquale Bonavita voti 182

 

Sono stati eletti in consiglio comunale

Tommaso Signorelli

Rossella Ferraro

Alessandro Salvatore

Ps chiediamo scusa a Rossella per la foto non eccezionale!

Pubblicato in Campora San Giovanni

La Lista Azzurra è la lista che ha vinto le elezioni amministrative ad Amantea

Il candidato sindaco ed oggi sindaco è Mario Pizzino

La lista ha ottenuto 5550 preferenze

Ecco nell’ordine i voti ottenuti dai 16 candidati

 

Eletti per ordine di voti ottenuti

Andrea Ianni Palarchio voti 665

Concetta Veltri voti 569

Luca Ferraro voti 519

Emma Pati voti 488

Rocco Giusta voti 400

Caterina Ciccia voti 386

Francesca Policicchio voti 369

Marcello Socievole voti 361

Vincenzo Giacco voti 326

Robert Aloisio voti 304

Monica Mastroianni voti 283

 

Non sono stati eletti

Giuseppe Maria Vairo voti 206

Elena Arone voti 190

Sante Mazzei voti 186

Antonietta Munno voti 161

Giacomo Perri voti 137

 
Pubblicato in Cronaca

Ecco il nuovo consiglio comunale.

 

Maggioranza: 12 componenti

Sindaco Mario Pizzino

 

Eletti per ordine di voti ottenuti

Andrea Ianni Palarchio

Concetta Veltri

Luca Ferraro

Emma Pati

Rocco Giusta

Caterina Ciccia

Francesca Policicchio

Marcello Socievole

Vincenzo Giacco

Robert Aloisio

Monica Mastroianni

 

Minoranza Lista Una Città nel cuore 3 componenti:

Tommaso Signorelli

Rosella Ferraro

Alessandro Salvatore

 

Minoranza Movimento 5 stelle 2 componenti:

Francesca Menichino

Francesca Sicoli

Pubblicato in Primo Piano

Vince la Lista Azzurra con 3566 voti pari al 43,01%.

Sindaco è Mario Pizzino.

 

Seconda è la lista Una città nel cuore con 2899 voti pari al 34,97%.

Candidato sindaco Tommaso Signorelli.

 

Terza lista Movimento 5 stelle con voti 1826 pari al 22.02 %

Candidata sindaco Francesca Menichino.

 

La lista azzurra prende 11 consiglieri oltre il sindaco

 

La lista Una città nel cuore prende 3 consiglieri comunali.

Oltre al candidato sindaco Tommaso Signorelli entrano Rossella Ferraro ed Alessandro Salvatore.

 

La lista Movimento 5 stelle prende 2 consiglieri comunali.

Oltre la candidata sindaco Francesca Menichino entra Francesca Sicoli

Pubblicato in Politica

Ben si sa che prima e dopo un grande evento ci si prepara.

Per esempio per la partita Juve Real Madrid erano state stampate le magliette che si vedono nella prima foto.

 

Ne sono rimaste tante. Almeno sembra, a giudicare dal prezzo di occasione che si nota nella foto che un romanista ha posto sul web (è quel romanista che in nome dell’appartenenza quando la Juve gioca con il Crotone suggerisce ai calabresi di tifare Crotone, ma non certo perché sia anti-juventino. Affatto!).

 

E non basta .

Tutto il popolo della Juve si era preparato per una grande sfilata.

Anche qui ad Amantea.

A tanti è rimasta la voglia. Di buono c’è che non si è speso carburante e non si è inquinata l’aria della città.

Ma per Amantea la sfilata è solo rimandata .

Giorno 12 giugno Amantea sfilerà.

 

Almeno 3 le compagini pronte a dare sfogo alla propria felicità.

Ci saranno bandiere, ci saranno auto strombazzanti, ci saranno fan arredati, sorrisi sfoggiati.

Qualcuno sembra che si sia fatto preparare anche il baldacchino d’oro sul quale prenderà posto per dimostrare il suo potere e mentre girerà per Amantea e Campora San Giovanni farà ripetutamente il gesto apotropaico dell’ombrello.

Qualcuno si dovrà contentare della sediolina fatta di braccia.

 

Qualcuno prenderà una spremuta di limoni con bicarbonato, qualcuno prenderà antidepressivi, neurolettici, tranquillanti, ansiolitici, ipnotici e calmanti.

Qualcuno butterà sale dai suoi balconi e dalle sue finestre.

Così fan tutti, così faranno gli amanteani.

Chi sfilerà?

Ma è indubbio, il vincitore.

E chi è?

Che importa?. Uno ei tre partecipnti.

E poi ricodiamoci che ad Amantea nessuno perde .

Perde sempre la città!

E come sempre ci saranno i furbi o pseudo tali che si camufferanno da vincitori, pronti, cioè, a salire su una delle auto del vincitore, dove c’è sempre un posto vuoto, e farà di tutto per farsi vedere dagli altri, pronto a chi dovesse dirgli: “ma tu non eri della lista di……..?”; “ma che dici…era tutta una mossa concordata per capire come avrebbe votato la gente”; “ Ma se mi hai chiesto il voto per……..?” ; “E che c’entra sapevo che votavi per la lista di…….e ti ho suggerito un amico!”

Non solo. Sarà proprio lui che chiederà quando si farà festa e la partecipazione sarà come la ciliegina sulla torta. E magari poterà pure lo spumante : quello in offerta, però!

Mancano ancora 35 giorni alle votazioni e la campagna elettorale entra nel vivo. Fortemente.

 

Alle ultime elezioni nei comizi elettorali si è parlato soprattutto del proprio programma, di quello che ogni lista avrebbe fatto se avesse vinto.

 

Nessuno ha richiamato le precise e dirette responsabilità dei precedenti amministratori e tantomeno si è parlato della grave situazione finanziaria ( lo era già allora) del comune.

 

Ed ancora meno si è parlato dei tanti debiti che il comune aveva accumulato e che provenivano, evidentemente, da ogni passato.

Ancora meno sono state richiamate le responsabilità degli amministratori, individualmente o per schieramenti.

Questa volta sarà diverso. Almeno così sembra.

Questa differenza dipende quasi sicuramente dalla gravissima situazione di dissesto finanziario nella quale versa il comune.

Una situazione che renderà difficile governare l’ente, che renderà impossibile garantire i servizi attuali, che sterilizzerà i servizi sociali, che imporrà scelte difficili.

 

Amantea si avvia ad un percorso tutto in salita.

Ma sembra che non mancherà chi con coraggio denuncerà fatti e persone.

Parliamo di Tommaso Signorelli che senza timore dichiara che “Hanno affossato il comune”

E, ne siamo certi, non mancherà di chiarire di chi sono state le responsabilità.

Amantea aspetta che Tommaso dica chi ha affossato il comune creando un debito di migliaia di euro per ogni cittadino amanteano.

Anche quelli appena nati, gli scolari, gli studenti, gli anziani, i poveri!

Perché è chiaro che qualcuno porta la responsabilità di una gestione non felice del comune.

Ma il coraggio di Signorelli arriva al punto da denunciare che “ Strappavano le bollette per accrescere il proprio consenso elettorale”.

 

Se non è voto di scambio, poco ci manca!

E la cosa terribile è che lo facevano in associazione “ Strappavano”.

Poco importa se si trattasse di politici o di dirigenti o di impiegati.

Era un vezzo, una abitazione che creava differenza tra gli amanteani .

Ai “frichisi” venivano strappate le bollette, mentre gli altri dovevano pagarle!

Una vergogna che Signorelli porta alla luce denunciando per ora il fatto e forse ( molti amanteani se lo augurano) domani anche i responsabili.

Pubblicato in Primo Piano
Pagina 1 di 4
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy