BANNER-ALTO2
A+ A A-

Si vota dalle 08.00 alle ore 20.00 negli stessi seggi del 25 novembre. Si allega la delibera del Coordinamento nazionale, riunitosi il 26 novembre 2012, “ Il Coordinamento nazionale preso atto della proclamazione del risultato elettorale così come comunicato dal Collegio dei Garanti; delibera: per il ballottaggio si vota domenica 2 dicembre dalle h. 08.00 alle h. 20.00 negli stessi seggi in cui si è votato il 25 novembre. Sono ammessi al voto gli elettori in possesso del Certificato di elettore del Centro sinistra rilasciato per il primo turno, completo del cedolino relativo alla giornata del 2 dicembre, in mancanza del quale non è possibile essere ammessi al voto. Per gli iscritti on-line che non abbiano completato la registrazione entro la data del 25 novembre alle ore 20.00, è possibile recarsi presso gli addetti a questa operazione del proprio seggio, versare il contributo di almeno due euro e ritirare il Certificato di elettore del centro sinistra, quindi votare. Possono altresì richiedere la registrazione coloro che, nei giorni 29 e 30 novembre presso il Coordinamento provinciale, dichiarino di essersi trovati, per cause indipendenti dalla propria volontà, nell’impossibilità di registrarsi all’ Albo degli elettori entro il 25 novembre. Spetta al Coordinamento provinciale valutare la consistenza o meno delle cause, indipendenti dalla volontà dell’elettore, che ne hanno impedito l’ iscrizione all’Albo degli elettori entro il 25 novembre, ovvero la preiscrizione on-line. Il Coordinamento provinciale, con voto unanime, decide se ammettere o meno la registrazione all’Albo degli elettori. E’ compito altresì del Coordinamento provinciale provvedere a: a) finalizzare la registrazione per quegli elettori che preregistratisi on line non siano in possesso di stampa di registrazione; b) reinserire nei propri seggi di residenza quegli elettori che ne facciano richiesta dopo aver votato al primo turno come fuori sede, e quanti, di converso, facciano richiesta di esprimere il proprio voto in una regione diversa da quella di residenza. E’ compito degli addetti del seggio a questa operazione duplicare il certificato di elettore del centrosinistra, per quegli elettori che, pur risultando nell’Albo degli elettori, ne dichiarino lo smarrimento o comunque la perdita. E’ compito dei Coordinamenti provinciali fornire ai seggi il relativo elenco dei registrati all’Albo degli elettori. L’albo dei votanti e i certificati di elettore del centrosinistra devono essere sono custoditi sotto la personale responsabilità dai coordinamenti provinciali, come da regolamento. La scheda per il ballottaggio comprende il nome e il cognome dei candidati ammessi al voto, così come deliberati dal Collegio dei Garanti , scritto entro apposito rettangolo. Il Coordinamento nazionale vigila, come da regolamento, sul rispetto delle suddette disposizioni.”
Pubblicato in Politica

Il prof Vannini sarà sicuramente contento di sapere che dal suo interesse alla Amantea araba è nato il progetto di recupero e valorizzazione dei ruderi della antica chiesa di san Francesco d’Assisi che ora si avvia a completamento. Il progetto di Completamento delle opere di conservazione e valorizzazione della chiesa i San Francesco e dell’arte di pertinenza – zona del castello è stato inserito dalla regione nel piano generale del PISR “Grandi attrattori religiosi della Calabria”. Sciolte le riserve e rimodulato il progetto a fine anno la giunta, su proposta proprio dell’assessore Sante Mazzei, con delibera n 231 del 29 dicembre 2012, ha approvato il progetto esecutivo di completamento dei lavori di recupero dei ruderi della chiesa francescana e nel contempo ( forse è la prima volta) della realizzazione del percorso della conoscenza, un insieme di opere immateriali che permetteranno la visita della antica fabbrica e dei luoghi sui quali insiste e la loro conoscenza. Come ben noto agli amanteani ed agli amanti delle grandi opere religiose stiamo parlando di una fabbrica alquanto misteriosa ad iniziare da quanto precedette la costruzione trecentesca. È certo infatti che la chiesa francescana sia stata impiantata su una chiesa molto più antica, probabilmente greca, sull’area nella quale abitarono monaci basiliani. Di particolare valore le tombe rupestri ancora presenti in uno alle grotte rupestri nelle quali abitarono i monaci fuggiti alle persecuzioni della lotta iconoclasta conseguente all’editto dell'imperatore bizantino Leone III Isaurico del 726. Fu allora che i Basiliani, per scampare alle persecuzioni, furono costretti a nascondersi in luoghi solitari come grotte sulle pendici delle colline, che divennero luogo d'alloggio e di preghiera. Ovvio che a tal proposito ci permetteremo di ricordare all’assessore Sante Mazzei la opportunità di invitare alle manifestazioni di inaugurazione dei lavori il professor Vannini e gli altri esperti dalla cui presenza ed interesse per l’area del castello e la storia della presenza araba derivarono il primo finanziamento dei lavori della chiesa di San Francesco ed oggi il secondo di completamento. Pochi come lui portano il merito di questi lavori che stanno per mostrare agli amanteani ed al mondo intero una parte sconosciuta della antica chiesa medievale sulla rupe del castello di Amantea
Pubblicato in Primo Piano

Il Corpo Forestale di Cosenza ha effettuato nelle ultime settimane intensi controlli in diversi esercizi commerciali di diversi comuni del cosentino. Si tratta di controlli finalizzati ad accertare il rispetto della vigente normativa sui prodotti di qualità certificata (Dop & Igp), sulla corretta etichettatura degli alimenti, sulla normativa igienico sanitaria Haccp , nel settore vitivinicolo, sulle produzioni biologiche e sui funghi e la loro commercializzazione. Sono stati eseguiti 51 accessi ad esercizi commerciali: I comuni interessati sono stati Amantea, Castrovillari, Fuscaldo, Montalto, Paola e San Marco Argentano. Rilevate infrazioni che hanno comportato sanzioni per 25 mila euro. Accertate irregolarità nella conservazione dei cibi e nel'etichettatura dei prodotti. Trovati anche 4 quintali di alimenti scaduti che sono stati sottoposti a sequestro. Si tratta di prodotti destinati al commercio ed alla preparazione di prodotti dolciari. Maggiori dettagli si attendono da comunicato del Corpo Forestale
Pubblicato in Primo Piano

La Società Lamezia Multiservizi ha formalmente informato il sindaco di Amantea, insieme con quello di Lamezia Terme, Girifalco, Curinga, Maida, San Pietro a Maida, Cortale, Marcellinara, Miglierina, Falerna, Platania, San Mango d'Aquino e Martirano che, a partire da oggi, 28 settembre, il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani non potrà essere regolarmente garantito. Il problema dipende anche dalla “ circostanza del rallentamento delle operazioni di scarico nell'impianto tecnologico di selezione della Daneco dove, da ieri, giovedì, i nostri mezzi carichi di rifiuti sono impossibilitati a scaricare rimanendo in coda senza certezza di tempi e senza informazioni precise e con la conseguenza più immediata di non poter essere nuovamente utilizzati per la regolare attività di raccolta". Quello che sorprende riferisce ancora la Mulservizi è "Non abbiamo ricevuto alcuna comunicazione circa le motivazioni di tali rallentamenti presso l'impianto Daneco e ci troviamo, di conseguenza, nella difficoltà pratica di garantire i servizi ai Comuni soci e senza potere ragionevolmente indicare il ripristino dell'attività". Voci indirette segnalano la possibilità che il rallentamento delle Daneco possa dipendere dal fatto che i servizi da essa resi non sono stati pagati dal commissario per la emergenza ambientale in Calabria che, a sua volta, è creditore dei comuni.
Pubblicato in Cronaca

Calabria Jones è stato, è, e sarà una delle cose più incomprese della politica calabrese. Una spesa di oltre 20 milioni di euro, praticamente uno stipendio annuo da 800 euro mensili per circa 2000 giovani disoccupati, per mandare in giro per la Calabria quasi 5000 studenti ed i loro accompagnatori per conoscere i valori archeologici e turistici della nostra regione. Un progetto addirittura “garantito” nientemeno che da Roberto Giacobbo. Un progetto fortemente voluto da Caligiuri Mario del quale Il Corriere della Calabria dice “Sotto l'albero dello scoppiettante ex sindaco di Soveria Mannelli un regalo firmato Roberto Giacobbo: il suo ultimo libro dedicato ai misteri (che poi è uguale a tutti quelli precedenti). Con questo esergo: «Caro assessore, già prima dell'imitazione di Crozza la mia credibilità – scusami la parola, nemmeno io so cosa sia – era ai livelli dei Maya dopo la celebre profezia farlocca. Poi, d'improvviso, con il tuo assessorato mi hai regalato un po' di autostima (e non solo quella! A proposito: grazie!!!), coinvolgendomi in un progetto più misterioso dei cerchi sui prati e di tutte le cose di cui mi occupo. Anzi, direi che l'avermi coinvolto in Calabria Jones resta per me uno dei più insondabili misteri della mia carriera – e, mi è parso di capire, anche i calabresi sono di questo avviso... Con immensa stima e gratitudine. RG – Voyager». Resta il mistero di quel “ e non solo quella. A proposito: grazie”, ma ecco improvviso uno dei primi effetti del progetto Calabria Jones! “ Gli studenti dell’Istituto comprensivo statale Amerigo Vespucci di Vibo Marina artefici della campagna ”Adotta il Drago”, per dare seguito all’iniziativa, che ha preso spunto dal progetto Calabria Jones, si auto-tassano per recuperare il mosaico del drago marino scoperto a Monasterace e raccolgono 5000 euro”. E con i prossimi Progetto Jones crescerà la sensibilità per i beni archeologici calabresi e si riuscirà certamente a raccogliere altri fondi per recuperarli. Speriamo che l’Europa invii altri soldi per fare tanti altri Calabria Jones, magari anche per i ragazzi delle altre regioni italiane ( prima) ed europee ( dopo) ed evitare il gap culturale che inevitabilmente si formerà tra i nuovi Calabria Jones calabresi e gli altri giovani d’Italia, d’Europa e del mondo
Pubblicato in Calabria
Pagina 161 di 161
BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Amantea

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy