BANNER-ALTO2
A+ A A-

Il Comitato per il Centro Storico sollecita una efficace ed urgente risposta al documento partecipato alla amministrazione comunale nel luglio 2018

Ecco il documento integrale:

“Per efficacemente valorizzare il centro storico di Amantea occorrono nel breve periodo urgenti interventi infrastrutturali e di ordinaria gestione relativi a rete idrica, raccolta rifiuti, viabilità e sicurezza.

 

 

Sono in funzione sia la nuova che la vecchia rete idrica. La vecchia rete idrica presenta perdite che sono causa di infiltrazioni e umidità diffusa che mette a repentaglio la statica degli edifici. Il problema è aggravato dall'inadeguato deflusso delle acque piovane.

Soluzioni immediate

- disattivazione della vecchia rete idrica

- pulizia dei tombini e delle canaline di raccolta e deflusso delle acque

Misura di medio termine

indagine sullo stato idrogeologico del centro storico e redazione di un progetto di intervento

Raccolta rifiuti

Il sistema di raccolta differenziata nel centro storico appare caduto in larga parte in desuetudine, con accumuli di spazzatura in più punti.

Una delle cause potrebbe anche essere la mancata registrazione di tutti i potenziali utenti della differenziata.

Le vie, i vicoli e le piazzette del centro storico abbondano di rifiuti lasciati da occasionali visitatori. Tale situazione è facilmente riscontrabile con immagini disponibili sui social media.

Soluzioni immediate

- disporre una periodica pulizia di tutta la rete viaria del centro storico

- estendere attraverso l'impiego di mezzi elettrici la raccolta porta a porta e istituire adeguati punti raccolta per le zone non raggiungibili

- installare cestini per la raccolta rifiuti

- installare video camere per monitorare la situazione, individuare e sanzionare i trasgressori 

Viabilità e sicurezza

La situazione attuale è di grave disagio per i residenti, i visitatori e le attività ricettive presenti nel centro storico. Il passaggio delle autovetture è sovente arduo a causa della occupazione di tratti di strada da parte di pubblici esercizi, difficilmente compatibile con le vigenti normative. Il parcheggio è libero e indiscriminato, anche in seconda fila. Vi è il concreto rischio di preclusione in caso di necessità di urgente accesso per mezzi di emergenza (autoambulanze, vigili del fuoco).

Per i residenti non vi è una riserva di posti.

Aree del centro storico di grande interesse sono di fatto chiuse ai visitatori e di difficile accesso per i residenti stessi a causa della chiusura di alcune vie pedonali sulle quali incidono edifici o resti di edifici pericolanti.

Soluzioni immediate

- far rispettare il senso unico di Via Indipendenza dalla Chiesa Matrice in giù

- delimitare aree di parcheggio riservate ai residenti lungo Via Indipendenza e Corso Umberto I

- istituire parcheggi a pagamento e a tempo limitato lungo Via Indipendenza e Corso Umberto I

- limitare da giugno a settembre l'accesso al Centro Storico (dall'inizio di Via Indipendenza) ai residenti e per la consegna merci e istituire permessi per l'accesso temporaneo per le strutture ricettive di tipo alberghiero

- istituire un servizio di navetta dai parcheggi esistenti fino all'inizio di Corso Umberto I

Misure di medio termine

- realizzare un parcheggio multilivello nell'area dell' ex macello

- chiudere al traffico il centro storico a partire dall'inizio di Corso Umberto I eccetto per i residenti e per l'accesso a strutture ricettive 

- istituire una navetta elettrica di collegamento dall'erigendo parcheggio fino alla Grotta

-intervenire sui proprietari di immobili diruti che ostacolano la percorribilità pedonale del centro storico affinché procedano alla messa in sicurezza degli immobili stessi .

Leggi tutto... 0

Importante seminario tecnico-scientifico a Catanzaro Lido sul tema "I porti regionali nel programma di azione e coesione".

Si è voluto mettere a fuoco il lavoro fatto, la situazione attuale e il futuro della portualità calabrese da parte dei comuni beneficiari, tra i quali Amantea, dei fondi specifici, limitando al minimo il gap che ci separa dalle altre regioni.

 

 

 

 

L'iniziativa rientra in un percorso iniziato nel 2017 con il finanziamento per gli interventi di recupero e valorizzazione dei porti di Isola di Capo Rizzuto, di Roccella Jonica, di Cirò Marina e di Cetraro.

Con i fondi PAC è stato finanziato anche il porto di Catanzaro, mentre con ulteriori fondi è stato possibile finanziare anche i progetti per i porti di Scilla, Tropea, AMANTEA e Belvedere Marittimo.

La Regione Calabria infatti, ha spiegato in apertura il Vicepresidente della Giunta Francesco Russo ed il governatore Oliverio, ha investito 24 milioni di euro in modo integrato per la valorizzazione e il recupero della portualità turistica e l'attrattività dei suoi porti, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo turistico e l'accessibilità alla nostra regione anche via mare.

Il nostro progetto è stato finanziato con risorse comunitarie pari ad euro 3.770.000,00 destinate all’adeguamento, al miglioramento e alla riqualificazione della struttura esistente, alle attrezzature di supporto alla nautica da diporto e all’aumento dei posti barca, oltre a dotare la struttura di impianto di carburante, ad evitare l'insabbiamento dell'imboccatura mediante la realizzazione di altri due bracci, e creare un sistema viario più fluido e sicuro grazie ad una rotatoria sull'asse stradale.

L'adeguamento del porticciolo turistico di Amantea rientra in una visione complessiva della portualità regionale.

Importante incentivare un sistema capace di realizzare una rete fra tutte le infrastrutture portuali in primis regionale.

Non dobbiamo dimenticare che la nostra regione è dotata di 800 km di costa e deve essere considerata come porta dell’Europa nel cuore del Mediterraneo.

I fondi assegnati al nostro ente locale dovranno essere spesi secondo un cronoprogramma rigido e sono soggetti ad un controllo bimestrale.

Il progetto esecutivo, al quale stanno lavorando professionisti esperti, dovrà essere consegnato entro dicembre 2019, mentre i lavori dovranno essere completati per l'inizio dell'annualita' 2021.

Il lavoro di programmazione e di monitoraggio delle risorse messe in campo dovranno agganciarsi anche alla nuova programmazione 2021 - 2027 e, secondo un percorso condiviso con noi sindaci, veri conoscitori delle esigenze dei territori, prevedere altre infrastrutture portuali anche nell'ambito degli stessi comuni, già dotati di porticcioli, ma con una specifica conurbazione con la città, arricchita da sistemi di viabilità veloci, sfruttando la morfologia del territorio.

Comuni come Amantea, a vocazione fortemente turistica, caratterizzata da 13 km di costa ed insenature naturali come l'alveo del Catocastro, hanno la necessità di programmare e pianificare la nascita di un porticciolo anche in tale realtà territoriale.

Ciò costituirebbe un volano di sviluppo per il centro storico e per l'intera città, incapsulando tale importante studio di fattibilità e relativo investimento in un sistema di portualità con una visione di crescita a 360 gradi.

Leggi tutto... 0

E’ stata delegata la segretaria comunale per il bando degli scuolabus

Ubi maior minor cessat

Ricorriamo alla famosa locuzione latina ubi maior minor cessat, traducibile alla lettera in «dove (vi sia) un maggiore, il minore si sottomette» e, più liberamente, con «laddove vi sia qualcosa di più grande, la realtà più piccola cede il passo», per quanto di origine sconosciuta-

 

 

Forse di Catone il Censore (234-149 a.C.) o di Catone l’Uticense (95-46 a.C.)- per dare forza alla volontà della giunta Pizzino che sembra aver deciso-almeno politicamente-.l’attivazione del servizio scuolabus.

Sembra che il bando del servizio-sciolti i dubbi sulla appartenenza dello stesso ai servizi a domanda individuale od ai servizi pubblici veri e propri- sia stato affidato alla più alta carica comunale, cioè alla segretaria.

Ora non resta che attendere il bando e poi il suo svolgimento, il successivo affidamento e quindi l’inizio del servizio.

Quando? .

Ci vorrà del tempo, evidentemente, ma ora che l’amministrazione ha affidato il delicato incarico del bando c’è almeno questa speranza.

Ovviamente resta il problema del costo del servizio da far pagare all’utenza.

Il problema del disavanzo maturato per questo servizio non è un problema.

Come si è fatto ieri, si può fare oggi e si potrà fare domani.

Tanto, si sa, nessuno paga ( si fa per dire) per il dissesto di ieri e nessuno pagherà ( si fa per dire) per il dissesto di domani.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2

Follow us on Facebook!

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy