BANNER-ALTO2
A+ A A-

PC: Ripercorriamo la loro evoluzione, alla scoperta di come ci hanno trasformato la vita

Vota questo articolo
(0 Voti)

hp-150-primo-touchscreen

L'evoluzione dei personal computer nella nostra storia

Nei primi anni sessanta, i computer erano veramente molto differenti da quelli che conosciamo oggi. Erano giganteschi. Occupavano un intero locale ed erano in grado di fare solo calcoli matematici dandoci dei risultati. Eravamo ancora lontani dalla tecnologia tech di oggi. A quei tempi, i computer erano praticamente la stessa cosa delle nostre calcolatrici tascabili. Solo verso la fine degli anni '60 si era riusciti a far diventare questi computer di dimensioni accettabili e la IBM, fu la prima commercializzare i primi e veri personal computer. Però, i primi personal computer della IBM avevano a quei tempi un prezzo davvero esoso. Si parla di circa 8 milioni delle vecchie lire qui in Italia che in quel periodo, erano veramente tanti. Pochi se lo potevano permettere e chi lo comprava era solitamente per uso amministrativo e di magazzino per la propria impresa.

Solo negli anni '80 con l'uscita di nuove marche competitive di nuovi personal computer che i prezzi cominciarono ad abbassarsi. I personal computer cominciarono a diventare di uso comune in molte case anche per scopi personali come pura curiosità e per i giochi. Ma quello che spinse i personal computer a diventare sempre più diffusi nelle case non fu solo per il fatto dei prezzi che cominciarono a scendere ma anche per la facilità di utilizzo. Infatti, negli anni '90 i sistemi operativi dei PC cominciarono a diventare molto più semplici da usare. Non si doveva essere più degli esperti di programmazione. Bastava un mouse e saper le basi per l'utilizzo di un sistema operativo Windows.

 

I personal computer: I PC Gaming

Dopo gli anni '90, i PC cominciarono ad essere molto diffusi anche solo per scopo viedeoludico, cioè per la grafica e per i giochi. In realtà, questa salita dei PC non è stata sempre stabile. I personal computer a metà degli anni 90 cominciarono ad andare un po 'in crisi per via della facilità d'uso delle console. Chi utilizzava un PC per i giochi, cominciava a pensare se ne poteva valere la pena dato che le console erano estremamente facili da utilizzare e non c'era bisogno di un continuo aggiornamento di hardware. Dopo il 2000 però, i personal computer cominciarono a riprendersi nelle vendite e sopratutto quelli assemblati. Le continue richieste si hardware sempre più potente per far girare sul proprio sistema operativo giochi e programmi è stato ed è ancora oggi sempre in rialzo.

I PC da Gaming sono l'evoluzione dei primi personal computer. Possono far girare sul loro sistema opearativo videogiochi ad altissima risoluzione e riescono ad utilizzare le applicazioni ad altissime prestazioni. Se in passato i PC hanno avuto una crisi, anche se durata poco, per via delle console, nessuno ora pensa ad eventuali cali di domande sull'hardware. I giochi per PC sono in continua evoluzione e la domanda di hardware più potente non cesserà mai di esistere.

Ultima modifica il Domenica, 11 Settembre 2016 12:10
Riccardo Clemente

Collaboratore dal 2009, da tempo ormai realizza insieme alla redazione articoli su Amantea, ma di fondamentale importanza è il ruolo di "informatore".
Splendidamente, infatti, raccoglie informazioni preziose su vicende locali ed in numerose  occasioni ha permesso la realizzazione di veri e propri scoop di cronaca locale realizzati dallo Staff del portale TirrenoNews.Info

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove è consentito

BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy