BANNER-ALTO2
A+ A A-

L’incredibile risposta del sindaco sui Voucher

Vota questo articolo
(1 Vota)

Ecco cosa dice nella lettera protocollo 20231 del 19 dicembre 2014 spedita però il successivo 9 gennaio 2015 ed appena trovata nella cassetta delle lettere dalla consigliera Veltri Concetta .

“Riscontro interrogazione a risposta scritta -Utilizzo voucher.

Dice il sindaco:

“In merito all'interrogazione da Lei partecipata ed emarginata in oggetto appare utile preliminarmente ricordare che la giunta comunale con proprio atto deliberativo del 22. 07.2014 numero 109 ha proceduto ad approvare le Linee Guida relative all'utilizzo di prestazioni di lavoro occasionale da retribuire mediante l'emissione di buoni lavoro (voucher) e contenenti altresì i requisiti richiesti per I'ammissione nonché i criteri di selezione “.

E successivamente chiarisce che :

“……..l'ufficio risorse umane dando seguito al deliberato sopracitato provvedeva alla pubblicazione di un avviso volto alla raccolta di manifestazioni d'interesse inoltrate da parte di cittadini e successivamente procedeva ad approntarne la relativa graduatoria di merito”

E poi continuando chiarisce che :.

“Successivamente e precisamente per i periodi 14.08.2014/31.08.2014 ; 04.09.2014/30.09.2014 ;19.10.2014/18/11.20l4 ; 10.12.20l4/09.01.2015 , sentito I'ufficio tecnico manutentivo nella

persona del responsabile di settore Ing. Domenico Pileggi che ne ha curato e coordinato i lavori , si

è proceduto ad avviare al lavoro, in attività occasionali, i candidati collocati in posizione utile nella

graduatoria di merito dal numero 1 al numero 63”.

Insomma il sindaco chiarisce che dal 14 agosto al 9 gennaio sono state avviate 63 persone.

Inoltre la nota chiarisce che :

“Le attività a cui sono adibiti questi lavoratori sono: quelle di pulizia delle strade, operazioni di risanamento ambientale, cura del verde pubblico , piccoli lavori di manutenzione e riparazione” .

Ma non finisce qui, insiste il sindaco e :

“.. segnala che ulteriori 20 unità verranno avviate al lavoro appena dopo la scadenza di quelle attualmente in servizio”

Siamo allora ad 83 persone.

Infine i chiarimenti sui costi.

Si legge nella risposta che :

“La relativa liquidazione delle prestazioni rese da parte dei lavoratori per un totale di 4500 ore

lavorate ha importato I'acquisto di voucher per una cifra totale pari ad € 45.000,00 stante la contropartita economica di €10,00 per l ora lavorata”.

Ed è qui che non si comprende più cosa sia stato scritto:

“Appare altresì utile precisare che , ad oggi , sono stati avviati al lavoro n" 50 lavoratori i cui primi

venti per esigenze di servizio sono stati utilizzati per numero 100 ore ciascuno mentre i restanti trenta

sono stati utilizzati per n. 50 ore cadauno come per le ulteriori 20 unità.”

Ma allora gli avviati al lavoro sono stati 70 non 83! ( 20 da 100 ore = 2000; 30 da 50 ore = 1500; 20 da 50 ore= 1000. Totale 4500!)

Ma chi gliele scrive queste lettere al sindaco?

E poi perchè i primi venti a 100 ore e gli altri 50 a50 ore?

Che vuol dire “ per esigenze di servizio”?

Poi la conclusione:

“Si segnala che i lavoratori di che trattasi non sono stati dotati di indumenti volti al riconoscimento

degli stessi quali dipendenti comunali , stante altresì la particolare natura occasionale d'utilizzo

degli stessi e il fatto di non impiegare le poche risorse per fini diversi dall'occupazione”.

Ma davvero sig sindaco trenta pettorine con scritto Comune di Amantea-Ufficio Manutentivo” sarebbero stata una spesa rilevante e non praticabile?

Insistiamo: ma chi scrive queste lettere al signor sindaco?

Infine la nota dice :

“Da ultimo si segnala che l'avviamento di questi nostri concittadini, poiché sono inseriti nella

graduatoria solo residenti nel comune di Amantea, oltre a soddisfare esigenze di servizio dà una

risposta parziale alla grave crisi economica e alla stato di disagio delle nostre famiglie. L'intervento

del Comune di Amantea se proiettato su scala nazionale darebbe un risultato di interventi a sostegno

dell'occupazione per circa4-6 miliardi di reddito”

Ed è qui che si impone di sapere chi ha scritto il testo della lettera del comune per chiedergli come abbia fatto i conti.

Allora sappiamo la spesa sostenuta è stata di 45.000 euro.

Somma che divisa per 13850 abitanti residenti in Amantea da una spesa individuale di euro 3,25 pro capite

Ora se moltiplichiamo questa spesa individuale per tutti gli abitanti italiani otteniamo una spesa di 195 milioni di euro. Non di 4 od addirittura di 6 miliardi?

E possiamo fare la riprova.

Se infatti dividiamo 6.000.000.000 per 60.000.000 di abitanti in IOtalia otteniamo 100 euro e se moltiplichiamo per 13850 abitanti otteniamo 1.385.000 euro, importo ben diverso dai 45 mila spesi!

Ma forse sarà un altro refuso!

Redazione TirrenoNews

Dal 2005 la Redazione di TirrenoNews.Info cerca di informare in modo indipendente e veloce.

 

LogoTirrenoNews

Sito web: www.trn-news.it

2 commenti

  • papà senza lavoro

    Chi ha detto che i primi 20 hanno fatto 100 ore??? io al secondo posto ho haffo 20 misere ore .disoccupato da anni con famiglia

    Rapporto papà senza lavoro Giovedì, 31 Dicembre 2015 09:09 Link al commento
  • Dario

    E il Sindaco firma senza leggere. Non è una bella cosa. Quando un Sindaco pone la sua firma su un atto pubblico deve essere sicuro di non sottocrivere "fesserie", altrimenti fa diventare il comune che amministra una barzelletta.

    Rapporto Dario Sabato, 24 Gennaio 2015 07:55 Link al commento

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove è consentito

BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Amantea

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy