BANNER-ALTO2
A+ A A-

Sono passati pochi minuti ma già la notizia ha fatto il giro della regione

La notizia è clamorosa.

Secondo talune notizie giornalistiche le dimissioni sarebbero dovute alla gara per la nomina del nuovo DG.

Mauro,infatti, è stato già dg dell’Asp di Cosenza e da poche settimane è stato nominato commissario per la fase preparatoria al nuovo bando novità.

Qualcuno dice che oggi pomeriggio nelle ultime ore nel palazzone di via Alimena si sarebbero sentite forti urla.

Si dice anche che le dimissioni sarebbero irrevocabili.

Esse sono state porte con una Pec indirizzata al presidente della Regione Mario Oliverio, al Commissario ad Acta per l’attuazione del piano di rientro Saverio Cotticelli e al direttore del dipartimento salute Antonio Belcastro.

Muro avrebbe dichiarato a La Cnews24.it : « Non ci sono più le condizioni per andare avanti. Manca una bussola, si rischia di diventare matti»

«Non c’è più una bussola e chi si trova al timone rischia di diventare matto, in una baraonda di decreti assunti e poi revocati, di situazioni costantemente capovolte, come una tela di Penelope che si disfa continuamente».

«Purtroppo non ci sono sinergie tra le varie parti del sistema, ma si preferisce calare dall’altro una serie di provvedimenti che nell’ultimo mese hanno modificato per tre volte l’ambito di erogazione dei servizi.

Se non riusciamo ad erogare i servizi, i cittadini poi se la prendono con i vertici dell’Azienda che in queste condizioni non possono né operare, né programmare. Io non voglio pennacchi e non sono costretto a rimanere in carica.

Per questo ho presentato le mie dimissioni irrevocabili».

Leggi tutto... 0

Si vede che non bastano le entrate aggiuntive del tutor sulla SS18 per sanare le casse del comune di Paola.

Ed infatti il ministero dell’Interno ed il Prefetto di Cosenza hanno attenzionato il comune di Paola ed i suoi bilanci.

 

 

 

E questa condizione ha determinato la richiesta inviata al comune di Paola con protocollo 83394 in data 29.10.2018 di dare notizia circa la adozione dei provvedimenti di cui all’art 257 del Tuel.

Tale articolo al comma 2 dispone che :

“2. Il consiglio dell'ente individua con propria delibera, da adottare entro 60 giorni dalla notifica del decreto di cui all'articolo 256, comma 8, i soggetti ritenuti responsabili di debiti esclusi dalla liquidazione, dandone contestuale comunicazione ai soggetti medesimi ed ai relativi creditori. 3 Se il consiglio non provvede nei termini di cui al comma 2 si applicano le disposizioni di cui all'articolo 136”.

E tale articolo 136 stabilisce :

“1Qualora gli enti locali, sebbene invitati a provvedere entro congruo termine, ritardino o omettano di compiere atti obbligatori per legge, si provvede a mezzo di commissario ad acta nominato dal difensore civico regionale, ove costituito, ovvero dal comitato regionale di controllo. Il commissario ad acta provvede entro sessanta giorni dal conferimento dell'incarico”.

Il consiglio comunale di Paola riunitosi nei giorni 11 e 17 novembre non hanno adempiuto a quanto disposto.

In relazione il ministero con parere del 30 gennaio ha dichiarato che tale mancato adempimento configura la ricadenza della fattispecie di cui all’art 136 del TUEL.

Per questo la diffida del 4 febbraio con assegnazione di 20 giorni per la evasione della richiesta con comminatoria della nomina del commissario ad acta.

Nella stessa nota si dispone a carico del segretario comune la notifica dell’atto al sindaco ed a tutti i consiglieri comunali..

La conseguenza sarebbe che la Corte dei Conti, che ha già un procedimento aperto per il dissesto, probabilmente lo obbligherebbe a dichiararne uno nuovo. Intendiamoci, a causa dei debiti suoi e di nessun altro!

Aspettiamo che la opposizione del comune di Paola ora parli!

Leggi tutto... 0

Ne parla Alessandro Melicchio,portavoce M5S alla Camera dei Deputati, con il seguente Comunicato stampa di oggi 30/11/2019.

12 milioni di euro alle provincie calabresi per la sicurezza di scuole e strade

 

 

 

“Cosenza. Via libera al decreto di riparto di 3,75 miliardi destinati alle Province delle regioni a Statuto ordinario per l’elaborazione di piani di sicurezza per la manutenzione di strade e scuole.

La Conferenza Stato-città ed autonomie locali ha espresso l’intesa sul decreto del Ministro dell’Interno, di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e del Ministro dell’Economia e delle Finanze, che ripartisce le risorse messe a disposizione in legge di Bilancio 2019 per la manutenzione affidata alle province.

Si tratta di uno stanziamento di 250 milioni all’anno dal 2019 al 2033, a valere sul fondo investimenti per gli enti territoriali.

Alla Provincia di Cosenza andranno 6.2280.621,70 € euro all'anno, alla provincia di Catanzaro 2.238.908,70 € a quella di Crotone 3.210.302,88 € e alla provincia di Vibo Valentia 306.837,38 €.

In tutto, per la Regione Calabria, questo governo ha messo a disposizione 12.036.670,69 € annuali, un investimento importante per le scuole e le strade dei nostri territori, finora dimenticati e poco considerati.

Per garantire la corretta elaborazione dei piani di sicurezza, saranno fatte nuove assunzioni tra figure ad alto contenuto tecnico-professionale come ingegneri, architetti, geometri, tecnici della sicurezza ed esperti in contrattualistica pubblica e codice appalti e simili.

Alessandro Melicchio portavoce M5S alla Camera dei Deputati”

Anche i comuni hanno avuto contributi straordinari

Speriamo che le province ed i comuni usino queste risorse nel modo più efficace ed opportuno.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy