BANNER-ALTO2
A+ A A-

euroTroviamo davvero imbarazzanti le modalità con cui - durante la seduta del 26 maggio - il Consiglio regionale, in maniera assolutamente trasversale, ha approvato all'unanimità l'odg riguardante la “rideterminazione della misura degli assegni vitalizi diretti, indiretti e di reversibilità”!
Il video della seduta, divenuto virale, mette in risalto la fugacità (il relatore non illustra neppure il provvedimento) e la sollecitudine (i tre articoli vengono approvati con il tempo netto di 15 secondi: un record!) dei lavori: una mortificazione per il Parlamento regionale.
Tutti erano d’accordo!
Il provvedimento si illustra da se: prevede, infatti, la possibilità di far maturare subito il vitalizio aii Consiglieri regionali anche in caso di prematura interruzione del loro mandato!
Non riusciamo, tra l’altro, a fare a meno di notare che chi avantieri si indignava per l’istituzione dell’ennesima commissione, ieri proponga e voti lo scandaloso provvedimento e oggi cerchi una “pezza” a questa buffonata!
Viviamo un momento storico caratterizzato da sofferenza, da difficoltà, da incertezze. Qualcuno dovrà pur spiegare a chi ha perso o rischia di perdere il lavoro, ai cassaintegrati, agli imprenditori ed ai commercianti in crisi, alle famiglie che non riescono ad arrivare a fine mese la priorità, l’urgenza e l’utilità di questo provvedimento.
Questo è il rinnovamento tanto auspicato e declamato?
Noi riteniamo che la sinistra debba dare segnali ben diversi. Per tale ragione, chiediamo al nostro Partito, il PD, ed ai nostri rappresentanti in Consiglio, di farsi immediatamente promotori di una proposta di legge regionale che preveda l’abolizione del privilegio dei vitalizi!

Direttivo PD Amantea
Circolo Moro-Berlinguer

Pubblicato in Primo Piano

mascheracoroLa protezione Civile della Regione Calabria, ha predisposto una prima distribuzione su tutto il territorio regionale, di dispositivi di protezione individuale (DPI) sulla base del numero di abitanti per ogni comune Calabrese.

Al comune di Amantea sono state assegnate un primo quantitativo di 2550 mascherine chirurgiche altrettante di tipo monovelo.

La prima di una lunga serie di dispositivi di protezione individuale, che certamente l’Amministrazione comunale di Amantea potrà donare alla cittadinanza, come segno tangibile dell’estremo bisogno di non abbassare la guardia proprio ora che inizia la fase 2.

Con tutta probabilità, come ho suggerito, la distribuzione delle mascherine verrà agganciata ai prossimi buoni spesa, in modo da andare incontro alla popolazione più in difficoltà.

Ora più che mai, è importante continuare con le buone pratiche di distanziamento sociale e responsabilità verso la comunità.

La nostra comunità si è espressa in maniera egregia dimostrando grande attaccamento al proprio comune, alla propria gente e al rilancio sociale ed economico di Amantea.

Se vogliamo sperare in un prossimo ritorno alla normalità dobbiamo continuare ad essere vigili, per questo l’utilizzo dei dispositivi di sicurezza e delle mascherine saranno fondamentali.

Pubblicato in Primo Piano

santi"Ho cercato di chiudere la Calabria introducendo misure anche più restrittive di quelle del resto del paese. I calabresi hanno collaborato e si sono adeguati bene. Ora si deve convivere con il virus e piano piano l'apertura di alcune attività è necessario". Così la presidente della Regione Calabria Jole Santelli a Tagada su La7. La presidente Santelli contesta poi la possibilità prevista di spostarsi tra regioni per chi ha il domicilio o la residenza. E contesta anche la possibilità prevista dal programma del premier Conte che vuole istituire punti covid per immigrati in Calabria. "Se io apro i caffè e i ristoranti con solo i tavoli all'aperto non sarà meno pericoloso dei centri covid e gli spostamenti?" si chiede il governatore. La Santelli risponde poi al ministro Boccia: "Mi aspetto dal governo leggi di cornice precauzionali e serie e all'interno di quelle la possibilità per noi di muoverci localmente. Appena ho fatto l'ordinanza si è scatenata una rivolta dei sindaci del Pd che però in consiglio mi ha chiesto la riapertura dei ristoranti".

"Non abbiamo contagi autoctoni - ha detto ancora la presidente - ma solo contagi di ritorno. Il problema è che nell'ultimo Dpcm il governo scrive che è vietata la mobilità interregionale, poi è consentito il ritorno nelle proprie residenze, nei propri domicili, nelle abitazioni. Cioè - ha sostenuto il presidente della Regione Calabria - il governo che oggi mi dice 'attenzione, perché stai facendo un passo improvvido e rischi di aumentare i contagi', in realtà contemporaneamente apre a un ritorno indiscriminato e senza alcun tipo di controllo. Aggiungo: su richiesta della Protezione civile e del ministero dell'Interno, nelle regioni del Sud - ha rilevato Santelli - si stanno attrezzando centri Covid per immigrati. Quindi il governo in Calabria, dove abbiamo fatto tanti sacrifici, mi manda 50 immigrati, in situazioni non di salubrità".  Santelli ha poi evidenziato che "la fase 1 è iniziata con noi che avevamo chiuso le scuole e il governo che ha impugnato le nostre ordinanze, dopo di che poi 4 giorni dopo ha fatto esattamente le ordinanze che abbiamo fatto noi. Ora - ha spiegati il presidente della Regione Calabria -spetto dal governo delle leggi di cornice precauzionali serie, le normative di dettaglio le lasci alle Regioni. Noi stiamo dicendo che la fase 2 va governata insieme tenendo conto della specificità dei territori". Con riferimento alle polemiche in Calabria, Santelli ha osservato: "Appena ho fatto l'ordinanza, si è scatenata una questione tipicamente politica. Ho avuto l'attacco di tutti i sindaci del Pd a cui ricorderei, sommessamente, che in Consiglio regionale il Pd mi ha chiesto l'apertura dei ristoranti, in assoluto".

"O ci siamo noi a dare delle risposte o questo territorio diventerà preda di chi le risposte le dà e anche velocemente e si chiama criminalità organizzata". Lo ha detto Jole Santelli in un altro intervento a "La Vita in diretta" su Rai Uno parlando della decisione di emanare l'ordinanza sulla riapertura di bar e ristoranti con spazi all'aperto. "E' chiaro che si riapre - ha aggiunto Santelli - ma non è che avremo i ristoranti pieni. Ci sarà poca gente, c'è paura ma dovremo cercare di rimetterci in moto". "Ora siamo in una fase diversa. C'è stata una prima fase in cui la preoccupazione per la salute era l'unico argomento, l'unico obiettivo. Adesso abbiamo un obiettivo importante che è sempre la salute ma abbiamo anche iniziato a conoscere il virus a conoscerne la pericolosità però dobbiamo imparare a convivere col virus e, su questo, tutti dobbiamo essere consapevoli che l'Italia non si presenta in modo uniforme. Credo che il Governo innanzitutto rifletterà su queste cose". "Non parlo della Calabria - ha aggiunto Santelli - parlo dell'Abruzzo e della Basilicata perché non è uguale la situazione tra realtà dove ancora si registrano altissimi numeri di contagi e altre dove siamo a contagio zero. Quindi è difficile prendere delle mis

Pubblicato in Calabria

ischiaProgetto finalizzato a ripulire i fondali dei mari calabresi con l’aiuto dei pescatori. 300mila euro la somma a disposizione grazie ai fondi europei

Ripulire i fondali dei mari calabresi con l’aiuto dei pescatori. È questo l’obiettivo del bando – pubblicato sul portale www.regione.calabria.it – relativo alla misura del “Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca” (Feamp) concernente la protezione e il ripristino della biodiversità e degli ecosistemi marini e dei regimi di compensazione nell’ambito di attività di pesca sostenibili, in riferimento all’annualità 2020.

Tutela dell’ambiente. “Si tratta – spiega l’assessore regionale all’agricoltura ed alla pesca, Gianluca Gallo – di una misura volta a salvaguardare l’ambiente. In considerazione della crisi scatenata dall’emergenza sanitaria, abbiamo ritenuto opportuno rendere disponibili nell’immediatezza risorse finanziarie che consentiranno, nell’ambito di attività di pesca che siano sostenibili, il ripristino di aree marine degradate da varie tipologie di rifiuti presenti sui fondali, nonché azioni volte a ridurre il fenomeno delle cosiddette reti fantasma, con la possibilità di avvalersi di servizi comunali di raccolta e smaltimento dei rifiuti marini”.

Privilegiata l’innovazione. In particolare, saranno ritenuti ammissibili progetti dai contenuti innovativi, presentati da cooperative di pescatori ed armatori di imbarcazioni da pesca iscritti nel Registro delle imprese di pesca tenuto dall’Autorità Marittima (e, qualora il soggetto richiedente l’aiuto fosse diverso dal proprietario dell’imbarcazione da pesca, dovrà essere in possesso, alla presentazione della domanda di sostegno, dell’autorizzazione rilasciata dallo stesso).

300mila euro a disposizione. L’imbarcazione da pesca coinvolta nel progetto, inoltre, dovrà risultare iscritta nel Registro comunitario delle navi da pesca ed in uno dei Compartimenti marittimi della Regione Calabria. Nello specifico, sono ritenuti ammissibili gli interventi di raccolta, da parte di pescatori, di rifiuti dal mare, ossia attrezzi da pesca perduti, e dei rifiuti marini. La dotazione finanziaria del bando è pari a 300mila euro, mentre l’importo massimo ammissibile per ciascun progetto è pari a 60mila euro. La misura prevede un’intensità massima dell’aiuto pubblico pari al 50% delle spese ammesse sulla base dei costi sostenuti dai beneficiari. La scadenza dei termini per la presentazione delle domande di aiuto è stata fissata alle ore 12 del primo giugno 2020.

Fonte notizia

Pubblicato in Calabria

coronaviruscalIn Calabria ad oggi sono stati effettuati 7187 tamponi.

Le persone risultate positive al Coronavirus sono 647 (+33 rispetto a ieri), quelle negative sono 6079.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

- Catanzaro: 22 in reparto; 10 in rianimazione; 111 in isolamento domiciliare; 5 guariti; 6 deceduto

- Cosenza: 52 in reparto; 2 in rianimazione; 114 in isolamento domiciliare; 2 guarito; 11 deceduti

- Reggio Calabria: 33 in reparto; 5 in rianimazione; 137 in isolamento domiciliare; 7 guariti; 9 deceduti

- Vibo Valentia: 5 in reparto; 1 in rianimazione; 29 in isolamento domiciliare; 1 deceduto

- Crotone: 18 in reparto; 0 in rianimazione; 63 in isolamento domiciliare; 4 deceduti

I soggetti in quarantena volontaria sono 8326, così distribuiti:

- Cosenza: 2461

- Crotone: 1037

- Catanzaro: 1072

- Vibo Valentia: 651

- Reggio Calabria: 3105

Le persone giunte in Calabria che si sono registrate al sito della Regione Calabria sono 12.358.

Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

Pubblicato in Calabria

bollettino coronaIn Calabria ad oggi sono stati effettuati 5968 tamponi.

Le persone risultate positive al Coronavirus sono 555 (+61 rispetto a ieri), quelle negative sono

5413.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

- Catanzaro: 16 in reparto; 13 in rianimazione; 100 in isolamento domiciliare; 4 guariti

- Cosenza: 40 in reparto; 2 in rianimazione; 99 in isolamento domiciliare; 10 deceduti

- Reggio Calabria: 28 in reparto; 6 in rianimazione; 106 in isolamento domiciliare; 7 guariti; 8

deceduti

- Vibo Valentia: 3 in reparto; 1 in rianimazione; 31 in isolamento domiciliare; 1 deceduto

- Crotone: 20 in reparto; 58 in isolamento domiciliare; 2 deceduto

I soggetti in quarantena volontaria sono 8104, così distribuiti:

- Cosenza: 2181

- Crotone: 859

- Catanzaro: 973

- Vibo Valentia: 662

- Reggio Calabria: 3429

Le persone giunte in Calabria che si sono registrate al sito della Regione Calabria sono 12.099.

Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro.

Bollettino aggiornato alle ore 17 del 28/03/2020

Pubblicato in Calabria

UnicalArcavacata di Rende, 26 dicembre 2019 - «In Calabria il diritto allo studio troppo spesso non viene rispettato. Questo diritto, costituzionalmente protetto, infatti non è garantito a tutti gli studenti idonei per mancanza della totalità dei fondi necessari a ricoprire, ogni anno, l’intero fabbisogno. Da ciò la presenza, nella nostra università, di una figura aberrante, triste ed anticostituzionale: “L’idoneo non beneficiario”, cioè lo studente che, pur rispettando i requisiti di reddito e merito, non riceve la borsa di studio per mancanza di fondi».

È quanto scrivono in una lettera, indirizzata ai candidati alla carica di presidente della Regione Calabria, Antonio Maiolino e Vincenzo Delle Donne, studenti e membri rispettivamente del Senato Accademico e del Consiglio d’Amministrazione dell’Università della Calabria, insieme ai presidenti delle Associazioni studentesche componenti della coalizione “NOI”, “Informa Studenti Farmacia”, “SUD”, “Campus Informa Studenti”, “La Fenice”.

Un appello che giunge dai giovani universitari calabresi che sono certi non «resterà inascoltato. Viviamo in un territorio dal contesto storico molto difficile, dove il tasso di disoccupazione giovanile tocca livelli altamente preoccupanti e l’emigrazione è un fenomeno quanto mai attuale dunque riteniamo che non sia possibile prescindere, specialmente per chi si candida a governare la nostra Regione, dal sostenere ed incentivare tutti, soprattutto i meno abbienti, all’istruzione ed alla formazione professionale partendo proprio dalla garanzia di un diritto costituzionale come quello del diritto allo studio.

Proprio per questo auspichiamo – scrivono i giovani universitari nella lettera - che vi stia a cuore il futuro di tanti giovani studenti e la soluzione di questo grave problema che affligge molti di essi, e che inseriate, nel vostro programma elettorale, soluzioni concrete per combattere ed eliminare definitivamente la figura dell’idoneo non beneficiario, considerando la modifica della legge Regionale sul diritto allo studio che in Calabria risale al 1985 e che si dimostra oggi incapace di attuare e garantire il diritto allo studio per tutti a causa della mancanza di un fondo regionale strutturato, a nostro avviso necessario, per garantire ogni anno, ai sensi del d.lgs. 68/2012, la quantità di fondi che occorrono per il conferimento della totalità di borse di studio e agevolazioni agli studenti idonei.

Siamo fiduciosi che l’appello che vi giunge da parte dei giovani calabresi non resterà inascoltato e che vi dimostrerete sensibili e disponibili ad affiancarci in questa battaglia per la difesa e la speranza di un futuro migliore per la nostra Regione e i calabresi tutti».

Pubblicato in Calabria

comuniCalabriaCOSENZA – “Da sempre sosteniamo che le risorse vanno utilizzate per investimenti produttivi: ora con la #ManovraDelPopolo abbiamo stanziato un fondo ad hoc con cui verranno finanziare tante piccole opere diffuse nei piccoli comuni della Calabria. Ci saranno 19 milioni e 970 mila euro a disposizione degli enti locali della nostra regione per mettere in sicurezza strade, scuole, edifici pubblici e per il patrimonio comunale”. Così afferma Alessandro Melicchio, deputato calabrese del MoVimento 5 Stelle, in merito al piano di investimenti pubblici pensato per i Comuni inferiori ai 20 mila abitanti approvato nella Legge di Bilancio 2019. “Le risorse verranno stanziate dal 10 gennaio e i lavori dovranno partire entro il 15 maggio. - spiega il parlamentare pentastellato - e gli importi variano da 40 a 100 mila euro per ogni amministrazione. Abbiamo previsto la revoca degli stanziamenti in caso di mancato rispetto delle scadenze per dare impulso immediato agli investimenti nelle infrastrutture. Le risorse verranno stanziare per il 50% all’avvio dei lavori e per il restante 50% dopo l’invio del certificato di collaudo: è un meccanismo di controllo importante che abbiamo stabilito per garantire sicurezza e regolarità degli interventi di riqualificazione urbana”. Melicchio spiega il dettaglio della quota che verrà assegnata alla nostra regione. “Per la provincia di Cosenza ci sono a disposizione 7 milioni e 340 mila euro, per quella di Catanzaro 3 milioni e 660 mila euro per la provincia di Crotone 1 milione e 460 mila, per quella di Vibo Valentia 2 milioni e 330 mila euro e per la provincia di Reggio Calabria 5 milioni e 180 mila euro. La Calabria ha assoluto bisogno di interventi strutturali per opere pubbliche di riqualificazione e di manutenzione straordinaria - conclude il deputato del M5S - e con questo intervento finanzieremo solo progetti aggiuntivi rispetto a quelli inseriti nei programmi territoriali, quindi nuove opere per migliorare la qualità della vita dei cittadini, proprio come avevamo promesso in campagna elettorale”.

Segue la lista dei singoli finanziamenti per ogni Comune della Calabria, per un finanziamento totale di 19.970.000 €.

Per la provincia di Cosenza saranno assegnati 7.340.000 € così divisi:

100.000 € ai comuni di: Amantea, Bisignano, Casali del Manco, Cassano all'Ionio, Cetraro, Montalto Uffugo, Paola, San Giovanni in Fiore, Scalea.

70.000 € ai comuni di: Belvedere Marittimo, Cariati, Castrolibero, Crosia, Diamante, Fuscaldo, Luzzi, Mendicino, Praia a Mare, Roggiano Gravina, Rogliano, San Lucido, San Marco Argentano, Spezzano Albanese, Tortora, Trebisacce, Villapiana.

50.000 € ai comuni di: Altomonte, Amendolara, Aprigliano, Belmonte Calabro, Bonifati, Buonvicino, Carolei, Castiglione Cosentino, Celico, Cerchiara di Calabria, Cerisano, Dipignano, Fagnano Castello, Firmo, Fiumefreddo Bruzio, Francavilla Marittima, Frascineto, Grisolia, Lago, Laino Borgo, Lattarico, Longobardi, Longobucco, Lungro, Mandatoriccio, Marano Marchesato, Marano Principato, Morano Calabro, Mormanno, Oriolo, Parenti, Rocca Imperiale, Rose, Rovito, San Demetrio Corone, San Fili, San Lorenzo del Vallo, San Pietro in Guarano, San Sosti, San Vincenzo La Costa, Santa Maria del Cedro, Santa Sofia d'Epiro, Saracena, Spezzano della Sila, Tarsia, Terranova da Sibari, Torano Castello, Verbicaro, Zumpano.

40.000 € ai comuni di: Acquaformosa, Acquappesa, Aiello Calabro, Aieta, Albidona, Alessandria del Carretto, Altilia, Belsito, Bianchi, Bocchigliero, Calopezzati, Caloveto, Campana, Canna, Carpanzano, Castroregio, Cellara, Cervicati, Cerzeto, Civita, Cleto, Colosimi, Cropalati, Domanico, Falconara Albanese, Figline Vegliaturo, Grimaldi, Guardia Piemontese, Laino Castello, Lappano, Maierà, , Malito, Malvito, Mangone, Marzi, Mongrassano, Montegiordano, Mottafollone, Nocara, Orsomarso, Paludi, Panettieri, Papasidero, Paterno Calabro, Pedivigliano, Piane Crati, Pietrafitta, Pietrapaola, Plataci, Roseto Capo Spulico, Rota Greca, San Basile, San Benedetto Ullano, San Cosmo Albanese, San Donato di Ninea, San Giorgio , Albanese, San Lorenzo Bellizzi, San Martino di Finita, San Nicola Arcella, San Pietro in Amantea, Sangineto, Santa Caterina Albanese, Santa Domenica Talao, Sant'Agata di Esaro, Santo Stefano di Rogliano, Scala Coeli, Scigliano, Serra d'Aiello, Terravecchia, Vaccarizzo Albanese.

 

Per la provincia di Catanzaro saranno assegnati 3.660.000 € così divisi:

70.000 € ai comuni di: Borgia, Chiaravalle Centrale, Curinga, Davoli, Girifalco, Sellia Marina, Soverato.

50.000 € ai comuni di: Badolato, Botricello, Cardinale, Cortale, Cropani, Decollatura, Falerna, Feroleto Antico, Gasperina, Gimigliano, Gizzeria, Guardavalle, Maida, Marcellinara, Montepaone, Nocera Terinese, Pentone, Petronà, Pianopoli, Platania, San Pietro a Maida, Santa Caterina dello Ionio, Sant'Andrea Apostolo dello Ionio, Satriano, Serrastretta, Sersale, Settingiano, Simeri Crichi, Soveria Mannelli, Squillace, Stalettì, Taverna, Tiriolo.

40.000 € ai comuni di: Albi, Amaroni, Amato, Andali, Argusto, Belcastro, Caraffa di Catanzaro, Carlopoli, Cenadi, Centrache, Cerva, Cicala, Conflenti, Fossato Serralta, Gagliato, Isca sullo Ionio, Jacurso, Magisano, Marcedusa, Martirano, Martirano Lombardo, Miglierina, Montauro, Motta Santa Lucia, Olivadi, Palermiti, Petrizzi, San Floro, San Mango d'Aquino, San Pietro Apostolo, San Sostene, San Vito sullo Ionio, Sellia, Sorbo San Basile, Soveria Simeri, Torre di Ruggiero, Vallefiorita, Zagarise.

 

Per la provincia di Crotone saranno assegnati 1.460.000 € così divisi:

100.000 € ai comuni di: Cirò Marina, Cutro, Isola di Capo Rizzuto.

70.000 € ai comuni di: Cotronei, Mesoraca, Petilia Policastro, Rocca di Neto, Strongoli.

50.000 € ai comuni di: Belvedere di Spinello, Casabona, Cirò, Crucoli, Melissa, Roccabernarda, San Mauro Marchesato, Santa Severina, Scandale.

40.000 € ai comuni di: Caccuri, Carfizzi, Castelsilano, Cerenzia, Pallagorio, San Nicola dell'Alto, Savelli, Umbriatico, Verzino.

 

Per la provincia di Vibo Valentia saranno assegnati 2.330.000 € così divisi:

70.000 € ai comuni di: Filadelfia, Mileto, Nicotera, Pizzo, Serra San Bruno, Tropea.

50.000 € ai comuni di: Acquaro, Briatico, Cessaniti, Dinami, Drapia, Fabrizia, Gerocarne, Ionadi, Joppolo, Limbadi, Maierato, Ricadi, Rombiolo, San Calogero, San Costantino Calabro, San Gregorio d'Ippona, Sant'Onofrio, Soriano Calabro, Stefanaconi.

40.000 € ai comuni di: Arena, Brognaturo, Capistrano, Dasà, Filandari, Filogaso, Francavilla Angitola, Francica, Mongiana, Monterosso Calabro, Nardodipace, Parghelia, Pizzoni, Polia, San Nicola da Crissa, Simbario, Sorianello, Spadola, Spilinga, Vallelonga, Vazzano, Zaccanopoli, Zambrone, Zungri.

 

Per la provincia di Reggio Calabria saranno assegnati 5.180.000 € così divisi:

100.000 € ai comuni di: Bagnara Calabra, Cittanova, Gioia Tauro, Locri, Melito di Porto Salvo, Palmi, Polistena, Rosarno, Siderno, Taurianova, Villa San Giovanni.

70.000 € ai comuni di: Bovalino, Caulonia, Cinquefrondi, Condofuri, Gioiosa Ionica, Laureana di Borrello, Marina di Gioiosa Ionica, Melicucco, Montebello Jonico, Motta San Giovanni, Oppido Mamertina, Rizziconi, Roccella Ionica, Scilla.

50.000 € ai comuni di: Africo, Anoia, Ardore, Benestare, Bianco, Bova Marina, Brancaleone, Campo Calabro, Careri, Delianuova, Gerace, Grotteria, Mammola, Molochio, Monasterace, Palizzi, Platì, San Ferdinando, San Giorgio Morgeto, San Lorenzo, San Luca, Sant'Eufemia d'Aspromonte, Seminara, Sinopoli, Stilo, Varapodio.

40.000 € ai comuni di: Agnana Calabra, Antonimina, Bagaladi, Bivongi, Bova, Bruzzano Zeffirio, Calanna, Camini, Candidoni, Canolo, Caraffa del Bianco, Cardeto, Casignana, Ciminà, Cosoleto, Feroleto della Chiesa, Ferruzzano, Fiumara, Galatro, Giffone, Laganadi, Maropati, Martone, Melicuccà, Pazzano, Placanica, Portigliola, Riace, Roccaforte del Greco, Roghudi, Samo, San Giovanni di Gerace, San Pietro di Caridà, San Procopio, San Roberto, Santa Cristina d'Aspromonte, Sant'Agata del Bianco, Sant'Alessio in Aspromonte, Sant'Ilario dello Ionio, Santo Stefano in Aspromonte, Scido, Serrata, Staiti, Stignano, Terranova Sappo Minulio.

 

Alessandro Melicchio - portavoce M5S alla Camera dei Deputati

Pubblicato in Politica

comp 2Parte domani da Catanzaro il tour del blasonato coro gospel “Composition of Praise”, fondato nel 2013 dal pianista, compositore e direttore Samuel “Eddie” Cromwell, formato da oltre 35 coristi provenienti dalle migliori formazioni del genere appartenenti all’area metropolitana di Washington. “Gospel meets Calabria” è una produzione Allegro Tours, con il sostegno della Regione Calabria, i Comuni di Catanzaro, Caulonia Roccella Jonica e Vibo Valentia, più le donazioni di numerosi privati che hanno reso possibile il suo concretizzarsi anche nella tappa di Siderno. Per quanto riguarda il debutto dal capoluogo di Regione, il concerto si inserisce nel programma complessivo “Tre volte Natale”, messo a punto dall'Assessorato alla Cultura dell'Amministrazione Comunale e la partecipazione della Fondazione Armonie d'Arte, la cui diramazione naturale è rappresentata dall'omonimo festival internazionale che si svolge ogni anno nella stupenda cornice del parco archeologico di Scolacium, a Roccelletta di Borgia, con la direzione artistica di Chiara Giordano, che così saluta l'evento: “Rappresenta solo il primo passo, di altre auspicabili sinergie rispetto a soggetti culturali che operano nella fascia del basso jonico. Ma l'evento rappresenta anche una festosa occasione per scambiarci gli auguri di fine anno, in una città che da qualche mese è presente anche nel proprio consiglio d'indirizzo inerente Armonie d'Arte. Questo concerto rappresenta un'occasione importante sotto l'egida dell'interculturalità, che nella voce nera del gospel americano più autentico e viscerale, trova qualità e coinvolgente entusiasmo. Stiamo chiudendo gli adempimenti 2018 e allo stesso tempo siamo in fase operativa per completare un edizione 2019 di prestigio.” Il coro festeggia proprio quest'anno il suo ventennale di attività: per l'occasione ha preparato uno speciale repertorio che ne andrà a sottolineare il suo tratto artistico. “Sono raggiante-conclude Ida Arcorace di Allegro Tours- per questo ponte culturale che unisce gli Stati Uniti e la Calabria. I membri del coro hanno accettato con entusiasmo la mia proposta di venire a conoscere la gente di Calabria, la terra dove sono nata e cresciuta. Oggi vivo tra Washington e Roccella Jonica, dove trascorro le mie lunghe estati, gestendo la mia compagnia da entrambi i continenti.Voglio ringraziare in particolar modo tutti coloro che ci hanno dato una mano per la riuscita dell'operazione, oltre al Presidente Mario Oliverio e l'Assessore Maria Teresa Fragomeni.” La Tournèe coinvolgerà le città di Catanzaro, Siderno, Caulonia, Vibo Valentia e Roccella Jonica per il gran concerto di capodanno, tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito. Per ogni altro dettaglio visitare la pagina social dell'iniziativa: https://www.facebook.com/gospelmeetscalabria/

Pubblicato in Calabria

Pinocchio-Book-CupL’indignazione del gruppo politico che mi pregio di rappresentare e dei nostri sostenitori è arrivata al suo apice storico . Avevamo deciso di evitare non fosse altro perché sentiamo il peso di proporre un immagine tristemente negativa del nostro piccolo paesello . Le buone intenzioni , tuttavia , devono fare i conti con il senso di responsabilitàà e con l’amore per la veritàà che ci caratterizza .

NON SI PUO’ TACERE !!!

Eravamo abituati agli effetti speciali, pulizia tombini, uso improprio della ruspa ,ecc, ecc, ma, di fronte a tanta falsitàà , sfacciataggine e , soprattutto, spregiudicatezza  nel  prendere per i fondelli la gente,  non possiamo e non vogliamo TACERE!

Nella continuitàà del vostro impegno a distruggere il nostro territorio ,leggendo l’articolo sul Quotidiano della Calabria del 12/10/2018, siamo rimasti  sconcertati e basiti quasi come pugili suonati. Altro che divulgazioni a mezzo stampa di fesserie ed inesattezze atte solo a denigrare il nostro paese , come è buon uso, a suo dire , del gruppo politico “ Insieme…si può”, bensì  bugie ,  macroscopiche bugie, fesserie , falsificazione dell’evidenza e tanto altro  che minano alla radice  il buon nome del paese e ci proiettano verso  una condizione sociale di  popolo sottomesso e cieco quasi che ,una terribile epidemia, ci avesse portato via la vista ,la ragione e l’intelligenza.

Leggiamo di salvaguardia del territorio non tenendo in debito conto che ,lo stesso , è stato mortificato ,abbandonato ed umiliato per l’intera stagione estiva, dovendo ringraziare i lavoratori della mobilità che si  stanno dando da fare in questo ultimo periodo ma con grande difficoltà, per il degrado ereditato.

Lei parla di finanziamenti ottenuti  dalla Regione Calabria, ma non dice che il nostro Comune è stato ELIMINATO dal finanziamento per la raccolta differenziata, per negligenza ed incompetenza  della sua maggioranza ,incapace persino di presentare una istanza corretta ed accettabile per essere tenuta in debito conto. Non dice che sui finanziamenti di reale interesse Belmonte Non risulta mai . Non ultimo I fondi per la progettazione definitiva ed esecutiva nelle zone a rischio sismico, finanziati dal Ministero dell’Interno .

Lei parla di opere terminate che prevedono roboanti manifestazioni di  inaugurazione quando il nostro Comune è il paese delle incompiute e nessuna opera a tutt’oggi e stata completata; tutto è rimasto immobile a 4 anni fa , non per ultima la famosa “ Via dei Mulini” .

Ne vogliamo parlare? Oppure è un campo minato; vogliamo parlare del campetto da tennis . L’erbetta cresce selvaggia ed incustodita e le mine sono a portata di uomo ma, ahimèè,  tutto tace………………………………….?

Lei parla di “particolare attenzione  alle sedi viarie , ai sentieri ed ai percorsi che collegano le numerose frazioni e le arie costiere e montane” . Vogliamo constatare la veritàà dei fatti ? Magari facendoci un giro e documentando lo stato di abbandono in cui versano le nostre frazioni?

Lei parla di Volontariato comunale ; ma siamo certi che si tratta di volontariato nel senso stretto del termine ? Oppure anche questa è un’interpretazione fantasiosa della realtà.

Lei parla di  collaborazione   con l’Anas  e di realizzare una serie di rotatorie ma omette di dire che lo svincolo  nord  è l’ennesima incompiuta. Forse a causa di qualche scelta elettorale nell’ultima competizione? Lo abbiamo detto anche in Consiglio Comunale ma lei dimentica o non ricorda. Proponiamo un pubblico confronto con i funzionari Anas; sarebbe democratico ed informativo nel supremo interesse della gente di Belmonte ma siamo certi che ciò non si realizzeràMAI . Uno svincolo che dovrebbe essere finito, mai aperto, perché oggi dovrebbe essere ulteriormente oggetto di altro progetto ? Di certo per qualche incongruenza .

Lei parla di  recupero dei crediti esigibili come se parlasse della panacea di tutti i mali . Ma non dice di chi è la colpa di questo stato di cose . Noi lo sappiamo e lo sanno tutti i cittadini belmontesi.

Per non parlare delle ultimeFantomatiche assunzioni e dei nuovi dirigenti che frequentano le stanze del comune .

Chi paga questi nuovi personaggi . Forse i soldi si recuperano con il ticket della mensa ? Abbiamo Un aumento ingiustificato visto che l’affidamento è stato dato per €3,80 a pasto, un importo inferiore rispetto al precedente anno scolastico ( € 4,90) !! Ma scusate volete guadagnare con i bambini ? Spiegateci un attimo ?

Questa è la pura e sacrosanta verità;ma il nostro Sindaco evidentemente vive nel paese dei balocchi ! Come diceva De Gasperi “ Cercate di promettere un po' meno di quello che pensate di realizzare se vinceste le elezioni.” .. avremmo di sicuro meno amaro in bocca .

Dott. Giancarlo Pellegrino

Capogruppo “Insieme…si può”

Pubblicato in Belmonte Calabro
Pagina 1 di 7
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy