BANNER-ALTO2
A+ A A-

In un tempo in cui è difficile capire chi sia minoranza e maggioranza nel comune di Amantea ,ecco spuntare una certezza: Biagio Miraglia.

Biagio Miraglia candidato non eletto della lista Nuova Primavera resta certamente all’opposizione nel comune di Amantea.

Miraglia, infatti, non si presta a dare il rispetto invocato dai “potenti”, come è uso fare dalle nostre parti, e ad Amantea in particolare, ai deboli ed a coloro che attendono “qualcosa” o che pur dovendolo non hanno la correttezza di stimolare con le necessarie ed attese critiche i comportamenti dell’amministrazione.

Affatto. Anzi non manca di segnalare. Eccone una prova:,

#ATTENZIONE SUCCEDE AD AMANTEA #

Comune di Amantea - Domanda acquisizione al patrimonio comunali di beni demaniali / Rilascio parere positivo  - INFO PER I NOSTRI AMMINISTRATORI.

Nel 2013 l'Amministrazione Tonnara presentò domanda per acquisire - a titolo gratuito -  al patrimonio comunale alcuni beni immobili di proprietà del Demanio Marittimo.

Secondo quanto riportato nella tabella pubblicata sul sito dell'Agenzia del Demanio, la stessa Agenzia ha rilasciato, nel 2014, parere favorevole su tre domande.( ex arenile marittimo, reliquato fluviale fiume Catocastro, Reliquato fluviale fiume Oliva)

Alla data del 28/09/2015 risulta non acquisita agli atti dell’Agenzia del Demanio la relativa Delibera del Comune di Amantea, motivo per cui non è possibile procedere al trasferimento gratuito dei beni dal Demanio al nostro Comune.

L’invito che rivolgo agli Amministratori del nostro Comune è quello di procedere velocemente all’invio di quanto necessario per l’acquisizione gratuita delle aree demaniali in questione.

Tra queste aree è inoltre presente il reliquato fluviale Catocastro che include il così detto "Campo della Fiumara"; proprio questa struttura, tanto reclamata a ragione dagli sportivi di Amantea, penso debba essere recuperata e messa a disposizione dei tanti giovani del nostro territorio!!!

#sabatinogohome

#amantea #biagiomiraglia #operazionetrasparenza #adunpassodalprecipizio #nonsannonemmenodicosaparlano #senzapensieri #semprepeggio #unamannaiasulfuturodellacittà

Stato dei trasferimenti - Art.56 bis - Aggiornato al 28 settembre 2015

http://www.agenziademanio.it/opencms/it/notizia/Stato-dei-trasferimenti-Art.56-bis-Aggiornato-al-28-settembre-2015/

Pubblicato in Cronaca

Scrive Biagio che “Sui social divampano le critiche nei confronti del Corpo di Polizia Municipale di Amantea.

Le accuse si concentrano sulla presunta incapacità nel regolare il traffico del nostro territorio ed a sanzionare efficacemente le violazioni del codice.

In effetti, nel nostro comprensorio la viabilità è fuori controllo, ma credo sia doveroso creare le basi per un'analisi più puntuale delle sue cause.

Il nostro è un perimetro vasto, la sola costa va da Acquicella a contrada Principessa, mentre l'interno è frastagliato da alcune frazioni e non poche contrade.

Parliamo di quasi 14.500 residenti che si vanno a triplicare durante il periodo estivo e durante i picchi di affluenza settimanali e stagionali di cui fortunatamente vive il nostro paese (il mercato domenicale, la fiera, il carnevale, le manifestazioni religiose ecc.)

E' giusto evidenziare poi, che al Comando di Polizia Municipale è affidata la delega per i compiti di polizia ambientale e del rispetto delle direttive in ambito di raccolta differenziata.

Detto questo, mi risulta che, da pianta organica, il Corpo di Polizia Municipale può contare su 5 unità a tempo pieno e 10 a parte-time (per 18 ore settimanali ciascuno) per cui le ore settimanali dei vigili part-time contano come 4,5 vigili a tempo pieno (180 ore settimanali diviso 40 ore settimanali è uguale a 4,5).

Bene, assumiamo quindi che il comune di Amantea abbia a disposizione, complessivamente, 9,5 vigili a tempo pieno da dedicare ai suoi 14.500 residenti.

Prendendo per buoni i dati della fondazione civicum (http://blog.civicum.it/wp-content/uploads/2009/05/civicum_sicurezza_comunicato_12-05-09.pdf) emerge che a Milano c'è un vigile ogni 416 abitanti, a Reggio Calabria (fanalino di coda fra le grandi città)  uno ogni 1.111 abitanti.

...e ad Amantea?

Se dividiamo i 14.500 residenti del nostro territorio per i 9.5 vigili messi a disposizione da questa amministrazione emerge che Amantea dispone di un vigile ogni 1.526 abitanti!!!

Tutto questo mentre l'amministrazione non riesce a concludere la stabilizzazione dei precari e non si pone neanche il problema di allineare il rapporto vigili/residenti a un livello decente.

Per concludere: si, è vero, la viabilità ad Amantea non funziona. ...ma siamo sicuri che sia sempre colpa dei vigili?

N.B.: ad oggi la situazione reale è la seguente, il Corpo di Polizia Municipale può contare su 4 unità a tempo pieno ( in quanto una è impegnata in via permanente presso la Procura di Paola) e 8 a part-time ( in quanto 1 in maternità e un'altra in servizio presso altro ente, quindi non in forza al locale comando di Polizia Municipale ). Cordialmente Biagio Miraglia

NdR: Sig Miraglia, per favore non dribbli e dica ai nostri amici di chi altri è la colpa e soprattutto quale( o meglio sarebbe dire quali)?

Per esempio perché i vigili sono stati assunti part – time ?

E perché si assumono collaboratori del sindaco e non si stabilizzano i vigili precari?

Dai!

E, soprattutto, riflettiamo, insieme, su cosa significhi la assenza/mancanza/carenza dei vigili per l’ordine sociale e per la educazione della comunità!

Possibile che non ci accorga che Amantea sembra una città dell’antico Far West, cioè senza legge, o, se volete, in cui la percezione della legge è molto, molto sfilacciata , nel senso che ognuno tenta di farsi i c….suoi? . E forse ci riesce.

E possibile che non si parli di una cittadina , quale è Campora SG, di 5000 abitanti che non ha in dotazione nemmeno un vigile? ( zero su 5000!)

Pubblicato in Cronaca

Così diceva la canzone di Rino Gaetano che torna in mente di fronte alla delibera del servizio di tesoreria.

 

Ne parla anche Biagio Miraglia:

“Un altro scempio amministrativo - con relativo danno economico per i cittadini di Amantea - è stato compiuto giorno 21 luglio 2015.

Infatti, in tale data, la maggioranza - stavolta capeggiata dal Vice Sindaco (il Sindaco non era presente in Consiglio comunale) - ha approvato l'innalzamento del tasso debitore da riconoscere a Ubi Banca Carime dallo 0,50% all'4%. Lo scempio è stato consumato in quanto i nostri amministratori non hanno voluto procedere per tempo all'indizione del regolare bando di gara per l'assegnazione del servizio di tesoreria.

Facciamo un esempio pratico di cosa produce questa "brillante" operazione effettuata dall'Amministrazione in carica. Sull'utilizzo dell'anticipazione di cassa, richiesta dalla Giunta comunale per circa 3.300.000 di euro, il Comune (con il soldi delle nostre tasse) non pagherà più (per il periodo 1 luglio 2015/31 dicembre 2015) 8.250,00 euro ma pagherà ben 66.000,00 euro. "Sciala popolo (UBI BANCA CARIME) e viva Agnese (L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE)".

Possiamo tranquillamente affermare che chi governa oggi non fa gli interessi dei cittadini, tutt'altro!

Ricapitoliamo: le tasse aumentano e i servizi ai cittadini diminuiscono.

La risposta di questa amministrazione è: c'è la crisi, non ci sono soldi!

Mi verrebbe da dire: e grazie, quelli che avete li gettate a mare!”

Cara Consigliera Ciccia, Le chiedo scusa umilmente per non aver capito bene chi ho di fronte.

L'ho capito ora, dalle Sue repliche ai quesiti che Le ho posto.

Infatti, nel tentativo di rispondere alle mie precise domande che miravano a rendere pubblica la gestione economica del Campus, Lei ha messo a nudo la sua competenza amministrativa (e la sua capacità di sostenere un confronto, valicando i limiti che la dialettica politica impone), confondendo le entrate dalle uscite, i costi dai ricavi.

Non la disturberò più.

Può continuare ad amministrare in questo modo, ci mancherebbe.

Lei, come ha precisato, ha vinto le elezioni comunali ed io le ho perse, insieme a migliaia e migliaia (la stragrande maggioranza) di miei Concittadini onesti e laboriosi che hanno votato la Lista "Nuova Primavera" o la Lista "Insieme per la Città" o la Lista del M5S.

La democrazia è un patrimonio da tutelare sempre, ad ogni costo, anche al pesantissimo costo che sta sopportando la mia Città.

" In allegato la replica della Consigliera Ciccia al mio Post. Cittadini, Spettatori e Artisti, vi prego gentilmente di aiutarmi a trovare anche una sola risposta alle 7 domande che gli ho posto, ve ne sarei grato ".

LE 7 DOMANDE IN ATTESA DI RISPOSTA:

Alcune settimane fa, Siti e Giornali locali, riportavano le critiche della Consigliera Ciccia sulla gestione del Campus da parte dell'ex Assessore Mazzei.

Mi viene da pensare che la Consigliera (attualmente incaricata della delega al Campus) sembra non aver chiaro o, peggio ancora non comprendere, la delicatezza dell'incarico che le è stato affidato.

In quanto a rilancio della cultura, coinvolgimento della cittadinanza e trasparenza direi che abbia ancora tanto da imparare se i cittadini,gli spettatori e gli artisti che frequentano la struttura non sanno :

- quanto abbia incassato il Comune di Amantea per l'utilizzo del Campus.

- quanto abbia speso il Comune di Amantea per la gestione delle serate.

- quanto costi la manutenzione ordinaria della struttura.

- ...e quella straordinaria?

- se le aziende o le cooperative che lavorano all'interno del campus vengono scelte con affidamento diretto o bando pubblico.

- ...a prescindere da come siano state selezionate, a quanto ammontano i crediti che le stesse cooperative/aziende vantano verso il comune?

- se, la Consigliera Ciccia, forte del suo ruolo, abbia mai pensato di proporre una delibera per rendere trasparente una volta per tutte la gestione della struttura.

- se, la consigliera Ciccia, riuscirà a comprendere il senso di queste domande o preferirà sottrarsi cercando di cambiare discorso.

Gentile consigliera, in un mondo di continue evoluzioni ciascuno di noi è stato un ex.

Lei, per esempio, mi risulta sia stata un'ex quarta fila di alcuni ex Amministratori come La Rupa, Signorelli o lo stesso Mazzei che adesso così tanto critica.

Ora, tornando al merito della questione, è in grado o non è in grado di rendere trasparente la gestione del campus Temesa?

Non verrà mica a dirci che proprio la presunta poca trasparenza di questa Amministrazione la sta spingendo verso l'opposizione vero?

Oppure, al contrario, non verrà mica a raccontarci che per rendere più limpida la gestione del Campus avrà bisogno di diventare Assessora?!

Cordialmente. Biagio Miraglia

L’incomprensibile silenzio della minoranza amanteana , al quale in alternativa fanno da sponda i numerosi comunicati stampa dell’amministrazione comunale sempre accompagnati dalle foto segnaletiche dei protagonisti , ormai, viene interrotto solo da pochi politici non consiglieri che accendono l’attenzione su tematiche varie , tentando di scuotere il grigiore delle umane genti amanteane.

Ed ecco Biagio Miraglia che punta Caterina Ciccia rea di criticare “solo” gli altri.

Ecco cosa scrive Miraglia scuotendo come un venticello fresco l’afa di luglio:

“Alcune settimane fa, Siti e Giornali locali, riportavano le critiche della Consigliera Ciccia sulla gestione del Campus da parte dell'ex Assessore Mazzei.

Mi viene da pensare che la Consigliera (attualmente incaricata della delega al Campus) sembra non aver chiaro o, peggio ancora non comprendere, la delicatezza dell'incarico che le è stato affidato.

In quanto a rilancio della cultura, coinvolgimento della cittadinanza e trasparenza direi che abbia ancora tanto da imparare se i cittadini,gli spettatori e gli artisti che frequentano la struttura non sanno :

- quanto abbia incassato il Comune di Amantea per l'utilizzo del Campus.

- quanto abbia speso il Comune di Amantea per la gestione delle serate.

- quanto costi la manutenzione ordinaria della struttura.

- ...e quella straordinaria?

- se le aziende o le cooperative che lavorano all'interno del campus vengono scelte con affidamento diretto o bando pubblico.

- ...a prescindere da come siano state selezionate, a quanto ammontano i crediti che le stesse cooperative/aziende vantano verso il comune?

- se, la Consigliera Ciccia, forte del suo ruolo, abbia mai pensato di proporre una delibera per rendere trasparente una volta per tutte la gestione della struttura.

- se, la consigliera Ciccia, riuscirà a comprendere il senso di queste domande o preferirà sottrarsi cercando di cambiare discorso.

Gentile consigliera, in un mondo di continue evoluzioni ciascuno di noi è stato un ex.

Lei, per esempio, mi risulta sia stata un'ex quarta fila di alcuni ex Amministratori come La Rupa, Signorelli o lo stesso Mazzei che adesso così tanto critica.

Ora, tornando al merito della questione, è in grado o non è in grado di rendere trasparente la gestione del campus Temesa?

Non verrà mica a dirci che proprio la presunta poca trasparenza di questa Amministrazione la sta spingendo verso l'opposizione vero?

Oppure, al contrario, non verrà mica a raccontarci che per rendere più limpida la gestione del Campus avrà bisogno di diventare Assessora?!

Cordialmente. Biagio Miraglia

NdR. Ovviamente siamo pronti a dare a Caterina Ciccia tutto lo spazio Le sia necessario per dare risposta alle richieste ed insieme alla provocazione di Biagio Miraglia.

Pubblicato in Cronaca

Scrive Biagio Miraglia: “Spero di essere smentito un istante dopo la pubblicazione di questo comunicato, ma pare che i dipendenti comunali di Amantea non hanno ancora percepito lo stipendio di maggio.

Giungono da più parti segnali di preoccupazione per il perdurare di questa situazione. La stanchezza inizia a farsi sentire. D'altronde anche loro hanno impegni mensili da onorare (pagamento mutui, utenze, sostentamento famiglia).

Penso che oramai le giornaliere e "paterne" rassicurazioni di qualcuno non bastano più perché i giorni passano e gli impegni restano. Del resto sono trascorsi 10 giorni dalla fine del mese ed i dipendenti comunali attendono ansiosi l’accredito di quanto spetta loro.

A quanto pare l’Ente avrebbe problemi di liquidità e ciò non gli consentirebbe di pagare gli stipendi al personale, tale situazione a mio avviso è indice di grave difficoltà economico-finanziaria dell'Ente.

Aggiungiamo poi che L'Amministrazione Sabatino non ha fatto nessuna comunicazione ufficiale, non ha informato gli interessati sul motivo del ritardo né informato i dipendenti del fatto che ci sarebbe stato il ritardo nel pagamento degli stipendi.

L'Amministrazione Sabatino dovrebbe spiegare a tutta la Città se il motivo del ritardo è dovuto a problemi di bilancio strutturali dell’Ente o ad altro.

In ogni caso, tutti auspichiamo che la questione venga risolta quanto prima, perché tante famiglie hanno impegni a cui devono far fronte.

Infine, non per essere ripetitivo: ma come è possibile che il Sindaco, il Vice Sindaco, gli Assessori e il Presidente del Consiglio continuano imperterriti a percepire gli AUMENTI (da loro deliberati) DELLE INDENNITA?

NON AVVERTONO PUDORE NELL'INCONTRARE NEL PALAZZO MUNICIPALE I DIPENDENTI COMUNALI O I DIPENDENTI DELLE COOPERATIVE CHE NON PERCEPISCONO LO STIPENDIO?

Pubblicato in Politica

Sembra che nel semisilenzio di certa minoranza l’opposizione comincino a farla i cittadini. Ecco a VOI Biagio Miraglia.

Comune di Amantea – Spero che un anno così non ritorni mai più! : E’ la sintesi della nota seguente, seguita poi dal forte invito americaneggiante : Sabatino go home!!!

“E' da giorni che appaiono sui social, sui siti locali e sui Quotidiani degli affannati post e comunicati a firma di componenti dell'attuale Amministrazione. Tra questi, in particolare due meritano qualche riflessione: uno a firma della Consigliera Delegata alla Comunicazione ed alla Legalità e un altro a firma dell'unica Consigliera senza Deleghe della maggioranza Sabatino (o meglio, alcune Deleghe a quest’ultima Consigliera erano state affidate dal Sindaco ma poi, probabilmente all’insaputa della stessa Consigliera che sostiene di esserne ancora titolare, glie le ha ritirate).

Entrambi i post/comunicati esprimono nella forma e nel contenuto qualcosa di talmente imbarazzante da spingermi a manifestare pubblicamente lo sdegno che hanno suscitato in moltissimi Concittadini.

Possibile che alcuni Amministratori non si rendano conto che la Cittadinanza non è interessata alle loro querelle da avanspettacolo?

Possibile che questa Amministrazione, dal momento del suo insediamento, non abbia fatto altro che tentare di nascondere la pochezza che la caratterizza riempendo il web e la carta stampata di BARZELLETTE, SPOT PUBBLICITARI, SELFIE e modelle simil fashion?

La Cittadinanza ha voglia di capire, ad esempio, per quale motivo sta pagando gli aumenti delle indennità di carica del Sindaco, degli Assessori e del Presidente del Consiglio.

Forse per una maggior competenza rispetto agli Amministratori precedenti?

Un più alto senso delle Istituzioni?

Un maggior impegno?

Forse per il nuovo rilancio socio-economico del comprensorio?

O magari per aver eliminato i mali che soffocano la nostra Comunità?

No, niente di tutto questo! L’aumento delle indennità di carica è puro egoismo, nient’altro.

Il rilancio socio/economico sono più bravi a realizzarlo, ad esempio, le Associazioni o le tre Bande Musicali, la visibilità che va oltre i confini regionali e nazionali, Amantea la ottiene molto di più da un Festival di Cortometraggi organizzato da giovani volenterosi. Il senso delle Istituzioni è tenuto in alto dalle Forze dell'Ordine che tutti i giorni, con grande impegno e nonostante gli organici sotto dimensionati, garantisco la sicurezza dei Cittadini. A proposito di organico sotto dimensionato, bisogna ricordare la mancata indizione del concorso per la stabilizzazione dei Vigili Precari. Una situazione questa che ha visto l'Amministrazione Sabatino di fatto soccombente davanti al TAR e condannata alle spese legali sostenute dai ricorrenti. A ciò potrebbe aggiungersi il pagamento di tutti gli arretrati. Speriamo che tale questione si chiuda al più presto. Una cosa è certa, i Cittadini non sono più disponibili a pagare per gli errori dei governanti.

Rispetto al peso politico espresso da questi Amministratori nel comprensorio, basti pensare al fatto che la nostra Asl viene continuamente smantellata e che siamo fuori dai circuiti turistici importanti. In quanto ai mali (in aumento) che incombono sulla nostra Città è meglio stendere un velo pietoso.

No! Francamente i Cittadini non capiscono proprio il perché dell'aumento dello stipendio di lor Signori (e Signore).

Le loro delibere sbagliate e sgrammaticate, i continui “stop and go” sulle imposte locali (SEMPRE PIU' ALTE PER SCELTA DEI NOSTRI AMMINISTRATORI), il concorso per sostituire il Responsabile del Settore Finanziario che procede a singhiozzo e che qualche passo in avanti l'ha registrato solo grazie alla forte azione di controllo espletata dalle forze d'opposizione, un degrado senza precedenti e una distanza tra il centro amanteano e le frazioni/contrade che non è mai stato così ampio. Vedi ad esempio Santa Maria, zona Colongi e ancor di più Acquicella, quest’ultima rimasta fuori da ogni progetto dell'Amministrazione, condannandola ad essere sempre più periferia, niente differenziata, niente pista ciclabile, nessun intervento per il recupero della spiaggia, nessun intervento per liberare la strada sotto la Chiesetta di San Giuseppe relegata ormai ad essere un luogo altamente degradato. Infine, la vicenda della gestione del Carnevale che grazie ai nostri Amministratori ha segnato il distacco tra carristi di Amantea e Campora!

Ogni punto meriterebbe pagine e pagine ad hoc con analisi, valutazioni e soluzioni serie questa volta sì “…senza sé e senza ma” .

I Cittadini, gli Albergatori, i Ristoratori, gli Operatori dell'Edilizia e i Commercianti si chiedono perché l'Amministrazione Sabatino abbia deciso di utilizzare il mutuo per la ristrutturazione del Lungomare per realizzare due Cavalcafiumi. Le firme raccolte in favore del Lungomare sono quasi la metà dei voti che la lista Sabatino ha ottenuto alle scorse elezioni, perché sbeffeggiare chi esprime legittimamente dal basso una idea diversa?

Ancora, perché l'Amministrazione Sabatino nel creare e alimentare diatribe fra Amantea e Campora finisce sempre per ignorare tutte le altre contrade che rischiano il dissesto idrogeologico e lo spopolamento mentre potrebbero essere un valore formidabile per il nostro territorio?

E poi, come mai nonostante i grandi risparmi che l'Ente ha conseguito con il minore conferimento degli RSU in discarica, ci sono ancora ampie zone della Città che non possono usufruire del servizio di raccolta differenziata?

Perché si continua con la rinegoziazione dei mutui indebitando le future generazioni? Perché oltre i fondi per il manto del Campo Sportivo in Via degli Stadi, non si trovano anche quelli per sistemare le strade interpoderali o del centro cittadino?

A proposito del Campo Sportivo di Via degli Stadi, lo sapete che i nostri amministratori hanno provveduto a seminare il terreno senza ripulirlo dalle erbacce esistenti? Altri soldi pubblici buttati via!

Queste sono solo una minima parte delle domande che ogni giorno i Cittadini mi pongono.

La verità e che ogni mattina ad Amantea, un cittadino si sveglia e sa che deve correre più in fretta degli altri per andare avanti.

Il tutto mentre gli Amministratori continuano a passeggiare tranquillamente!

Sabatino go home!!!

Pubblicato in Politica

Perviene e ne diamo pubblicazione la nota di Biagio Miraglia

#ATTENZIONE SUCCEDE SOLO AD AMANTEA #

COMUNE DI AMANTEA - AVVISO TARI ERRATO / AMMINISTRAZIONE SABATINO - INFO PER I CITTADINI, LE IMPRESE E LE FUTURE GENERAZIONI

In questi giorni molti concittadini mi chiedono consigli su i loro Avvisi TARI 2014 (Secondo Acconto) inviati dall'Amministrazione Sabatino e recapitati (pare) da delle persone non ben identificate .

Di seguito vi porto a conoscenza di un caso che, sembra essere eclatante e tragicomico allo stesso tempo:

(Parliamo di una Abitazione di 146 mq e nucleo familiare di 1 Componente) AVVISO TARI 2014 (primo acconto) N.B: Busta contenente timbro Postale e Data

Su tale avviso vengono indicati chiaramente:

- Oggetto

- Normativa di Riferimento

- Ubicazione, Categoria (Abitazione), mq (146), Mesi possesso (12)

- Tassa Netta (€ 277,84)

- Tributo Provinciale (€ 12,63)

- Subtotale (€ 290,47)

- Acconto 50% (€ 145,24)

- Spese di Spedizione (€ 0,70)

- Totale Avviso (€ 145,94)

- Invito (motivazione: dando atto che l'importo richiesto costituisce ACCONTO TARI 2014

- Avvertenze (determinazione importo, tributo provinciale 5%, riduzioni spettanti, diritto dell'Ente, dipendente di riferimento, modalità formulazione osservazioni).

Adesso vi riporto le Osservazioni, le Omissioni e gli Errori riscontrati dai Cittadini sul Secondo Avviso.

TASSA SUI RIFIUTI PER L'ANNO 2014

(L'oggetto dell'Avviso non fa alcun cenno al fatto che questo sia riferito al restante 50% dell'intera Tassa)

N.B. : Busta senza timbro Postale e Data

Leggendo tale avviso vengono indicate la Legge e la Delibera di riferimento:

- La Legge n° 147 del 23/12/2013, comma 639 e seguenti, con cui è stata istituita, a partire dal 1/1/2014, la Tassa sui rifiuti (TARI), che rappresenta la componente relativa al servizio rifiuti dell'Imposta Unica Comunale (IUC)

- La Delibera di Consiglio Comunale n°36 del 30.09.2014 con cui sono stati definiti Regolamento e Tariffe (in allegato tabella tariffe abitazione)

Poi troviamo la seguente dicitura:

- "Di seguito, con riferimento alle posizioni a Lei intestate, si riporta il calcolo del dovuto, dedotti gli acconti già addebitati."

Da qui in poi inizia l'odissea che investe tutti i contribuenti di Amantea...

- Vengono indicate Ubicazione e Categoria, ma non vengono indicati i Mq, i Mesi di possesso ed i Componenti

- Viene indicato un Totale Annuo (€ 313,82), ma non si capisce su quali basi sia stato fatto tale calcolo

- Viene indicato l'importo dell'acconto di € 126,29, ma non risulta congruo con quello richiesto nel Primo Avviso e regolarmente versato (145,24)

- Vengono richiesti come saldo Totale della Bolletta € 198,00, MENTRE DAL CALCOLO EFFETTUATO UTILIZZANDO LA TABELLA TARI DI RIFERIMENTO

- Non è presente alcun Invito e nessuna motivazione in riferimento al pagamento

- Non sono presenti alcun tipo di Avvertenze ( determinazione importo, tributo provinciale 5 %, riduzioni spettanti, diritto dell'Ente, dipendente di riferimento, modalità formulazione osservazioni).

- Vengono indicate le modalità di pagamento

- Viene erroneamente indicata come 1^ rata e viene indicata la data di scadenza 10/04/2015

giorno in cui a molti tale avviso nemmeno è stato recapitato.

Come al solito mi sono posto delle domande ed in parte sono riuscito a trovare delle risposte che condivido con voi:

Domanda: Cosa aveva in mente e quali calcoli ha impostato l'Amministrazione Sabatino?

Risposta: ????

Domanda: Cosa farà l'Amministrazione Sabatino per risolvere questa grave ingiustizia?

Risposta: Come al solito niente, diranno che è tutta colpa dell'eclisse solare e che l'oroscopo gli è sempre sfavorevole. Insomma, sarà colpa di tutto l'universo ma non del loro microcosmo.

Domanda: Quali azioni saranno intraprese dall'Amministrazione Sabatino a difesa dei Contribuenti?

Risposta : ?????

Domanda: Cosa faranno per non far gravare sulle spalle dei Cittadini le spese di Ristampa, imbustamento e spese di spedizione?

Risposta: ?????

Domanda: Perchè tale servizio non è stato affidato a Poste Italiane o meglio ancora a qualche Posta Privata che forse riusciva a far risparmiare qualcosa all'Ente?

Risposta : ??????

#amantea #biagiomiraglia #operazionezerochiacchiere #adunpassodalprecipizio #bastaconlepreseingiro #nonsannonemmenodicosaparlano

Pubblicato in Cronaca

Scrive Biagio Miraglia: “E' questo il risultato conseguito dall'attuale Amministrazione Comunale alla quale Amantea intende conferire il premio di migliori creatori di disoccupazione

Dopo aver impedito a sette Vigili precari di continuare a svolgere il proprio lavoro, aver distolto il mutuo per la riedificazione del Lungomare preferendo due Cavalcafiumi e aver azzerato ogni possibilità di sviluppo turistico-lavorativo per la Città, ora, questa Amministrazione, ha scelto di mandare a casa i cinque Ausiliari al traffico adibiti al controllo e alla gestione delle strisce blu.

Quest'ultima vicenda si conclude amaramente per le cinque famiglie coinvolte, le quali, d'ora in avanti, non avranno più alcuna fonte di reddito.

Infatti, alla scadenza del contratto d'appalto della gestione dei parcheggi comunali a pagamento (strisce blu), non è seguita né la nuova gara d'appalto, né la proroga del servizio alla Società che finora ha gestito il servizio.

L'Amministrazione in carica, più che impegnarsi per l'aumento dell'occupazione, mi sembra fortemente impegnata a far aumentare la disoccupazione.

Nel senso che, appena può, non perde occasione per alzare il numero di disoccupati nella Città.

Come è possibile che in una fase di forte crisi economica e di disperazione generale, l'Amministrazione Comunale senza batter ciglio mandi in fumo altri posti di lavoro?

Inoltre non si tiene conto che il mancato affidamento del servizio di gestione dei parcheggi a pagamento - oltre a causare un grandissimo danno alle cinque famiglie interessate - costituirà per la Città un duro colpo in termini di ordine e sicurezza viaria, in particolar modo durante il periodo estivo.

Le voci che si rincorrono in Città parlano di un servizio che sarà gestito direttamente dal Comando di Polizia Municipale, quest’ultimo già caricato di tante incombenze e sotto organico.

Io mi domando: ...ma con quali uomini?...e con quali risorse finanziarie?

Se già oggi la carenza d'organico del Corpo di Polizia Municipale non permette agli Agenti in servizio di presidiare, come sicuramente vorrebbero, tutto il territorio di Amantea e Campora San Giovanni, come sarà possibile domani garantire, se tali voci venissero confermate, l'ordine e la sicurezza complessiva dei Cittadini?

Quindi, oltre al danno, la beffa: posti di lavoro che si gettano a mare e livello di sicurezza dei Cittadini, non per responsabilità del Comando di Polizia Municipale, sempre più inadeguato! Questo il risultato raggiunto dagli straordinari Amministratori del Comune di Amantea che pure non perdono occasione per auto incensarsi e proclamarsi Amministratori attenti al lavoro e all'occupazione nel nostro territorio. Alla faccia della coerenza!” Biagio Miraglia

Pubblicato in Cronaca

Il Problema Sociale delle Case Sciollate viene affrontato dal Consigliere di minoranza, Sergio Ruggiero

 

Sarà contenta la signora Santa Gallo perché finalmente la politica amanteana ed i mass media si degnano di dare attenzione al vergognoso problema delle “Case sciollate” , cioè del rudere della seconda guerra mondiale che da oltre settanta anni è il simbolo del male e della morte

Il male della guerra ed il male della inedia e dell’abbandono

Il simbolo della morte degli uomini e della speranza

Ma ecco che dopo alcuni interventi anche in consiglio comunale, inascoltati, ovviamente “il consigliere di minoranza Sergio Ruggiero, rappresentante in Consiglio della lista Nuova Primavera–Spirito libero, ha presentato alla Giunta Comunale una richiesta di intervento sull’area delle “case sciollate” nel centro storico di Amantea.

A tal proposito, nei giorni precedenti era stata tenuta una riunione alla quale hanno partecipato lo stesso Sergio Ruggiero, Gianfranco Suriano e Biagio Miraglia della Nuova Primavera ed il presidente di Spirito Libero Amantea Robert Aloisio.

Ecco il testo della richiesta, protocollata al n. 19457 del 05.12.2014 e diretta al sindaco ed a tutti gli assessori.

Oggetto: Case sciollate

Intendo portare alla Vs attenzione la questione in oggetto, ribadendo il mio “sconforto” di fronte al piano delle opere pubbliche recentemente approvato dalla Maggioranza, che non ha inteso inserire, come da me segnalato in Consiglio Comunale, il recupero dell’area delle “case sciollate”.

Ancora una volta, dunque, l’Ente comunale rimane distante rispetto all’esigenza di porre rimedio a ciò che io reputo una vergogna cittadina, uno sfregio alla bellezza e all’integrità del nostro centro storico, scrigno di originalità e di unicità, di ricchezza materiale e immateriale.

Nella certezza che anche voi condividiate il mio pensiero, mi permetto di formulare alcune considerazioni, ed un invito.

Non riconoscere la necessità di intervenire sulle “case sciollate”, come da colpevole consuetudine pluridecennale ad Amantea, significa non riconoscere veramente l’importanza del nostro centro storico. Io dico qui, e sommessamente denuncio, che da troppo tempo se ne parla, talora se ne straparla, spesso se ne parla senza avere la giusta contezza di ciò di cui si parla. Non si spiegherebbe altrimenti come la classe dirigente della nostra città non abbia ancora rimediato ad una così grave ferita del tessuto urbano, visibile da dovunque ed oltremodo mortificante per la qualità del paesaggio, inaccettabile ad ogni ordinario barlume di sensibilità e di intelletto.

I centri storici italiani, e naturalmente quello di Amantea, sono la plastica testimonianza della nostra civiltà, e, nel processo di globalizzazione generale, beni essenziali di distinzione e caratterizzazione storica, identitaria, artistica, culturale e paesaggistica, e ambiti preziosi per l’attivazione di percorsi economici evoluti.

Amantea non può e non deve rinunciare ai propri caratteri di “unicità”, ma non rinunciare significa affrontare i problemi del degrado e dell’abbandono, senza per questo ricorrere, nel merito della “case sciollate”, a costosi progetti che parlino un linguaggio violento e approssimativo, a parer mio inadatto alla delicatezza di un contesto che fornisce referenti architettonici ed urbanistici cui far riferimento senza rischiare di commettere errori.

Segnalo peraltro, che la condizione del sito è fonte di un grave disagio di carattere igienico sanitario e di pericolo per la sicurezza. A tal proposito, le reiterate e inascoltate (ed io aggiungo legittime) richieste della signora Gallo, sottolineano definitivamente, semmai ce ne fosse bisogno, l’ammorbamento della questione con la solfa dell’indifferenza al degrado.

Propongo dunque che si intervenga, con un’opera dal costo contenuto, che sgomberi le macerie, recuperi uno spazio utile, conferisca al contesto ordine e bellezza, agevoli il percorso di via Duomo e reggimenti l’acqua meteorica. Questa, infatti, appantanandosi tra le macerie, penetra al di sotto del manto stradale e finisce per imbibire il corrispondente muro di contenimento il quale, temo, per questa causa presenti preoccupanti segni di deterioramento strutturale, come si può evincere ad un semplice sguardo. Pensate quanti problemi comporta il protrarsi dello scempio, problemi ai quali l’Amministrazione, io credo, abbia l’obbligo di rimediare.

In merito al piano delle opere pubbliche, come Vi è noto, io ho espresso contrarietà al relativo piano. Ma Voi siete stati eletti, Voi governate e dunque decidete. E allora, io dico, decidete di occuparVi dell’area delle “case sciollate”, con intelligenza (che non è mai spendacciona), magari ricorrendo ad una progettazione interna e utilizzando qualche possibile ribasso sulle opere che avete deciso di privilegiare.

Io “sto sul pezzo” rendendomi disponibile a fornire ogni possibile collaborazione, e utilizzando le mie attribuzioni di Consigliere comunale perché la cosa si faccia, non si strafaccia, e si faccia bene.

Segue l’elaborazione di una possibile sistemazione dell’area.

Cordialmente     Sergio Ruggiero

Pubblicato in Primo Piano
Pagina 2 di 3
BANNER-ALTO2

Follow us on Facebook!

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy