BANNER-ALTO2
A+ A A-

condonoMulte auto, Imu, Irap, Tasi. Anche le entrate che spettano a regioni e comuni potranno essere condonate. Nella bozza del decreto legge crescita, visionata dall'Adnkronos, è stato inserito l'articolo 'Estensione della definizione agevolata delle entrate regionali e degli enti locali'. La misura interessa i provvedimenti di ingiunzione o ruoli, notificati negli anni dal 2000 al 2017, e consente di pagare l'importo dovuto senza le sanzioni e gli interessi. I singoli enti potranno decidere se introdurre o meno le sanatorie.Nella bozza, inoltre, la rottamazione delle cartelle viene estesa anche a regioni, province, città metropolitane e comuni. La definizione agevolata delle entrate, già prevista per l'erario, viene quindi estesa anche agli enti territoriali. Sarà possibile condonare sia le somme iscritte a ruolo che quelle chieste tramite decreto ingiuntivo.La norma, si legge nella relazione illustrativa, ''introduce la possibilità per gli enti territoriali di disporre la definizione agevolata delle proprie entrate, anche tributarie, non riscosse a seguito di provvedimenti di ingiunzione fiscale, stabilendo l'esclusione delle sanzioni''. Gli enti potranno definire, entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto legge crescita, ''l'esclusione delle sanzioni'' relative alle entrate. La definizione agevolata riguarda gli anni dal 2000 al 2017.Secondo quanto prevede la bozza, inoltre, gli immobili degli Enti locali rientrano nel piano di dismissioni del governo a beneficio del raggiungimento degli obiettivi di finanza pubblica. Oltre l'80% dei beni immobili della Pa risulta in mano agli Enti locali, da qui l'idea di estendere il perimetro dei soggetti che possono contribuire alle cessioni. I benefici per i conti pubblici dipenderanno dal successo o meno del piano.

fonte notizia adnkronos.com

Pubblicato in Politica

porto amantea

Con determina n 301  del 29 marzo la apposita commissione ha affidato alla cooperativa Gente di mare i servizi portuali per l'importo di euro 161749 Oltre Iva al 10 per cento e quindi per un totale di 177924 euro annui. Dopo una breve pausa quindi il porto ritorna alla cooperativa amanteana

A IanniPalarchioSono due posizioni possibili ma assolutamente distanti ed alternative. Ed aspettarsi da parte di chiunque una risposta sembra difficile. Deciderà la Corte dei conti che chiamerà qualcuno alle sue responsabilità. Vedremo.

Attenzione, carissimi concittadini purtroppo la consigliera Menichino ha pubblicato attraverso il proprio profilo facebook informazioni che potrebbero essere inesatte e che possono creare seri problemi alle famiglie nel prossimo futuro. 

Mi riferisco al video fatto per quanto riguarda l’Idrico 2013 nel quale afferma palesemente che le bollette arrivate a casa dopo l’1 Gennaio 2019 sono nulle in quanto sono trascorsi “a suo dire” i termini di prescrizione, generando probabilmente false speranza negli utenti di vedersi azzerato il debito che hanno nei confronti del comune di Amantea per quanto riguarda l’idrico 2013. 

Per correttezza, mi trovo costretto a pubblicare una recente sentenza della cassazione,non per stabilire se la consigliera Menichino dice il giusto oppure sta dicendo una castroneria addossandosi responsabilità  non indifferenti ma per farsi che ognuno possa leggere quanto stabilito recentemente dalla Cassazione e farsene un’idea. 

In sintesi sembrerebbe che la prescrizione parte dal termine indicato dal comune (con apposita determina) come data di scadenza per la riscossione del ruolo (data in cui i versamenti avrebbero dovuto essere effettuati).

 P.S. Io naturalmente ho trovato questa sentenza, potrebbero essercene altre che rafforzano o smentiscono quanto qui descritto (ma che io non sono riuscito a trovarle). Sicuramente però posso affermare che la vicenda è controversa e non così semplice come descritto dalla Consigliera Menichino. Attenzione, Attenzione, Attenzione.

Pubblicato in Politica

caneSiamo nella principale via Margherita

I ragazzi stanno attenti a dove mettono i piedi. Il marciapiede è pieno di cacca. Si pensa di cane. Ma di un cane molto grosso. Non sappiamo con il buio serale se essa cacca sarà avvertibile come di giorno. Certo non è un bel vedere. Ed ancora peggio è che il proprietario non abbia ripulito. Amantea non merita certamente questo.

vigili urbanoil nostro sito web ha spesso segnalato   le tante qualità della locale polizia municipale. Difficile non farlo quando si vengono a sapere come e quanto lavorano. E difficile non ricordare al sindaco ed all'amministrazione il dovere di esserne orgogliosi di tutti o quasi e Senza distinguo. Tanto più quando come successo ieri sera insieme ai carabinieri hanno segnalato giovani consumatori di droga. Un intervento che scopre una brutta situazione della nostra città, una situazione tutta da scoprire. Bravi, bravi, bravi.

La polizia locale è sempre presente per il controllo del territorio della nostra cittadina.

È ieri la notizia che personale del comando di polizia locale cittadino unitamente a militari della locale stazione dei carabinieri hanno condotto una operazione inerente al consumo di sostanze stupefacenti tra i giovani.

Allertati per presunti atti vandalici e disordini all’interno dell’ormai dismesso istituto scolastico della ex scuola media MAMELI gli agenti della polizia locale invenuto abilmente occultate all’interno di una scala antincendio della struttura sostanze stupefacenti del tipo marijuana.

Procedevano pertanto ad effettuare una più dettagliata perquisizione dei locali e identificavano alcuni soggetti presenti sul posto.

Con l’ausilio dei militari dei carabinieri e sotto la direzione del più alto in grado degli stessi intervenuto procedevano alla perquisizione dei soggetti identificati anche con personale femminile rinvenendo altro quantitativo non meglio specificato ben occultato tra gli indumenti.

Per tali motivi si procedeva come per legge ed alla segnalazione alla autorità competenti.

Pubblicato in Primo Piano

PORTODella causa tra metallo ed il comune di Amantea abbiamo già scritto. Ed abbiamo anche segnalato il ritardo nell’affidamento della difesa dell'ente. Ma niente rispetto all'incarico di nomina del consulente tecnico per l ‘ 'inizio delle operazioni peritali. Solo ieri infatti è stata adottata la delibera n 35 e oggi 29 inizia la perizia. Incredibile.

Pubblicato in Politica

ragazziAbbiamo scritto della manifestazione promossa dai ragazzi del polo scolastico con a tema l'ambiente. Una manifestazione riuscita. Ma oggi vogliamo dirvi soprattutto del resto della giornata di questi meravigliosi ragazzi. Non solo manifesti, non solo slogan, ma esempio positivo e concreto. E così circa 200 ragazzi hanno ripulito e quindi abbellito. Raccolti almeno 50 sacchi di spazzatura. Di tutto e di più. Dalle bottiglie di plastica alle sedie a sdraio. Bravi. Un esempio di autonomia nelle scelte ambientali, un invito alla comunità ad agire.

clicca per visitare la Galleria fotografica

Pubblicato in Primo Piano

pizzino mario amantea 2017Appuntamento alle ore 18. 5 i punti all'ordine del giorno. Vi segnaliamo i più importanti. Il primo è la approvazione della tari 2019. Un punto difficile che potrebbe se non dovrebbe Creare grossi problemi e tante ripercussioni. Corre voce che non ci saranno attacchi nemmeno da parte della minoranza ma nel contempo corre voce che un misterioso comitato di cittadini impugnerá la delibera al tar se non davanti ad altri enti od ad autorità. Il Secondo punto invece è la modifica al regolamento per il pagamento del servizio idrico integrato.  Vi Faremo sapere.

Pubblicato in Politica

buone-notizieIn attesa di una decisione ufficiale da parte del ministero si affacciano ipotesi positive. La presenza degli Ispettori che stanno guardando i bilanci le impone. Che senso avrebbe Infatti la bocciatura del bilancio ed il conseguente scioglimento del consiglio intanto che i commissari non sono riusciti a trovare gli errori fatti e le responsabilità. Inoltre bocciare il bilancio e sciogliere il consiglio significherebbe assumere ai commissari la totale gestione del comune. E poi siamo sicuri che ministero corte dei conti non abbiano anche essi le responsabilità del mancato controllo.? Allora corre voce quindi che il ministero prenderà ancora tempo.....

Pubblicato in Primo Piano

tempoRiceviamo e pubblichiamo la nota di Giusy Perna che contesta il ritardo dell'amministrazione nella redazione del bando   convenuto con la associazione commercianti e con gli albergatori.

Un ritardo oggettivamente inaccettabile, un ritardo dovuto ad un apparato in insufficiente ma anche ad una giunta distratta e che non è in grado di avere le necessarie risposte per essere rispettata dai cittadini.

Nel pomeriggio di ieri abbiamo partecipato alla riunione indetta dall’assessore Veltri con le associazioni del territorio. Abbiamo ancora una volta chiesto delle risposte sull’imposta di soggiorno. L’assessore ha motivato il ritardo e la mancata preparazione del bando con l’impegno profuso dei competenti uffici nella presentazione del bilancio pareggiato. A dire il vero, a dicembre, quando l’assessore assunse questo impegno, sapeva già che sarebbero stati impegnati con il bilancio ma disse che avrebbero agito subito e che la realizzazione dei progetti sarebbe stata immediata. Inoltre crediamo che, con una delibera già uscita, il 24 dicembre, per preparare questo relativo bando occorrano 2, forse 3, ore di lavoro, non di più. Tempo che, nonostante gli impegni presi, non è stato evidentemente trovato. Sempre ieri però, l’Assessore VELTRI, coadiuvata dall’Assessore Ferraro, ha assunto un nuovo impegno, ci ha fatto una nuova promessa, davanti al Sindaco, il vice Sindaco e tutti i presenti. Entro la metà di aprile il bando sarà pronto! Ci sono ancora 528 ore a disposizione, ora più ora meno. Siamo sicuri che stavolta queste 3 ore di lavoro necessarie alla creazione di questo bando ancora più necessario, verranno finalmente trovate.

BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy