BANNER-ALTO2
A+ A A-

1)Grillo Giuseppe Movimento 5Stelle                                  voti 2240       percentuale 30,77

2)BersaniPierLuigi                                                              voti 2107       percentuale 28,94

-          -Partito Democratico 1703

-         - Sinistra Ecologia Libertà 333

-          -Centro democratico 71

3)Berlusconi Silvio                                                               voti 1929        percentuale 26.50

-Pdl 1700

-Grande Sud 74

-La Destra 61

-Fratelli d’Italia 59

-Mir Moderati in rivoluzione 14

-Intesa popolare 11

-Lega Nord 10

4)Monti Mario                                                                      voti 680          percentuale 9,34 %

-Scelta civica con Monti per l’Italia450

-Udc 165

Futuro e Libertà 65

5)Ingroia Antonio Rivoluzione Civile                                  voti 176          percentuale 2,41

6)Roberto Fiore Forza Nuova                                             voti 29            percentuale 0,39%

7) Pannella Marco Lista Amnistia Giustizia e Libertà          voti 21            percentuale 0,28

8)Oscar Fulvio Giannino Fare per fermare il declino            voti 20            percentuale 0,27

9)Marco Ferrando Partito Comunista lavoratori                   voti 18            percentuale 0,24

10)Stefania Craxi Riformisti Italiani                                   voti 17            percentuale 0,23%

11)Magdi Cristiano Allam Io Amo L’Italia                          voti 14            percentuale 0,17

12) Renata Jannuzzi Liberali per l’Italia                               voti 11            percentuale 0,15

13) Simone Di Stefano CasaPound                                      voti 9              percentuale 0,12

14) Luca Romagnoli Fiamma Tricolore                                voti 9              percentuale 0,12

Schede Bianche 151 pari 1,95

Schede nulle 307pari a 3,96

Totale 7279

Leggi tutto... 0

Nella storia repubblicana non si è mai votato a febbraio.

Perché?

Perchè è un mese durante il quale è facile che il Carnevale sia rinviato per la pioggia. Perché è un mese durante il quale può nevicare o piovere ed i comizi dal palco possono essere un’avventura. Perché se nevica o piove o c’è maltempo forte è difficile giungere ai seggi. Perché la gente usa giungere al seggio con l’auto e con il maltempo il traffico davanti ai seggi può diventare caotico.

Ad Amantea certamente perché con il freddo se non la pioggia è difficile fermarsi davanti ai seggi per “ricordare” con la sola visione il voto da dare, se non con l’ultima raccomandazione bisbigliata.

Ed è vero. Basta la foto scattata intorno alle 12.30.

Non un politico si affolla sui marciapiedi di Via Dogana-angolo Via Garibaldi.

E’ vero che non ci sono preferenze ma questo probabilmente sono le elezioni più difficile degli ultimi decenni.

Leggi tutto... 0

Tutto come da programma. Ed anche molto di più.

La celebrazione del settantenario del bombardamento di Amantea ha avuto inizio puntualmente alle 10.30 con la S Messa celebrata nella Chiesa Matrice, prossima al principale luogo dell’evento guerresco e rimasta miracolosamente intatta, come intatte sono rimaste tutte le case vicine al palazzo Del Giudice totalmente crollato e del quale dopo tantissimi anni sono ancora presenti i ruderi abbandonati al dileggio del tempo . Una chiesa ricca di giovani liceali che fanno da corona alle Fidapine , agli amministratori ed al pubblico presente. Poi il corteo si è portato su Via Indipendenza dove padre Giuseppe ha benedetto la lapide ancora coperta dal panno tricolore, dove è stata apposta la corona di fiori, dove si sono tenuti pregevoli intervenuti.

La presidente della Fidapa Franca Dora Mannarino ha tenuto una breve prolusione evidenziando la necessità della conoscenza della storia locale e l’obbligo di ricordarla. Ha anche richiamato la non unica attenzione che la Fidapa ha avuto per questo momento della storia locale, avvenuto il 20 febbraio 1943 , lo stesso giorno del bombardamento di Cittanova con il cui comune sono stati assunti i primi positivi contatti per una memoria ed un evento unitario. Ha anche voluto richiamare la vicinanza dell’associazione agli abitanti della zona che giustamente lamentano un’inaccettabile stato di abbandono dell’area di sedime del palazzo bombardato richiamando la responsabilità di altri che non la Fidapa.

Breve ed intenso l’intervento della prof.ssa Franca Furgiuele del C Mortati che ha portato i saluti della dirigente assente per ragioni di servizio.

È seguito, poi, l’intervento del Vicesindaco della città. Michele Vadacchino, che ha ricordato l’evento del bombardamento e la ferita che esso ha provocato e continua a provocare nella città. Un bombardamento non unico, visti gli altri sui treni, di Campora SG , di Coreca, ma certamente il più doloroso e mortale

Sentito ed intenso l’intervento della dirigente del locale liceo la quale ha ricordato che già in passato il Liceo si è interessato del bombardamento di Amantea e che anche per il 2013 è previsto un nuovo lavoro del quale non ha offerto tutti i particolari.

Anche lei si è espressa sulla inaccettabilità del grave stato di abbandono nel quale versa l’area e sulla necessità che sia trovata una soluzione definitiva, nel senso che il vecchio palazzo o si ricostruisce o si demolisce trasformando i ruderi in area di memoria.

Sempre la preside ha poi richiamato il profondo significato del flash mob che i giovani del Liceo si apprestavano a rappresentare e che è stata un sorprendente e straordinario evento per il quale ha ringraziato la autrice e regista Francesca Sicoli.

I giovani si sono raccolti con posizioni casuali nello spazio antistante i ruderi ed alcuni di loro dopo il rombo degli aerei ed il forte scoppio delle bombe sono crollati al suolo( le vittime dell’evento), altri con fogli indicanti gli anni trascorsi si sono inginocchiati (l’inutile passaggio degli anni) ed in piedi sono rimasti gli altri, gli indifferenti, quelli che non hanno saputo o che hanno dimenticato.

È seguita la scopertura della lapide a cura del sindaco di Amantea e di un familiare dei defunti.

Un applauso finale ha sancito l’evento che può esser ascritto tra quelli difficili da dimenticare.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy