BANNER-ALTO2
A+ A A-

Pizzoni(Vibo). Ambiente, sequestrata isola ecologica nel Vibonese

Vota questo articolo
(0 Voti)

Una "bomba" senza il rispetto delle normative

Più che un’isola ecologia era una bomba ecologica.

Ed infatti il 9 settembre scorso i carabinieri del Nucleo Ambiente di stanza alla Procura hanno proceduto al sequestro dell'area ubicata nel Comune di Pizzoni e trasformata in un'enorme discarica a cielo aperto.

Ed il gip del Tribunale di Vibo Valentia, Gabriella Lupoli, ha convalidato il sequestro dell’Isola Ecologica di Pizzoni effettuato il 7 settembre scorso nell’ambito di un’inchiesta dei carabinieri della sezione di polizia giudiziaria, aliquota “Ambiente”, della Procura di Vibo Valentia.

Un’area ritenuta anche dal giudice pericolosa e nociva, con una commistione di rifiuti ferrosi, plastica, cartone e apparecchiature elettroniche (computer, televisori e vecchi frigoriferi).

E poi il percolato, che al primo acquazzone dal canale di scolo rischia seriamente di finire nel torrente Cerasia.

Un’area di circa 500 metri quadri ubicata in località Zocchi e che vede l’architetto Giuseppe De Caria, responsabile dell’Area Tecnica del Comune di Pizzoni, indagato per il reato di “deposito incontrollato di rifiuti” in area sottoposta a vincolo paesaggistico e per le violazioni di natura penale del testo unico ambientale.

In quella che doveva essere l’isola ecologica, i rifiuti da oltre un mese vengono infatti ammassati in maniera incontrollata, con buona pace della raccolta differenziata fatta dai cittadini e dei parametri e delle prescrizioni imposte dai decreti del Ministero dell’Ambiente.

La discarica, viene sottolineato anche dal gip, è stata realizzata attraverso un finanziamento della Regione Calabria ma risulta allo stato priva di impianto di illuminazione, di energia elettrica, dell’attrezzatura antincendio, dei servizi igienici, degli scarichi fognari e dell’impianto di trattamento delle acque di dilavamento.

“La libera disponibilità dell’area sequestrata – scrive il giudice – può aggravare le conseguenze del reato ovvero agevolare la commissione di altri in materia ambientale mediante la protrazione dell’uso della stessa e, dunque, la reiterazione della condotta di smaltimento abusivo con inquinamento del terreno e dell’area circostante.

L’indagato Giuseppe De Caria è stato nominato dal gip custode giudiziario.

L’attività investigativa dei carabinieri promette nuovi ed ulteriori sviluppi poiché mira ora ad accertare tutte le responsabilità del caso, ad iniziare dalla realizzazione dell’isola ecologica per proseguire sino all’attualità.

Redazione TirrenoNews

Dal 2005 la Redazione di TirrenoNews.Info cerca di informare in modo indipendente e veloce.

 

LogoTirrenoNews

Sito web: www.trn-news.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove è consentito

BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Vibo Valentia

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy