BANNER-ALTO2
A+ A A-

Comune AmanteaPubblicato dal Comune di Amantea, l'elenco completo comprensivo di supplenti degli scrutatori che saranno impegnati per le elezioni Amministrative ed Europee del 25 Maggio in città, nei 14 seggi previsti.

Dopo pochi giorni dalla pubblicazione dell'elenco dei Presidenti di seggio per le prossime votazioni Amministrative di Amantea ed Europee, sono stati pubblicati proprio stamattina i nomi degli scrutatori ufficiali ed gli eventuali supplenti suddivisi nei 14 seggi tra Amantea e Campora.
Ricordiamo, inoltre che ha differenza dei Presidenti di Seggio, disposti da dr Arcuri nella qualità di presidente vicario della competente Corte di Appello di Catanzaro, gli scrutatori sono stati sorteggiati presso il Comune di Amantea, dalla commissione, formata dal sindaco e dai consiglieri Pizzino, Suriano e Rubino, e coadiuvata da ben due segretari, cioè la dott.ssa Mercuri e il ragioniere Sabatino.

 

Ecco l'elenco completo di tutti gli scrutatori ed infine l'elenco formato PDF (da scaricare e consultare):

SEZIONE 1
1) Alfano Monica In Perri - 1974
2) Argentino Myriam - 1977
3) Berardone Marcella - 1961
4) Bruni Antonio - 1972

SEZIONE 2
1) Brusco Orazio - 1973
2) Caruso Stefania - 1971
3) Cima Francesco - 1974
4) De Luca Francesca in Curcio - 1976

SEZIONE 3
1) Falsetti Domenica in Marano - 1976
2) Fiordalisi Nella - 1970
3) Gallina Emanuela in Giovazzino - 1971
4) Guglielmo Maria - 1974

SEZIONE 4
1) Linza Giuseppina in Pizzino - 1968
2) Mannarino Ortenzia in Bazzarelli - 1971
3) Mendicino Antonio Lorenzo - 1982
4) Molinaro Ivano - 1972

SEZIONE 5
1) Osso Rocco - 1979
2) Pellegrino Giuseppe - 1975
3) Pizzuto Fortunato - 1974
4)Provenzano Maria in Cuore - 1976

SEZIONE 6
1) Rizzo Vincenza in Aquino - 1970
2) Segreti Vincenzo - 1979
3) Spina Maria Luigia - 1982
4) Tecchia Maria Luisa in Russo - 1965

SEZIONE 7
1) Veltri Franco - 1963
2) Zenato Annalisa in Aloe - 1959
3) Guido Rizzo Antonella - 1972
4) Venerio Patrizia in Aloisio - 1970

Sezione 8
1) Pellegrino Teresa - 1978
2) Bazzarelli Silvia in Perri - 1982
3) Bonavita Vincenzina in Aloe - 1968
4) Chiarello Francesca in Lento - 1952

Sezione 9
1) Falsetti Costantino - 1954
2)Giugno Francesco - 1974
3)Maione Beatriz in Feraco - 1960
4)Miraglia Annalisa in Aloe - 1983

SEZIONE 10
1) Pellegrino Rocco - 1965
2) Rizzo Angela Lorena - 1988
3) Suriano Domenica - 1979
4) Bandini Maria Lucia - 1989

SEZIONE 11
1) Marrelli Davide - 1991
2) Aloe Raffaele - 1991
3) Curcio Simone - 1989
4) La Rocca Stella - 1988

SEZIONE 12
1) Pellegrino Antonella in Alfano - 1972
2) Suriano Elena - 1982
3) Cicero Teresa - 1992
4) Ianni Vincenzo - 1988

SEZIONE 13
1) Perri Antonio - 1975
2) Russo Rosina in Curcio - 1982
3) Bazzarelli Maria Grazia - 1991
4) Meraglia Teresa - 1992

SEZIONE 14
1) Aloisio Vincenzo - 1987
2) Conte Andrea - 1995
3) Licastro Vanessa - 1986
4) Porco Loredana - 1989

 

Scarica l'elenco completo in PDF (clicca qui)

Pubblicato in Primo Piano

Presidente nell’ultima intervista lei ha detto senza peli sulla lingua che all’Incontro sembrava molto difficile che giungessero a conclusione le intenzioni di lista che erano state presentate alla cittadinanza

E tra l’altro lo dicevate anche con un po’ di dispiacere

Poi avete affermato che: Paolo Le Rose era una persona per bene ma che non vi sembrava fosse pronto a presentare la propria lista .

Come avete fatto ad indovinare?.

Poi avete detto che “ Nicola Gaudio che è un candidato capace di portare al nostro comune quella legalità e correttezza amministrativa che ci sembra manchi” ma che non sarebbe stato in lizza.

Anche in questo caso era difficile indovinare!

E non basta. Avevate anche intuito che “ Tullio Lupi che ci sembra sia stato armato di ottime intenzioni per tracciare una nuova strada per la città” non sarebbe riuscito a fare una propria lista

Pure questo avete indovinato. Come vi è stato possibile ?.

R Tutto sommato era piuttosto facile. Ci arrivavano una serie di informazioni che garantivano la formazione della lista ed anticipavano anche grandi risultati elettorali. Ma mai i nomi. Al massimo due o tre che smentivano appena interpellati. Candidati fantomatici, accordi difficilissimi, risultati ancora più fantomatici.

D. Avete sbagliato però per quanto riguarda La Nuova primavera.

R. Ne è sicuro? Se non ricordo male abbiamo detto che “Gianfranco Suriano che ci sembra dotato di ottime intenzioni ma che ci pare difficile possa partecipare produttivamente alla prossima campagna elettorale”. Ed infatti anche se abbinato a Spirito Libero di cui anticipavamo l’ abbandono di Rocco Giusta e della sua candidatura a sindaco, ha presentato una lista di soli 12 candidati e compreso lo stesso Suriano che non intendeva partecipare direttamente..

D Beh almeno ci dia il piacere di ricordarle che avete sbagliato ad indicare le liste.

R Intanto abbiamo indovinato anche il numero delle liste .Si ricorda le nostre parole “Noi vediamo 4 liste”.

E scusi se è poco!

Le dicevamo che le liste sarebbero state:

Il M5S che silenziosamente procede nel suo cammino…

Poi la lista di Sante Mazzei che sta raccogliendo candidati a destra ed a sinistra e ci sembra pronta a concorrere dignitosamente alla competizione elettorale.

Poi il “Listone” di GB Morelli, Sergio Tempo, Monica Sabatino, ed altri profughi e naufraghi della ex Primavera e non. Una lista legata da interessi specifici che denunceremo perché siano noti alla comunità . Tutti la danno per vincente ma forse non è così!

Ecco, la quarta lista era un augurio. Era la lista della buona volontà, della salvezza di Amantea, della Svolta, dei dimenticati, quella che non ha compromessi, che non concede contributi di solidarietà , che non pianta pali di luce, eccetera. Una lista che vuole aiutare i dimenticati, gli ultimi, quelli che non hanno lavorato, il commercio, l’agricoltura, il turismo, la pesca. Una lista che vuole ridurre le tasse, togliere i photored, eccetera. Quella che vuole fare manutenzione e non costose opere pubbliche dove non lavora nessun amanteano, quella che vuole fare davvero la raccolta porta a porta, che vuole dare agli amanteani un mare pulito, eccetera.

Noi la chiamavamo “L’Altra Amantea”

Una lista che avrebbe potuto vincere le elezioni e governare la città. Sarebbe bastato un passo indietro da parte di tutti, noi compresi, come abbiamo proposto a tutti, e la formazione di una lista unitaria. Ma nessuno ci ha ascoltato e molti sono rimasti ancora sul cavallo bianco ed ancora ad oggi non riescono a scendere.

D Insomma se vi avessero ascoltato…..

R. La vita non finisce qui. Ci sarà prima o dopo un’altra occasione. Forse prima…

E se mi permette vorrei cogliere l’occasione per ringraziare gli amici con i quali abbiamo fatto questo percorso. Tanti amici. Ottimi amici con cui certamente avremo nuove opportunità di fare politica . Ne stia certo.

D Auguri, allora ed in bocca al lupo

R. Crepi, crepi. E si ricordi che Amantea ha bisogno di uomini di coraggio e tra di noi ce ne sono tanti!.

Pubblicato in Politica

grillo amnateaRichiesta al presidente del  seggio 12, Giuliano Marchese

Il MoVimento 5 Stelle Amantea chiede, per rispetto del compito di presidente del seggio e per rispetto dei cittadini che andranno a votare, che l'appena nominato presidente del seggio 12, Giuliano Marchese, rinunci pubblicamente, da subito, all'incarico in quanto figlio di Giuseppe Marchese, candidato nella lista Insieme per la città con Sante Mazzei. Siamo sicuri che anche il signor Giuseppe Marchese, come noi, tiene molto all'indipendenza di cui deve godere il personale addetto alle operazioni di voto in quanto è attraverso il loro lavoro che si dà voce ai cittadini che partecipano alla vita pubblica con il voto. Siamo inoltre convinti che, vista la delicatezza del compito a cui è chiamato il signor Giuliano Marchese, capirà anche lui quanto risulti eventualmente inopportuna la sua presenza quale presidente del seggio 12.



Pubblicato in Primo Piano

L'incidente avvenuto presso l'ingresso del Giudice di Pace, l'auto è completamente distrutta, ma fortunatamente il conducente è salvo, ma poteva andare molto peggio.

Amantea. Arrivo davanti all’ingresso dell’Ufficio del Giudice di pace. A piedi e dopo aver lasciato la mia auto davanti all’Albergo Delle Canne. I vigili urbani di Amantea sono sulla statale 18 a dirigere il forte traffico.

Il pullman della Preite è fermo sulla statale 18. Rocco Pellegrino, l’autista, va avanti e dietro verso i Carabinieri di Amantea che stanno conducendo gli accertamenti sull’incidente.

Proprio all’ingresso della strada interna una Toyota Corolla.

Totalmente distrutta. La parte posteriore dell’auto non è nemmeno riconoscibile. Il parafango posteriore è rimasto attaccato all’autobus. Il tettuccio dell’automezzo è deformato come nelle auto che hanno ricevuto un impatto disequilibrato a destra.

Gli airbag laterali destri sono infatti scoppiati

L’autoambulanza è appena andata via dopo aver compiuto i necessari accertamenti sulle persone coinvolte nell’incidente.

Mi informo meglio.

L’auto è quella di Salvatore Manna, dipendente comunale in servizio presso il Comando della Polizia Municipale ed addetto proprio alle contravvenzioni al CdS.

Lo scorgo .Non sembra avere danni evidenti. Il personale del 118 dopo un accertamento preliminare non ha ritenuto di portarlo al più vicino nosocomio di Paola

Mi sembra in forma. “Come stai, gli chiedo?” E lui abbozza un lieve sorriso. Ma si vede che com’è normale è ancora frastornato dalla botta. Una botta terribile a sentire gli astanti. Peraltro l’auto è stata trascinata per diversi metri.

Ma Salvatore aveva come necessario la cintura e la botta dal di dietro lo ha spinto fortemente verso lo schienale.

Forse per questo se l’è cavata alla grande.

Ma nessuno avrebbe pensato ad un esito così felice guardando l’auto distrutta, praticamente da buttare via se vista dal cofano, intatta se la guardi dal davanti.

Qualche minuto dopo arriva il maresciallo Antonino Claudio Vivona comandante la stazione di Amantea insieme ad un altro maresciallo della locale caserma ed ambedue intervengono per la buona soluzione dell’incidente.

Stanno compilando il CID.

Salutiamo tutti ancora sorpresi di un incidente così brutto e per fortuna senza danni alle persone.

Le auto si riparano o si comprano.

Pubblicato in Cronaca

Oggi 27 aprile alle ore 11 in Piazza Commercio Laura Ferrara candidata alle elezioni europee incontrerà i cittadini, parlerà con loro, risponderà alle loro domande.

Il M5S inoltre ricorda che ieri 26 aprile “ poco prima di Mezzogiorno altre tre liste, dopo la nostra, (parecchio dopo) -sono pprodate -in Comune.” E continuano sostenendo che “ Abbiamo le idee più chiare. Quattro liste, due cavalieri, una dama e il MoVimento 5 Stelle. Inizia la gara. Noi iniziamo subito. E lo facciamo ospitando con molto piacere Laura Ferrara, nostra candidata alle Europee”.

Il M5S coglie l’occasione per ricordare che” Insieme a lei( Laura Ferrara) rifletteremo anche sulla presentazione delle liste qui ad Amantea, sugli schieramenti che descrivono la geografia politica di queste elezioni. Una geografia lontana, da noi”

Segnalano, infine, che “  In caso di pioggia l’incontro/Agorà con la nostra Laura Ferrara si sposterà all’Auditorium delle scuole medie “G.Mameli” Via Aspromonte, 2 Amantea”

Pubblicato in Primo Piano

“Chi troppo in alto sal, cade sovente precipitevolissimevolmente”. Ma ne parleremo dopo.

Intanto ecco la notizia. Solo 4 le liste presentate. Ed ecco i candidati

Lista “La Nuova primavera .Spirito Libero Amantea” Ruggiero Sindaco”

Candidato sindaco Sergio Ruggiero

Candidati consiglieri

Gianfranco Suriano

Giovanni Aloe

Pasquale Bonavita

Antonio Aloisio

Elpidio Caruso

Stefania Caruso

Roberto Fruscio

Adriano Massali

Biagio Miraglia

Aida Pati

Rosaria Perri

Karin Strano

Nella foto Sergio Ruggiero ed il prof Roberto Musì

“Chi troppo in alto sal, cade sovente precipitevolissimevolmente”. Ma ne parleremo dopo.

Intanto ecco la notizia. Solo 4 le liste presentate. Ed ecco i candidati

Lista “Rosa Arcobaleno.Sabatino Sindaco”

Candidato sindaco Monica Sabatino

Candidati consiglieri

Elena Arone

Gianluca Cannata

Francesco Chilelli

Caterina Ciccia in Trotta

Ottaviano di Puglia

Luca Ferraro

Adelmo Mannarino

Ermelinda Morelli(detta Linda) in Gagliardi

Giovanni Battista Morelli

Giusi Osso

Emma Pati

Antonio Rubino

Giovanbattista Ruperto

Alessandro Salvatore

Sergio Tempo

David Viola

Nella foto Monica Sabatino ed il sindaco Vadacchino

Da Camoli alla Principessa il più “sindaco” sei tu.

Era sempre questa la risposta dello specchio alla solita domanda del candidato sindaco

Come un umano, lo specchio aveva paura, temeva che l’ira del candidato sindaco di fronte alla verità si scatenasse contro di lui e che finisse in frantumi, inutile , da buttare.

E perché il richiedente si ritenesse sempre il più sindaco lo specchio mentiva e lo faceva apparire diverso, perfino bello….

Uno specchio ipocrita e mentitore che faceva somigliare il rospo ad un principe.

Mai un dubbio.

Mai che il candidato si accorgesse che era sgraziato/a, goffo/a, stupido/a, indegno, imbelle ed incapace.

Mai che avesse il dubbio di essere un illuso/a, levantino/a, opportunista, ipocrita.

E così il candidato sindaco quando usciva per strada era pomposo, girava nudo come il re della favola di Hans Christian Andersen.

Nudo con sulla testa il baldacchino ed intorno la corte, simboli del servilismo e del potere.

Il candidato sindaco già immaginava di girare per tutto il regno orgoglioso perfino delle sue vergogne.

E tutti faceva finta di rispettarlo, di vederlo vestito.

Si immaginava mentre girava casa per casa a chiedere i voti che lo avrebbero consacrato sindaco del reame , il più “sindaco”.

Ma un giorno lo specchio non ce la fece più e disse la verità.

Ed alla domanda : -Specchio, specchio delle mie brame chi è il più “sindaco” del reame?-, rispose “Da Camoli alla Principessa c’è un “sindaco” ben più di te”. E’ una candidato che è figlio di re ed è ben più sindaco di te.

Ed il ben più sindaco nemmeno lontanamente sospettava di essere a rischio. E tantomeno sospettava che avrebbe potuto ricevere una mela avvelenata.

Ed infatti un giorno la vecchia strega lucidò per bene la sua mela rossa e la porse al candidato ben più sindaco che cadde morto a terra

E lo specchio riprese a rispondere : Da Camoli alla Principessa il più “sindaco” sei tu.

Intervennero in tanti, tra cui addetti all’immagine, esperti di marketing, affabulatori, incantatori, maghi, maghe, politici di lungo corso.

Un piccola maga fece un incantesimo e il ben più sindaco rimase soltanto addormentato.

Aspettò ed aspetta il principe azzurro. Sono decenni ma il principe non si fa nemmeno vedere.

Forse il principe non è ancora nato o forse è passato ed è già andato via.

Pubblicato in Politica

Mercoledi 23 e Sabato 26 andrà in onda l'intervista ad Emilio Osso, autore del libro "Il mondo di una volta", realizzata dall'emitente televisiva TEN - Teleuropa Network, presso la libreria Mondadori di Cosenza

“Ho registrato presso la libreria Mondadori in Cosenza un' intervista realizzata dalla giornalista Rosalba Baldino dell'emittente TEN , in merito al libro dal titolo "Il mondo di una volta" di cui sono autore, pubblicato nell'anno 2013.  

L’ intervista andrà in onda su TEN (canale 10 del digitale terrestre):

Mercoledì 23 Aprile, ore 23:00

sabato 26 Aprile, ore 23:00

nell'ambito della trasmissione "IL SEGNALIBRO".”

L’autore Emilio Osso ha colto l’occasione per ringraziare il sito e porgere i migliori auguri di Pasqua ai suoi lettori

Pubblicato in Calabria

Si dice a Serra d'Aiello: "Vurpai da Serra, crivari e Bellimunte, mangiavulelle dà Mantia, scriminisci e Petramala".

Amanteani “mangiavulelle”, allora.

Un mangiare inconsistente ma sempre figlio del nostro mare.

Un detto che sembra confermare la costanza della presenza di tali organismi sulla spiagge della nostra cittadina.

E ieri come in questi ultimi giorni gli spiaggiamenti sono stati intensi e tale da colorare di azzurro le parti di spiaggia sulle quali si sono riversate.

Un organismo marino che ogni tanto esplode in un fenomeno che prende il nome di bloom (fioritura), bloom che avvengono soprattutto in primavera e in autunno e sono probabilmente innescati da variazioni di temperatura e aumento della concentrazione di plancton.
per la repentinità della comparsa di bloom massivi di questa specie si ipotizza che parte delle uova fecondate o dei primi stadi larvali sia in grado di arrestare il proprio sviluppo per formare delle cisti, ossia degli stadi di resistenza bentonici. Queste, atte a superare periodi avversi, con scarse risorse alimentari e/o temperature troppo basse, probabilmente si schiudono tutte insieme all’instaurarsi di condizioni nuovamente favorevoli, riprendendo il ciclo vitale da dove si era interrotto e generando le colonie adulte.

Ed è probabilmente per questo che si ritiene che la presenza delle “Vulelle”, in dialetto e “Velelle velelle” in italiano, sia indice di salute del mare .

Tra gli altri lo dice la Capitaneria di Porto di Savona( maggio 2013) “Un fenomeno abbastanza nella norma visto il periodo . Certamente, complice anche il clima marino cambiato, lo spiaggiamento è sempre più consistente. Bisogna tuttavia evidenziare, al di là del cattivo odore provocato dal loro spiaggiamento, che la loro presenza è sintomo di buona salute del mare e dell’ecosistema marino, inoltre, seccando sulla riva, contribuiscono all’assetto vitale dell’ambiente costiero”.

In realtà dato che il target alimentare di questi organismi è rappresentato da uova e larve di pesci e crostacei, la loro presenza dovrebbe significare soltanto la maggiore presenza di essi nelle acque interessate.

Qualcuno, invece, si preoccupa del fatto che l’aumento della frequenza e dell’entità dei bloom potrebbe causare diminuzioni degli stock ittici con importanti ripercussioni ecosistemiche ed economiche.

In realtà si conosce ben poco delle Vulelle. Per esempio non si sa dove siano i punti di origine dei bloom degli organismi gelatinosi.

A terra arrivano dal mare spinte dal vento e giunte a terra muoiono.

Le Vulelle sono chiamate anche “barchetta di San Pietro” per la loro capacità di galleggiare sulla superficie del mare ed essere sospinte dal vento come una barchetta.

In realtà le Vulelle sono dotate di camere d’aria e di un’alta cresta triangolare a forma di “vela”; “queste strutture ne consentono il galleggiamento e il movimento passivo ad opera di correnti e vento. Le velelle si pongono nella direzione del vento e veleggiano a circa 40° gradi sottovento; se rovesciate riacquistano rapidamente la posizione originale”.

Si sa che le Vulelle sono carnivori e si cibano di uova e larve di pesci e crostacei che si trovano nelle immediate vicinanze della superficie.

Ed ancora si sa che come le altre meduse le Vulelle possiedono gli organelli urticanti ma la loro tossicità è blanda e non rappresenta un problema per gli esseri umani, per cui la possibilità di mangiarle.

E si sa anche che il caratteristico colore blu che le contraddistingue è dovuto alla presenza di pigmenti carotenoidi (astaxantine), utilizzati come fotoprotettori.

Ed infine si sa che le Vulelle sono cibo per le tartarughe.

Pubblicato in Primo Piano
BANNER-ALTO2

Follow us on Facebook!

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy