BANNER-ALTO2
A+ A A-

PERVIENE OGGI 29 MARZO IL SEGUENTE COMUNICATO STAMPA CONDIVISO GUARDIA COSTIERA WWF

“AD AMANTEA L’ULTIMO DEI QUATTRO RINVENIMENTI DI TARTARUGHE MORTE IN DUE GIORNI ACCERTATE SUL TIRRENO COSENTINO

E’ PERVENUTA QUESTA MATTINA ALLA SALA OPERATIVA DELLA GUARDIA COSTIERA DI VIBO VALENTIA MARINA LA SEGNALAZIONE FATTA DAL RESPONSABILE DEL WWF DI BELMONTE CALABRO, RELATIVAMENTE AL RINVENIMENTO DI UNA TARTARUGA SUL LITORALE DI AMANTEA E PIU’ PRECISAMENTE SULLA SPIAGGIA ANTISTANTE IL LUNGOMARE TIRRENO DELLA FRAZIONE DI CAMPORA SAN GIOVANNI.

IL SERVIZIO OPERATIVO DELLA GUARDIA COSTIERA DI VIBO DISPONEVA L’INTERVENTO DEI MILITARI DELLA DELEGAZIONE DI SPIAGGIA DI AMANTEA, CHE POCO DOPO GIUNGEVANO SUL POSTO, OVE SI RENDEVANO CONTO DEL DECESSO DEL GIOVANE ESEMPLARE DI TARTARUGA SPECIE CARETTA CARETTA.

SUL LUOGO DEL RITROVAMENTO ANCHE IL SEGNALANTE DOTT. FALSETTI DEL WWF, CHE PROCEDEVA AL RICONOSCIMENTO DELLA SPECIE E ALLE MISURAZIONI DI RITO – PESO DI CIRCA 35 KM LUNGHEZZA 60 CM. IL COMANDANTE DELLA GUARDIA COSTIERA DI AMANTEA, RICHIEDEVA L’INTERVENTO SUL POSTO DEL VETERINARIO DI TURNO DELL’ASP DI COSENZA AREA C, CHE NE VERIFICAVA IL DECESSO DOVUTO AD UN AMO DA PALANGARO E NE DISPONEVA L’AVVIO ALLO SMALTIMENTO, QUEST’ULTIMO ESEGUITO DAL COMUNE DI AMANTEA NEL PRIMO POMERIGGIO DI OGGI.

IL RITROVAMENTO E’ STATO SEGNALATO ANCHE AL RESPONSABILE DEL WWF REGIONALE DOTT. PAOLILLO, IL QUALE HA EVIDENZIATO CHE NEGLI ULTIMI DUE GIORNI SONO STATE RINVENUTE ALTRE TRE TARTARUGHE MORTE SUI LITORALI DI BELVEDERE MARITTIMO, CETRARO E PAOLA, TUTTI SEGNALATI DAI COMANDI TERRITORIALI DELLE LOCALI GUARDIA COSTIERA INTERVENUTI. ANCHE PER L’ESEMPLARE RINVENUTO A CETRARO, LA CAUSA DI DECESSO E’ STATA UN AMO, MENTRE SONO IN FASE DI ACCERTAMENTO LE CAUSE DEL DECESSO DEGLI ALTRI DUE CASI.

IL DOTT. PAOLILLO CI TIENE AD EVIDENZIARE CHE LE TARTARUGHE SONO UNA SPECIE PROTETTA E IL RINVENIMENTO DI ESEMPLARI IN DIFFICOLTA’, DEVE ESSERE IMMEDIATAMENTE COMUNICATO ALLA GUARDIA COSTIERA, CHE NE COORDINA L’ASSISTENZA IMMEDIATA. POSSONO VERIFICARSI, INFATTI, -SPIEGA IL DOTT. PAOLILLO - CATTURE ACCIDENTALI DA PARTE DI PESCATORI PROFESSIONISTI O DIPORTISTI, CHE NON DEVONO AVER TIMORE DI RICHIEDERE L’INTERVENTO DELLA GUARDIA COSTIERA, CHE SI ATTIVA PER LE ASSISTENZE E I TRASFERIMENTI, TRAMITE IL WWF, PRESSO IL CENTRO DI RECUPERO E SOCCORSO “A.M.P.” DI CAPO RIZZUTO. POTREBBE CAPITARE CHE LA TARTARUGA RECUPERATA NELLA BATTUTA DI PESCA POSSA ESSERE SALPATA A BORDO E IL TAGLIARE LA LENZA E RIGETTARE L’ESEMPLARE IN MARE NON POTREBBE ESSERE SUFFICIENTE A SALVARE LA TARTARUGA CHE POTREBBE AVERE INGOIATO L’AMO.

 

ANCHE IL CAPO DEL COMPARTIMENTO MARITTIMO DI VIBO VALENTIA MARINA C.F. (CP) Paolo MARZIO, EVIDENZIA L’IMPORTANZA DI CONTATTARE TRAMITE IL NUMERO GRATUITO 1530 LA GUARDIA COSTIERA COMPETENTE PER TERRITORIO, CHE SI ATTIVEREBBE IMMEDIATAMENTE PER LA SALVAGUARDIA DELL’ESEMPLARE IN DIFFICOLTA’.

Leggi tutto... 0

Quest’anno l’ora legale coincide nientemeno che con la domenica di Pasqua. E così nella notte tra sabato e domenica gli orologi dovranno essere portati avanti di un’ora. Ritorna l’ora legale che era stata accantonata a fine ottobre 2012.

Una situazione identica in tutti i paesi dell’Europa dove l’ora legale inizia infatti l’ultima domenica di Marzo e termina l’ultima domenica di Ottobre.

Dormiremo un’ora in meno ma risparmieremo energia elettrica, il che in tempi di spending rewiew non è una cosa da poco.

L’idea di farla fu nientemeno che di Benjamin Franklin l’inventore del parafulmine che l’ebbe nel lontano 1784 e che pubblicò la sua idea sul quotidiano francese Journal de Paris.

Ci volle la prima guerra mondiale per applicarla.

In Italia, infatti, fu applicata per al prima volta il 1916

Su abolita diverse volte nel periodo dal solo dal 1940 al 1948

Dal 1996 è continua, ogni anno.

Ma c’è chi non la applica: sono in particolare le persone anziane che vivono sole e che continuano le proprie giornate con il vecchio orario.

Leggi tutto... 0

"Giù Le Mani dai Medici. Crescita a rischio tra sovraesposizione professionale e pervasività politica", questo il titolo del III Congresso della CISL Medici

Il congresso si è tenuto ad Amantea presso l’Hotel La Scogliera e durante è stato rieletto il Dott. Mario Marino Segretario Regionale della Cisl Medici con una Segreteria i cui componenti eletti sono il Dott. Pasquale Romeo di Reggio Calabria e la D.ssa Luciana Carolei di Catanzaro. L’argomento con il quale la Segreteria Regionale CISL Medici ha tenuto a fare il punto sugli esiti devastanti che hanno definito la politica sanitaria calabrese negli ultimi anni e’ molto significativo.

Gli effetti dei provvedimenti messi in atto dal Governo per la sanità calabrese hanno, di fatto, depauperato la professione medica e continuano a minacciare l’impianto del sistema delle cure, impoverendo nei fatti sia l’impegno dei sanitari che vi operano, che l’erogazione stessa dell’assistenza in termini di ricerca continua del miglioramento e della qualità delle prestazioni e degli interventi. Il III Congresso CISL Calabria, si è connotato come occasione per più spunti di riflessione, ma soprattutto - “Un grido di allarme” per un’assoluta necessità di revisione degli assetti politico-sanitari - come ha sottolineato nella relazione di apertura dei lavori il Dr. Mario Marino Segretario Regionale della CISL Medici.

Riesame, nonché modifica di qualsivoglia comportamento di demotivazione, pur comprensibile, da parte dei medici, bensì una chiara esortazione per una presa di posizione assertiva e dinamica dei sanitari che, loro malgrado, sono costretti a sperimentare giorno per giorno la marginalizzazione professionale e la residua possibilità di scelte rispetto ad un apparato burocratico-amministrativo che ne dequalifica il ruolo. Un richiamo quindi, verso il rilancio della sanità che soltanto gli stessi medici possono compiere in considerazione della complessità delle loro azioni ponendosi come prioritari fautori delle scelte di politica sanitaria, principali interlocutori del governo della sanità. Soprattutto a loro va ri-assegnata la ripresa di significato della professione medica, problematizzando sulle scelte di Governo e pianificandone i percorsi insieme ai politici.

Per il Segretario Regionale CISL Marino, non c’è più tempo per la -pervasività - politica che costringe la professione medica verso un consenso passivo, né è più tempo di pratiche politiche condizionanti, tendenti a creare consensi anche attraverso la distribuzione di benefici particolaristici. L’impianto della sanità pubblica rispettoso della deontologia medica, della tutela dei diritti di salute del cittadino e della promozione del benessere, così come di una pianificazione efficace della gestione e del controllo della spesa regionale sanitaria, necessita ormai di una incondizionante, attenta promozione della legalità e dell’etica pubblica ed è a questo che si rivolge il contenuto, l’azione e il programma della CISL Medici Calabria.

Il III Congresso CISL ha contato anche sulla presenza di altri illustri relatori quali: il Dott. Biagio Papotto Segretario Generale Nazionale Cisl Medici, il Dott. Paolo Tramonti Segretario Generale USR Calabria, il Dott. Maurizio Zampetti della Segreteria Nazionale della Cisl Medici,dell’Avv. Federico Jorio Responsabile Legale CISL Medici Calabria. Considerevole e attenta la partecipazione dei Medici iscritti provenienti dalle varie sezioni provinciali della Calabria e degli altri Sanitari intervenuti, data la pregnanza dell’argomento trattato durante l’evento, presenze che attestano, di fatto, quanto sia ormai sentita da tutti l’esigenza di cambiamento. La giornata congressuale è stata anche l’occasione delle elezioni per il rinnovo degli Organi statutari che ha comportato la riconferma di quanti già precedentemente designati negli incarichi. Altro segnale dunque, di continuità di direzione degli obiettivi e programmi delineati e di stima verso il lavoro finora svolto.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy